Red Carpet e lustrini, luci e ombre di una città.Una cromia davvero stridente

La Redazione

Non vi e’ spazio qui per il facile moralismo,resta pero’ lo stridore strutturale di un tappeto rosso a coprire buche ed altri vuoti di sviluppo economico,ed anche culturale.Gioiremmo tutti di piu’ se al posto del rosso di un tappeto massificato,potessimo vedere piu’ blu,di tute da lavoro garantito e salvato,piu’ amaranto dell’orgoglio e dell’identità cittadina,piu’ azzurro del mare-specchio acqueo di banchine da sfruttare per la nostra economia,piu’ celeste e rosa degli asili nido dove trovano posto i nostri bambini senza disuguaglianze,e piu’ bianco colore di pulizia morale primo mattone dell’edificio Uomo.
Non vogliamo Paesi dei Balocchi,ma una città che affronta le criticità con spessore morale e politico,che si rilanci,abbia visioni lunghe e di respiro,e che non mandi piu’ bambini in gita o a fare un ‘esperienza al Parlamento italiano.
Ogni piccola cosa concorre a definire il tutto, chi ha oneri ed onori agisca con serietà e responsabilità.Come dovrebbe essere nel mondo degli adulti e non quello di Collodi.

CESARE TRUCCHIA
“L’analisi del dottor La Torraca è quasi perfetta,manca solo della considerazione della qualità del lavoro che oggi viene offerta da questi gruppi, dai rischi di perdita di lavoro,ogni lavoratore assunto nella distribuzione grande, se ne perdono 6 nella piccola distribuzione; se non stiamo favorendo la spersonalizzazione del centro e della città (non vorrei sbagliare ma l’operazione è di segno opposto rispetto al programma del PD); la necessità di presenziare ad un’inaugurazione nata da discussioni travagliate e poco limpide.
Il rischio è di aver fatto una grande figura di m.,
oggi come ho detto ad un po’ di amici che commentavano questo tipo di politica, forse è il momento di mollare; non è un mondo che mi appartiene;
sabato al Mercato ci sarà un evento offerto dalla fondazione cassa dei risparmi, si inaugureranno i lavori svolti all’ approdo grazie all’ intervento della fondazione. I lettori di questo blog, ma maggiormente i miei amici e colleghi sono a conoscenza dell’energia,tempo e progetti che ho investito per poter realizzare questo progetto (la maggior parte non conosceva nemmeno dell’ esistenza e della sua potenzialità ), bene dell’intervento e poi della festa sono stato informato dalla lettura della pubblicità .
a proposito di figure di m. ”

Annunci

5 Responses to Red Carpet e lustrini, luci e ombre di una città.Una cromia davvero stridente

  1. Effettivamente il red carpet con tutte le istituzioni generosamente rappresentate per un negozio che apre, come in decine di altre citta’ ha già fatto ed al posto di un glorioso cinema, sembra più una scena di un film di cattivo gusto , che una cosa seria.
    Questione di cultura e sensibilità . Naturalmente ognuno ha la sua e va rispettato. Non si può impedire a ciascuno di essere orgoglioso della propria.
    Lo dico pensando al silenzio di tutti, dopo le mie dichiarazioni documentate in consiglio sul fatto che Roberto Piccini non e’ indagato per nulla, nonostante questo si capisse da alcuni articoli.
    L’ho fatto per dovere istituzionale e per rispetto di una persona seria e per bene.
    Questione di cultura e sensibilità . Non e’ roba da red carpet, ma non e’ una bella cosa.
    Poi ognuno ama i colori che vuole, rosso ed azzurro sono nel nostro cuore.
    I tappeti, quelli srotolati per ossequio o per nascondercisi sotto non ci appartengono. Da una vita. E non abbiamo fatto quello che abbiamo fatto per caso, ci mancherebbe altro.

  2. Kinto ha detto:

    Sul cattivo gusto delle bollicine e dei tappeti rossi “autoritari”
    avevo gia’ scritto ,
    ma pare giusto sottolineare di nuovo.
    Come sarebbe stato giusto dare risalto all’ innocenza certificata e non cronacata di Piccini.
    Quanto al rottamato Filippi,per il grande rispetto che ho per il Dott.Lamberti e questo spazio dove sono ospite,
    non commento.
    Credo che certi schifii,certe balordaggini e vigliaccherie politiche si commentino comunque da sole.
    Livorno gia’ ne ha pagato salatissimo dazio come conseguenza.
    Pero’ lascio una canzone per stemperarmi e per esplicare il mio pensiero
    sul dipendente Asa in gita premio-Tursista per sempre al Parlamento per 8 anni
    “Io non lascio traccia” dei Negramaro”

  3. Sirio ha detto:

    Sfido un singolo cittadino con un po’ di onesta’ ,ed intelligenza a giudicare “l’esperienza” di Filippi come qualcosa di buono,ed anche con una briciola di rilevanza per la città di Livorno.Andiamo “oltre”,anche perche’ in presenza di certi rottami non ti danno neanche gli incentivi.Pero’ oggi e’ una stagione diversa,dove mi auguro si faccia squadra,dove le mezze calzette guardino le partite dalla tribuna,ed i pezzi buoni invece giochino le partite.Lamberti,Latorraca,Wladimiro,Bruno Picchi,Piccini e molti altri.Un buon orologio svizzero,come il vino di qualità, assume piu’ valore nel progredire naturale del tempo,e diventano valore aggiunto le primavere vissute.Le patacche,puoi pulirle quanto vuoi,puoi passarci sopra tutti i panni che trovi,ma patacche rimangono.Kinto un gran bel video,e come te anch’Io grido dopo 8 lunghissimi anni almeno “lasciate una traccia” signori miei,
    perche’ a furia di tappeti,e polvere da nascondere sotto quegli stessi tappeti Livorno oggi,e’ divenuta una rappresentazione farsesca in stile persiano.

  4. GhinoDiTacco ha detto:

    Se pensiamo ai mille problemi della SANITÀ PUBBLICA e dei profondi disagi dei cittadini contribuenti sia dei tempi. Del servizio che dei costi dello stesso PENSIAMO SIA GIUSTO ELARGIRE STIPENDI A STI POPODIFENOMENIVIVENTIDIDIEIGENTI
    Redditi record dei dirigenti Asl: aumenti fino a 24mila euro
    Diciassette responsabili dei settori tecnici e amministrativi si sono visti lievitare lo stipendio. Mentre la direzione dell’azienda chiede ai dipendenti di non sprecare carta e articoli di cancelleria

  5. Cesare non deve amareggiarsi. La botte da il vino che ha. Un motivo in più per rafforzare un impegno che la citta richiede ancor più di ieri. Basta parlare un po’ in giro. Si sta chiudendo una fase assai modesta, nonostante qualche tappeto rosso fuori contesto. Quanto agli inviti, sono pinzillacchere insignificanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: