E DOPO ‘Il gratta e vinci’ LIVORNESE AL PARLAMENTO FORZA E CORAGGIO .

happy

La Redazione

Potrebbe sembrare ironico il titolo,in realta’ nell’ultimo giorno dell’anno che gia’ introduce il 2013, auguriamo a tutta la città che la Preside di Cecina ed il confermato (secondo ) Filippi sappiano portare le istanze livornesi a Roma con la giusta tempra e con degli effetti benefici concreti sul nostro territorio.

Salutiamo e senza sorpresa l’ultimo posto della  Bolognesi,che arriva sesta tra sei,e speriamo che finalmente tutto il centrosinistra si liberi da certi attaccamenti a poltrone che male si sposano con i bisogni ed i desideri dei propri elettori.

Speriamo inoltre che il 2013 porti alla ribalta una politica sana e migliore della stagione precedente,e porti anche all’eliminazione di molti sprechi,partendo dalla Province arrivando a quella miriade di società inutili quali la Liri ad esempio. 

AUGURI A TUTTI ,E SOPRATTUTTO BUON INIZIO A TUTTI,l’anno che verrà sara’ tosto come questo appena passato,ma dei buoni semi sono gia’ stati messi in campo,aspettiamo i frutti con fiducia e quella dosa di realistico ottimismo che non puo’,e non deve mai mancare.

 FORZA LIVORNO .

Annunci

11 Responses to E DOPO ‘Il gratta e vinci’ LIVORNESE AL PARLAMENTO FORZA E CORAGGIO .

  1. Le primarie sono finite e con esiti inequivocabili, peraltro prevedibilissimi, e qui lo hanno fatto in molti da diverse angolazioni.
    Anche se con scarso entusiasmo, ma alla fine chi ha votato, e tra questi molti di Confronto, ha cercato di usare un minimo di saggezza. Peraltro sostenendo,in questo modo, quel poco o tanto di rinnovamento, ancora incerto ed a tratti maldestro, che la nuova dirigenza del pd si e’ dato. E poiché tra innovatori finti del vitalizio per sempre, vedi vecchi goliardi della politica cittadina, e giovani che comunque mostrano coerenza e coraggio non ci poteva essere gara, gara non vi e’ stata.
    Ora chiudiamo l’anno, come dice la redazione, ed apriamo il nuovo cercando di mette in evidenza, nella agenda Bersani, Livorno e la coalizione che si e’ impegnata fin qui, seriamente e senza menarsela tanto.
    I temi sono sempre quelli, a parti da una amministrazione che ha da fare un ultimo trattori cammino, in condizioni tutte da capire. Può farcela o meno, ma almeno, dopo ieri, abbiamo capito lo scenario di oggi e di domani . E non e’ poco, anzi!

  2. henry brubaker ha detto:

    Accidenti,se molti di Confronto sono andati a votare su Livorno e se vogliamo escludere il voto per la Costagli(da interpretare proprio perchè dato a una perfetta sconosciuta) ,ci attestiamo largamente sotto le 3000 unità.Un flop di dimensioni colossali.Happy new year,naturalmente.Ci vediamo al Bagno d’Inverno.Ah ah

  3. Kinto ha detto:

    Buon anno a tutti,
    e che l anno nuovo ci porti buone cose
    nella ricerca se non della felicita’ come sancito dalla costituzione americana
    almeno di grandi slanci di dignità e serietà,
    a partire dalla politica.
    Saluti e speriamo che anche la città possa grattare e vincere
    qualcosa…

  4. Giovanni De Peppo ha detto:

    Credo che sia opportuno prima di andare a brindare per il 2013 ed augurarci che potremo contare su parlamentari attenti e preparati a sostenere il nostro territorio, cogliere un segno di ottimismo dai complessivi risultati di SEL e del PD.
    Dei segnali di novità vi sono e forse con attenzione va osservato che con la professoressa Rocchi ed il professor Giannini possiamo pensare che i temi della formazione, della ricerca, dell’università e della scuola, su cui tutti siamo consapevoli della importanza per i processi dello sviluppo, potranno confidiamo avere la giusta rilevanza ed espressione anche dal nostro territorio livornese.
    Possiamo pensare che escano sconfitte da queste primarie le logiche che hanno ancora visto riproporsi vecchi giochi di alleanze strumentali con il sapore di voglia di esserci comunque.

  5. St. John ha detto:

    visto che ci sarà tempo per tutto il 2013 per commentare in maniera differente, se non radicalmente opposta, quanto accade direi che è il giorno per gli auguri di capodanno.
    A tutti del blog ma in particolare al Conte che temo non abbia digerito parte del cenone una volta saputo che Filippi è stato rieletto :)
    Un pensiero anche a piantino il cui perlage della bottiglia del brindisi di capodanno, di qualsiasi caratura sia stato, sarà sicuramente risultato indigesto. C’est la vie..

  6. GHINO di Tacco ha detto:

    Al tuffo di capodanno del 2013 le dichiarazioni FUORILUOGO e SENZASENSO di QUERPOPODISINDAO
    “I livornesi oggi qui dimostrano che vogliono reagire alla crisi e Livorno e i livornesi vogliono ribadire l’importanza di Livorno nel contesto mediterraneo……….”
    Parole fuori luogo e senza senso, se dette in un contesto come quello del tuffo di capodanno…….CHE CIAZZECCA :-(((
    PS.
    Ora che i candidati sono stati scelti per Roma, mandiamo STOPOPODISINDAO a cagareeeeeee !!!!!

  7. Non avevo capito, caro Ghino, la proiezione euromediterranea del bagno di capodanno, qui dal sud ed alle prese con questioni di una certa serietà . Leggero’ le cronache domani , sono curioso davvero.
    Ma oggi , dice bene SJ, e’ il giorno degli auguri, con o senza tuffo euromediterraneo.
    Auguri davvero a tutti, e sono tanti, che ci seguono con pazienza quotidianamente ormai da anni.
    Una serie di voci che non sono certo irrilevanti, se molti le citano e le commentano, ben oltre i confini del web.
    Del resto , da quando abbiamo iniziato, siamo arrivati a circa 400.000 contatti , contando gli unici giornalieri.
    Certo non sono numeri record, ma nemmeno irrilevanti, anzi.
    Nel 2012 abbiamo visto di tutto. Inutile ricordare storie che ci ricordiamo benissimo . Molte non vorremmo rivederle più .
    Altre potrebbero essere la premessa per qualcosa di meglio, per ciascuno di noi, per le persone che ci sono care, per i tanti sogni e le tante speranze , che vorremmo proprio non andassero perdute alla fiera della vanità vacua ed inconcludente, che spesso caratterizza la nostra politica locale.
    Ringrazio tutti e, pensando a Napolitano che cita Benedetto Croce, come faceva il mio professore al liceo, essendone un allievo raffinato, viene da pensare al fatto che non tutto può o deve finire in burletta. Per dirla alla livornese e non alla partenopea.
    Ecco, un anno serio e di persone serie, basterebbe eccome.

  8. Ricambio tutti gli auguri ..

    St.John …. Filippi sarà il 3 volte senatore della Repubblica da Livorno .

    Vedi, questa è una medaglia che il Pd e qualche livornese si sono attaccati al collo per il resto della vita .

    Arrivare comunque secondo dietro la sig.ra Rocchi presa , come tu spesso scrivi , ti hanno ascoltato.. , dall’elenco del telefono ( di Cecina addirittura ..!!) anche se sostenuto dal partito è roba da fenomeno.
    Bravo lui , 3 volte senatore , vitalizio e 200mila euro l’anno da anni. Partito da Asa

    Vedi St John , credo che i bischeri siamo noi .Dati alla mano è così .
    Facciamocene una ragione…che poi arriva facile facile …. per lui che rimane a Roma c’è chi rimane a Livorno a fare i tuffi al Gabbiano .

    The end.

    La Bolognesi poi , sostenuta da Martorano e 2 BIG del Pd che perde la sua scalata non solo al Parlamento ma al sindaco 2014 è una storia triste con risvolti grotteschi ancora tutti da scrivere .

    Una cosa è sicura , da oggi a qualcuno ‘ni caa l’orso’ ! ;

    Forza Magico Livorno !!!

    ps Spinelli frugati !!

  9. Ludom ha detto:

    Oltre a farvi i migliori auguri di buon anno, per riprendere un aspetto toccato da Lamberti, direi che al blog non è andata davvero male né la fine dell’anno, che ci ha riportato un henry in piena forma, né quest’inizio, in cui torna a parlare un Conte armato di nuova saggezza e più amaranto di prima. Fatti vivo, spadaccino!
    Ho fatto appena in tempo a vederli i risultati delle primarie, poi sono partito. Anche senza cedere a nostalgie per antichi centralismi (d’altronde ci sono sempre andati strettini, no Wladimiro?) sarà che democratico non lo sono proprio ma non riesco a capire perché le abbiano indette. Questa nuova vertigine democraticistica, che si vorrebbe antidoto al populismo, è un’altra delle tante ubriacature che hanno “disarmato” quella ciurma che tentò il mare aperto e che ormai darei tristemente per dispersa.
    Un partito che si candida alla guida del paese non può, dopo un’investitura così ampia come quella ricevuta a inizio dicembre, appellarsi o far finta di appellarsi, che è persino peggio, di nuovo al popolo per dirimere, per di più in tre balletti, questioni così “nevrotizzanti” come la formazione delle liste.
    Fossero un partito, porcellum o meno, si sarebbero assunti la responsabilità di dimostrare, autonomamente, di essere gli autentici interpreti di quell’istanza di rinnovamento, di essere all’altezza della legittimazione a governare e quindi a “scegliere” che avevano ricevuto dal loro popolo.
    Avrebbero avuto addirittura più chance di rinnovamento. Ad esempio, come si fa a valorizzare le competenze, il merito, come dite voi, se un “virtuoso” esponente della società civile si può solo invitarlo a sottoporsi al giudizio dei propri elettori? Laddove la società civile, realmente estranea alla politica politicata, si sente in grado di mettersi in gioco, lo fa da sola. Non aspetta il pd.
    Spero che almeno a posteriori lo si possa riconoscere: non ne sarebbe venuto fuori un risultato peggiore né in termini di figurette, né in termini di candidati, né in termini di fibrillazioni interne e a parte, qualche criticone che non sarebbe mancato, la “gente” li avrebbe visti persino volentieri alla prova. Mi sembra che l’abbia detto chiaramente il popolo delle primarie.
    Infatti, non si può dire che sia stata la qualità dei “nostri” candidati a determinare il flop di partecipazione. Il calo è impressionante ovunque. Si parla di un terzo anche laddove la situazione era più “pepata” e animata da nomi di grido.
    Certo non raggiungere il quarto dei partecipanti è drammatico ma penso che qui pesino altre questioni. Mi sbaglio, oppure Collesalvetti, che non aveva suoi candidati per giunta, sta sulle medie nazionali?
    A questo proposito, rincaro la dose di Ghino. Evitato lo scandalo di un compenso abnorme per l’opera amministrativa che abbiamo davanti, possiamo staccare la spina oppure no? Dobbiamo ancora sperimentare se questa coalizione che ha fin qui lavorato senza menarsela tanto possa farcela o meno a dare un senso a quest’ultimo tratto di cammino? Secondo me si fa anche del male questa coalizione, ammesso che esista nella realtà oltre che nelle intenzioni degli alleati del pd.
    Ma sono discorsi fatti e rifatti. Chiedo scusa e rinnovo gli auguri.

  10. henry brubaker ha detto:

    D’accordo con Ludom.Comprendo la strategia politica di Centro Democratico/Confronto/Api (auguri),ma garbatamente dissento dall’ottimo De Peppo.Io conosco solo quel Rocchi che è andato all’Inter,la Preside è uscita fuori dal cilindro dalla contesa pilotata Bolognesi/Resto del Mondo.(per non parlare della sconosciuta Costagli)Quando si vota “per contrarietà” anche in un contesto limitato come le primarie/parlamentarie,vuol dire che questa Città continua a rappresentare un formidabile collettore di voti per il partito nazionale,ma non esprime pressochè nulla quando si deve rappresentare il territorio.Che peraltro se ne è infischiato delle urne. E questo è un dramma,lo dimostrano la vicenda della Tirrenica ,le mancate compensazioni della Sat,lo stato di abbandono in cui versa il nostro Porto in mancanza di regole e di marketing territoriale.Tutte questioni fulcro di cui si è dovuto fare carico senza alcun successo l’ex grande timoniere (oggi tuffatore d’inverno) Cosimi in mancanza di un autorevole referente nazionale e forse anche regionale (chi è veramente Rossi per Livorno?,dubbio amletico).Quanto allo splendido Giannini,rilevo che quella manciata di voti una volta serviva a stento per farsi largo in Circoscrizione.Dunque,preso atto della qualità della persona (che non si discute),si rifletta anche sulla sua effettiva capacità rappresentativa.Non sempre le primarie producono un saldo effettivamente positivo.

  11. Ludom e hb toccano punti cruciali. La mia lettura nasce da lontano, allorquando si e’ avviata una stagione autolesionista, che sta producendo frutti copiosi. Tuttavia ormai e’ un’altra storia, inevitabilmente e per fortuna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: