TRA COSE TURCHE E BAGNI TURCHI , FESTEGGIAMO LA SERIE A .

Unknown

 

 

Gianfranco Lamberti

Caro SJ, dice un mio amico salernitano : “tutto ‘o lassato e’ perduto”.
Per tradurlo in amaranto, significa che una volte perdute le occasioni al momento giusto, hai solo da prendertela con te stesso. Quindi SJ sfonda una porta apertissima. Comune fede amaranto, un po’ di calcio inglese DOC e magari un po’ di pensiero libero, ai tempi dei neopresidenzialisti convertiti negli ultimi giorni
Sappiamo tutti benissimo che le condizioni del 2004 non sono ripetibili, in molte cose e non solo per lo stadio. Io ho cercato di fare la mia parte sollecitando la successiva amministrazione ed il mio partito di allora, poi il pd, a  disporre del lavoro fatto e definito. già con un progetto agli atti. Niente da fare.
Oggi leggo perfino il buon Tramonti che suggerisce di eliminare la pista di atletica, qualcuno dovrebbe fargli vedere quel progetto che questa soluzione la prevedeva in modo puntuale. Tra l’altro un progetto approvato dalla mia Giunta e quindi agli atti.
Poi chi oggi si sbraccia perla riqualificazione dello stadio, si mise in fila per due tra i tornelli di un fantomatico  stadio a Coltano. A mio parere, allora e non adesso, una cosa stralunata.
Oggi, visto che non si e’ fatto ne’ questo ne’ quello, siamo rimasti a vedere come si sistemano i bagni, sempre che il patto di stabilita’ lo consenta.
Così semmai non ci possiamo fare niente.
Va bene tutto, ma i nostri giovani e valenti colleghi dovrebbero ricordare meglio di me cosa hanno votato alle amministrative. Ora e’ una storia diversa , del tutto. Come segnala SJ e come e’ chiaro.
Eppoi , sempre per non dimenticare, una visione urbanistica tesa alla riqualificazione del patrimonio esistente, come si sposa con la realizzazione di un nuovo stadio, ovunque venisse impegnato nuovo territorio..
Insomma , quando tutti o quasi, si mettevano in fila a fare i cori contro Spinelli, queste cose le abbiamo ricordate e dette.
Avremo modo di ritornarci, eccome.

Annunci

8 Responses to TRA COSE TURCHE E BAGNI TURCHI , FESTEGGIAMO LA SERIE A .

  1. Kinto ha detto:

    Il carton cesso trasportabile e ripiegabile mi sembra un idea geniale
    ed economica.
    Senza addentrarmi troppo nelle idee di qualche consigliere,tarde di anni,
    credo che se questa mini o maxi restaurazione del Picchi,
    venisse affidata non a ditte livornesi,
    non ai soliti costruttori beneficiati ,
    magari
    andando a prendere nelle liste provinciali dei disoccupati
    seguendo un criterio di precedenza e graduatoria temporale,
    del settore edile,muratori imbianchini,capicantiere ed esperti di sanitari..
    potrebbe essere un operazione valida in molti sensi.
    Non ci vuole niente basta un po’ di volontà,
    voglia di organizzarsi e dare benefici,
    a partire dal lavoro ovviamente
    a chi ne ha bisogno.
    Nessuna ditta di fuori Livorno,ma una sorta di cooperativa temporanea,
    supervisionata ed organizzata e con al vertice apicale
    qualche dirigente comunale del settore,
    cosi’ da giustificare anche i premi ricevuti in questi anni,
    e poi chissa potrebbe diventare permanente.
    Cosa dici SJ ho semplificato troppo le cose,
    o si potrebbe fare ?
    Questa sarebbe ” partecipazione” reale e darebbe meno spazio a critiche .
    Saluti

  2. Sirio ha detto:

    Anzi, e seguendo lo spunto interessante di Kinto,qualora l’idea fosse praticabile,e avendo capito che St John e’ un esperto del “lavoro”,perche’ St John se ti trovassi d’accordo sul principio, non elabori o strutturi una proposta in tal senso,se hai tempo,voglia o maniera ,questo e’ chiaro.la doppia causa,varrebbe lo sforzo e con Lamberti “corriere” nelle stanze istituzionali magari e’ anche possibile .

  3. henry w.brubaker ha detto:

    No,Kinto per carità.I dirigenti comunali lasciamoli stare,,combinerebbero un disastro.E magari si inventerebbero qualche altra diavoleria per fare dimenticare il campo da golf di Banditella e sussumere nell’operazione stadio qualche dipendente della Labronica..Cerchiamo di non fare i leggeroni.Io sono per il modello Birmingham di Lamberti.Ma va individuata subito un’area.Quelle gabbie ,come i tornelli e il resto non sono una cosa in civile in se’,figuriamoci come barriere esclusive in un contesto ad alta densità urbana.

  4. Alessandro Latorraca ha detto:

    Grande Kinto. Non so proprio se sia possibile…attendiamo il commento di SJ..sarebbe comunque una cosa di straordinario significato , proprio oggi giorno in cui il Papa si è scagliato contro la ” cultura dello scarto”, dove tutto si scarta, soprattutto le persone quelle di cui parli te in particolare.
    Se si potesse fare una associazione temporanea di scartati, ma persone capaci, lavoratori nobilitati dalle loro mansioni..si potrebbe coniugare un sacco di cose.
    Cerchero’ di capire anche istituzionalmente se qualcosa del genere e’ possibile. Intanto Spinelli ha annunciato che il Sindaco ha messo a disposizione dei fondi magari per rendere lo stadio più accettabile ( magari poi ne sapremo qualcosa in più andando a vedere il bilancio) ma intanto prendiamo questa bella notizia..poi vedremo, ma presto (prima del 28 agosto).
    Intanto però qualcuno dei miei conoscenti mi ha tirato l’orecchio: non tirerete fuori i soldi mica ora e non quando si cercano per il sociale, vero? A chi dare retta?

  5. Ludom ha detto:

    Per me la serata è finita presto. Sento ancora il coro della curva mentre uscivo. Minaccioso, quanto possono esserlo gli amarcord.
    Quanto potrà durare ancora il Tirreno a giocarci intorno? Prima o poi, dovremo fare i conti con questa incerta estate del nostro scontento.
    Voglio solidarizzare con Lamberti che è due volte che torna sull’argomento degli innamoramenti presidenzialisti e sulla difesa della Nostra Costituzione.
    Si può discutere di tutto ma dei “caposaldi” discutono solo i padri costituenti e non ne vedo proprio in giro.
    Lasciatela stare la Costituzione! Non ne avete titolo, non ne avete la rappresentatività. Non avete argomenti.
    Quelli che “abusate”, vecchi di vent’anni, hanno fallito alla prova dei fatti. Ma quale rapidità di decisione e attuazione!?! È una vita che si va avanti a decreti d’immediata efficacia e non ci si capisce più un cazzo! Una metastasi normativa!
    Io sarò un po’ prevenuto ma, vi assicuro, non c’è un cittadino che pensi che i problemi del Paese derivino dall’assenza, per uno qualsiasi di Voi, di capacità decisionale e attuativa.
    Il comportamento dell’elettorato sembrerebbe dire il contrario. In questo gioco, ne avete fin troppo di potere decisionale e attuativo e quasi quasi io……..non gioco più.
    Forse, sto andando ben al di là delle posizioni di Lamberti, non me ne voglia. Un po’ è colpa mia. Un po’ è colpa di quel coro mentre uscivo dallo stadio. Come faceva? Forse……
    Voglion vedere la fine del Livornoooooo!
    Voglion vedere la fine degli ultrààààààà!
    Ma quel giorno, nemmen troppo lontano
    Torneremo di nuovo a caricàààààààààà!
    OoooohOooooohOooooo!………….

    PS: Non sono un esperto ma il modello Birmingham mi convinse, hb. Ora, però, è solo problema di individuazione dell’area?

  6. St. John ha detto:

    >modello Birmingham mi convinse

    bisogna vedere cosa si intende :) Gennaio di quest’anno. Atterro, dopo un viaggio di fortuna nella morsa invernale, a Birmingham. Vado all’ufficio informazioni del locale aeroporto per pianificare lo spostamento per dove dovevo andare. Mi chiedono se sono francese, l’aereo veniva da Parigi, o di dove. Gli dico che sono italiano. L’impiegata mi guarda felicissima e va a chiamare due colleghi che erano nel back office e dice loro: “venite c’è un italiano”.
    Cavolo ero atterrato nelle Midlands mica su marte. Insomma, sorrisi,
    feste, offerta del solito pessimo caffè inglese mi chiedono un sacco di cose tipo “ma gli spaghetti ve li fate
    a casa da soli?”. Io più stupito che imbarazzato rispondo a tutto. Come mai questa attenzione? Dico avete presente il melting pot di Birmingham? Credo che i bianchi siano ormai vicini alla minoranza e
    che gli italiani o li vedono su Internet e in Tv o per caso all’areoporto :) A Birmingham il tasso di occupazione è da Livorno del domani, scoppiano rivolte niente male. E comunque da quelle parti tiene uno straccio di social security. Qui quando il piddino ha detto “non ci sono fondi non c’è mercato” t’hanno già pagato convinti anche di aver detto una cosa seria altro che social security :).
    Sul Birmingham stadio credo che il marketing aperto dalla (meritata) promozione droghi di molto la discussione. Spinelli dice di volere 10.000 abbonamenti. Sa quando me che con la tessera del tifoso (tabù anche a parlarne per ogni centrosinistro che si rispetti) e con la miseria che c’è s’e arriva a 6000 è tanto. Sullo stadio per famiglie, riproposto dall’ex sindaco Cosimi che dire..è un modello così fallito, sia dal punto di vista sociale che del business, che ci voleva un sindaco fallito per ritirarlo fuori. Comunque, per adesso, continuo ad essere ottimista per Livorno. Tra i pochissimi in città, direi. Se le cose prendono il verso giusto vedo un raddoppio di panchine al Parterre. Sarebbe l’ora.
    Per finire con Birmingham. Altro che Aston Villa. Gli Zulu del Birmingham City sono veramente interessanti. All’incrocio del melting pot della città, della scena hip hop locale (famosissima in UK e oltre), delle bande e di una serie di subculture. Eccoli qua, musica autoprodotta..

  7. Ludom ha detto:

    Beato te, Santo! Quanto giri e quanto impari! Ma davvero se le cose prendono il verso giusto………….
    E’ già tre volte che ci torni sopra! Mi mandi un piccione viaggiatore! Poi taccio, un lo dio a nessuno. Giuro.

  8. St. John ha detto:

    >Quanto giri

    sono tre settimane che sono riuscito ad essere a casa solo la domenica e quel mercoledì che si è giocato ad Empoli. Anche stavolta solo domani riuscirò a tornare a casa. Contravvenendo alle mie abitudini la finale l’ho vista in tribuna perchè non ho avuto tempo di organizzarmi diversamente. Per il resto dico a) occhio alla doppia continua crisi banche italiane/banche europee che continua ad essere il velo di Maya che va squarciato se si vuol risolvere la crisi del continente. Dubiterei quando sono i banchieri a parlare di rilancio del lavoro o i ministri che vengono dalle banche. Indicatori per capire il prossimo futuro: il mantenimento o meno della fiducia che Credit Suisse ha mostrato verso l’euro (confidando nell’uscita dai piani di austerità) il rapporto tra bond del Ruanda e quelli italiani. Non è naturale che i bond ruandesi rendano meno di alcune nostre emissioni del periodo 2011-12. In estrema sintesi è come se Favasuli valesse al calciomercato più di Gilardino che, per quanto trentenne, è un’altra categoria. Segno di una situazione malata e altamente speculativa. b) su Livorno. Che dirti Ludom, non mi riferisco all’opposizione sul nuovo ospedale (operazione che oggi è comunque tutt’altro che tecnicamente irreversibile come sappiamo) ma mi sembra, per quello che ascolto io, si stia formando un buon clima. In termini, in tempi e in modi, persino con personaggi, che la Livorno ufficiale non ha strumenti per cogliere. Quindi se il clima sfiorisce non se ne accorge nessuno e pace. Se fiorisce, sono rose per tutti e spine per chi se lo merita.
    Poi sulla capacità di ascoltare di un ceto politico destinato, in alternativa, alla sconfitta oppure alla disfatta parla, eloquentemente, il vicesindaco. Parla di “odio verso l’amministrazione” in chi si oppone all’operazione nuovo ospedale. Significa non aver capito nulla, senza alcun sforzo, dei motivi di quest’opposizione e argomentare con mezzucci retorici che ormai non fatto più presa verso nessuno. Ma a via Donnini devono ancora capire che un’uscita di scena nel 2014 sarebbe una sconfitta mentre addentarsi oltre al governo di Livorno, con i casini che si sono cumulati, porterebbe alla disfatta. Quanto a Picchi, la prima copia del Tirreno il giorno del debutto sulle panchine del parterre, una volta assolto da obblighi di governo, gliela pago io. Anche il caffè se necessario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: