” GIOCARE AL TANTO PEGGIO TANTO MEGLIO NON SERVE A NESSUNO “

 

 

images

 

 

Gianfranco Lamberti

Giocare al tanto peggio tanto meglio non serve a nessuno, se non a chi non ha che da guadagnare dal pescare nel torbido, politico e non solo.
Questo avviene a livello nazionale, tra i ricatti di Berlusconi e le performance di Grillo. Ma anche a livello locale, visto che abbiamo molti mesi di lavoro che ci separano dalla scadenza elettorale e che non si può immaginare una sospensione della partita per aspettare il nulla. E nemmeno aspettare che qualche santino, di quelli emersi e di quelli sommersi , si prepari adeguatamente allo strapuntino .
Ieri ho incontrato il mio vecchio amico di Birmingham, sindaco labour per molti anni ed ora presidente del Consiglio Comunale di una città moderna e multirazziale di oltre un milione e mezzo di abitanti.
Dalla terrazza dell’Hotel Palazzo, abbiamo visto uno spettacolo meraviglioso e gli ho raccontato un pò della nostra città, a partire dall’inizio del campionato di oggi. Un gemellaggio Aston Villa Livorno, che passa ovviamente anche un po’ per Liverpool e che ci ha messo ancora una volta in sintonia.
Impossibile però spiegargli come faccia un condannato in via definitiva a tenere in scacco un intero paese.
Impossibile, davvero.
Alla fine abbiamo convenuto che ripartire dalle cose concrete e su di esse segnare la differenza tra destra e sinistra, tra persone affidabili e furbastri arroganti è la cosa migliore.
Senza pensare che a sinistra ci sia una amnistia permanente per gli incapaci, gli opportunisti e gli arroganti. Quelli che insegnano la morale al mondo per trovare poi l’angolo di ombra e di tutele dove coltivare i propri meschini interessi. Ci sono anche quelli, eccome.
L’unico modo per rimanere con un bandolo, in attesa di ripartire è lavorare sui problemi veri.
Che a Livorno certo non mancano e , nella dimensione europea e mediterranea, possono tropvare un contesto adeguato. A parrtire dal porto , annessi e connessi .
Evitando di imbarcare gli opportunisti di turno ed i santini in preghiera. Cose da fare e programmi da verificare e proiettare nel futuro.
I brocchi lasciamoli perdere, pensando al campionato che oggi inizia. Ci vuole carattere, correttezza e senso del gioco di squadra, se manca Maradona non ci sono altre vie. Al Picchi, come al Villa Park.
E non perdendo tempo in cene e cenette. Io non vi ho mai partecipato, figuriamoci se incomincio adesso. Quello che ho da dire lo dico in pubblico, qui, sui giornali che mi danno spazio ed in Consiglio Comunale. Altro che santini ed abatini del buio di una sacrestia e di una vecchia sezione di partito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: