NUOVO OSPEDALE…I FENOMENI GRILLINI e di SEL . ED IL SILENZIO DEL PD .

Unknown

 

Redazione

“Buffone, buffone! Vai via!”. Il sindaco Federico Pizzarotti cerca il dialogo con la piazza che protesta contro l’inceneritore, ma viene cacciato dopo qualche minuto dalla folla che gli grida contro. Il sindaco si era fatto dare la maglia con la scritta “No Inceneritore” e si era fatto strada in mezzo a centinaia di manifestanti per provare a confrontarsi con i rappresentanti dell’Assemblea permanente no inceneritore che da mesi chiedevano un segnale al sindaco.  Dopo i presidi davanti al forno di Ugozzolo e l’incursione in Provincia finita con lo scontro con il presidente Vincenzo Bernazzoli, il gruppo aveva fatto un blitz anche durante il consiglio comunale, prima di essere allontanati dalla polizia municipale. In aula però Pizzarotti non c’era e il faccia faccia era stato di nuovo rimandato. Fino a oggi, quando a Parma era in programma una manifestazione nazionale a cui hanno aderito centinaia di persone. “Mantieni le tue promesse” hanno gridato gli attivisti al primo cittadino Cinque stelle, che senza perdere la calma ha cominciato a rispondere ai manifestanti, parlando con i rappresentanti accompagnato da un assessore e da un consigliere comunale. “Non ho mai detto che avrei fermato l’inceneritore” ha risposto il sindaco “E comunque questo non è il modo di farlo. Non servono i proclami e le accuse, voi purtroppo non avete capito la distinzione tra protesta e proposta. Noi comunque siamo contro l’inceneritore e lo saremo sempre, solo che ognuno segue la propria strada e il proprio modo”. Il sindaco ribatte, ma è un muro contro muro: “Avete strumentalizzato Grillo per vincere le elezioni e ora non mantenete le vostre promesse, siete diventati come gli altri”.

Annunci

6 Responses to NUOVO OSPEDALE…I FENOMENI GRILLINI e di SEL . ED IL SILENZIO DEL PD .

  1. Aspettiamo che si chiarisca se e’ vero che la Regione investirebbe nella riqualificazione dell’ospedale esistente, annullando un percorso avviato con atti che hanno conseguenze dovute. Come oggi leggiamo. Aspettiamo di sapere se , comunque vada la vendita di beni Asl , la spesa e’ ormai prevista su fondi regionali e nazionali.
    Aspettiamo di sapere se davvero , carte alla mano, si può ricominciare tutto daccapo. Aspettiamo di sapere se il cartello politico che si e’ delineato sull’ipotesi di annullamento della procedura avviata e di una marcia indietro regionale, ha un senso concreto oppure e’ una replica della campagna elettorale parmigiana, come segnala la redazione .
    Aspettiamo di sapere se davvero i grillini guideranno lo schieramento elettorale alternativo al centrosinistra livornese.
    Aspettiamo…..

  2. St. John ha detto:

    “O queste persone hanno perso il cervello o l’odio politico li sta portando vicino alla pazzia”. Ecco il livello di tolleranza del dissenso da parte dell’amministrazione comunale

    http://www.senzasoste.it/livorno/o-queste-persone-hanno-perso-il-cervello-o-l-odio-politico-li-sta-portando-vicino-alla-pazzia–ecco-il-livello-di-tolleranza-del-dissenso-da-parte-dell-amministrazione-comunale

  3. St. John ha detto:

    Mi fermo alle forme che spesso fanno tanto bene alla salute. Ecco qui le richieste della rete che attualmente si oppone al nuovo ospedale a Montenero. Più che richieste sono domande alle quali una amministrazione avrebbe dovuto saper rispondere da tempo. O, se ha già risposto, ribadire eventualmente con la serenità necessaria ad un dibattito delicato. Ecco un esempio di “odio politico che porta vicino alla pazzia”..mah :)

    http://www.bazzigiacomo.it/index.php?option=com_content&view=article&id=154:comune-li&catid=7&Itemid=109

    leggo poi dal sito del gruppo Guerrato, attualmente in testa alla corsa per il nuovo ospedale.

    http://www.guerrato.it/ita/gruppo_chisiamo.asp

    “Colto l’implicito valore strategico dello strumento del Project Financing (Finanza di Progetto) – che risponde all’esigenza del Cliente di creare Infrastrutture non ricorrendo necessariamente a risorse finanziarie proprie – Guerrato ha promosso studi in collaborazione con importanti Atenei italiani e
    del Regno Unito”

    Implicito valore si.. per loro e i loro movimenti di cassa :) e sugli studi promossi in UK un’ideina ce l’ho e mi sento già male :). Ma parliamo un pò di mondo reale. Nel 2001 il vice Chairman del noto gruppo di comunisti NM Rotschild, bolscevichi dediti al baratto, pubblica uno studio sulla difficile sostenibilità del Project Financing sulle infrastrutture. Con proposta di alternativa locale.

    http://www.globalwaterintel.com/archive/2/1/market-insight/the-alternative-to-project-finance.html

    nel 2009 in Irlanda, che di crisi del credito hanno un’idea, escono i lineamenti di queste politiche alternative alla Project finance per lavori pubblici. Anche qui noti filopolpottiani di Goodbody Corporate Finance

    http://www.slideshare.net/CleantechIreland/gcf-presentationver121april

    che ai mangiaspaghetti sia rifilato, anni dopo, il Project financing è segno classico del rifilare prodotti finanziari bolliti ai baluba (che in questo caso siamo noi o meglio chi ha anche la pretesa di rappresentarci). Cosa ci vorrebbe per costruire opere pubbliche in modo finanziariamente sostenibile?
    Sono sicuro che tra Bernanke il sindaco, Soros il vicesindaco e la crew dei creativi di via Donnini le risposte pullulano. Questa è gente unfit to govern Leghorn..oggi e domani. Credo sia chiaro.

  4. GHINO DI TACCO ha detto:

    “PICCOLI UOMINI SENZA SE E SENZA MA”
    La vicenda della costruzione del nuovo Ospedale a Livorno, ha animato la passata tornata elettorale, con uno schieramento specifico CONTRARIO, a cui si sono timidamente accodati pochi movimenti di opinione che hanno a suo tempo sottovalutato lo scempio che si andava a definire, e determinando nei cittadini Livornesi una disinformazione voluta in particolare dal PALAZZO(possiamo ricordare addirittura di chi ventilava di risorse Comunitarie, come dire che in fin dei conti i soldi c’erano) tale disinformazione organizzata anche da una parte di coloro che oggi salgono sul carro del NO ospedale, determinarono la mancanza addirittura del quorum al referendum.
    Oggi di fronte al rinascere di una fronda contraria al nuovo ospedale, si può essere più o meno in accordo, si può dire che ormai è tropo tardi, che è una posizione opportunista e elettoralistica, bene…
    MA NON CERTAMENTE UNA REAZIONE COME QUELLA DEL VICESINDACO “Un amministratore che afferma pubblicamente che il dissenso, espresso tra l’altro in forme pacifiche, è oggettivamente da manicomio ce lo ricordavamo nei comuni governati dalla Lega Nord, quelli dove l’unico simbolo era la stella delle Alpi, oppure in regimi dove opposizione e pazzia erano gemelle, vogliamo parlare anche di GULAG?”
    O quella di STOPOPODISINDAO che continua a parlare di MODERNITA’ senza accorgersi del degrado e dello sfascio in cui ha portato Livorno.
    Dieci lunghi anni di una Amministrazione disastrosa e molto molto OPACA, che deve ancora spiegarci del come LE FORESTERIE diventeranno prime case, della ingloriosa fine del BASCKET LIVORNO, della strana amicizia con la famiglia Rossignolo, del porto delle nebbie sull’insabbiamento della denuncia dei riparatori navali, e tante tante altre opacità
    Di questo dovrebbe preoccuparsi il “compagno” Bruno se ancora ricorda cosa era per lui la “lotta di classe” e la “libertà di dissenso”

  5. Le citazioni di hb sono stratosferiche, non le traduco, ma sono veramente notevoli.

  6. St. John ha detto:

    avendo putroppo meno tempo del previsto non posso rispondere a LaTorraca come meriterebbe.Sul rapporto sapere medico-governo del territorio abbiamo bisogno di mutazioni rilevanti per far sopravvivere Livorno Ci sarà occasione spero a breve. Racconto solo che ho fatto ridere una tavolata raccontando che si sbandierano 1 miliardo e cento milioni di incasso complessivo del privato (pluridecennale) senza creare un posto di lavoro aggiuntivo (la stessa propaganda parla di “mantenimento livelli occupazionali”). Oggettivamente, di fronte a qualche protocollo, un plastico e qualche biglietto da visita si sta perdendo il senso della realtà e dell’economia. Faccio notare semplicemente una cosina. Qui indico un business da nulla, stimato all’otto per cento del Pil europeo entro il 2020 (cioè tra un battito di ciglia). Cosa intercetterà Livorno di questo business pur avendo delle caratteristiche ottimali per implementare attività in materia (compresi fondi da tirar giù dallo scaffale) ? Con il Pd in funzione, assolutamente niente. Qui si vede qualche business nella spazzatura (per un rifiuto di classe dirigente) e l’ultima rendita di mattoni (per un governo di duri di comprendonio :D)
    Signori, ecco a voi un piccolissimo frammento del futuro economico che è negato a questa città. Assieme a tante altre cose. Ma sono sicuro che nei sotterranei di via Donnini la risposta è pronta..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: