I MONDI DA SCOPRIRE…

 

m

 

 

 

 

di Gianfranco Lamberti

Le cosiddette partecipate , prima di tanti altri, abbiamo spiegato e rispiegato come fossero un mondo tutto da scoprire e da verificare.
Oggi il basket, ieri l’AAMPS e domani vedremo.
Il nuovo consiglio comunale e tutti gli uomini di buona volontà, piuttosto che pazzeggiare in punta di regolamento, farebbero bene a dimostrare che hanno voglia di capire e chiarire. Certo non è decisivo se si riducono un po’ le indennità sempre alle stesse persone, ma lo è assai di più se si riporta a chiarezza tutto e non si rinunci, se necessario , a chiedere le responsabilità nei modi previsti.
Una vera e proria glasnost delle partecipate, un banco di prova di questa nuova stagione politica, sbandierata da tutti a parole, ma da verificare nei fatti.
Glasnost ed azioni che chiamino tutti alla responsabilità dovuta. Semplice, semplice, fuori dalle tattiche e dai rimandi per far dimenticare.
Non vado oltre sui tempi della giustizia, per evitare guai.
Certo è che fanno pensare eccome. Nella mia amministrazione non abbiamo mai guardato in faccia nessuno e nessuno ci ha mai riservato attenzioni particolari e vantaggiose, in nessun modo.
Ricordo sulla porta a mare, quella nata per il lavoro da salvare e rilanciare, verificammo con il tribunale tempi e contenuti delle nostre scelte. Che abbiamo rilanciato in occasione della vicenda degli alloggi foresteria / prima casa, di cui si sono perse le tracce.
Già tracce che si perdono e tracce che si ritrovano. Ed intanto si consumano mandati elettorali e si votano liste e candidati.
Un mondo che non ho mai capito davvero e che non cerco di capire adesso.
In attesa del comitato elettorale sulla privatizzazione della Porto 2000, che indifferente a tutto vive su di un altro pianeta. oppure è proprio lo stesso. Chissà. Non aggiungo altro per evitare guai, come ho già detto, ma si capisce il senso.

Annunci

2 Responses to I MONDI DA SCOPRIRE…

  1. Kinto ha detto:

    Da AAMPS,al Basket Gate passando per Spil Odeon
    e Ospedale mobile,
    fa specie che queste siano satate le battaglie fatte
    per strada e nei luoghi istituzionali dal Dott.Lamberti e “associati”,ma del tutto inascoltate
    per anni.
    Oggi invece guarda un po’ stanno venendo tutte a galla,quasi
    che si fosse tenuto un tappo sulla pentola a pressione
    o ci fosse un timer.
    Chi ha sbagliato rivestendo cariche di presidenza o amministratore paghi le dovute conseguenze,
    ma c’e’ anche una morale abbastanza semplice e cioe’ che le proprie ragioni o battaglie vanno portate sempre avanti a prescindere dai contesti che come si vede se cambiano
    sembrano cambiare anche le carte sul tavolo con annesse regole del gioco.
    Chiudo cosi’ pur parle’,
    oggi alcuni nel Pd ,
    sempre i soliti ,provano a far passar il msg che Ruggeri deve dimettersi dal consiglio comunale,
    e gia’,e no no cari i miei pistoleri senza cartucce,
    e’ dal consiglio regionale deve dimettersi come dichiarato,
    e deve con responsabilità e per 5 anni fare opposizione
    in Comune,
    perche’ e’ li che deve rappresentare il Punto e a capo.
    Senza indennità da migliaia di euro,
    ma con gettone di presenza e lavoro privato.
    “questo vuol dire essere di sinistra”,e non sinistri.
    Perpretare con giochetti di questo tipo fa male a tutta un area
    di csx che deve riprendersi
    lasciando andare certi personaggi evidentemente
    figli della piu’ brutta stagione politica che
    Livorno abbia mai conosciuto.
    saluti

  2. henry w.brubaker ha detto:

    Tutto vero,ma se Speedy Gonzales Nogarin,dopo essersi consultato con la Sala della Pallacorda, non chiude gli assessorati ,rischia di misurarsi con le diffide della Prefettura piuttosto che con i “non bilanci” di Aamps e Asa.Lo facciano respirare i sanculotti della rivoluzione a cinque stelle,che diamine.Quanto al Basket,che dire,un esito triste e drammatico (con possibili conseguenze penali per taluni amministratori pubblici)che l’ex servile Giulio Corsi tratta con i guanti di velluto.Dopo avere tritato la Corradini,prende prudentemente le distanze senza andare ad interpellare i responsabili politici della vicenda..Con un occhio di riguardo ai grandi marchi della Porta a Mare,naturalmente.Sinceri complimenti a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: