TOPPE PEGGIORI DEI BUCHI E FINALMENTE C’E’ CHI DA PANE AL PANE E VINO AL VINO.PROSIT

 

images

 

 

Gianfranco Lamberti

Una toppa che non tappa il buco, la risposta a Fulvi da parte di chissà chi della AP, a proposito del garbuglio della valutazione di valori in corso d’opera ed a tappe forzate, di una privatizzazione che appassiona tanto qualcuno . Ma ne riparleremo, eccome. A partire dal Consiglio Comunale del 9, a verbale.
Nell’attesa magari Tredici potrebbe dare qualche risposta alle domande di qualche consigliera circa le opere d’arte in cantina. Farlo lui e non affidarsi alla dirigente, come fosse un parafulmine, mi sembrerebbe il minimo.
A proposito di responsabilità non delebili a seconda dei casi.
E’ lo stesso filo rosso. Quello del ruolo del Comune sull’urbanistica legata al porto e le conseguenti decisioni non delegabili ad un advisor, come la cultura, da fiore all’occhiello di una città che una volta restituiva il Goldoni restaurato, al centro della attenzione nazionale, e non dava la prima pagina a scantinati polverosi.
la cosa più nuova, ancora una volta, è la capacità di Yari di dire con franchezza quello che pensa. Senza nascondersi.
A proposito della capacità e del dovere di assumersi le responsabilità e non giocare a nascondino, mi sembra un segnale assolutamente positivo.
Una novità non da poco, almeno ha spiegato che Livorno e Collesalvetti non sono la stessa cosa. Una semplice constatazione, da scuola elementare politica e geografica, ma che di questi tempi non guasta. Pensando alla dimensione che vorremmo ridare a Livorno, non con le gare internazionali per i beni pubblici che valgono ancora qualcosa e che potrebbero valere ancora di più. Ripartire da una identità politica, culturale ritrovata e da ritrovare. Da un minimo di orgoglio , non dico verso Firenze, ma almeno verso Collesalvetti, Cecina, Rosignano e via dicendo.
Altro che scantinati polverosi con i padroni di casa nascosti chissà dove.
Il punto è questo e non si potrà più eludere, a partire da lunedì.

Annunci

4 Responses to TOPPE PEGGIORI DEI BUCHI E FINALMENTE C’E’ CHI DA PANE AL PANE E VINO AL VINO.PROSIT

  1. Alessandro Latorraca ha detto:

    E intanto però i livornesi (studenti, anziani e soggetti deboli) si ritrovano a piedi senza preavviso con i lavoratori che dicono che non si sentono più rappresentati dai sindacati.
    Mi vrrebbe voglia di dire allora rappresentatevi da soli.
    In consiglio comunale a svolgere ruoli che non competono a questa istituzione e a fare il parafulmini non so per chi non ci sto; facendo saltare presidenze di commissioni o altro.
    Brutti tempi, proprio brutti tempi; altro che stagione mascagnana.

  2. St. John ha detto:

    La privatizzazione della porto 2000 sic et simpliciter è un crimine contro la città. Perché può essere un volano pubblico, e solo il pubblico in questo caso funziona, per la generazione di nuove economie essenziali alla rinascita del territorio. Non faccio il tuttologo e lascio il porto a chi si occupa di porto. Ma in termini macroeconomici lo sapete quanto può dare lo sviluppo del trattamento dei big data portuali, cosa che nessuno fa oggi in Italia?
    Li’ ci puoi costruire un’eccellenza, dai 50 ai cento posti di lavoro (un po’ meglio che di addetti ai panini..con tutto il rispetto) una economia di servizi locali attorno a questa eccellenza, un expertise vendibile poi agli altri porti. Solo il pubblico può farlo e con la mission di farlo. Partire a costruire un settore è molto più entusiasmante, utile e redditizio della gara al ribasso sui prezzi dei pullman, ma di più la Livorno che conta non è riuscita a pensare :))
    O vogliamo un futuro fatto di guerra delle banchine e caccia alla riconversione immobiliare?
    I dati parlano chiaro:
    Censis (non Topolino) -45 per cento della compravendita immobiliare in Italia negli scorsi cinque anni. Vogliamo pensare che il futuro di Livorno stia in un settore cotto e a rischio bolla?
    Eurostat (non Playboy): 30 per cento di italiani, uno su tre, è a rischio povertà, quella vera, per i prossimi anni. A Livorno siamo sopra o sotto questo trenta per cento? E cosa pensa di fare il Pd allargare la direzione e maledire la crisi? Ok, e dopo in nome di cosa chiede il voto?
    Inps (non il Tirreno): calo del 10 per cento del potere d’acquisto degli italiani. Come si riflette su Livorno, cosa si studia per invertirlo?
    Non mi ricordo se Livorno sta sui 23 o 25 trimestri consecutivi di calo dei consumi.
    Siccome il bello dell’economia capitalista sta nella perversione dei problemi, all’ennesima potenza, facciamoci un’idea di quanti e quali problemi sociali generano questi dati, non previsioni ma dati, macroeconomici a livello territoriale. La protesta degli autisti, ieri a Firenze impressionante, diventa davvero un party in piscina a Boca Raton con le modelle. E’ che siamo in guerra, sono dati da guerra e ci vogliono risposte serie e drammatiche. “un po’ più di attenzione al lavoro”, così ha parlato il segretario Pd..come dicono a Firenze “vien via..”
    Alessandro (LaTorraca) rispetto a me ha un vantaggio. Si può sempre fare il segno della croce :) io nemmeno quello..siamo messi male altro che :D

  3. A farsi il segno della croce credo siano in tanti, di questi tempi. Mentre rientravo ho incrociato il corteo dei lavoratori CTT, che andavano verso palazzo civico tra un petardo i e l’altro.
    Brutto clima davvero.
    E la guerra tra le banchine, alla fine dei salmi, è lo scenario che molti preconizzano a seguito di intese ambigue e mal gestite , con i soliti a sperare di farci un affare con il pesto alla genovese.
    Certo è che l’ultima cosa che io mi metterei a fare è pagare un advisor per vedere l’effetto che fa.

  4. Semplicemente responsabilità cercasi ecc……..ecc…….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: