LA NUOVA COALIZIONE E CONFRONTO .

de peppo

da il Tirreno

Sono ormai più di cinque anni che l’Associazione Confronto, con la Lista civica che ne è derivata, è presente a Livorno con l’ambizione di stimolare in città idee ed iniziative che possano favorire la crescita di una cultura civica in grado di rendere protagonisti cittadini, operatori e professionisti. La delicata fase che attraversa il nostro Paese e la nostra comunità presenta aspetti di profonda innovazione della vita politica, che rafforza il senso del nostro impegno. La recente e fattiva partecipazione dell’Associazione Confronto alle primarie del centro sinistra a Livorno, avendo condiviso sede ed obiettivi con Bruno Tabacci, ora protagonista di Centro Democratico, nel sostegno alla coalizione di centro sinistra, ci consente di contribuire, nell’ambito delle nostre possibilità, a dare forza a questa battaglia elettorale. A partire dai contenuti e dai programmi. Come abbiamo fatto proprio durante lo svolgimento delle primarie di coalizione con il dibattito sui temi della sanità al quale hanno autorevolmente partecipato Alessandro La Torraca, Grazia Rastelli, Alessandro Baldi e Fiorella Cateni. Una modalità di un confronto che può essere un prezioso arricchimento tra le istituzioni, la società civile, il mondo dell’associazionismo e delle professioni. Una ricerca di concretezza che deve assolutamente caratterizzare una diversa e pragmaticamente decisa innovazione del far politica. Per questo sosterremo il centro sinistra, in collaborazione con Centro Democratico nella sede di Scali Olandesi e con la massima attenzione alle altre componenti della coalizione, Partito Democratico e Sinistra Ecologia e Libertà. Giovanni De Peppo Presidente Associazione Confronto

 

Gianfranco Lamberti

De Peppo e’ lineare. Bene. Credo che tutti i nostri interlocutori debbano partire dal fatto che stiamo giocando una partita dai contenuti del tutto nuovi, anche per Livorno. Il fatto che siamo dentro una coalizione e con qualche idea da spendere, piuttosto che pacchetti di voti in bianco come abbiamo visto di recente, può essere vitale ed utile. Utile ad una pagina nuova, che non può essere la replica di una dc correntizia, ma una cosa nuova e piu’ trasparente.
Dice bene Alessandro, non credo che si debba venir meno ad un mandato elettorale, per giochetti e tattiche, come proponeva qualcuno fuori e dentro la maggioranza. Piuttosto dobbiamo riempire di contenuti e buone pratiche la nuova stagione.La peggiore di tutte sarebbe stare ad aspettare cosa conta questa o quella corrente del pd al prossimo congresso.
Yari e’ il segretario del P D, sicuramente in mezzo a qualche problema, per passaggi difficili,ma e’ giovane ed ha chiuso vecchie storie meschine; poi ci hanno insegnato a dialogare con i segretari, non con i capi o capetti di presunte correnti.
Rispetto e dignità, politica alla luce del sole senza trucchetti. Ed anche il peso di una idea e di un percorso che attraversa l’intera coalizione, va misurato complessivamente. Vecchi schemi non funzionano più e non funzioneranno. Per questo inviterei ad analizzare anche il deserto, con poche eccezioni , che si trova fuori da questa area politica e culturale. A Livorno in particolare. Partire dai contenuti non dai pacchetti di voti mi sembra la bussola,il Compass. Come fanno Alessandro, Wladimiro, Fenzi oggi sulla Nazione,De Peppo e tanti altri,anche qui sul blog.Con idee plurali, per fortuna. Basta siano, come sono, di qualità . La nuova stagione plurale con più protagonisti autorevoli ed autonomi, sarebbe la vera novità , per dirla alla Lucio Dalla.

Annunci

One Response to LA NUOVA COALIZIONE E CONFRONTO .

  1. De Peppo e’ lineare. Bene. Credo che tutti i nostri interlocutori debbano partire dal fatto che stiamo giocando una partita dai contenuti del tutto nuovi, anche per Livorno. Il fatto che siamo dentro una coalizione e con qualche idea da spendere, piuttosto che pacchetti di voti in bianco come abbiamo visto di recente, può essere vitale ed utile. Utile ad una pagina nuova, che non può essere la replica di una dc correntizia, ma una cosa nuova e piu’ trasparente.
    Dice bene Alessandro, non credo che si debba venir meno ad un mandato elettorale, per giochetti e tattiche, come proponeva qualcuno fuori e dentro la maggioranza. Piuttosto dobbiamo riempire di contenuti e buone pratiche la nuova stagione.La peggiore di tutte sarebbe stare ad aspettare cosa conta questa o quella corrente del pd al prossimo congresso.
    Yari e’ il segretario del P D, sicuramente in mezzo a qualche problema, per passaggi difficili,ma e’ giovane ed ha chiuso vecchie storie meschine; poi ci hanno insegnato a dialogare con i segretari, non con i capi o capetti di presunte correnti.
    Rispetto e dignità, politica alla luce del sole senza trucchetti. Ed anche il peso di una idea e di un percorso che attraversa l’intera coalizione, va misurato complessivamente. Vecchi schemi non funzionano più e non funzioneranno. Per questo inviterei ad analizzare anche il deserto, con poche eccezioni , che si trova fuori da questa area politica e culturale. A Livorno in particolare. Partire dai contenuti non dai pacchetti di voti mi sembra la bussola,il Compass. Come fanno Alessandro, Wladimiro, Fenzi oggi sulla Nazione,De Peppo e tanti altri,anche qui sul blog.Con idee plurali, per fortuna. Basta siano, come sono, di qualità . La nuova stagione plurale con più protagonisti autorevoli ed autonomi, sarebbe la vera novità , per dirla alla Lucio Dalla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: