ANDIAMO LIVORNO !!!!

images

 

 

 

da il Tirreno

 

Vincere per continuare a sognare». Davide Nicola è carico ed emozionato alla vigilia della “finale” con il Brescia. «Giocare una partita così importante è un lusso – evidenzia la guida amaranto – un privilegio per pochi. Dovremo scendere in campo con la gioia nel cuore: sarà una gara bellissima dopo una stagione lunga e faticosa. Un anno fa il Livorno lottava per non lasciare la categoria, adesso lotta per lasciarla. Incredibile». Lavoro di squadra. Nicola sorprende tutti e si presenta in conferenza stampa con lo staff tecnico: ci sono il vice Ezio Gelain, il preparatore atletico Gabriele Stoppino e il preparatore dei portieri Rossano Berti. «Ho portato qui i miei collaboratori perché insieme abbiamo lavorato tutta la stagione per arrivare a giocarci un sogno. E ci siamo riusciti. Devo ringraziare la società per aver messo a disposizione della rosa uno staff di professionisti incredibili. Siamo una squadra vera, un gruppo solido e compatto. E ci porteremo dentro qualcosa di grandioso». Tensione positiva. Poche parole sul Brescia, «una formazione di qualità – taglia corto Nicola – in questo momento non dobbiamo né concentrarci sull’avversario né pensare alle altre sfide, ma giocare con voglia e passione. Sento un’emozione dolcissima, una specie di quiete prima della tempesta. Voglio godermi secondo dopo secondo questa attesa. Si tratta di una tensione positiva e costruttiva. Noi accetteremo qualsiasi risultato solo dopo aver dato il massimo». Che atmosfera. Questa settimana Livorno è stata travolta dalla passione amaranto: dal ritrovo sotto la curva Nord agli striscioni appesi per le vie della città, passando per i quasi 5mila biglietti venduti in questi giorni. «Allo stadio mi aspetto tutti quelli che sono sempre venuti, ma spero di vedere un pubblico più numeroso. Questo match è un privilegio anche per la città. Tutto ciò non deve però creare ansie, bensì aumentare la voglia di fare l’ennesima prestazione importante del nostro cammino. Sono orgoglioso di allenare questi ragazzi». Perché in anticipo? Ieri la Lega di serie A, pressata da Zamparini, ha anticipato alle 12.30 di domenica tutte le gare valide per la corsa salvezza: a pranzo – oltre a Fiorentina-Palermo, già fissata a quell’ora per favorire l’arrivo della tappa viola del Giro d’Italia – spazio a Chievo-Torino e Genoa-Inter. Anche la Lega di B avrebbe dovuto prendere una decisione simile, perché domani tutti scenderanno in campo sapendo il risultato di Livorno-Brescia. «Nelle ultime tre partite di un campionato – chiude Nicola – nessuna squadra dovrebbe giocare prima o dopo le altre. E non si tratta di dare vantaggi o svantaggi, bensì di lasciare lo stesso tipo di peso nell’approccio psicologico. Comunque questo anticipo, per noi, potrebbe rivelarsi favorevole in caso di successo».

Annunci

2 Responses to ANDIAMO LIVORNO !!!!

  1. Ludom ha detto:

    Non so se sono riuscito a interpretar bene i gesti di Nicola, nella scena a cui è stato costretto da Bruno, cuore amaranto tagliato con l’accetta. Se però ho visto bene è un grande.
    Si è rifiutato di andare singolarmente sotto la curva e quando ha acconsentito perché la squadra l’accompagnava e, nel tripudio, i giocatori hanno provato a innalzarlo è sembrato redarguirli fermamente, come a dire: non si è ancora vinto nulla!
    I ragazzi hanno continuato a festeggiare ma si sono incamminati verso lo spogliatoio. Nel frattempo Nicola si voltava all’indietro, per applaudire la curva.
    Ci hanno regalato una serata stupenda.

    PS: In curva anche stasera, austriaci, tedeschi e persino svedesi. È un logo, ormai!

  2. Una bella giornata al Picchi, ieri. Un Livorno davvero bello, che ci ha entusiasmato. Ci avevamo scommesso, quando allo stadio ormai ci andavano in pochi e lo sport principale era quello del piagnisteo su Spinelli, una soddisfazione in più.
    Certo, una partita può decidere tutto, ma ricostruire un percorso e riconoscere la validità di scelte contestate, è doveroso .
    Ora decolla OLT. Una presentazione di dati in Commissione, che conferma una scelta, fatta a suo tempo, in mezzo a mille contestazioni ed incomprensioni. La scarna cronaca sintetizza molto, ma si tratta di un investimento di grande importanza sul nostro territorio e che coinvolge centinaia di posti di lavoro, diretti od indiretti. L’amministrazione attuale può gestire le ricadute, speriamo nel modo più proficuo. Ricadute sul territorio e posti di lavoro.
    Siamo sempre lì, mentre continuo a cercare di capire come e perché si fa un campo da golf senza aggiungere un metro di volumi edificatori, come il sindaco ha spiegato e dando da lavorare ad un certo numero di addetti.
    Tutto è possibile e cercheremo di capire meglio da Cosimi quando riferirà in Consiglio. Conosciamo bene il Piano Urbanistico di Banditella approvato in Consiglio a suo tempo. Vedremo nel dettaglio, senza pregiudizi, visto che riuscire a salvaguardare lavoro ed inventare occasioni, anche se minime, è sempre giusto.
    Basta che capire davvero di cosa si tratta, così come si è detto nella conferenza dei capigruppo. Magari varrebbe la pena di trasmettere anche quella in streaming. Ma in Consiglio ne riparleremo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: