IL FUTURO ALLE PORTE

images

Gianfranco Lamberti

Il congresso del PD in un modo o nell’altro ci riguarderà.
Quindi è inutile limitarsi a dire che sono cose che sono fatti loro. Ci riguarderanno eccome. Almeno a Livorno e senza alcun dubbio.
Vedremo come andrà a finire ed è usuale che ci siano posizionamenti e tattiche, più o meno nobili e più o meno dignitose. Con la ricerca di alleanze politiche e personali, come sempre succede e come sempre è successo.
Ricordando e non senza un grande rispetto, i congressi del mio partito, mi vengono alla mente scontri epici e nemmeno sempre nobili. Ma erano confronti veri e serrati.
Infatti , in fondo, una linea ed un progetto, che non fosse esclusivamente il sol dell’avvenire e la gerarchia interna , si definiva e caratterizzava vincenti e perdenti.
Dalle politiche internazionali, fino a quelle locali.
E poi, figuriamoci se non conta, alla vigila di elezioni amministrative epocali, alla fine di un doppio mandato ed alla fine di una fase politica irripetibile, anche per Livorno.
Che nulla sarà come prima è certo, per questo che si possa avere riferimenti con i quali confrontarsi in modo franco e leale è essenziale. Lealtà politica e personale, guardando al futuro in mnodo innovativo e coraggioso, senza rimanere ostaggio di vecchie storie è essenziale. E con Livorno ed i livornesi protagonisti, senza aspettare più soccorsi da chissà dove. Abbiamo già dato e non se ne può più .
Yari, per come l’ho conosciuto, è un ragazzo netto e corretto.Un segretario serio e concreto.
Basti pensare alle prese di posizione, al nostro convegno intitolato appunto LIVORNO PROTAGONISTA su Commercio e su Porto 2000, ma anche sul porto e waterfront. Solo qualche esempio, non secondario , per capire che stiamo parlando, volenti o nolenti, di confronto politico su cose concrete.
Misurare il dibattito interno al PD su questo è più interessante, piuttosto che il gossip sulle amicizie di questo o di quello. mi sembra il miglior modo per rispettare un confronto congressuale e cercare di ottenere una prospettiva utile per la nostra città, che dovrà riuscire a capire quali scelte saranno definite e proposte ad una competizione elettorale, che sarà inevitabilmente fatta di idee, programmi, alleanze coerenti con idee e programmi, e candidati credibili e sostenibili. Le mezze figure ed i giochetti lasciamoli perdere, non interessano davvero a nessuno.
Credo poco, del resto, che Livorno ceda all’avventurismo demagogico grillino, e men che meno ad un centrodestra impresentabile, ora più che mai.
In attesa di discutere in Consiglio, di offerta turistica, di false teste magari da portare al mercato centrale e di waterfront. Piuttosto che di strapuntini, diversamente definiti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: