LA PARABOLA DEL “VITELLO GRASSO” E GLI ASINI CHE VOLANO

asino

La Redazione

E dopo la ribalta di Gallanti oggi si prova a “ribaltare” la Lista Monti e Vitelli, che non godono certo delle simpatie politiche preelettorali di  questa redazione.

Basterebbe avere un po’ di coerenza , senza  che ora vengano  tirati in ballo   i 1.000 lavoratori di Azimut,

Ed a proposito di ricordare senza i revisionismi di plastica tanto in voga in questi giorni,

bene evidenziare che l’aspetto critico su Porta a Mare non riguarda certo la  salvaguardia dei posti di lavoro anno domini 2004,

poiche’

a quello ci penso’ gia’ e bene l’amministrazione Lamberti,ma ricordarlo comprendiamo bene  possa far infuriare alcuni militanti dei  fan club,

bensi’  l’evoluzione urbanistica del Progetto ancora in corso ai giorni nostri.

Carte alla mano ,con forestieri senza foresterie…. .

di Gianfranco Lamberti

Il fatto che ci sia in corso una campagna elettorale, come abbiamo discusso qui con Alessandro Latorraca, anche con sfumature diverse, rende del tutto particolare ogni dibattito pubblico. In particolare se organizzato con alcuni capilista alle elezioni che si terranno tra pochi giorni.
Ho conosciuto Paolo Vitelli ai tempi in cui venne a Livorno, come grande imprenditore e non come uomo politico, salito in politica per meglio dire.
Quando sostenevo la validità della sua proposta ebbi a confrontarmi, un confronto assai tosto, con sindacalisti e politici, oltre che con magistrati, periti del tribunale, sostenitori di cooperative locali ed altro, alcuni in alternativa a Vitelli, a partire da proposte immobiliari di matrice romana e via dicendo.
Con Paolo Vitelli ci siamo visti, per definire il progetto industriale, nella sala verde di Palazzo Chigi, con Gianni Letta e tutti gli altri ( Matteoli, Regione, Provincia, AP etc ). Il Consiglio Comunale ne ebbe un resoconto pubblico e dettagliato. Non cito le riunioni con le OOSS, numerose e concrete.
Poi abbiamo discusso, davanti a Ciampi, con Vitelli del progetto Porta a Mare, quello approvato dal Consiglio Comunale di Livorno, nella sala delle cerimonie di Palazzo Civico.
Ed ho fatto svolgere un Consiglio Comunale nel Cantiere, prima di proporre gli atti in approvazione, per spiegare le proposte industriali ed urbanistiche.
Figuriamoci se non comprendo chi apprezza l’imprenditore e ci si vuole confrontare. Non una , ma mille volte e dando al Consiglio Comunale che decide il ruolo che gli spetta. Ma ogni cosa a suo tempo.
Quando Andrea Romano mi ha chiesto di entrare in lista per Monti, ho spiegato che non potevo, sostenevo la coalizione di cs e Bersani, con la mia Lista Civica e non aveva senso, pur nel rispetto di tutti, ci mancherebbe e grato dell’attenzione.
Oppure ci vado, oggi pomeriggio, e gli chiedo delle riparazioni e delle foresterie.
Ma intanto, l’ottimo Andrea Romano ha già ottenuto ciò che voleva e non possiamo che dargliene atto, una bella pubblicità all’iniziativa. A proposito di asini che volano….
A proposito, le lettere di invito, che ho in email, contengono un visibilissimo contrassegno elettorale. Visibile anche ad occhio nudo.

Annunci

One Response to LA PARABOLA DEL “VITELLO GRASSO” E GLI ASINI CHE VOLANO

  1. GHINO DI TACCO ha detto:

    CHEPOPODISINDAO
    Cosimi fa dietrofront e non va al convegno in Cantiere
    Paolo Vitelli, presidente di Azimut Benetti, ha inviato una mail al sindaco spiegando che comprende la sue difficoltà a partecipare sollevandolo dall’impegno (SOLLEVANDOLO DALL’IMPEGNO???). Lui risponde: «Non posso venire(SIC.) è un’iniziativa elettorale e solo io non me ne ero accorto». Soddisfatti i vertici del Pd
    e sei pio DURO…aspettiamo domani cosa ci ombina ancora…………….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: