SABBIE MOBILI E PREVEDIBILI PROTAGONISMI

 

sabbie mobili

 

Gianfranco Lamberti

HB non me ne voglia ma credo di aver un pò più di esperienza su alcune sintomatologie di casa nostra ( loro ), per preoccuparmi oltremisura.
Oggi leggiamo sul Tirreno, dopo gli assessori anonimi che mandano messaggi in bottiglia chissà per conto di chi ( ma non si vergognano di mettere qualche volta la fascia tricolore livornese ? ). leggiamo del sindaco di Collesalvetti. Dico subito che mi è sempre apparso un ottimo ragazzo, preparato ed innovativo. Ce ne fossero.
Tuttavia assistiamo ad un’altra novità, quella delle tirate d’orecchio del sindaco accanto, a Livorno ed a chi la rappresenta in Giunta, assai protempore dice lui. Oddio niente di straordinario, peraltro battute fatte in modo garbato e con ironia, ma quelle sono. E dopo le dichiarazioni anonime degli assessori, anche , parlo degli anonimi, passati presenti e futuri, assai condivisibili.
Non mi era mai capitato nei rapporti frontalieri, non certo per mancanza di personalità e qualità dei colleghi colligiani con cui ho collaborato, anzi. Altri tempi ed altra politica.
Ed allora , come diciamo dal primo minuto, occupiamoci delle cose serie, lavoro e nuove povertà, innanzi tutto. Sennò alla fine arrivano le pernacchie.
Dimissioni, sfiducie, tirate d’orecchie colligiane, correnti e correntine, fans di questo e quello nella corsa verso il principale strapuntino, lobbies sempre pronte ma senza fretta basta capire cosa ci guadagnano, giornalisti che si divertono un sacco, magari con anonimi collaboratori al soldo dei contribuenti, sondaggi sul nuovo nome del Palasport ( si potrebbe passare il tempo che rimane a ripensare quello del Goldoni, della Terrazza e via dicendo ) oggetti scaramantici, corni e varie amenità le lasciamo perdere, per una volta. Baristi arrestati per una pietra, vai a capire se voleva lanciarla o mostrarla, vedremo.

Il Sindaco e Yari sanno benissimo cosa bisognerebbe fare in questi mesi, concretamente, per chi non ha lavoro e chi non mangia.
Le candidature prossime venture le lascino perdere, come le supercazzole di qualsiasi origine.
Ci dicano, ciascuno nel suo, cosa intendono fare nei prossimi mesi, come e con chi. Ruoli diversi, evidentemente e come sanno benissimo.
Non si lascino trascinare nelle sabbie mobili delle ambizioni personali di questo o di quello. E neppure ci giochino cinicamente, sarebbe la cosa peggiore. Gli uomini di buona volontà collaboreranno, gli altri si opporranno, tutto qui.
E’ la domenica delle Palme, che viviamo in famiglia con serenità ritrovata. Pensino tutti alle cose serie, quelle vere, le ambizioni personali dovrebbero venire assai dopo.
E se poi il sindaco Bacci entra davvero ( non solo nel film di alice ) nel Comitato Portuale non ci vedo niente di male, anzi. il sindaco di Capraia, grazie a qualche manovra che qualcuno ricorderà, determinò nomine significative. Nessuno si turbò. Ma erano tempi in cui alle parole seguivano fatti, Discutibili, ma concreti e verificabili. Basterebbe questo, dai cronoprogrammi sul porto in giù.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: