ANDARE AVANTI NONOSTANTE CAIMANI E CAMERIERI

a

Gianfranco Lamberti

Caimani e camerieri. Il fondo di Scalfari fotografa la situazione italiana, allo sfascio.
Senza fare improponibili paragoni, ne avevamo parlato a lungo durante il dibattito consiliare, per spiegare il voto positivo al bilancio e lo avevamo ripreso qui.
Chi volesse continuare a ragionare con logiche vecchie e superate, con opportunismi da servitori sciocchi, con l’occhio allo strapuntino ed al gruppetto di amici, riproducendo confronti a perdere per la città ed utili solo a mezze figure, è fuori strada completamente.
Le dinamiche di una città, eppoi Livorno, non possono essere fuori dal mondo civile. Fuori dall’Europa, dall’Italia, dalla Toscana e ridursi nel confronto serrato con Collesalvetti e Piombino, con tutto il rispetto.
Magari con qualche cameriere importato a peso d’oro e non si capisce ancora perché .
Se una evidente nuova stagione è iniziata, non concordo con quelli che la vorrebbero calare in una fase con la spina staccata. Lo dico proprio perchè ritengo preziosa una sinistra vera e non trovata pere strada, come qualche volta è accaduto.
E la sinistra che conosce la storia di Livorno, che non è capitata per caso per uno strapuntino da chissà dove, ma che è in grado di rinnovarla adeguatamente, senza lasciare a Matteoli il giudizio liquidatorio su uomini e stagioni politiche, deve battere non un colpo , ma cento colpi.
Una sinistra che nei suoi momenti migliori è stata capace di stringere intese ed alleanze programmatiche forti e leali, con le componenti moderate e riformiste, di diverse radici ma di grande prestigio.
Penso ovviamente al meglio della tradizione cattolica e laica della nostra città.
Idee nuove, personaggi capaci di integrarsi in un necessario e non dissolutorio rinnovamento, spessore umano e culturale indiscusso.
Insomma , una Livorno protagonista del suo futuro, che nasce da lontano ed è capace di imboccare con coraggio vie nuove.
Di fronte a caimani e camerieri, come dice Scalfari, ci vuole questo. Senza rimandare nulla al campionato successivo. Ogni partita ha la sua storia e va combattuta dal primo minuti di gioco, almeno così fanno quelli che vogliono vincere e non giocare per il pareggio e gli strapuntini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: