CONFUSIONE INCONCLUDENTE ED IRRESPONSABILE

Sono molte le scadenze che si intrecciano a Livorno, in una fase politica ed amministrativa di confusione totale e di assoluta inconcludenza. Presidente della Regione da riconfermare o meno, nuovo Consiglio Regionale, ma anche un nuovo presidente della Autorità Portuale da trovare, con terne da presentare entro limiti di tempo in scadenza e  definiti per legge, nuovo segretario del PD territoriale e nuovo segretario del PD cittadino, scadenze del PRG portuale , scadenze sulle partecipate, scadenze sul bilancio comunale, decisioni sulla sanità. Insomma, non credo assolutamente  ci sia una città capoluogo italiana in un simile stato. Certo che ci sono responsabilità precise e sono anche facili da ricordare.  Nella confusione totale, ci si mette pure quella in cui versano vicende giudiziarie grottesche, come quella della presunta associazione a delinquere di tutta la città, non si capisce per fare o non fare cosa a proposito di riparazioni navali e porta a mare. Una storia surreale, in cui non si capisce bene da dove si è partiti e per arrivare dove. Capiremo meglio il 24 prossimo, in Tribunale. A me interessa più che altro il dato politico, che è quello di anni perduti su fronti che potevano produrre occasioni di investimenti e di occupazione, che non ci sono stati. Anni perduti di cui abbiamo scritto e detto in tutti i modi, inascoltati da un conformismo opportunista ed alla fine suicida.  Ritardi sui  quali, per citarne alcuni,  non si può mettere riparo negli ultimi giorni di un  mandato in scadenza, come quello di Gallanti. Un mandato segnato da una inconcludenza che porterà, con tutta probabilità, a sostituirlo. Perderemo un turista per caso, ma ce ne faremo una ragione. E qui entriamo nel campo vastissimo di aspiranti veri e presunti, peggio che le previsioni per il prossimo Presidente della Repubblica. Non ci facciamo mancare nulla. Livorno è ridotta proprio male, e non ci consola certo averlo previsto ed annunciato in anni di opposizione civica, puntuale e documentata. Davvero un quadro desolante, in cui le iniziative della nuova amministrazione comunale , frutto di questo declino, mi sembra si muovano a tentoni e senza che si capisca dove si voglia andare a parare. Tanto per non andare lontano,  a proposito delle partecipate e delle scelte urbanistiche per il porto , rese ancor più attuali proprio dalle  indagini giudiziarie , quelle emerse e quelle che magari non lo sono ancora, chissà magari ce ne sarà anche qualche altra su altri argomenti da noi spesso segnalati, specchio paradossale di una città portata a questo punto di confusione inconcludente ed irresponsabile, in ogni angolo della sua vita politica ed istituzionale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: