UNA CITTA’ MORTIFICATA E COGLIONATA

 

d

 

 

 

Gianfranco Lamberti

Mentre leggiamo di confronti francamente assai modesti e volgari, nei contenuti come nelle forme, con candidati a ripetere la solita litania con qualche gestaccio di contorno, per non farsi mancare niente, con una tempistica irridente verso le istituzioni cittadine, l’Autorità Portuale mette in campo le valutazioni per la svendita di PORTO 2000 e detta i tempi al futuro sindaco chiunque sia.
Ecco, se ancora qualcuno facesse finta di non  capire cosa è oggi Livorno e dove si guida davvero , o almeno si tenta, soldi ed interessi , questa è la dimostrazione palese el punto a cui siamo arrivati-
E certo non ci salvano i volenterosi dibattiti organizzati dal Tirreno, per mettere un po’ di cipria su queste storie.
Nemmeno una domanda su questa incredibile ed inaudita sottovalutazione della città democratica, da parte di chi governana il porto e , se consentite, nemmeno una parola a difesa della dignità di chi ha rappresentato e rappresenta una parte importante della storia della portualità livornese.
Non si va molto avanti, facendo finta di niente e lasciando che siano altri poteri a governare la nostra portualità.
Come si fa a non capire che valutazioni in corso di definizione di programmi, piani regolatori ed altro, sono una paccottiglia per costruire qualcosa in fretta e furia.
Ma questa fretta e furia è così lontana dalle attenzioni di chi di dovere rispetto alla trasparenza ed alla lealtà istituzionale, durante una campagna elettorale?
Insomma ci stanno considerando davvero dei coglioni. Del resto, visto come andranno le elezioni, sarà bene che si coinvolgano tutti, davvero tutti, in una opera di vigilanza e di tutela degli interessi pubblici livornesi.
La politica, dovrebbe riemergere da un sonno profondo , se ci riesce.

Annunci

7 Responses to UNA CITTA’ MORTIFICATA E COGLIONATA

  1. henry w.brubaker ha detto:

    Un pessimo spettacolo,sono d’accordo.Ma uno spettacolo fortemente voluto da un giornale che non a caso oggi evidenziava gli sfotto’ ,le urla,gli sberleffi di una platea di mestieranti della faziosità,non di elettori.I contenuti drammaticamente ridotti a post it .Finche i candidati si sposteranno come piccole mandrie pur di catturare un quarto d’ora di celebrità attraverso il grande omologatore di Viale Alfieri,ogni spazio per l’approfondimento (e forse per salvare questa città)sarà negato in radice.E la città (specie quella dell’immediato futuro)non cesserà di colare lentamente a picco.Nonostante le apparenze.

  2. Mario ha detto:

    “Dott. Lamberti, come mai queste cose non le ha dette in faccia al presidente dell’autorità portuale lunedì pomeriggio in provincia…?”

  3. Pasquale Lamberti ha detto:

    No , Alessandro , no.

    Ho rinnovato con largo anticipo la mia Tessera PD venerdì scorso e se permetti oggi Bl esiste perchè sostiene che noi tesserati pd siamo uomini da rimpiazzare ed incapaci.

    Esistono perchè sostengono che i loro iscritti sono migliori di noi , più virtuosi nelle idee e più integri moralmente .

    Venissero loro da noi , non il contrario!

    ma scherziamo ?

    Io non difendo assolutamente la nostra ( mia per niente ..) classe dirigente ma il Partito si .

    il Partito rimane , le classi dirigenti passano , se falliscono .

    Permetti , ci dicono che siamo delle merde e poi cosa fai ? vai col piattino in mano ???

    E’ osceno non difendere tutti gli uomini che hanno lavorato per la città ed il Partito per 70 anni.

    Io rimango agli ultimi 60 .

    Gli ultimi 10 saranno giudicati dai livornesi , classe dirigente pd compresa .

    E se ne assumeranno la responsabilità.

    10 anni …come quelli che ci vorranno per il nuovo ospedale .. una delle tante eredità senza punto e capo .

    Aspettiamo i numeri e poi ne riparliamo .

    con stima ed amicizia , Pasquale .

  4. Alessandro Latorraca ha detto:

    Caro Pasquale condivido la tua preoccupazione, ci mancherebbe altro. Io non dico infatti di umiliare il partito dico solo di sostenere le buone ragioni, di un govero della città che comunque ha portato Livorno e la sua storia ad essere protagonista negli anni. Certamente con cose fatte e non parole anche quando alla guida c’era tuo padre. Ti dirò di più, sono convinto che la storia, anche quella che vedremo tra poco, riconoscerà all’ultima amministrazione Cosimi dei meriti insospettati dai pù. Quindi il mio tentativo non è elettoralistico o di ripiego ma la volontà di superare limiti e ostacoli per il bene comune di questa città. Rinunciare a parte della nostra “sovranità” in nome di un bene superiore. E’ ovvio che questo presuppone rispetto reciproco e convergenza leale e vera. Nessuno deve andar con il piattino perchè infatti non mi riferisco a sporzionamenti di tavole imbandite o strapuntini dell’ultima ora. Dopo il 25 maggio potrebbe essere necessario un cambiamento radicale di prospettiva, forse storico per questa città. Poi dimmi tu eventualemnte con chi poter dialogare, non mi sembra che altri possano marcirasi di imprimatur per dialogare con il PD. Il pd comunque la si veda sarà sempre centrale, volenti o nolenti. L’alternativa potrebbe essere la completa paralisi della politica cittadina con buona pace sicneramente non so di chi. ma queste ovviamente sono questioni di discussione tra noi, sempre condotte nella stima ed anche nell’affetto.

  5. Pasquale Lamberti ha detto:

    Carissimo Alessandro , la mia non è una difesa familiare ,tutt’ altro… ma la difesa del sindaco Lamberti e di quel Partito , come difendo fieramente da sempre e per sempre i Benvenuti ,i Nannipieri .. ed i tanto celebrati Diaz e Badaloni !!

    Quegli uomini e quel Partito di sinistra composto da classi dirigenti degnissime e da tenere come esempio vivo ed attuale.

    Gli ultimi 10 saranno giudicati dai numeri domenica .

    Per il resto , se mai ci sarà quella cosa che MAI E’ ACCADUTA nella storia di Livorno ci saranno responsabilità precise e contromisure necessarie.

    Poi si aprirà un’ altra partita …. che rischierebbe di essere sola strategia numerica ..

    Saro’ sbagliato io , ma sono abituato a far crescere le piante nel mio orto e non certo a chiederle al mio vicino…E lo sai bene che i rapporti di buon vicinato non esistono ..

    con stima ed affetto ricambiato

    Pasquale

  6. Per Mario. Le cose che ho scritto sulla privatizzazione al miele della Porto 2000 , le ho scritte appena dopo aver letto delle decisioni di Gallanti, che sono state prese il giorno successivo al suo intervento in Provincia e dopo la fotografia fatta dai PR della AP con Nencini, al quale non credo ( almeno spero ) abbia parlato di queste cose e di questi conti. Anzi.
    Ora speriamo che tra una letterina e l’altra i candidati ed i futuri contendenti al ballottaggio, si accorgano che esistono anche i problemi di privatizzazioni a rischio svendita. Con buona pace della sinistra vecchia e nuova, della destra di Matteoli che evidentemente non si meraviglierà, e dei grillini rampanti.
    E con grande soddisfazione di chi attende da tempo di fare buoni affari, il punto è lì.
    Non credo che a Livorno si sia mai visto niente di simile, fino ad oggi. E c’è chi perde tempo con salamelecchi autolesionisti…..
    HB ed Alessandro Latorraca, oltre Pasquale of course, sono abituati ad una politica che guida e non subalterna e dedita al cazzeggio. Lo sanno bene quelli che hanno tentato, spesso, di fare affari sotto ombrelli protettivi anche a Livorno, che nessuno, per quanto riguarda la mia amministrazione e per quanto mi risulta ad oggi, ha mai dato.
    Sarà bene spiegare che punto e a capo non riguarda questo modo di fare politica, lontana dagli affari e dagli affaristi. Almeno sarebbe il caso.
    Una campagna elettorale deprimente , con defezioni doc ampiamente previste e comprensibilissime.

  7. St. John ha detto:

    >campagna elettorale deprimente

    stanno salendo gli spread ma soprattutto i future sul rischio italia. E non è colpa di Grillo. Stamani der Spiegel sul sito ha pubblicato una staffilata a Renzi e alla sua, evidente, incapacità di far ripartire l’economia italiana. Se gli investitori grossi si sfilano di qualche posizione, comunque presa a breve, del debito pubblico Frau Angela, non c’è da dubitarne, si farà sentire. Perchè un aumento degli spread lo pagano anche loro (secondo il dispositivo target due che politicamente vale migliaia di volte la vicenda tassazione sulla casa ma non se ne parla) e non lo vogliono pagare.
    Lo stesso Monti, inascoltato una volta tanto che dice una cosa seria, ha affermato che l’Italia è sotto attacco. Se l’euro risulta così prezzato, è ancora a 1,37 (ma era a 1,40) ci sarà da ballare. A meno di non obbligare la gente al lavoro gratis per legge.
    Quanto a noi, le elezioni ci sono l’8 giugno e, ad oggi, non è chiaro quali saranno veramente i due schieramenti. La logica del last-minute è comprensibilissima per l’elettorato giovanile. Noto che ci si stanno piegando, chi nel bene chi nel male, un pò tutti.

    ps. la nebbia fuori stagione calata sulla vicenda porto 2000 è vicenda assai grave. Livorno non si può permettere una privatizzazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: