IL PEGGIOR RISULTATO DI SEMPRE ( CSX) E BALLOTTAGGIO PERIGLIOSO

Unknown

 

 

Gianfranco Lamberti

Se Ruggeri vuole dare le responsabilità di un insuccesso clamoroso a tutti, tranne che al PD ed a se stesso, fa una analisi a dir poco stupefacente.
Del resto le difficoltà che abbiamo avuto durante questa campagna elettorale noi le abbiamo percepite in modo diverso. Assai diverso .
Avremo modo di riparlarne e dettagliarle, visto che non andremo al mare , ma parteciperemo attivamente alla fase del ballottaggio. In un modo assolutamente significativo.
Dice Ruggeri che la coalizione se la è trovata, ma non si capisce bene per merito di chi, visto che l’unico sostegno alla giunta Cosimi era quello dato, fino all’ultimo atto, dal PD e non da altri.
Così come per la scelta sul nuovo ospedale, per il quale facemmo addirittura un referendum e Ruggeri era insieme al PD ed a Cosimi assai convinto.
Poi che dal dopoguerra ad oggi ci siano state solo sciagure , come afferma qualcuno e che nessuno del PD abbia trovatro il modo di contrastare questa affermazione, la dice lunga su cosa ci siamo trovato di fronte durante questa campagna elettorale, al punto che spendersi per Ruggeri ed il PD, come abbiamo fatto al limite del possibile, è stato assai difficile e poco accettato dai nostri sostenitori. Come si vede dai risultati assai inferiori alle nostre attese, ma negli ultimi giorni molto ben percepiti per le ragioni dette e che a nostra volta abbiamo detto a tutti quelli con cui abbiamo parlato.
Ora incomincia davvero una nuova partita e niente è scontato, come è evidente. Che abbia ragione SJ?

Annunci

11 Responses to IL PEGGIOR RISULTATO DI SEMPRE ( CSX) E BALLOTTAGGIO PERIGLIOSO

  1. Kinto ha detto:

    M incuriosirebbe non poco sentire un giudizio
    di St John su questo ballottaggio ,mai visto sui nostri schermi.
    I dati con il – 16 del Pd sono inequivocabili
    e dovrebbero far fare grossi esami di coscienza a chi ha portato
    a questo risultato;
    perche’ se tutto si esaurisce con e’ colpa di Cosimi ,noi non c entriamo sembra piu’ una barzelletta che un commento,
    tralasciando che il candidato Ruggeri e’ stato eletto nella scorsa legislatura
    nonche’ segretario ds e pd di questo decennio cosimiano;
    cosi’ come risulta una barzelletta pensare che
    il problema sono le alleanze;
    alleanze di persone perbene che si sono spese in prima persona
    e che di fronte ad una debacle storica ed in un clima di
    vigorosa e motivata insoddisfazione al governo della città hanno preso migliaia di voti per lui,
    non per qualcun altro.
    e poi con chi dovevano farle le alleanze con BL che e’ nato appositamente per soppiantare il Pd,
    e con polemiche al vetriolo politico sin da subito ,
    col 5 stelle?
    con Cannito oppositore stolido e 5 stellato,
    con i templari municipali
    o
    con la destra ?
    mah? saro’ io ,ma a mio avviso quei 4.000 voti degli alleati farebbero
    bene a tenerseli stretti ed a “pregare” politicamente
    che questo accada.
    perche’ quando non si e’ trattati comesi deve
    e quando ci si sentono addossso responsabilità dirette e precise di altri,
    andare ner c.lo e’ uno schiocco di dita.Io almeno farei cosi’.
    St John ma voi di Bl comprendete di poter essere protagonisti
    di un qualcosa di veramente storico
    se vi apparentate con i 5 stelle?
    Raspanti vice sindaco e St John assessore all’Economia e Bilancio.
    Saluti e millantare sicurezze oggi ,dopo che lo stesso elettore livornese
    tra europee e comunali ha dato un – 16 % ,
    o esaltarsi per i propri voti
    da consiglieri mi sembra un giusto mezzo
    tra una grettezza diventata abito identitario
    ed una stupidita’ fattasi uomo-donna.
    Il resto lo vedremo presto,con grande curiosità

  2. St. John ha detto:

    caro Kinto, ti ricorderai che di quest’esito, ovvero ballottaggio, ne parlo da tempi (molto, molto) non sospetti.
    Formazioni non ne faccio, non piazzo nomi nelle caselle, non evoco formule. Posso però portare una buona notizia. Una nuova stagione, stavolta può aprirsi davvero. Basterà avere idee innovative e troveranno ascolto. E’ un bel pò che non capita dalle nostre parti,

  3. Kinto ha detto:

    Vero sul ballottaggio,
    ma non e’ che volessi farti evocare formule magiche o
    disegni leonardiani
    ma una banale somma 20+16+6
    in un ballottaggio mai avuto a Livorno.
    Non vi farete mica risucchiare dalle sirene del PD,
    perche’ messa cosi’ e’un po’ ambigua,
    e non avendo troppa fiducia in genere
    nell’integrità degli uomini potrebbe sembrare una strizzata d occhio e visto che
    in casa Pd oggi dato l esito nefasto delle urne
    sarebbero in grado di ascoltare e promettere anche un po’ di neve sulla Luna se la si chiede
    e giro gratis sempre sul pianeta Marte.
    Come si dice
    In una casa vuota siamo tutti onesti….
    ho evidentemente forzato la provocazione ma senza intenti offensivi,ovviamente.
    Saluti

  4. Ludom ha detto:

    Non c’è mai nulla di scontato e il disastroso risultato del Pd locale dovrebbe far propendere per un pronostico molto incerto. In verità, credo che il problema principale, per il Pd, sia quello di riportare il suo elettorato, disabituato e a forte connotazione anziana, a rivotare l’8 giugno. Se risolve quest’aspetto i giochi dovrebbero essere fatti.
    Certo farebbe bene a tenersi ben stretti i suoi alleati trovati, così, “a sua insaputa” ma credo che fra quest’ultimi il senso politico e civico alla fine comunque prevalga e andranno in molti a sostenere Ruggeri: qualunque bischerata dica.
    Il 52% alle europee non è una garanzia, è vero. Ma anche il fatto che i 5 stelle prendano solo 3300 voti in più alle europee rispetto alle comunali la dice lunga e anche il fatto che ai potenziali elettori della lista Tsipras manchino 7000 elettori rispetto alle comunali qualcosa vorrà dire. Chi avranno votato alle europee? E chi ha votato Renzie alle europee perché non dovrebbe votare Ruggeri o almeno astenersi?
    Il problema è tutto loro, anche senza promesse di neve sulla Luna, caro Kinto.

  5. St. John ha detto:

    > chi ha votato Renzie alle europee perché non dovrebbe votare Ruggeri o almeno astenersi?

    chi ha votato il littorio renziano alle europee non ha votato quello di via Donnini per diversi motivi. Il primo, meno nobile,sta in un drappello di franchi tiratori pronti a ricontrattare tra il primo e il secondo turno, proprio adesso. Contano poco e contano poco più come stakeholder che reali portatori di voti. Il secondo, meno considerato, è che c’è uno scarto tra votanti alle europee e alle comunali è che si vota il brand renziano (percepito come cambiamento) ma non quello di ruggeri (che è cambiamento quanto Pirlo è un esperto di storia delle relazioni diplomatiche tra Banca di Francia e Bundesbank). Il terzo è perché l’elettorato che vota in modo articolato, riflessivo quindi fuori dalle indicazioni di scuderia è incline al protagonismo.
    Le europee sono una partita, le amministrative un’altra. Anche io sono tra quelli che ha votato in modo difforme tra amministrative ed europee. Il secondo turno è ancora un’altra partita. C’è chi si balocca sulla domanda scarto europee-amministrative, sperando di non prendere decisioni tra il primo e il secondo turno. Perderà a) chi ha meno c.. (conta sempre ma a maggior ragione oggi) b) chi è meno indeciso c) chi ha meno senso dell’immediato presente.

  6. Pasquale Lamberti ha detto:

    St. J… 13973 .

    13973. Sono gli elettori di BL.

    13973. Ora sono curioso di ascoltare le parole magiche che faranno cambiare radicalmente idea a 13973 esseri umani.

    13973.

    proprio perche’ la parola rinnegare per me e’ oscena a qualsiasi latitudine.aspettare ,non giocare sotto il banco e’ cio’ che piu’ caratterizza uomini fieri ed al suo contrario gli ominidi infami
    o semplicemente acquistabili
    Vedi,
    quale che sia la strada che inizi ,e c’e’ chi le strade le ha cominciate almeno dal 2004,
    Bl da appena sei mesi ,ma poco importa il lasso ,e’ il principio a discriminare,
    le devi portare sino in fondo altrimenti
    siamo alla televendita di padelle e ricette che all inizio disegnavano un pollo saporito
    e poi ti ritrovi solo le piume del pollo,o del pavone se vuoi.
    Le seggiole porporate si consumano e non si ricordano nemmeno loro piu’ chi ci si e’ seduto sopra,
    perche’ spesso a Livorno faccia non fa rima con traccia e
    perche’
    “la fame viene e scompare,ma la dignità,una volta persa ,non torna mai piu'”.
    non so se dire buongiorno o buonanotte,anche vista l ora…
    Saluti

  7. St. John ha detto:

    Pasquale, io nel bene o nel male sono trasparente. Sai con chi parli. Accordi sottobanco col Pd non ne faccio. Tanto che il mio endorsement, rivelato a chi me lo ha chiesto, è stato votare per un candidato delle liste BL, che è passato (meritatamente), e per Nogarin come candidato sindaco. Non mi sono mai iscritto nè a Bl o al movimento 5 stelle primo perchè ho un’identità politica che, per me, non si appanna. Secondo perchè, porto avanti una proposta politica un fronte unitario, per quanto politicamente differenziato, antiPD. Il solo che può salvare la città e quindi non puoi essere di uno schieramento preciso ma quell’elemento che lavora per il valore aggiunto dell’unità. Figurati non ho fatto campagna elettorale per non dare adito a frizioni.Quindi non rispondo certo di tentati accordicchi. Raspanti sul Tirreno ha detto pubblicamente “no al Pd” e mi sembra un elemento di chiarezza. Poi non mi stupirei se ci fosse qualcuno, pro domo propria, che facesse privato mercanteggiamento. Viviamo nel mondo degli umani. Ma è gente che comunque non sposterebbe niente. In termini di voti, magari di interessi si ma è altra questione.
    Secondo me per le persone oneste del centrosinistra la sconfitta di Ruggeri è un affarone. Dall’altra parte si crerebbe un campo che attirerebbe idee innovative e, vista la composizione eterogenea, senza pregiudizi.

  8. Alessandro Latorraca ha detto:

    Anche io sento un clima di indeterminatezza, più che incertezza. La situazione che si è generata con il voto di domenica, largamente pronosticata da tutti e in tempi non sospetti come dice SJ, in realtà sembra giunta con un alone di sogno evanescente, che dovrà in qualche modo diradarsi. Invece non di diraderà e quello che vediamo oggi, tra l’altro comprensibilissimo in termini psicologici e di rapporti umani, sembra un triste presagio.
    Una cosa però la voglio dire con forza a chiunque: la città non deve diventare territorio di guerra; scontro di piazze. Almeno io non condivido questo spirito. Le responsabilità è necessario assumerle e le responsabilità non possono mai essere collettive sono sempre prima personali. Io credo che un sano bagno di umiltà farebbe bene a tutti, anche perchè comunque i problemi sono ancora tutti li sul tavolo. Analisi politologiche servono a poco dinanazi ad alcune drammatiche situazioni che quotidianamente si vivono nella nostra città. Lotte fratricide interne al partito che comunque ha un cospicuo consenso elettorale non servono a nessuno; o i conti si regolavano prima o ormai diventano controproducenti.
    Io aspetto ancora di capire cosa ci aspetta sul PS, sul porto, ormai diventato triste litania, sulla cultura, sui servizi sociali per certi aspetti al collasso, come valorizzare meglio quello che siamo riusciti a fare di buono, in un quadro generale economico, sociale e normativo comunque di estrema incertezza e che non è certo da ricondurre a colpe di tipo locale. Ora non voglio cadere dal populismo al paternalismo..ma tanta gente poi non si straccia le vesti sugli schieramenti o sui nomi dei politici, quello che gli interessa è solo una buona politica. Ci riusciremo avvelenando il clima oltre modo. E i poteri che stanno dietro la politica come si stanno muovendo? Il buono che viene fatto ogni giorno a Livorno chi lo sta valorizzando? Si compongano schieramenti contrapposti in maniera netta, precisa e non fumosa e poi la gente saprà decidere per il meglio. Non serve a nessuno far giochetti a rimpiattino. Parliamo tutti con chiarezza e poi chi vince cerchi di coinvolgere tutta la città in un cabiamento che tutti sappiamo ormai improcastinabile. Ci vorrà coraggio..altrimenti sarà un ennesia presa per il c..

  9. St. John ha detto:

    >la città non deve diventare territorio di guerra;

    nel fu centrosinistra, e sara’ “fu centrosinistra” in ogni caso, caro Alessando sarà sempre scontro tra bande. Hanno una logica pronta cassa che, in un mondo di risorse scarse, li porterà sempre o a beccarsi o scannarsi. Avverto piuttosto segni di formazione di uno schieramento che vuol salvare Livorno. Se ho teso bene l’orecchio il centrosinistra può chiamare Renzi che promette 100 euro di aumento in ogni abitante del pentagono del buontalenti, parlare dell’Ukip, di Hitler, di Satana. Urlare che dietro il populismo ci sono le camere a gas (genere horror gruppo l’Espresso, insomma). Ma potrebbe non funzionare. In politica arriva un momento in cui si deve capire che è l’ora di appendere le scarpe al chiodo. Perchè continuando si fanno solo danni. Agli altri ma anche a sè stessi.

    ps. cito un trader bravo “L’Italia è l’unico paese in cui il governo in carica è stato incoraggiato dal risultato elettorale a perseverare nella “terapia letale”, dei vincoli finanziari del debito che strangolano lentamente l’economia”. Un trader no una guardia rossa..

  10. Pasquale Lamberti ha detto:

    SJ, hai ben inteso che non mi riferisco a te ma a chi ti sta intorno.

    Raspanti dice no al PD ma non nomina i 5 stelle .
    un’altro eletto di BL scrive che si asterrà.
    Lo stimato Lamberto dichiara anche lui la sua futura astensione .

    Come ho scritto su FB al mio carissimo amico Aldo Galeazzi , in merito alla situazione , i leader non parlano mai a titolo personale .MAI .

    infatti ho salutato con soddisfazione (?) l’aiuto di BL per far vincere il mio candidato PD (grazie a l’astensione ..) con #vinciamograzieavoi.

    In più ho aggiunto il pezzo del Giorno della Civetta che parla delle famose categorie dell’umanità stilata dal capo mafia…

    Sarò curioso di sentire le motivazioni dell’astensione ( pro Ruggeri e PD) partendo da un programma identico al 90% con i 5 Stelle.

    Detto ciò , questo ballottaggio sta tirando fuori da molti protagonisti la loro vera natura .

    Per molti versi prevedibile .

    Ci sarà il miracolo di San Matteo ?

    Chiaramente dipende anche da dove lo faranno parlare ….. perchè se il solito genio della strategia tira fuori una pensata tipo la bella Boschi a prendere il gelato all’Ipercoop , rimango sinceramente perplesso ed agnostico.

    per il resto attendiamo gli sviluppi .. che sicuramente non tarderanno ad arrivare .

    Una cosa te la dico , la scelta di autosufficienza e della ingratitudine nei confronti degli alleati,alla vigilia di un ballottaggio,
    oltre che essere un’azione grossolana è pure rischiosa .

  11. henry w.brubaker ha detto:

    Livorno Cecina e dintorni (senza considerare Follonica) tre problemi seri che non si risolvono con l’ennesimo simposio sul Porto.(magari con Matteoli)In pochi se ne erano accorti,neanche i giornali locali.Soprattutto quello di Livorno che fino all’altro ieri metteva in prima pagina Nebbiai con la fascia tricolore.chiamando gli ingenui cittadini al pagamento della Tasi/Imu entro il 16 Giugno.Mentre lo stesso Governo disponeva diversamente.per le proroghe a ottobre.Che autogol,ma forse non è stato casuale. Il tempo c’è stato e non s’è mai venuto a capo di nulla.Anzi,caro Latorraca,non si contano i contenziosi che lascia questa gestione,E poi un mare di inutili querele che aiutano a incorniciare lo spirito di casta di chi ha scambiato una città sofferente nel proprio specchio personale.Altro che teatro di guerra.Problemi di cultura di governo,di gruppi dirigenti,di sistema insomma che all’improvviso vengono alla luce,come in un flash,disorientando anche gli attori piu’ o meno protagonisti dell’effetto serra alla livornese.Le analisi le abbiamo fatte,sarebbe un peccato che i ponzio pilato prevalessero sui risi’atori.Certo,i 5 stelle hanno raccolto il certosino lavoro di altri,e forse sarebbe l’ora che ne prendessero atto aprendosi a un accordo serio per la Città.Gli appelli alla cittadinanza lasciano il tempo che trovano se poi prevale (anche a sinistra,dopo l’indiscutibile successo)lo spirito di autoconservazione.Ma questa volta potrebbe essere diverso,se non altro per l’inedita debolezza dell’avversario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: