UNA LIVORNO DA BERE E DA MANGIARE,MAH ???

 

images

Gianfranco Lamberti

Mentre si consuma un congresso PD che lascio volentieri a chi lo sta facendo, un PDL in disfacimento e vari protagonisti in attesa di convocazione nelle diverse aree politiche della città, mi sembra più appassionante capire come andranno a finire storie aperte e non chiuse da questa amministrazione, prima del rendiconto che faremo alla fine.
Qualcuno ricorderà l’agenda di fine mandato, i numerosissimi provvedimenti urbanistici, senza i quali non si fa nulla, nemmeno il nuovo PRG del porto tanti decantato, atti che aspettiamo in Consiglio e le carte languono davvero.
Occasione perse e forse perdute , in una fase in cui prevalgono psicodrammi veri o presunti, piuttosto che atti concreti.
Niente di niente, sperando di essere smentiti dai fatti e l’occasione sarà quelle dei prossimi Consigli. Non so cosa aspettarmi, visto che atti preparatori non ci sono ancora. Ma ci spero.
L’unica cosa che sembra correre davvero è la gara per la PORTO2000, ma quella è un’altra storia e ne vedremo delle belle, nonostante i tentativi di Gallanti di impedire di approfondire tutti gli aspetti, in Consiglio Comunale, senza essere condizionati dall’esterno.
Certo che se l’agenda si risolvesse solo, concretamente, alle procedure consentite dal silenzio assenso , tra una comunicazione e l’altra, per dare spazio ulteriore a qualche privato, vecchi e forse ( molto forse ) nuovi, sul porto la questione sarebbe da analizzare sotto tutti i profili. Partendo dalle parole di Rossi.
Altro che aperitivi di questo o quello, nel festoso confronto tra le correnti dei partiti. Qui si tratterebbe di una cena assai cospicua e succulenta, attesa da molti.
Tanto per non farsi sviare dalle apparenze e rimanere alla sostanza della politica cittadina, regionale ed anche nazionale.
Tutti dicono che bisogna parlare di cose concrete, ebbene è quello che stiamo proponendo, con l’aiuto autorevolissimo di Enrico Rossi e non solo lui, da mesi.
Ma , come si dice, non c’è miglior sordo. Ed allora cercheremo di proporre apparecchi acustici adeguati, affinché i livornesi capiscano e gli amministratori abbiano agli atti carte che non possono non leggere o dire di non aver letto.
Tra il dire ed il fare, direbbe qualcuno in TV, magari imitato da Crozza. Anche se qui c’è poco da ridere e lo spiegheremo in tutti i modi possibili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: