LA VOLETE COSI’ E COSI SIA ! BRAVI TUTTI ,AVANTI A TAVOLETTA !

baciamo

Redazione

Forza ragazzi , avanti così!

In questa città  con anche dell’  ironia di accompagnamento di qualcuno sono  del tutto  inutili  il CONSIGLIO COMUNALE , e ciascun consigliere preso uno per uno.

Potrebbero dire qualsiasi cosa,tanto nelle stanze dei bottoni decidono amabilmente come e cosa vogliono.

Questa Redazione si allinea  con spirito militare e stima incondizionata.

Anche perche’ al momento , va davvero benissimo tutto .

e chi dice il contrario e’ un mistificatore ed in mala fede .

SIAMO UNA SQUADRA  DAVVERO FORTISSIMI  ed a partire dalla privatizzazione accellerata del bene-profitto pubblico Porto 2000 al racconto delle pietre solitarie,non i diamanti ,ma un mattone con calcestruzzo e cazzuola,

battiamo le mani,o meglio,

baciamo le mani

Annunci

12 Responses to LA VOLETE COSI’ E COSI SIA ! BRAVI TUTTI ,AVANTI A TAVOLETTA !

  1. Kinto ha detto:

    Era l ora che questa redazione la finisse
    con le bugie.
    A Livorno nessuno viene a fare il conquistatore
    quando in Consiglio Comunale dallo scranno piu alto fino all ultimo banchetto viene detto qualcosa viene sempre rispettato.
    La privatizzazione della Porto 2000 e’ la globalizzazione che tanto aspettavamo.
    Gallanti fa gli interessi esclusivi di Livorno dal primo giorno in cui e’ arrivato,
    grazie ad una nomina che piu’ illuminata
    non potevamo augurarci.
    Chi dice che aver speso quasi 30 milioni di euro per l’Odeon e’ stata una brutta operazione amministrativa,
    si guardasse allo specchio e di brutto vedrebbe probabilmente se stesso.
    Anche i picchetti dei lavoratori senza lavoro per le strade cittadine
    sono solo delle messe in scena di uomini senza spina dorsale
    che non saprebbero altrimenti cosa fare dalla mattina alla sera.
    Questi sono alcuni esempi,basta davvero,qui
    a Livorno le cose vengono fatte a regola d’arte.
    senza interessi di bottega,
    ed in piena trasparenza di intenti ed azioni.
    ” e chi dice il contrario e’ in malafede”.
    Saluti

  2. SJ e Wladimiro dicono cose che dovrebbero far riflettere.
    Di fatto si è avvviato formalmente un percorso che sarà affidato a chissà chi, che detterà, nientedimeno, le scelte ed i momenti più opportuni.
    Un advisor/padrino cui tutti, anche sindaci e presidenti andranno a baciare le mani?
    Livorno non è questo e le persone che la rappresentano non sono picciotti, ci mancherebbe, Siano essi sindaci, presidenti o consiglieri comunali.
    Tuttavia mettere sotto tutela di un advisor de noartri le procedure e le scelte libere di un Consiglio Comunale è francamente inopportuno.
    Così avevamo ascoltato in Consiglio da tutti gli interventi. Nessuno escluso.
    Andrò a risentirmeli, il bello dello streaming.
    Mi domando a questo punto a cosa servano audizioni e commissioni.
    Basta leggere il giornale il giorno dopo, anzi il giorno prima con l’odg deciso da Gallanti-
    Oppure, da ora in poi, deciso dall’advisor de noartri e da quelli che deciderà di ascoltare . Bontà sua.
    A proposito, ma quanto costa un advisor?

  3. Sirio ha detto:

    Sui costi dell’advisor la domanda e’ pertinente.ci racconteranno che anche lui e’ venuto a farci un favore;comunque lo spettacolo in scena e’ in linea con tutto cio’ a cui assistiamo da tempo ormai.Prese per i fondelli,operazioni in penombra,e niente piu’.Giusto per non incorrere in qualcosa di violento anch’io dico :Baciamo le mani.ci mancherebbe altro.

  4. Mario ha detto:

    Facendo invece lo “scissionista” Io dico che prendere in giro tutti i consiglieri a partire dai propri ,alcuni dei quali ci onorano di scrivere in questo spazio,e’molto pericoloso.Perche’ la dignità non ha prezzo,ne quella politica e tanto meno quella personale,ed in vista dell ‘ approvazione del bilancio di Aprile mi sembra si stiano gettando le basi perche’ si faccia finire e presto questa legislatura.Magari i voti in consiglio comunale ,e ne servono 21 , li andranno a chiedere a Gallanti ed all’advisor travestiti, e con la maschera da consigliere Pd,tipo Mission Impossible.A mio avviso si scherza davvero con il fuoco,e tranne il profitto per le tasche di qualche privato piccolo o colosso che sia,non capisco veramente dove si voglia andare a parare con queste operazioni.

  5. Mario ha detto:

    capisco poi che senza la “prima pietra” non si puo’ iniziare,ma dopo 9 anni si dovrebbe apporre ovunque “l’ultima pietra”,quella che conclude i lavori….Ma si sa che con la propaganda a pieno”regime” sono battaglie contro i mulini a vento.Baciamo le mani.

  6. Alessandro Latorraca ha detto:

    Carissimi condivido le vostre sarcastiche incazzature e la difficoltà di trovare un bando della matassa sempre più introvabile.
    Questa volta però sembra che la cronaca ci aiuti a capire una cosa che forse ci sta sfuggendo di mano o ci è già sfuggita.
    Lo spostarsi dei centri di governo e decisione sempre più lontano dai territori e da coloro che intendono rappresentare questi territori stessi. È un reale problema di democrazia mancata. In nome di interessi lontani, inspiegati forse ben nascosti i territori sono sacrificati al moloch del mercato. Va bene che Livorno ormai e una sperduta provincia dell’impero ma guardate cosa sta succedendo per la tav fiorentina e soprattutto per gli aeroporti di Pisa e Firenze, declassati come successo per il,porto di Livorno di auliche tempo fa. Strategie lontane che non considerano in maniera colpevole le ricadute sui territori in una politica globalizzata che certo deve rendere conto di mercati giganti, ipertrofici ma non può considerare l’uomo mero strumento di misurazione economica.
    La necessità sempre maggiore di costituire forti aggregazioni politiche territoriali con un peso almeno sui tagli nazionali.
    Persone capaci dileggere in anticipo e con rigore scientifico la realtà economica e politica perpoi contribuire a creare reti di sinergia politico-istituzionale che affrontino i nodi di questa c..o di globalizzazione . Altrimenti altro che Gallanti..ne vedremo di peggio, certo non nella persona ma sicuramente nei metodi altamente anti democratici ma pur sempre rispettosi delle regole costruite a loro misura e consumo.

  7. St. John ha detto:

    un paio di compagni della redazione hanno composto questa nota sulla scelta della sponda est per la centrale ad olio di palma

    “c’è da chiedersi perchè la sponda est della Darsena Toscana dove sarebbe dovuto nascere il più grande terminal multiproposta (cioè capace di accogliere tutti i tipi di merci non in container) dell’alto Tirreno sia diventato area per attività produttive e non per attività portuali. Le attività produttive potrebbero anche avere come destinazione altre aree mentre quelle aree dove sorgeranno queste attività sono uniche sia come pescaggio sia come sbocco. Quella sponda est della Darsena poteva dunque diventare una grande area multipurpose e invece è stata parcellizzata impedendo definitivamente al nostro porto di poter avere un largo respiro compreso quell’asse ferroviario atteso da anni ”

    http://www.senzasoste.it/livorno/la-port-authority-dice-si-al-biodiesel-degli-indonesiani-tutti-i-dubbi-sulla-scelta

    non vorrei che tra riparazioni che non sono mai partite, centrali ad olio di palma, primato di crociere e passeggeri sul resto si arrivasse a dire “c’era una volta l’economia produttiva a Livorno”.
    Ma cosa lo dico a fare, altro che hamburger ..con 7-8000 chioschi di Fish and Chips sparsi per tutta la città, assieme a 2-3000 di kebab amaranto si risolve il problema :)

    per il resto un advisor per una privatizzazione così (ah già ma non vuol dire che privatizza :D) un ce lo vedo a spostarsi per cifre simboliche..

  8. Caro Alessandro, il porto e’ il cuore di tutto, a Livorno. E padrini, od aspiranti tali, sono sempre in agguato. La bussola e’ tenere fermo il ruolo della citta’, consiglio e sindaco. Al di la’ delle contingenze. Immagino che molti coltivano ambizioni e sono portatori di interessi, che si nutrono di un affievolimento del ruolo delle istituzioni rappresentative . Ogni occasione di confronto alla luce del sole va utilizzata al meglio. Almeno per capire. E vicende non lontane insegnano molto per questo, per ipotizzare manovre dietro le quinte che farebbero rabbrividire.

  9. GHINO DI TACCO ha detto:

    Ditene a QUERPOPODISINDAO e alla Sua POPODIMAGGIORANZAEASSESSORICOMPRESI, che oggi Marchionne ha inaugurato il nuovo stabilimento Maserati che sorge dove era lo stabilimento Bertone
    Vi ricordate quando nel palazzo di STIPOPODIFENOMENI , si polemizzava perché la Fiat rubava il progetto a Rossignolo e pretendeva di occupare la Bertone
    Oggi STOPOPODISINDAO si accontenta di murare un mattone a futura memoria…..OREDIOLI!!!!!!!

  10. St. John ha detto:

    ah, crollo titoli Eni-Saipem, oltre a ça va sans dire Monte dei Paschi (il Golgota del Pd), a causa di una forte revisione al ribasso degli indici di redditività Saipem. E’ durato pochino lo spot “Eni che salva Basket Livorno e Major”..

  11. La pagina dell’eni che riporta il basket di Livorno in serie A credo sia da incorniciare. da brividi

  12. henry brubaker ha detto:

    Condivido Mario,la prossima volta che Cosimi impugnera la cazzuola chiamero i Pink Floyd e una controfigura di Maria Maddalena =scagli la prima pietra…=Ci risparmi il messere queste clownnerie.Un po di decenza,per favore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: