LA SCELTA DI YARI

pollice

Redazione

Sono ore febbrili per le candidature locali al Parlamento,ma la ragione sembra essere tornata sul tavolo politico….

G.Lamberti

La scelta di Yari, che francamente ci aspettavamo e ci auguravamo, non può che confermare la nostra stima nei suoi confronti.
La cosa più saggia, che incassa un dato oggettivo ossia un giudizio positivo sulla sua persona e sul suo operato. Una valutazione spressa sia da chi lo aveva sostenuto come candidato, che danchi lo aveva sostenuto come segretario per guidare questa fase complicata del suo partito e della città .
Visto che nessuno – anche chi osserva da fuori al partito e sta nell’alleanza di centrosinistra per vincere, non solo per partecipare – può giocare al tanto peggio tanto meglio, il fatto che Yari rimanga alla guida della forza più importante della coalizione è rassicurante e conferma uno scenario politico sul quale avevamo da tempo ragionato. Non per citarci, ma basta scorrere gli articoli di apertura del blog di questi ultimi giorni. Magari guardando quella sedia da regista che gli abbiamo dedicato ad inizio partita.
Ludom, Del Corona, la stessa Simonetta Pampaloni oggi sul Tirreno ( che chiarisce opportunamente che la sua proposta non era frutto di una intesa sotterranea con il segretario, ma un attestato di stima verso il rinnovamento e contro vecchie cariatidi ), portano alla stessa conclusione. Yari, certo a modo suo, rappresenta un segno di innovazione importante. Una strada da non interrompere, nel segno del rinnovamento rispetto a vecchia pratiche. Ora vedremo le regole e capiremo meglio, ma le primarie sono uno spartiacque , se sono fatte sul serio, come è avvenuto per Bersani. Chiedono a tutti di uscire allo scoperto e non consentono di nascondersi sotto i tavoli in attesa che qualcuno decida per te, dietro trame da corte dei Borgia. Aria nuova quindi, volenti o nolenti. Finalmente. E Yari è un attore indispensabile di questo cambiamento, guardando ad oggi ed a domani.

Annunci

10 Responses to LA SCELTA DI YARI

  1. Kinto ha detto:

    Mi sembra il miglior punto di partenza la scelta del
    segretario del Pd,che riafferma il proprio ruolo
    di persona solida e terza rispetto a molte cose..
    Fermo restando che se ne vedranno delle belle a mio parere tra
    Insider e Outsider molto sgamati.
    Se questo Pd che guarda oltre continua su questa strada di rinnovamento e trasparenza credo possa avere un lungo
    percorso di crescita,anche per la città,
    se come pareva stesse avvenendo
    fosse ripartito ancora una volta dal Congresso dei Ds 1999
    con la nefasta e perdente cordata
    ancora oggi attiva evidentemente
    non si va da nessuna parte.
    In questo fine settimana abbiamo avuto l ennesima riprova che certi semi daranno sempre gli stessi frutti
    a mio parere un po marcini.
    Si faccia squadra ma con linfa nuova e non vecchi spifferi velenosi e
    pericolosi in tutte le stagione.
    Bravo De Filicaia barra a dritta.
    Saluti

  2. Sirio ha detto:

    Bravo Yari,devi essere il regista principale di questa fase politica che in molti ci aspettiamo nuova e migliore delle precedenti.Scelta saggia,anche perche’ dai complimenti della base un segretario ne esce rafforzato.Vedremo le regole ed aspettiamo le candidature alle primarie anche se la figlia di Nereo Marcucci, presidentessa dei giovani Industriali non avrebbe proprio le caratteristiche della candidata di centrosinistra che mi piacerebbe avere a Roma,Questo e’ poco,ma sicuro.

  3. Mario ha detto:

    E’ certo che alla luce del meritorio passo indietro del segretario Pd,ci dovrebbe essere un passo indietro pubblico e istantaneo anche da parte di chi se candidato,manderebbe Livorno ad elezioni anticipate.Mi sembrerebbe opportuno,molto piu’ di un “non vado dove non mi chiamano”.troppo facile cari miei.Se e’ vero che c’e’ grande bisogno di un De Filicaia che guidi la coalizione di centrosinistra fino all’elezione del prossimo sindaco,e’ ancora piu’ vero che solo l’idea che Livorno con tutte le partite aperte che ha,Nuovo Ospedale,POT in primis ,lasci tutto a chi verra’ e non ne chiuda una di partita mi sembra di un irresponsabilità assurda e molto molto pericolosa.Altro che DEROGHE.

  4. St. John ha detto:

    >Simonetta Pampaloni oggi sul Tirreno ( che chiarisce >opportunamente che la sua proposta non era frutto di una intesa >sotterranea con il segretario, ma un attestato di stima verso il >>rinnovamento

    suvvia, un segretario che riceve un endorsement di quel tipo da due circoli importanti se non sapeva nulla è anche lui da cena dei bischeri :)
    Siccome mi sa che qui da cena dei bischeri ce ne sono pochini, meglio così, i comportamenti di un segretario in un caso del genere sono ascrivibili a tre motivi: a) una prova di forza, sotto attacco, per far capire di esserci ed eventualmente fare il beau geste, concordato, per offrire la candidatura vera b) prepararsi una via di fuga c) prendere tempo, e argomenti, per trattare con l’avversario.

    Il fatto che città o sia indifferente o non ci capisce nulla rivela un metodo di governo. Le primarie sono la trasparenza per la signora Gina mentre dietro le quinte vola di tutto. Avessi poi letto o sentito una mezza dichiarazione di sapore politico. Tutto un gioco di posizionamenti nemmeno originale. Poi se la gente si indirizza verso un populismo da improvvisi..non è che ha torto..

  5. Mario ha detto:

    Quello che dici St.John non è mai banale,anzi,capisco cio’ che dici pero’ resta il fatto che uno si e’ tolto dalla contesa,a l’altro aspetta la deroga da Bersani o chi per lui per mollare Livorno nel bottino dove l’ha messa,in tasca alle elezioni anticipate,ed in tasca a tutte le grane della città che invece di risolvere fino all’ultimo minuto spera di ammollare a chiunque altro.La differenza c’e’ e mi sembra anche piuttosto sostanziale,tra chi tira a dritto con responsabilità,e chi cerca in tutti i modi una way out con vitalizio,ecchecazz.Circa poi la presidente di confindustria stendo uno dei veli piu’ pietosi che si possano immaginare.

  6. Condivido SJ, magari aggiungendo una ipotesi d), che immagino si capirà meglio a fine partita.
    Che poi si debba fare riflessioni politica e’ sacrosanto. Ma quello che sta succedendo e’ politica, quella che abbiamo davanti e con la quale dobbiamo fare i conti. Ci piaccia o meno, ai tempi di Napolitano, Monti e delle primarie. E dei listini….

  7. Sirio ha detto:

    Gia’ i listini,la ciambella di salvataggio della vecchia politica.Fosse per me lo abolirei e non farei deroghe a nessuno dalla Bindi a venire in giu’ agli amministartori locali in carica.Ma scherziamo.

  8. St. John ha detto:

    >Ma quello che sta succedendo e’ politica

    ha sicuramente riflessi politici. Ma riflessi politici li portano anche una siccità, una mareggiata o il passaggio di un branco di bufali :) Qui non si stanno scontrando linee politiche, alla luce del sole tanto che la parola d’ordine è bocche cucite. E’ in atto un regolamento di conti nella stagione degli amori (candidature e nomine). Lo scontro tra linee politiche è tra metodo di lavoro, ricerca, lunga anni e con precisi fini politici, categorie di pensiero, concezioni dell’organizzazione politica, della mobilitazione, degli obiettivi e delle strategie. In questo modo il potere e anche i più banali (e umani) interessi, trovano un contenitore di interesse collettivo. Così volano solo le piume fuori dal pollaio. Guardate a me del Pd non preoccupa che è un partito di destra, e nemmeno una destra tanto liberal, ma che non sa lavorare politicamente, non in modo da stare al livello dell’alta complessità del presente.

    >cio’ che dici pero’ resta il fatto che uno si e’ tolto dalla contesa,a l’altro aspetta la deroga da Bersani

    perchè tra i due passa la differenza che c’è tra uno che ha appena cominciato una carriera politica di un certo livello (per i vostri gusti eh…io non farei quello che fa lui nemmeno prendessi 50.000 euro il mese. E’ questione di pelle) ed uno che ha percepito il rischio dello stato terminale della sua. A parti invertite, entrambi si comporterebbero allo stesso modo. E’ il modo di distribuire il potere a Livorno, che è stato addirittura naturalizzato, che non serve piu’ a questa città.
    Toh dopo tanto..dico una parola buona su Napolitano. Oggi ha fatto capire che darà l’incarico a chi vincerà le elezioni. Sembrava scontato ma non lo era. Una cosa decente una volta tanto. Se no rischiava di andare a Palazzo Chigi il quarto..che ha pure contro i 2/3 degli italiani (sondaggio Swg. A riprova che Monti è popolarissimo..ma sui tg).

  9. Alessandro Latorraca ha detto:

    Bisogna aspettare le decisioni di questa sera ma mi sembra che alla fine sia prevalsa una linea, quella linea che in diversi avevamo espresso l’altra mattina in direzione. Una linea espressa con calma, dettata da ragionevolezza che metteva in fila concetti chiari e forti quali rispetto delle regole, rinnovamento, idee ma soprattutto la necessità’ di terminare un percorso che vede alla fine lo sforzo per creare una cultura e una classe dirigente nuova per le sfide mai sperimentate in una città’ che sarà’ profondamente trasformata da qui al 2014. Yari dopo un seppur breve periodo di pausa di riflessione ha scelto per il meglio. Con forza gli avevo espresso la necessità’ di saper aspettare, di far prevalere un percorso comune rispetto ad uno personale, seppur legittimo.
    Qualcuno aveva pensato diversamente, qualcuno aveva espresso giudizi e modi di percorrere questa strada che ci avrebbero riportato indietro di anni.
    Ora Yari esce rinforzato, ora può’ essere veramente arbitro ora posso dargli con certezza che vale la pena rimanere al suo fianco per costruire quel partito che abbiamo tante volte detto di volere.
    Ora mi sento di poter continuare un cammino dove rappresentanze diverse in Yari possono trovare una sintesi reale.
    Ora il partito ne esce rafforzato. Bravo Yari.

  10. Riflessioni assai serie. Confronti che possono aiutarci tutti, anche Yari, a costruire qualcosa di buono. A partire dall’esempio di coerenz di Napolitano. Voliamo alto, almeno proviamoci davvero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: