IMBARCHI DI CIVILTA’ .A LIVORNO IN MOLTI CAMPI NON C’INSEGNA NIENTE NESSUNO ,DA MO’.

 

images

 

Gianfranco Lamberti

La nomina del Presidente della Autorità Portuale, dice Cosimi per l’ANCI sulla Nazione, deve tenere in maggiore considerazione le indicazioni dei sindaci.
Corretto. Michela Berti ci fa su un articolo non banale e di grande attualità, magari leggendo anche un po’ tra le righe.
Del resto leggere tra le righe dei cronisti, così come nelle dichiarazioni di amministratori esperti e sperimentati, è doveroso, oltre che divertente.
Mentre stiamo organizzando la partenza da Livorno , via nave, di Marco Cavallo, che si imbarcherà per Palermo, per risalire l’Italia discutendo del superamento degli Ospedali Pisichiatrici Giudiziari. Battaglie di civiltà, richiamate spesso dallo stesso Napolitano, in cui Livorno ha rappresentato spesso, negli anni, un solido riferimento ed una prestigiosa avanguardia.
Faremo una iniziativa alla Stazione Marittima, che sarà molto bella, con i ragazzi di Lamberto Giannini ad accompagnare il cavallo di cartapesta e con qualche parola a margine.
Insomma porto e lotte avanzate contro la marginalità e la segregazione. Sotto l’egida di Giorgio Napolitano.
A proposito, avevano proposto a Marco Cavallo di imbarcarsi a Genova, ma ha preferito farlo a Livorno.
Paradossale, di questi tempi, ma ben augurante.

Annunci

7 Responses to IMBARCHI DI CIVILTA’ .A LIVORNO IN MOLTI CAMPI NON C’INSEGNA NIENTE NESSUNO ,DA MO’.

  1. St. John ha detto:

    Ho letto il tirreno di stamani. Confezionato in modo da rappresentare i cespugli da una parte e il PD dall”altra.
    Si parla di buongiorno Livorno come futura lista civica. Buongiorno Livorno è l’iniziativa del 18 sul rischio collasso dell’economia livornese e sulle possibilità concrete di uscita dal declino. Stop. Qualsiasi cosa accadrà dopo, sempre relativa al gradimento delle persone, non sarà una lista civica. Questo mi sento di dirlo
    senza avere sentito nessuno con i quali ho cooperato per fare questa iniziativa. Domani ci sarà una conferenza stampa, quella di lunedì non è una convention, una Leopolda “de sinistra” ma una iniziativa dove ci si focalizzerà sul rischio collasso dell’economia livornese. Quello dell’informazione è già arrivato da tempo :) lo dico sempre che Il Tirreno è un problema per la democrazia,arretra il dibattito politico, e per l’economia, perchè solo l’informazione di qualità fa crescere un territorio (siamo nel XXI secolo eh già).
    Siccome però i nostri problemi sono un attimo, ma giusto un attimo eh :D, più alti delle nostre beghe da pollaio, posto un’intervista al premio Nobel Stiglitz abbastanza efficace.

    http://www.wallstreetitalia.com/article/1642679/eurozona/premio-nobel-stiglitz-europa-prigioniera-dell-austerity-ormai-e-un-rischio-cronico.aspx

    si parla dell’austerità che ha ” costi enormi che sconteremo per decenni”. Più che dirlo un premio Nobel..ma mi rendo conto che la maggioranza delle persone, e anche degli addetti alla politica, non realizzano che quella su cui siamo seduti non è una panchina ma una bomba.

  2. caro S. Y. sono un pessimista di nature, che vuoi farci è cosi, credo però che la lettura dell’intervista che tu ci proponi indichi una strada indubbiamente difficilissima, ma la indichi, ANCHE CON CHIARE PROPOSTE.. Per dare qualche opportunità se non altro, a patto che la politica si svegli , tutta e non solo quella italiana se capisco bene, altrimenti i 10 anni che servono per uscire a riparare i danni di questa crisi diventeranno una morte sociale irreversibile e parlare di crescita diviene parlare di favole. Livorno dunque rischia perchè non è sulla luna. ma che poi in troppi anche politici non realizzino la polveriera su cui siamo seduti è opinione un po ingenerosa. Basta ad esempio il problema dei disastri sociali sul fronte abitativo, all’attenzione del dibattito cittadino di questi giorrni, per capirlo, proprio perchè trova genesi strutturale in quanto tu dici da tempo( mancando lavoro e reddito, precarietà e CIG , non lavoro per 40% di giovani il dramma si verifica nelle nostre case e nelle nostre famiglie senza alcun riguardo e sconto) e proprio per questo da non banalizzare o superficializzare come qualcuno fa, rispetto alle risposte non solo da dare , ma pure possibili visto che inciampano in questa dannato stato di crisi

  3. Bella intervista oggi di Wladimiro sulla Nazione. Di emergenza abitativa si intende e non da oggi.

  4. St. John ha detto:

    caro Del Corona, purtroppo viviamo in un mondo, e in una città, che né te né io, da culture politiche diverse ed avversarie, sicuramente volevamo. Concordo sul richiamo alla chiarezza, in epoca di mestatori, e alla concretezza. Da parte mia per ora posso metterci la segnalazione di un video

  5. St. John ha detto:

    visto che sono in giornata “filmini”, ecco l’Odeon all’ora di punta. Mai visto? Basterebbe la visione collettiva di questo video per mandare a casa una classe dirigente. Saluti a tutti e che Emeghara trovi la porta tra 9 giorni..quella avversaria s’intende :)

  6. abbiamo fatto una campagna elettorale prima che si attuasse questa roba, come Confronto, praticamente da soli. Così come sull’Ospedale.
    Beh, un pò si capiva anche cinque anni fa, come sarebbe andata a finire.
    Filmini come questi penso ce ne siano ancora molti da girare.
    Al momento dei rendiconti, a fine mandato.

  7. Ciano ha detto:

    Ieri ci sono stati scempi come il cavalcavia della stazione, il ponte s trinita, l’Odeon..domani potrebbero esserci altri scempi, nuovi enormi centri commerciali(ex nuovo centro, porta a mare) che provocano la chiusura di quel che resta del commercio nel nostro centro cittadino, un nuovo ospedale tra il mare e montenero, mal collocato, mal collegato e assolutamente inutile quanto a spesa, dal momento che gli oltre 200 milioni di costi non serviranno ad invertire la rotta della marginalizzazione e irrilevanza della nostra sanità..Allora credo,sempre per chiarezza, che le liste che si presenteranno alle nuove elezioni e che vedono criticamente le ultime gestioni, dovrebbero cominciare a dire la loro e magari a porre seri paletti contro queste scelte. Livorno dai bombardamenti, alla “ricostruzione”,passando alle crisi degli ultimi anni, di tutto ha bisogno, meno che della soluzione finale per il centro città e della distruzione fisiologica del suo lungomare e delle colline.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: