IL PADRINO

La vicenda della Porto 2000 assume un valore esemplare ed esplicativo, al di là delle persone coinvolte, anche se dovrebbe contare anche la dignità delle persone in un mondo civile. Ma questa è un’altra storia e ci potremo ritornare. Oggi interessa la frase che viene riportata virgolettata, di uno dei principali soggetti istituzionali coinvolti, che afferma che questa è l’occasione per dimostrare che nessuno è intoccabile, arrivando a portare a termine una operazione a lungo studiata.

Non entro ora e lo rifaremo, sulla opportunità di una privatizzazione in questi modi ed in queste condizioni. Lo abbiamo detto e ridetto.

Quello che è clamoroso è lo scopo dimostrativo, vista la evidente inutilità di operare in questo modo alla vigilia del bando di gara che cambierà comunque l’assetto societario in modo definitivo. Scopo dimostrativo dichiarato non a caso pubblicamente, rivendicato e riportato dalla stampa. Dimostrativo, allora, per chi e per cosa?

E non mi meraviglia certo vedere l’inerzia casuale o studiata di tanti maestri dei corridoi dei partiti. La politica dà i frutti di quanto si è costruito in questi anni.

Ciò che non mi sarei aspettato è la necessità istituzionale di una dimostrazione esibita. Esibita per dar conto a qualcuno? A chi?  Non certo alla pubblica opinione visto che si tratta di cariche a breve e naturale scadenza, che sarebbero cessate senza problemi. Ed allora a chi si deve dar conto. Davvero siamo in un sistema che si appresta a rendere conto di quanto accade a qualcuno ( singolo od associato ) che non appare ma che esiste eccome ? Un sistema, quindi, che si starebbe assestando su nuove regole. Regole che altrove, nel nostro paese,  hanno attecchito da tempo, come si vede in queste settimane sulla stampa nazionale. Vedremo se qualcuno dirà qualcosa di chiaro o se assisteremo al solito gioco a rimpiattino parlando d’altro, sperando di salvare lo strapuntino, prossimo o futuro. La galleria dei personaggi di questa fase della vita livornese si arricchisce , eccome.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: