UNA NUOVA FASE POLITICA CHE CI AUGURIAMO DEGNA COME ALTRE PRIMA DI “ADESSO”…

Unknown

Gianfranco Lamberti

Che la nuova fase politica, che si sta aprendo in modo inusitato, sia tale da non lasciare nulla come prima, mi trova pienamente d’accordo con SJ. Naturalmente si potrebbe sparare sulla croce rossa, mettendo in fila le vorticose corse al posizionamento nel PD.
Ma non banalizzerei. Il partito di Berlinguer è finito da tempo, anche se l’aspirante segretario toscano ricorda, lo fa anche mio figlio spesso, il funerale di Enrico e la partecipazione commossa di un grande e nobile pezzo del nostro paese.
Ma oggi, leggere con quegli occhiali la politica odierna si sbaglia di grosso, se non per avere una memoria, di radici non rinnegate, come è giusto.
Vale piuttosto la pena di stare dietro ai contorsionismi degli aspiranti agli strapuntini, con un minimo di ironia. Badando bene a distinguere le persone serie, che ci sono e che apprezziamo, dai piccoli portaborse in attesa perenne della bussola. Magari oggi sono più incerti, perchè devono capire a chi chiederla, ma sono affari loro. Meglio dialogare e confrontarsi con coloro che hanno schiena dritta ed idee chiare, in un centro sinistra in cui il PD può essere il principale e fondamentale riferimento, come pure una pietra per affondare del tutto. Lavoriamo, rispettando quello che accade nel PD, perchè si realizzi la prima ipotesi. Mentre SJ ha già fatto una diagnosi infausta. Vedremo.
Intanto sarà bene separare il grano dalla crusca anche a proposito di urbanistica livornese, annessi e connessi. Non solo per ricostruire storie che hanno valore attuale, anche economico, troppo facile cancellare atti e percorsi. MA soprattutto per evitare una gigantesca presa in giro in vista delle elezioni e delle candidature con dote annessa.
Attenzione, non si costruisce la nuova sinistra facendo finta di niente e magari coltivando le doti. Anche per questo, va bene ricordarsi, quando capita e farlo anche a Livorno, come leggiamo fanno gli aspiranti segretari regionali, di Enrico Berlinguer.
Il motivo principale della simpatia personale per Yari – poi vedremo il congresso , ma è un’altra storia –  sta nella gigantografia di Benigni con in braccio Enrico, che mostra nel suo ufficio in Via Donnini. Spero non la metta in un cassetto mai.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: