PRIMARIE APERTE ,PERCHE’ NO ?

images

di Wladimiro Del Corona

Stavo scrivendo su stimolo dell’amico La Torraca, con il quale camminiamo all’unisono da tempo ( ma sarà un problema Ale?) mentre è arrivato il post di Kinto. lo sottoscrivo quasi interamente.
Infatti, ingenuamente mi chiedo se è stato capito il messaggio che più chiaro non poteva essere delle primarie dell’8 dicembre. Non solo, ma pure la differenza tra la partecipazione degli iscritti nelle prime 2 prove congressuali e appunto quella dell’8 – 12 che ha incoronato Segretario Renzi con una partecipazione inaspettata.
Ma qualcuno lo capisce il senso politico e etico di questa partecipazione ben oltre lo stesso Renzi? Livorno sembra essere estranea a ciò che chiede la GENTE – infatti il buco nero di questi anni si chiama PARTECIPAZIONE – ( argomentata in mille sfaccettature – a cominciare dalla dichiarazione presente nel programma del Sindaco in merito) La GENTE chiede una bussola precisa – rinnovamento inedito, coraggio profondo, scelte innovative, di governo e culturali, ma anche attenzione al quotidiano da cui OGGI, non ci si può staccare superficialmente o con arroganza come fanno alcuni assessori. Ma va di moda il gossip ( ma questo è normale direi), non è di moda il dopo 8 dicembre. Brutto guaio. perchè paradossalmente le critiche e gli auspici di HB e di altri starebbero in questo DOPO, salvo ovviamente gli aspetti di contenuto sui quali le differenze sono forti e evidenti. Il guaio poi è che non sembra essere di moda costruire il futuro di Livorno con una storia assolutamente nuova e discontinua rispetto agli ultimi 10 anni. Il 25 gennaio è tra pochissimo e non si sa ancora chi e con quali proposte si candiderà alle primarie per il sindaco. Non solo ma c’è una bella differenza tra firme da raccogliere in ambito PD e firme in ambito coalizione, quindi ??????????? sarebbe saggio organizzare PRIMARIE APERTE , per tutti, perchè se non si capisce che il PARERE del PARTITO è assolutamente minoritario in citta’ visto i risultati delle ultime primarie – i rischi saranno davvero grandi. Infine il gossip continua con nomi archeologici e consumati , è tanto difficile capire che troppi non sono all’altezza con quanto richiesto per poter essere credibili e vincenti? Auguri di sereno anno per tutti anche per il PD ma soprattutto alla città.

Annunci

7 Responses to PRIMARIE APERTE ,PERCHE’ NO ?

  1. Le aspettative di una nuova stagione politica sembravano a tutti rafforzate dall’esito delle vicende congressuali del PD, dice bene Wladimiro, dice bene Alessandro, kinto ed hb.
    Oggi si rincorrono correnti e correntine, almeno a quello che ci raccontano i bene informati. Capicorrente e presunti tali in incontri da Casa Russia, quelli che hanno già avuto assicurazioni e quelli che ancora non le hanno avute ma che le spettano, affinando le unghie.
    E con papabili che potrebbero essere solo delle simulazioni, in attesa che arrivi davvero la Befana.
    Uno scenario che è l’opposto di primarie aperte e soprattutto primarie tra persone che portano oltre che doni e se stesse, un confronto di idee e di progetti. Una visione del futuro che in qualche modo ci faccia capire se vale la pena di andare a votarli, senza aspettare l’epifania.
    Certo è che se lo scenario fosse questo che in qualche modo si profila, altro che scioglimento delle correnti e simili amenità. Altro che ricambio generazionale e via dicendo. Altro che primarie aperte per davvero. Altro che idee a confronto e discontinuità.
    Bisognerebbe dare ragione al più disincantato SJ ed anche a quelli che, come Wladimiro ed Alessandro, non si sono mai nascosti sotto uno strapuntino, ma che oggi vedono scene che nessuno di noi immaginava.
    Può darsi che siamo tutti eccessivamente negativi e che invece alla fine si faranno primarie vere ed aperte, tra candidati simbolo di un rinnovamento che la città auspica ormai da anni.
    Che i giovani/vecchi non siano maldestri gestori di tatticismi indigesti, ma siano davvero giovani si facciano misurare per le loro idee e per la loro lealtà. piuttosto che per osservare le indicazioni di qualcuno dietro le quinte.
    Ma spero proprio che nessuno a Livorno si metta in fila per due dietro nessuno , capocorrente o capo di chissà cosa. Che non si contrattino pacchetti di tessere e la dignità delle persone. Può essere una grande occasione perduta, oppure no.
    Auguriamoci tutti che non sia la prima ipotesi

  2. Etruria Nazione ha detto:

    ma intanto si continua con i progetti virtuali: nuovo ospedale a Montenero, tre rotatorie ed un cavalcavia senza contare le migliaia di villette a schiera con la nuova variantina al prg…Avanti Livorno!!!

  3. Ludom ha detto:

    >Il 25 gennaio è tra pochissimo e non si sa ancora chi e con quali proposte si candiderà alle primarie per il sindaco.
    Sono d’accordo, caro Wladimiro, è scandaloso. Però ci leggo, se permetti, un po’ di passività.
    Ti domando: ma cosa impediva all’area della “discontinuità autentica” di organizzarsi ed esprimere un candidato che il primo gennaio si fosse già fatto conoscere?
    Il fatto che non esiste nessun area? Immagino sia così ma anche questo non è un difetto di passività politica, dovuta fondamentalmente alla convinzione che il “meccanismo” fosse in grado di autoregolarsi, di aprirsi al nuovo e farsene addirittura interprete?
    Renzi non si è comportato in questo modo. Perché se alle porte coi sassi, siete sempre in attesa che vi venga proposto codesto interprete, non ne avete capito la lezione ma spero proprio, per il pd tutto, che abbia modo fra pochissimo di ripetervela su scala, questa volta, istituzionale.
    Senza il punto di riferimento di un progetto di rinnovamento, carissimo Kinto, un saluto caloroso, ma chi vai a votare nelle primarie che vuoi, giustamente, aperte? Quel che passa il convento?
    Il problema è che questa discontinuità, poi, nessuno l’ha mai provata a declinare. Si può passare da un versione light, di gradimento universale, che perora innanzitutto una discontinuità marcata nelle “attitudini” amministrative a versioni più articolate e di approccio sistemico come quelle di Latorraca…….ma nessuno di giovani/vecchi si è voluto cimentare in questo sforzo. Forse non ne hanno le “attitudini” o forse credono anche loro che sia il “meccanismo” a doverti benedire.
    Buon Anno a Tutti!!!

  4. Ludom , condivido pienamente. Comunque le primarie aperte, se davvero aperte e non solo per le allodole, sarebbero un segno concreto di discontinuità. Vedremo e buon anno.

  5. St. John ha detto:

    via Ludom ci sarebbe da dirgli “ma cosa voi primariààà” alla barrocciaia :). La discontinuità autentica, con tutto il rispetto per chi la professa, ha talmente poca consistenza che è solo un mito urbano. E’ come cercare un marito giovane, aitante e non interessato al denaro, per donna Assunta Almirante.
    apro il Tirreno, francamente solo per vedere se c’era qualche spiraglio per qualche prestito al Livorno, e ti leggo due articoli uno più esilarante dell’altro. A parte il tentativo di far fare il king maker ad una pagina Facebook che ha vivacità politica e strategica pari a quella di Lambrughi se puntato da Cuadrado. Ma il meglio, la raffinatezza della crema, è l’articolo sul percorso amministrativo di De Filicaia. “Candidato alle amministrative..” fin qui ok, complimenti e pacche sulle spalle. Ma poi c’era già il percorso, prima il consigliere poi, un giorno, un assessore con deleghe particolari dopo il prevedibile rimpastino. Dico, e le elezioni? No, perchè non è come nella DDR prima della caduta del muro dove le percentuali di chi vinceva o perdeva le elezioni erano messe nella costituzione per non generare equivoci su chi comandava. Nella, per tanti versi giustamente vituperata, repubblica italiana il risultato elettorale è un’incognita. Si, conosciamo il piddino, confida nel fatto che 40.000 ultrasessantacinquenni siano talmente bolliti da non accorgersi di nulla e continuare a votare come d’abitudine. E da quello comincia a litigare con i suoi simili su chi fa l’assessore al primo turno, poi il rimpasto etc.
    Idee sul futuro di Livorno: non ce n’è bisogno. Quando c’è l’ipotesi di rimpasto c’è tutto nella (loro) vita. Dico una cosa: mesi prima di Buongiorno Livorno vi scrissi che stava accadendo qualcosa di interessante. Sono stato di parola. Spero di esserlo di nuovo e in tempi decenti. Annunciando le parole, celeberrime e sempre fulgide, del compagno Mao

    ” La rivoluzione non è un pranzo di gala, non è una festa letteraria, non è un disegno o un ricamo, non si può fare con tanta eleganza, con tanta serenità e delicatezza, con tanta grazia e cortesia, la rivoluzione è un atto di violenza”

    visto che le elezioni un vantaggio ce l’hanno, permettere atti rivoluzionari senza spargimento di sangue, la speranza è poter recitare le parole di secolare saggezza del grande Timoniere in una nuova veste. Oppure armarsi di pazienza confuciana anche se mi sa..che in qualsiasi caso la fine del Pd livornese è solo davvero affare di tempo.

  6. Devo dire che le diagnosi di SJ mi hanno sempre e lasciato un po’ scettico, sintomi definiti con precisione , ma poi assemblati in modo da descrivere un percorso senza speranza , con al centro la deriva presa dal PD. Ecco, io non pensavo e non penso che la diagnosi sia così infausta , almeno mi ostino ancora a sperarlo.
    Non c’è da aspettare molto, in fondo e non sarebbe poi un grande problema, per quanto mi riguarda, dare ragione a SJ. Non ci vuole la pazienza di Confucio, questione di giorni.
    Quanto ai kingmaker ne ho incontrati in quantità industriale , negli ultimi giorni. E sistemare tutti i kingmaker labronici sarebbe assai più complicato che riuscire a rimanere in serie A senza qualche innesto di categoria.

  7. St. John ha detto:

    premesso che neanche le scienze esatte sono esatte, e non lo sono da ben più di un secolo, figuriamoci quindi la politica. E premesso anche che chi ha sbagliato in politica vuol dire che l’ha fatta..e chi ha fatto politica sa che il problema non è non sbagliare ma saper analizzare in tempo i propri errori. E avere abbastanza fortuna da poter correggere la rotta perchè, come diceva il grande fiorentino (che non è certo Renzi) in politica “lo caso governa la metà delle cose”. E a volte il caso, modo cinquecentesco per chiamare la complessità, travolge i migliori.

    >le diagnosi di SJ hanno sempre e lasciato un po’ scettico

    perchè, in buona fede, hai sempre fatto l’errore che, in altrettanta buona fede, fa Del Corona. Ovvero pensare che io abbia un qualche problema personale, psicologico, identitario, ideologico con il Pd. Per cui ad un certo punto l’analisi cede il passo all’invettiva, l’invettiva al desiderio dello scenario da cupio dissolvi.
    Il fatto di avere un giudizio storico negativo nei confronti del Pci è appunto un giudizio storico. Non ha rapporto con il presente che invece, in una situazione drammatica e più che complessa direi perversa, va affrontato con molto pragmatismo. E il pragmatismo ci suggerisce che il Pd livornese non è in grado. Oltre la volontà delle singole persone. Una analisi lunga, clinica non lascerebbe dubbi.
    Piuttosto segnalo che la Frankfurter Allgemeine si è innervosita alla dichiarazione di Renzi di sforare il 3 per cento. Dichiarazione appena sfiorata dai media italiani, tutti concentrati (da un quarto di secolo) sulla legge elettorale, che invece ha il suo peso molto forte. Interno ed internazionale perchè significa che anche. Sempre se Renzi non fa tattica.Se non la fa, visto che si muove per interposta persona, allora è credibile lo scenario di nuova crisi dell’euro che si legge (Krugman, Soros, la stessa die Welt). Crisi che il piccolo fiorentino, anzi chi lo consiglia, vorrebbe in qualche modo scontare come una cambiale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: