DIAGNOSI E ” CURA “

h

La Redazione

La prima campagna elettorale entra nel vivo ed aspettiamo con vibrante interesse i primi confronti tra i Candidati,come ad esempio quello che si terrà il 1° Marzo  al Lem .

Iniziano a partire idee e lanci ,alcuni dei quali siamo certi non torneranno indietro ,piu’ o meno originali, attraverso i quali si cercherà di convincere,non chi vota a prescindere , ma gli indecisi  e gli incuriositi ,che ci auguriamo numerosi.

Leggiamo della proposta di Ruggeri di instaurare un ” Assessore alla Cura della Citta’ “,

un assessore “perennemente a giro”, 24 ore il giorno per la città giorno dopo giorno ,e gia’ questo fa un po’ sorridere ,si invita all’autoironia dunque si sia coerenti,

per almeno  due motivi,

il primo e’ che sarebbe bene scegliere dunque una specie di super atleta di Triathlon con red bull a litrate e muscolatura  da cavallo da corsa,

il secondo,riguarda la precisa linea di  continuità  peripatetica con i precedenti  Assessori di Cosimi visti,peraltro non hanno mai fatto niente per nasconderlo, molto spesso a giro per le vie centrali della città nelle ore piu’ disparate e certamente lavorative.

Dunque ed allora vorremmo chiedere anche per dare argomenti al dibattito primario,che ci sta molto a cuore, quale sia la differenza con : 

L Assessorato al Benessere della Città della Bernardo-Cosimi 2009,

e che vista la chiara continutità politica prima di dare il punto e a capo magari  sarebbe salutare vedere bene cosa si e’ fatto prima di quel  punto.

Saremo critici noi,e giustamente,ma prima di pensare alla “cura” sarebbe almeno lenitivo, evidenziare e chairire bene la malattia che la fa necessitare,altrimenti abbiamo i soliti slogan  vuoti e vacui su cui impostare una nuova narcotizzazione.

Inoltre leggiamo del video di presentazione di Idà ,persona educata il che ci piace in questi tempi barbari e scomposti,ma definirlo e farlo alfiere  della discontinuità,

e’ un po’ come definire vegetariano uno squalo bianco,c’e’ poco da dire ma l’operazione tragicomica in senso pubblico del parcheggio Odeon porta firma politica di Pd e Sel e spennelate di 

matita dell’architetto di cui sopra,oltre ad una miriade di altri disegni urbanistici degli ultimi 20 anni livornesi.

Insomma carne sul fuoco ce n e’ da mettere ,pero’ il rischio e’ che si continui a vedere solo del fumo,che come si sa ” fa male alla salute “.

Resta il fatto che  gia’ passare dal termine  Benessere alla parola Cura e’ un punto di inizio ;si dice infatti  che il riconoscere ed ammettere di avere il problema,non nasconderlo, e’ esseremolto  avanti nel percorso di guarigione…altro che punto e  a capo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: