SPOT AUTHORITY E “RIMBORSI BENZINA DA 14.000 EURO” ????????????

spot

Rimborsi

La Redazione

 Sposiamo  convintamente il pensiero  che i nomi e cognomi ci sono sempre,e non vanno usati solamente quando si incassano migliaia di euro comunitarie.Ed intanto sulla sponda del fiume si accalcano i condor…..

( CI SCUSIAMO PER LA FOTO CON GLI EURO DEL RIMBORSO MENSILE , IN REALTA’ SE E’ VERO CIO’ CHE DICE IL GIORNALE  NON SONO  GLI 885 DELLA FOTO,A QUELLI VANNO AGGIUNTI ALTRI DUE PEZZI DA 50 €,UN ALTRO DA 20 € E DUE O TRE DA 5 € .CI PIACE ESSERE PRECISI )

da La Nazione

«CHIUDIAMO LE SEDI, andiamo nei bar e nelle piazze a discutere». E’Lorenzo Bacci, sindaco di Colle, che ieri nel circolo del Pd in piazza Giovine Italia alla riunione dei renziani con Nicola Danti e Dario Parrini e organizzata con abilità da Giovanni Battocchi, ha lanciato il sasso nello stagno. «In verità — confessa a bassa voce — la frase non è mia, l’ha detta il segretario del Pd di Colle Maurizio Scatena…». Ma è la cornice ideale dell’azione politica che i renziani livornesi vogliono fare: «Per vincere le elezioni non servono gli apparati — ha detto infatti Etrusco Bargelli con parecchi capelli bianchi — perché Grillo ha fatto il pieno di voti, con niente, solo grazie alla rete». O meglio, «con un programma chiaro — ha rincalzato Sergio Bartolini — che anche un bambino poteva leggere. Avete visto la carta d’intenti del Pd? Non ci si capisce nulla. Basta con i costi della politica: Marco Ruggeri ha avuto 14mila euro di rimborsi benzina nel 2012…». Arriva l’eco: «Ha fatto il giro del mondo?». Su questa frequenza sono volate le quasi quattro ore di dibattito nella sede che non è riuscita a contenere i partecipanti. Una carrellata di buoni propositi ma anche, e soprattutto, un bel po’ di critica «a quella classe dirigente — ha tuonato Riccardo Demi assessore all’ambiente di Colle — che non è più in grado di guidare il partito del futuro. Lo ha detto Achille Serra “Abbiamo votato Bersani sapendo di sbagliare”. Ora c’è bisogno di un forte ricambio, abbiamo lo strumento delle primarie, facciamolo».

da il Tirreno

Gianfranco Lamberti

“Spot Authority”: l’ex sindaco Gianfranco Lamberti, ora capogruppo della lista civica Confronto, sfodera l’arma dell’ironia – con un efficace gioco di parole – per infilzare il progetto del mercatino galleggiante sui Fossi. «Non si può perdere tempo ancora con gli spot, magari anche un po’ strampalati, visto che la scadenza dei mandati in comune come sul porto non è poi così lontana ed i livornesi hanno perso la pazienza». Ma è soprattutto su un altro tasto che Lamberti insiste: quello del coinvolgimento della città. Già, perché secondo quanto afferma Lamberti, «non risulta alcun documento in Comune, non risulta alcun coinvolgimento degli ordini professionali, non ho notizie di valutazioni della Sovraintendenza, non si registrano coinvolgimenti del mondo del commercio nel centro città, men che meno è stato coinvolto il consiglio comunale. Eppure abbiamo ascoltato a lungo Gallanti solo pochi giorni fa in Commissione, che dopo averci spiegato come Livorno non si rende conto della fortuna che ha ad essere la porta della Toscana sul mare, nulla ci ha detto in merito…». Lamberti ricorda «gli impegni senza se e senza ma sulla completa liberazione dei fossi dalle barchette (ma per metterle dove?«), dalla intenzione di riqualificare le fortezze, dalla garantita sinergia tra commercio del centro cittadino ed iniziative portuali sul turismo crocieristico. Da quadrature del cerchio ancora non trovate tra porto commerciale e crociere, e delle questioni in sospeso sulla Porta a Mare. Riparazioni, foresterie usate come prime case e non solo».

Annunci

2 Responses to SPOT AUTHORITY E “RIMBORSI BENZINA DA 14.000 EURO” ????????????

  1. Kinto ha detto:

    Al di la dei condor sulla sponda del fiume
    e di vecchie e lugubri cariatidi alla ridicola ricerca
    di insegnare la politica
    quando da decenni erano stati cestinati per motivi abbastanza noti,
    viene da chiedersi se Ruggeri vada in Consiglio regionale
    col Jet personale
    perche’ se e’ vera la cifra di oltre 1.000 euro il mese di benzina
    quello e’ l unico mezzo che ha tali consumi.
    E’ senza dubbio vero che si debba essere seri e riprendere
    le redini partendo dal basso
    come dice De Filicaia,
    ed e’ altresi’ vero che come scrive Alessandro Baldi e la Redazione
    che spesso le responsabilità sono ben identificabili,
    con tanto di carta non d’intenti
    ma d ‘IDENTITA’.
    Saluti in particolare a Ludom

  2. Sirio ha detto:

    Un biglietto del treno Livorno-Firenze costa 9 € se ci metti il ritorno siamo a 18 €;se anche moltiplichiamo per 5 giorni settimanali,dubito che i consiglieri regionali vadano dal lunedi al venerdi tutti i giorni in Regione,ma comunque siamo a 90 €,x 4 settimane siamo a 360 € il mese.
    Come si arrivi a oltre 1.080 € come denunciato dagli iscritti Pd ,in un disavanzo risparmiabilissimo ai cittadini di quasi 700 € il mese,uno stipendio mensile di molti lavoratori,onestamente non lo capisco.Si dia l’esempio e si smetta di pappare ai limiti dell’indecenza sulla spalle dei cittadini che ce li mandano lor signori nelle Istituzioni.O prendere il treno e’ da poveracci o troppo di sinistra ? vergogna !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: