LE SINTONIE MAI NASCOSTE NEL PORTO DI LIVORNO .

matteoli e gallanti

La Redazione

Non ci vuole un genio per capire chi ha voluto questa Presidenza del Porto e chi continua ad omaggiarla.Basta raccontare i fatti per come sono avvenuti e come vanno avanti senza soluzione di continuità.

Auguriamoci che si volti pagina quanto prima,e  che  quando non si producono i risultati aspettati 

e  per i quali si e’ lautamente remunerati dai cittadini ,si lasci il posto e si dica pure grazie .

Se lo ha fatto Papa Benedetto immaginiamo lo possano fare anche altri molto piu’ comuni individui o  provvisori figuranti  .

E non puo’ essere tollerato l’abbandono e lo scempio della  sede ASL di Monterotondo.VERGOGNA

Gianfranco Lamberti

Siamo in commissione a discutere delle perdite di navi da crociera a Livorno. Con Piccini e tutti gli altri, mentre il PDL che corre in soccorso di Gallanti, del resto frutto dei diktat di Matteoli. Il PD mi sembra abbia molte riflessioni critiche da fare, se si pensa ad Arianna o Wladimiro, per citare solo consiglieri comunali.
Tanto per parlare di cose serie e che determinano occasioni di lavoro, oppure di lavoro che si perde in mezzo a spot ed a chiacchiere.

Annunci

6 Responses to LE SINTONIE MAI NASCOSTE NEL PORTO DI LIVORNO .

  1. GHINO di TACCO ha detto:

    A proposito dello scempio della sede ASL di Monterotondo.
    Se non ricordo male quando si è’ insediato il Direttore Generale Monica Calamai, a Livorno, ha preteso un costosissimo restauro degli uffici che dovevano ospitar la presso la Direzione (cifre da capogiro)
    Oggi la Signora che mi risulta ancora Direttrice, custodisce così i locali di Monterotondo
    Occorrerebbe a mio avviso addebitarle le spese sostenute a suo tempo dalla comunità e i danni per ciò che si sta verificando
    Spero che anche a Livorno qualcosa di sinistra prima o Poi avvenga

  2. Alla fine della commissione, sperando che non sia l’ennesimo pallone in fallo, si è deciso di portare un documento nel prossimo consiglio comunale che registri o imponga la definizione di un cronoprogramma delle cose da fare sul porto per non contionuare a perdere crociere e traffici vari.
    Addirittura ci hanno informato cha a Miami c’erano personaggi che vendevano crociere a Livorno, senza averne titolo.
    Se si vuole continuare ij questo gioco al massacro , basta lasciar marcire i problemi e non decidere nulla.
    Oggi è stato chiaro il punto ed il Consiglio Comunale può essere il garante di scelte risolutive. Purchè le scelte si facciano e non si continui a giocare scaricabarile.
    Non commento le balle sulla privatizzazione del PDL, che francamente a volte non si capisce per chi parla e per come.
    Dopo aver massacrato Piccini, oggi il rappresentante del PDL si rivolge allo stesso riconoscendogli pregi e qualità. Non si capisce bene se per prenderlo in giro oppure per quale altro motivo.
    Il frutto di una stagione di indecisioni. Che speriamo finisca davvero.

  3. Per la sede di Monterotondo sono d’accordissimo con la redazione e Ghino

  4. henry brubaker ha detto:

    Ma non dovevano decollare a Marzo i cantieri per l’Ospedale?E soprattutto ,non aveva detto Cosimi in una delle sue ultime allocuzioni prima del francescano silenzio su Asa che la Calamai sarebbe stata promossa a Firenze?Mah.Io intanto farei controllare la nota spese di chi va a Miami.Sono anni che la Porto di Livorno 2000 (concessionaria pubblica) va a Miami e ogni anno gli emissari tornano con una decina di navi in meno .O portano sfiga o fanno spionaggio per conto terzi,a questo punto.Se poi c’è addirittura c’è qualche abusivo in mezzo,siamo fritti.

  5. Ma non erano solo loro a Miami, per la stessa cosa e magari senza titolo. Bah.

  6. Manuela ha detto:

    Livorno non potrà mai migliorarsi se non disintossicandosi dalla propria indolenza industriale; è una città il cui cosmopolitismo si riassume in un guazzabuglio di mercenari disillusi, pronti a gridare ma non a dare una svolta reale ad una città che avrebbe invece interessanti potenzialità di sviluppo turistico ed umano.
    La perdita delle navi crociera è la punizione che Livorno si merita per la mancata volontà di rinnovamento , ogni cosa è lasciata a sè, gli inciuci regnano sovrani, molte persone percepiscono il movimento turistico solo come una scocciatura e manca una capacità imprenditoriale forte e competente.
    Mentre La Spezia investe milioni per creare nuovo business crocieristico, Livorno si lamenta ma non si rialza , non comprendendo quale magnifica opportunità si sta lasciando rubare;continua ad intossicarsi dei fumi petrolchimici con la rassegnazione rabbiosa di chi non è educato alla bellezza , mentre potrebbe essere illuminata dal suo essere porta di una regione a grandissima vocazione turistica come è la Toscana .
    Livorno svegliati dal tuo torpore !!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: