L’Eredità di Molière e Alberto Sordi

malato immaginario

di Gianfranco Lamberti

Apprendiamo che lunedì prossimo il presidente Gallanti sarà malato ed impossibilitato a partecipare alla Commissione Consiliare che avrebbe dovuto ascoltarlo sul Pot, annessi e connessi. Tutto saltato .
Spero solo che, augurando una pronta guarigione a Giuliano Gallanti, sappiamo bene come è fastidiosa l’influenza, questo non porti a rinviare anche la discussione prevista dalla conferenza dei  capigruppo, su comunicazione del Sindaco in Consiglio, relativa alle decisioni assunte dal Comitato Portuale e tutto il resto. Tanto per capire a cosa serve l’advisor e tante altre cosette.
Il prossimo consiglio sarà giovedì prossimo, l’influenza è diffusa ed insidiosa ; A me è durata addirittura un paio di giorni. Da qui a giovedì speriamo che l’epidemia non si diffonda troppo.
Ci sono i vaccini, ma anche qualche amuleto può servire, nella terra dei sogni e dei virus ad andamento lento .

la Redazione

Gia’,

poter prevedere come si stara’ tra 3 giorni,cosa sara’ di noi tra 70 ore, e’  la  figlia legittima   di quella lungimiranza e pianificazione che solo pochi illuminati hanno avuto in dote da madre natura,e che tanto bene sta facendo alla città portuale e politica .

Deo gratias !

Le eredità culturali  di mostri sacri come  Molière e  Alberto Sordi vanno preservate,e ci mancherebbe altro .

Ci sembra in linea con tutte le altre trame e  gli altri film che ci propinano in questi giorni carnevaleschi .

Baciamo le mani.

Annunci

5 Responses to L’Eredità di Molière e Alberto Sordi

  1. Kinto ha detto:

    Scusate l impertinenza,
    che in tempi come questi non e’ davvero consigliabile,
    ma quando si ammala il capo,
    per solidarietà anatomico-esistenziale
    si ammalano tutti ?
    Il segretario generale dell’Autorità Massimo Provinciali non poteva farne le veci ?
    La domanda che resterà inevasa ovviamente
    e’ se si sarebbe prevista
    un influenza cosi’ debilitante -impossibilitante
    se al posto degli “inutili e patetici” consiglieri comunali,
    desueti e demode’
    magari si sarebbe dovuto conferenzare con
    indonesiani cinesi, ce-cinesi
    e avvisatori vari.
    Insomma la solita grande presa per il c.lo
    con una disinvoltura giustificante quasi da
    studente delle medie e superiori.
    Non commento la pagina del basket per rispetto al blog,
    e non mi viene neanche da commentare
    il tappeto rosso che si stende sotto i piedi mocassinati di Benetti-Lista Monti,
    che parlera’ presumibilmente del declino di Livorno e dell’ Italia,
    con partecipanti interessati dallo spunto critico
    come se la città la governassi Io da 10 anni.
    Ma si puo’?
    allora si ,meglio il libro dei sogni e due grasse risate
    con l’Albertone nazionale.
    Saluti

  2. Alberto Sordi è un mito inarrivabile. Io sono io e voi non siete un c… è la storica affermazione del Marchese del Grillo. Qui citata più volte.
    Forse la più pertinente per descrivere il pensiero un po’ velleitario di chi si prende beffa di una città. Chiunque esso sia, fino a quando la città non lo capisce.

  3. Alessandro Latorraca ha detto:

    Capisco abbastanza bene il tutto, ma lasciatemi ogni tanto dissentire con la maggioranza dei commenti del blog a riguardo della presenza o meno del sindaco all’incontro organizzato con Vitelli e co.
    Voglio esclusivamente riflettere su questa vicenda.
    Il Sindaco è stato invitato ad un incontro che riguarda oltre che la situazione nazionale anche e soprattutto quella cittadina da una forza che è riconosciuta come avversario politico, e non nemica, perchè non è possibile parlare di nemici in una competizione elettorale nazionale. I risvolti sono molti, non ultimo possibili calcoli anche e soprattutto in previsione del 2014.
    A questo tavolo tra l’altro partecipa un tizio che è presidente, mi risulta, di una delle aziende più importanti e stabili del territorio livornese.
    Una volta marcata la distanza politica e forse culturale, ma perchè mai il nostro Sindaco non dovrebbe partecipare ad un tavolo che riguarda il “suo” territorio, tra l’altro da un punto di vista comunque privilegiato?. Forse non lo riteniamo all’altezza, non credo.
    Lo sforzo che dovrà fare semmai sarà quello di riportare la discussione sui temi concreti della nostra città e invitare in un chiaro e leale rappoto istituzionale chiunque vada a Roma e abbia interessi su questo territorio ad averne cura.
    Di che cavolo si può aver paura, dello spostamento di qualche voto..ma a proposito per esempio, avete ascoltato Fassina negli ultimi interventi? ogni volta che parla secondo me qualche migliaio di voti ci sparisce tra le mani.. Altro che non andare ad ascoltare e parlare.
    Forse anzi sarebbe stato molto più saggio che al di fuori di pregiudizi il Sindaco avesse incontrato e ascoltato il suo partito di più , un partito però attento e preparato, consapevole del ruolo che vuole giocare nel futuro, lontano da veleni e rancori.
    Queste schermaglie di cose dette e non dette, di ammicchi, di giochi sottobanco, di influenze vere o presunte false, di mire non confessate fanno male, non il parlare francamente.
    Fa bene Alessandro ad andare all’incontro e personalmente gli ho espresso il mio compiacimento per la sua scelta.

    Altro sarà affrontare advisor, marcucci, porto 2000 ecc.
    Il cuore pulsante di Livorno come mi ricorda sempre l’amico Gianfranco.
    E da buon internista questo cuore mi sembra di cominciare ad auscultarlo che è diverso da ascoltarlo..
    Certo tutto è collegato; i nuovi o vecchi tentativi di posizionamento del potere..ma guardate che lo scenario sarà comunque diverso..non diamo per scontato che i soliti giochetti alla fine funzioneranno..i partiti non cambieranno più la gente..sarà la gente a cambiare irrimediabilmente i pariti, anche a Livorno, anche dopo le elezioni, un terreno così diverso che neanche i più sapienti sapranno riconoscere e sul quale state sicuri inciamperanno.

  4. Caro Alessandro, se Paolo Vitelli è qui a Livorno, un contributo lo ha dato anche la mia amministrazione. Appena appena. Tuttavia una cosa sono i dibattiti fuori dalla campagna elettorale, utilissimi e , magari, in grado di farci capire davvero molte cose in più. Non sono mai superflui, non fanno mai male. Cosa diversa sono le iniziative elettorali, in cui ciascuno porta l’acqua al suo mulino, come è normale in democrazia, nei modi che più ritiene utili. Al di là del merito e basta leggere le lettere di invito. Nessuno è un nemico, in politica. Sono d’accordo con te. Io ho sempre dialogato con tutti e ne ho dato conto in Consiglio Comunale, anche a proposito di Porta a mare, figuriamoci. Ma non si possono dare due o tre voti contemporaneamente, nel segreto dell’urna. Per non andare oltre. Tutto è collegato, dici bene. Basta capirlo e dircelo. Come del resto stiamo facendo. Poi ognuno partecipa ai dibattiti che vuole e quando vuole, ci mancherebbe. Ed ognuno declina gli inviti che vuole, come ci è capitato di recente.

  5. Alessandro Latorraca ha detto:

    Caro Gianfranco più volte abbiamo parlato di come è stata opportunamente e con limpidezza gestita e seguita tutta la storia del cantiere (presidente Ciampi ecc.), fino all’arrivo di Vitelli e tu giustamente ne rivendichi la paternità di passaggi essenziali.
    Non è possibile fare giochetti nell’urna dei tre voti, anche perchè sarebbe poi difficile non cadere nelle contraddizioni.
    Continuo a sperare e a credere però che appunto ognuno possa partecipare ai dibattiti che vuole;
    questa non è campagna elettorale come altre..appare molto più complessa, solo per fare una sottolineatura: uno dei maggiori protagonisti manca in maniera sistematica da qualsiasi incontro televisivo (leggi Grillo) e questo pone una novità assoluta; secondo i maggiori protagonisti declinano ogni confronto diretto.
    La comunicazione politica sta indubbiamente cambiando passo e modalità. In meglio o in peggio non saprei dire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: