Risposte a commenti della giornata

febbraio 13, 2008

Si cercano strade nuove dappertutto, e la citazione di Obama è incoraggiante.
Certo che non basta un buon comandante, ma il buon esempio serve eccome.
Anche io credo, come “Fattinonparole” (*), che l’Hotel rischia di non decollare facilmente, quello che manca è il contesto, ovviamente.
Ma allora occorre capire e risolvere i problemi che stanno rallentando porto turistico, e quanto altro. Tanto per fare un esempio. Forse la stessa stagione delle politiche può essere un momento di confronto molto concreto su questi temi, sempre che non ci catapultino come candidato qualche alpino in trasferta.
La citazione che fa Paolo De Angelis (*) è molto, molto pertinente.

Gianfranco Lamberti

(*) commentatore di questo blog.


Idee per il Turismo

novembre 29, 2006

“Le idee per dare impulso al settore del turismo possono essere molte. Faccio qualche esempio. Il turismo culturale, innanzi tutto, e la possibilità di caratterizzare una offerta che diventi un riferimento costante. Ad esempio Villa Mimbelli potrebbe ospitare, come in parte già accade, mostre ed eventi di richiamo, oppure le stesse fortezze e così via……..

Il tema secondo me è sempre quello, la qualità dell’offerta, che superi un taglio ancora troppo provinciale. Un lavoro che richiede idee e risorse, da stimolare e molto. Così come le proposte di ospitalità alberghiera, la ristorazione. Racconto un particolare che non tutti conoscono: chi ha investito sull’Hotel palazzo è venuto a Livorno e ci contattò attratto dai successi del livorno calcio…. quindi si tratta di creare circuiti virtuosi, a volte nemmeno immaginabili all’inizio.”

E la città non deve accontentarsi dell’esistente…. Se riempiremo il Mediceo di grandi barche, avremo problemi di impatto, ma ci saranno anche molte persone in più, che fanno turismo ed alle quali offrire qualcosa di meglio. Potremmo continuare, naturalmente.”

Gianfranco Lamberti

(tratto da un intervento in questo blog dell’ 1.11.06)


Ripensare il modello di sviluppo, di Giovanni De Peppo

novembre 28, 2006

Dobbiamo ripensare ad un modello di sviluppo della nostra città che deve scoprire le straordinarie risorse naturali che sono state, grazie al cielo, fino a noi preservate e sulle quali abbiamo il dovere di preservare tenacemente e rigorosamente per i nostri figli e per chi verrà dopo di loro.

Il sistema delle colline ed il mare sono una risorsa straordinaria che va saputa incrementare attraverso un sistema di infrastrutture leggere che possono dare respiro a quel turismo ecologico rispettoso dell’ambiente e che ha il vantaggio di prerservare il capitale natura. Chi frequenta la scogliera sa quanto sarebbe opportuno ripensare al sistema della costa con un turismo ecocompatibile. Sempre più dobbiamo “interpretare” i bisogni di ambiente e natura che si coniugano appunto con la salvaguardia del paesaggio e degli equilibri ambientali.

Giovanni De Peppo


Idee a Confronto 1.11.06

novembre 1, 2006

Gianfranco Lamberti : “A proposito di turismo, il progetto della Porta a Mare contiene la previsione di una serie di funzioni connesse alla nautica da diporto ed al previsto porto turistico, la realizzazione di un albergo e centro congressi, attività commerciali di comparto, parcheggi etc.

Se, come è nelle intenzioni si vuole realizzare un centro per la nautica di rilievo mediterraneo, le ricadute saranno notevoli sia per le attività che per l’impatto sul centro cittadino. E poi immaginate anche il completamento dell’acquario e dello Scoglio della Regina, dell’Hotel Palazzo…

Insomma una occasione da cogliere nel segno della qualità. Le ricadute occupazionali dovrebbero essere notevoli e qualificate.
Un esempio, ma importante. Insomma non si tratta di riorganizzare l’esistente, ma di una grande trasfomazione innovativa, che cambierà davvero la città. Si tratta di capire bene come e con che tempi, gestire una cosa del genere non è cosa da poco….”