2 PESI e 2 MISURE ……UNA CITTÀ NEL CAOS. SPIL,BORGO DI MAGRIGNANO,PENSIAMO IN GRANDE CON SCONTRI IN GIUNTA ..

Redazione

È CAOS TOTALE . E la SPIL………………..

GLamberti
“ieri sera si è approvato il provvedimento sul bilancio, con una discussione ridotta a qualche minuto. Un Consiglio Comunale che oscilla tra applicazioni cronometriche dei regolamenti ed una situazione, dentro e fuori il palazzo, che sembra quella di una partenza per le ferie, senza un senso logico e politico.
Ed allora abbiamo anche l’inedito delle liti in giunta, delle crisi di nervi di questo e quello, degli assessori che vogliono sfondare e di quelli che vogliono pavimentare, degli striscioni dell’unione inquilini ( supertollerati con lettura perfino dei volantini e di quelli che invece suscitano superpermalosità, come quelli, educatissimi, di Borgo di Magrignano ).
Ma datevi una regolata un pò tutti e pensate che la città non è un parco dei divertimenti ed il consiglio comunale non può essere ridotto a questo. E nemmeno le commissioni consiliari, che vivono di baruffe tra giunta e qualche presidente, con qualche comitato chiamato di tanto in tanto a fare cornice alle performance dei duellanti.
E la stampa che , ovviamente, cancella tutto ( lo farei anche io, per carità di patria ), oppure si limita a riferire sul folklore, piuttosto che entrare nel merito delle rarissime cose serie che emergono.
Una città sull’orlo del nulla. Un sussulto di dignità, ci vorrebbe eccome,bisogna che lo capiscano quelli che hanno le maggiori responsabilità e non possono immaginare di far andare avanti la baracca in questo modo. Altro che agende di lavoro e crono programmi, consigli sul porto e sulla sanità, scadenze da rispettare e partecipate da controllare. Tutto in attesa di chissà che e di chissà chi, con la certezza delle prossime baruffe sul nulla.
Un quadro a tratti desolante, mai visto a questo livello in quelle aule, vi assicuro, tra propaganda demagogica da due lire ed impegni fantasiosi annunciati e riannunciati, senza seguito alcuno.
Così l’assessore al ramo può annunciare che ci deve essere un malessere sociale, visti i dati del censimento. Ma dai, magari non ce ne eravamo accorti. Dall’Odeon in poi.”

Annunci

5 Responses to 2 PESI e 2 MISURE ……UNA CITTÀ NEL CAOS. SPIL,BORGO DI MAGRIGNANO,PENSIAMO IN GRANDE CON SCONTRI IN GIUNTA ..

  1. Sirio ha detto:

    “Pensate in piccolo”,e fate qualcosa.Una sterilità amministrativa indecente.inoltre girano molte voci sul dramma di bilancio di Spil,quella si che e’ una vicenda molto pericolosa per il suo Presidente e chi lo ha nominato.una domanda all’ex Sindaco Lamberti, ma e’ possibile rivalersi con azioni di responsabiltà sui Presidenti di municipalizzate,e partecipate?

  2. l’azione di responsabilità, invocata qualche anno fa contro ex amministratori asa dai subentrati killer, ma poi non portata a termine per un barlume di decenza, può sempre essere invocata, naturalmente avendo dati ed elementi attendibili.
    Già sarebbe tanto avere notizie certe e su quelle discutere. Sulle responsabilità, di tutti i tipi, si potrà ragionare solo dopo.

  3. Ludom ha detto:

    Ovviamente era qui che volevo posizionarmi.

  4. henry w.brubaker ha detto:

    Deboluccio l’articolo della Goti.Siamo (purtroppo )sempre nel campo delle presunzioni induttive.Senza le carte si va poco lontani.Io non so se a questo punto valga la pena ripristinare il Cavallo di Troia simbolico di effetto Venezia e introdursi di soppiatto negli uffici di Vitti.Ritardo di anni,poi,sulla Labronica Corse Cavalli,in liquidazione dall’agosto 2010.E poi,in tutta franchezza,consegnare nelle mani di Tamburini e Ciacchini (pronto alla mozione bipartisan sulle case Peep secondo il tradizionale schema consociativo labronico)le interpellanze su Spil e partecipate è come dare la palla a Robinho nella speranza che non sbagli davanti al portiere.Su Spil Odeon si potrebbe ipotizzare semmai una class action (il parcheggio non decolla se non si pedonalizza qualcosa in Piazza Cavour e dintorni),ma in questo momento rilevo in città una fiacca di di proporzioni bibliche.(a parte l’intervento su Equitalia).C’è uno scazzo incredibile del tutto speculare al quadro politico dove la prevalenza del tema finanziario ha sterilizzato sul nascere ogni tipo di confronto.(anche per un chiaro gap culturale del Consiglio).Non dimentichiamoci il prestito obbligazionario a Spil (500.000 euro),un tesoretto di gran lunga superiore al costo della festa di Ulisse con la Renata Polverini.(20.00O Euro) e gli aiuti regionali a Rossignolo che ,uniti a quelli per Wass e Trw (di cui nessuno sa niente) ,dovrebbero ammontare a circa una decina di milioni di euro.

  5. henry w.brubaker ha detto:

    …errata corrige: prestito obbligazionario di Spil a De Tomaso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: