BANDIERE E SLOGAN SULLA LUNA

Unknown

La Redazione

Bah,tralasciamo il percorso primario che in settimana avra’ le sue definitive connotazioni ,e di li si ripartirà.Fa sorridere ed anche riflettere con una certa amarezza leggere di come si voglia ogni tanto stravolgere passato presente e futuro.Un passato dove si e’ impostato un futuro possibile fatto di fatti e roba di ciccia,dove  i teatri dal Goldoni al Teatro delle Commedie venivano riaperti al pubblico tant’e’ che lo sono ancora oggi senza che alcuno vi abbia apposto migliorie alcune,ne’ strutturali ne’ di altra natura,il presente dimentico di 10 anni amministrativi in via di esaurimento e sottoponibili al giudizio, ed il futuro,dove alcuni provano ancora a far sventolare bandiere cestinate e dagli elettori e dai tempi  che deo gratias cambiano e si evolvono.Per essere più’ chiari immaginiamo che per costruire o ratificare alleanze ci debbano essere chiare convergenze e coerenze di programma da tenere in un lasso temporale di almeno 5 anni.Ed allora : 1) Si e’ d’accordo sul Nuovo Ospedale ?.2) si e’ d’accordo sul  nuovo piano regolatore del Porto ? 3 ) Si e’ d’accordo sulla gestione del sistema rifiuti. 4) si e’ d’accordo sulla diversificazione energetica e quale. 5)  Si e’ d’accordo sulla gestione del trasporto pubblico ?. 6)Che programmazioni si hanno su Turismo e connettivo tessuto economico ? etc.etc..

Perche’ a parole tutti bravi,tutti amici o nemici ,tutti pronti a fare dei groupage che farebbero venire il vomito anche ad una statua di pietra,ma poi i fatti sono sempre i  fatti a raccontare gli uomini ed i gruppi cui fanno parte.

Programmi chiarissimi e persone presentabili queste sono le due colonne di Ercole,il resto  dovrebbe restare al di fuori ,ed e’ odorosa  forfora che ad ogni stagione si ripresenta più’ brutta ,finta nuova e più  delirantemente “vecchia” persino delle precedenti.

Cattivi maestri e cattivi discepoli  in perenne stato di cattività.

Gianfranco Lamberti

Il PD ha iniziato il percorso verso le amministrative, partendo dal riferimento alla esperienza di Enrico Rossi, sul piano programmatico e politico.
Una indicazione politica precisa , sulla quale declinare sul nostro territorio un programma ed una alleanza, anche alla luce di atti fin qui assunti e dai quali bisogna partire. Sia a livello regionale, che locale. Uno per tutti il nuovo piano regolatore del porto e le sue ricadute sulla città.
Lineare e semplice. Condivisibile.
Poi ci saranno primarie di coalizione, dopo aver condiviso un programma, ovviamente. Con regolamenti trasparenti e chiari.
Naturalmente vi sono poi i posizionamenti, le aspirazioni personali e di gruppo, i confini da una parte e dall’altra, quelli condivisi e non da questo e da quello e via dicendo. Normale.
Ogni gruppo e formazione politica ha , per fortuna, la sua autonomia, che va rispettata. Fuori da logiche di apparentamenti dettati dalla ideologia, a prescindere. Di bandiera.
Un nuovo centrosinistra vincente e competitivo non si costruisce con la nostalgia e gli anatemi, ma con un forte dialogo con tutta la società, con tutta la comunità cittadina. Logica da coalizione maggioritaria e non frammentata in particolarismi fuori del tempo.
E condivido per questo chi nella coalizione cerca di ancorarsi con coerenza a contenuti e metodi innovativi e condivisi.
A Livorno non abbiamo fatto fronti ideologici in tempi in cui c’era ancora il PCUS, figuriamoci se adesso sono proponibili.
Il percorso avviato dal PD, per questo, mi sembra serio.
Ed i Teatri li abbiamo aperti e non chiusi, non solo il Goldoni ma anche il Teatro delle Commedie, al di là di ricostruzioni sui generis che oggi leggiamo. Coincidenze.
Guardando ad un centrosinistra moderno ed europeo anche a Livorno, senza pregiudiziali nei confronti di nessuno, ci mancherebbe. La differenza, culturale e politica, è lì e non è da poco. Un muro che qui abbiamo abbattuto da tempo e prima di tanti in Italia,per quanto ci riguarda, come quello dei manicomi, aiutati anche da Marco Cavallo. Molto concretamente e senza anatemi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: