PROGRAMMI CHIARI E LUNGIMIRANZA

 
images
da La Nazione
STRATEGIE L’EX SINDACO SI COMPLIMENTA CON IL SEGRETARIO DEL PD CHE HA ANNUNCIATO DI NON PUNTARE AL MUNICIPIO 
Lamberti applaude De Filicaia: «Corretto e lungimirante»
«YARI De Filicaia ha dichiarato a “La Nazione”, una volta per tutte e senza fronzoli, che assolutamente non intende partecipare da candidato sindaco alla prossima tornata elettorale. Conferma inequivocabile e cruciale per cominciare a mettere in fila i tasselli che contano, in una corsa che mai come questa volta si presenta imprevedibile ed assai diversa da tutte quelle precedenti, nella nostra città». Lo dice Gianfranco Lamberti, di «Confronto per Livorno», che aggiunge: «Infatti, in una situazione così complessa sia sul piano locale che nazionale, il fatto che il giovane segretario del Pd si riservi il ruolo di regista mi sembra politicamente corretto e lungimirante, sotto tutti i profili. Di garanzia per tutti, un segno di responsabilità importante. Certo anche quello del regista è un ruolo assai importante, al centro delle attenzioni. Registi veri, desiderati o anche espressamente sollecitati da candidati in preparazione. Si pensi alla sorprendente e pubblica confessione del Vescovo, anche questa riportat da “La Nazione” giorni fa, giustamente sorpreso dalla processione di aspiranti davanti alla sua porta. Ma il Vescovo ha ben altro a che pensare e correttamente ci indica contenuti e valori, piuttosto che concorrenti. L’episodio serve a far capire quale è il problema oggi e come tra fare l’aspirante e fare il candidato, ci passa un oceano».
AGGIUNGE Lamberti: «Partiti, associazioni e movimenti dovranno proporre programmi precisi: si tratta di governare una città e le chiacchiere non servono. Poi , sulla base di questi, potranno allearsi in coalizioni o meno. Da lì emergerà il candidato. Per il centrosinistra in particolare, il percorso sembra ormai lineare e sancito da esperienze più o meno recenti. Basta pensare a come si è arrivati alle coalizioni ed alle candidature nelle ultime amministrative. Non credo che Livorno possa fare eccezione, anzi. Ho letto ed ascoltato dichiarazioni autorevoli, tese a riprendere il percorso delle primarie di coalizione per le ultime politiche, quelle degli oltre tre milioni di votanti. Ecco allora , in un percorso così nuovo e delicato, l’importanza di non mescolare i ruolo di arbitro e di giocatore. E poi ci vogliono programmi coerenti, chiari, soprattutto sulle questioni per il rilancio della città e non minestroni sconclusionati per tenere dentro tutto e l’opposto di tutto, destinati inevitabilmente alla dissoluzione. La citazione fatta da De Filicaia, cioè un concretezza della programmazione a partire dal confronto aperto in consiglio, con scadenze prefissate per l’adozione degli atti, è pertinente e corretta. E poi, su queste basi, ci vogliono primarie aperte, serene e vere, senza unti del Signore e senza preclusioni. Ora o mai più».
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: