CREDERE OBBEDIRE TACERE ED IMPARARE(MUSSOLINI DOCET..)DI EX AMATISSIMI ALLEATI …UN PÒ COME LA MULTA DEL COMUNE (I VIGILI..) AGLI SPOSI DEL SINDACO….( UNA PERLA INARRIVABILE )

REDAZIONE

Quando riusciremo a smettere di ridere faremo un post…al momento grazie w gli sposi e w i vigili di Livorno. DOMANDONA :LA MULTA CHI LA PAGA ?

GLAMBERTI
Quando dico la nuova destra, per capirci basta leggere la raffinata raccomandazione ( tacere ed imparare ) dell’ex alleato di chissà chi, in stile grillino borgheziano, ad Yari che si permette di dire la sua. Quando si dice la cultura di riferimento.
Ma oggi non si può pensare a queste pinzillacchere. Il matrimonio simbolico a sostegno di due ragazzi che non hanno nè casa nè lavoro, che si conclude con una multa alla auto ai piedi dello scalone in versione ARCI , che li aspettava dopo la cerimonia in Comune superofficiata, supera ogni fantasia ed occupa la scena politica cittadina.. E dire che con i nostri commentatori del blog ci stavamo interrogando, dati alla mano, se fossimo finiti all’epoca del Conte Mascetti oppure del Principe De Curtis. Ma questa performance davvero supera ogni aspettativa. Dobbiamo introdurre una variante filosofica, visto che la scena richiama un pò il vigile di Alberto Sordi.
Penso alla sequela di situazioni per i due ragazzi, cui peraltro auguriamo con tutto il cuore di avere una vita felice, superando le attuali difficoltà, compresi i vigili urbani.
Ma certo che la multa sotto lo scalone, dopo il matrimonio celebrato dal sindaco in persona, giustamente impegnato ad incoraggiarli per avere fiducia in un futuro roseo è da incorniciare.
Ai miei tempi, regalavamo a tutti gli sposi, senza distinzione alcuna, una piccola cornucopia, molto simpatica e soprattutto ben augurante, a nome della città. Era molto gradita ed ogni tanto qualcuno ce la ricorda.
Siamo in tempo di risparmi e va bene, ma la multa recuperata sotto lo scalone è roba da Albertone nazionale.

Annunci

13 Responses to CREDERE OBBEDIRE TACERE ED IMPARARE(MUSSOLINI DOCET..)DI EX AMATISSIMI ALLEATI …UN PÒ COME LA MULTA DEL COMUNE (I VIGILI..) AGLI SPOSI DEL SINDACO….( UNA PERLA INARRIVABILE )

  1. Ludom ha detto:

    Fra il Principe, Albertone e Tognazzi, se come Ovosodo Valley ci presentavamo a Venezia si sbancava!

  2. Ludom … Roba da schiantarsi dalle risate … Ma scusa ..IL VIGILE di Alberto Sordi !?!?!?!?

    DEVASTANTI !!!

  3. Brevissime riflessioni su quanto leggo.
    1 – politiche spatiacque mi sembra concetto assolutamente vero, con le ricadute anche sui territori,passaggio importante , compreso i movimenti pre voto politco,
    2 – guai al PD se le primarie diventano suicidio politico, cosa che con renzi in campo e con i baroni in piena crisi di nervi, perchè anche lo stesso bersani può affrancarsi da tutte le tirate di giacca se vincesse bene, ma tutto è da verificare dopo che l’assemblea nazionale avrà definito le regole cambiando le attuali che prevedevano candidato il segretario del partito, potrebbe drammaticamente. dopo di che che il PD vinca è tutto da dimostrare e molto nelle responsabilità di come questo partito si presenterà davanti agli elettori. Si sa che agenda Monti con modifiche culturali e di merito progressista con la politica che torna a governare è sostanzialme3nte la nostra bussola. Prima l’Italia, poi i programmi e infine uomini e alleanze. Cosi è, basterà ? vedremo.
    3 – Yari per Livorno ha segnato questa bussola , credo sia chiaro. Programmi per governare e candidato credibile, attenzione, CANDIDTO CREDIBILE che incarna un PROGRAMMA PER LIVORNO.
    4 – non abbiamo nulla da sognare , sappiamo le difficoltà, sappiamo che serve una tara ai sondaggi, ma vale per tutti ma tutto viene dopo le politiche e sarà li la storia vera, la direzione indicata. I sondaggi sono più veri nel tracollo del PD ? non credo sarà cosi, ma certo ci siamo guadagnati il ballottaggio e poi dovremo sudare tanto ma proprio tanto per paralre alla gente e recuperare fiducia, ma si può fare, poi ognuno farà la sua parte e cova le sue speranze , ma yari è stato chiarissimo, e faremo le primarie perchè è strumento del partito cui non si può sottrarre neanche yari che comunque non ha detto meglio non farle. Il suo profilo politico ha una cultura specifica e vorrebbe un PD che si sappia prendere le sue responsabilità, be non sarebbe male, ma le primarie le faremo.
    5- intanto gli ultimi 20 mesi si concordano con il partito su 4-5 cose da fare subito , punti su cui costruire il futuro. Però è discriminante farele queste cose. PORTO _ SANITA’ – COMMERCIO E CNTRO CITTA’ CON TPL E FUNZIONALITA’ – POLITICA ABITARE E PIANI DI RECUPERO – PIANO STRUTTURALE E VARI STRUMENTI URBANISTICI. Mica male come punti. Ma il dramma è – come e quando? Avete presente la situazione di assoluta leggerezzza e impraticabilità di campo dovuta a come lavora la macchina , con un ruolo politico amministartivo che non riesce a darsi una mossa di fatto ostaggio del non fare? E le risorse finanziarie con la S. R ? E gli impegni da assumere eda rispettare su alcune partirte importanti come porto, alcune varianti, la revisione del bilancio, ecc…e si può continuare.
    Credo però che la linea stia assumendo chiarezzza almeno nell’approccio e nella volontà di seguire una precisa bussola, da Roma a Livorno, che qualcuno ovviamennte non condivide, che i baroni non potranno digerire, ma è tempo di far fiorire una nuova stagione politica a tutti i livelli, almeno proviamoci.
    Infine Livorno capoluogo non è in discussione, con aree vaste , con funzioni e competenze da definire, ma cosi sarà per volontà politica e per legge. E sarà importante non per qualcuno, ma per la città in primis e permettetemi anche per il PD elettoralmente

  4. PS – non ho citato la politica energetica e dei rifiuti. Si tratterà di chiarire bene le cose sul clo dei rifiuti, sul ruolo del Termovalorizzatore , sulla raccolta differenziata, ecc… insomma su un ciclo serio e non su terrorismo ambientale e sociale di matrice ormai conosciuta da quando ero Presidente di Circoscrizione. Guardate abbiate tutti chiaro un elemento su cui i paladini di oggi puntano. Tutto quello che su questi temi si doveva perdere dal punto di vista elettorale si è perso da anni, state ranquilli è cosi e pochissimo ci sarà da riguadagnare nei territori delle nostre parti nonostante il casino di pochi che comunque qualcosa hanno già ottenuto ai tempi miei. Ma anche qui mi sembra che la bussola sia ormai definita chiaramente anche nell’intervista di yari.
    Noi non diamo nulla per scontato per le prossime amministative, ma vi consiglio di non dare per scontato nulla neanche per gli altri.
    Vedete paradossalmente, il monocolore PD che sostiene lealmente la responsabilità del governo a Livorno, è un problema, ma se riuscissimo a seguire l’imput di Yari per il fine mandato, i problemi potrebbero diventare opportunità. saluti

  5. campo impraticabile, dice Wladimiro, pensando all’apparato tecnico amministrativo comunale , a partire da chi lo guida.
    Guarda caso ieri molti mi hanno avvicinato, cittadini comuni, professionisti, imprenditori e mi hanno posto la stessa questione.
    Si vede che Wladimiro è in buona compagnia.
    Che poi i problemi diventino una opportunità, con questa amministrazione, è tutto da vedere.
    Di idee e di impegni solenni ne abbiamo ascoltati a bizzeffe, poi con chiunque parli a giro senti lamentele per un immobilismo mai visto in città.
    E senza ricordare i rossignoli alla Totò, , le supercazzole alla Tognazzi ed i vigili stile Albertone. Certo fanno ridere, ma contribuiscono alla sfiducia, come è evidente.

  6. St. John ha detto:

    >guai al PD se le primarie diventano suicidio politico

    Del Corona, giusto per farmi gli affari degli altri :) ma non era più sensato rispettare lo statuto e presentare il segretario come candidato alle primarie? E se vince Renzi, che pare messo bene prendendo i sondaggi con le pinze, specie per le primarie che sono un oggetto più indefinito delle elezioni, come ti presenti alle politiche..con un candidato da una parte e un segretario delegittimato e sconfitto da un’altra? Negli Usa, non a caso, se sei presidente (quindi in carica) le primarie per le elezioni il partito del presidente non le fa. Se no si trova con un candidato in corsa e con un presidente azzoppato. Spaccherebbe l’elettorato di riferimento.
    D’altronde sia la fase che l’oggetto (le primarie) sono in piena ridefinizione. Anche qui se esce un presidente del consiglio diverso rispettto alle primarie, con una legge elettorale differente dallo schema bipolare, che fine quest’istituto? Discorso che vale anche per Livorno anche se, con quattro leggi elettorali differenti per quattro tipi diversi di elezioni, ogni ripescaggio nella selezione dei candidati è possibile.
    Su quello che accadrà a Livorno. La perdita di voti del Pd non è solo nei sondaggi. Quanto nelle proiezioni di voto rispetto ai risultati delle amministrative della primavera. Ovviamente si tratta di proiezioni non di verità apodittiche e su test limitati. Di sicuro, per quanto possa perdere il Pd, il centrosinistra può stare tranquillo se il movimento di Grillo, che è lo specchio della crisi dei progressisti, si definisce come un lungo spettacolo supplementare alle serate del comico genovese. Certo che se il futuro deve essere i Renzi vs. i Pizzarotti, o i Favia contro i Boccia, un pensierino al commissariamento di Bruxelles ce lo faccio anche io :)) Il tutto al netto dei comportamenti del generale crisi, a Livorno e in Italia, che si candida a spostare voti come poche altre volte. Certo, la crisi di Livorno è smorzata sul Tirreno, come è in via di risoluzione quella italiana su Repubblica, ma il mondo è un pò più largo delle visioni del gruppo Repubblica-Espresso.

  7. PS – Per Gianfranco. I problermi non sono mai una opportunità, evidentemente mi sono spiegato in fretta , di getto e vorrei spiegarmi . Un monocolore come di fatto è oggi la maggioranza che sostiene Cosimi, non è mai un buon viatico, specie se senza il PD non si va da nessuna parte.
    Monocolore quindi come totale responsabilità politica e di governo, ovvero Cosimi è il PD, Il PD è Cosimi, semplice semplice.
    Significa che se in questi 20 mesi sapremo dare una acellerazione seria e concreta a pochi ma significativi punti di governo per la città, forse
    non recupereremo tutto il disagio esistente , anche sull’onda del generale crisi (S. Y. ) ma avrà
    benefici alla fine il PD, basta averlo chiaro e lavorare per questo onbiettivo.

  8. Che Grillo sia solo lo specchio della crisi dei progressisti, mi sembra assai riduttivo, la crisi di tutti mi sembra meglio. Del resto basta guardare chi ci fa il filo, qui e là.
    Quanto agli schieramenti alternativi, non ho mai fatto di tutta l’erba un fascio, anzi. Saper distinguere è saggio e politicamente corretto, pur rispettando le analisi di SJ.
    Mettere una sordina sulla nuova destra locale e nazionale, per recuperare qualcosetta non aiuta nessuno. Quanto ai problemi interni al PD, fatti loro, caro SJ. Se avessi voluto entrarci mi iscrivevo. E non mi interessa nemmeno giocare con questa o quella correntina. Dopo che ho visto Berlinguer con Benigni, gigantografia nell’ufficio del segretario, un pò mi sono rincuorato. Ognuno ha le sue storie, che non sin cancellano. Poi si rinnova si cambia si napre a nuove generazioni, ci mancherebbe e non sarebbe la prima volta, ma non si possono usare riciclati per farne il nuovo che avanza. Non può funzionare. Meglio, molto meglio Wladimiro, che ha subito ingiurie di tutti i tipi ( anche fascista rosso ) ma ha mantenuto il senso di una politica a contatto con i problemi veri di una comunità. Che poi il dopo Cosimi, sia il dopo Cosimi non vi è dubbio. Una ovvietà scoperta di recente da qualche lucida mente politica locale. Solo che lo schieramento di chi voleva anticipare i tempi e farli coincidere con le politiche, assai trasversale, è stato sconfitto sonoramente. I sondaggi mi sembrano, oggi, assai meno rilevanti, visti i percorsi futuri, inevitabili.

  9. St. John ha detto:

    >anche sull’onda del generale crisi

    sai qui un sono discorsi sono numeri. -2,9 secondo l’Istat, con un crollo dei consumi delle famiglie stimabile al -10,1 per cento (in acquisto dei beni durevoli, quelli che fanno girare l’economia) sempre tendenziale Istat per il 2012. Il rapporto tra il segno meno in quei dati e il più delle forze che chiamate populistiche (che oggi coincidono con quelle che non fanno parte di quella che Monti, chiama la governance europea) è così diretto da richiamare in vita un antico meccanicismo. A me sembra di intravedere oggi un fenomeno già visto in Francia e poco capito nell’ Italia di appena ieri. I primi a fuggire dai partiti tradizionali sono gli operai. Che non sono più quelli, per composizione tecnica e sociale, del ‘900. Ma sempre operai sono.I grandi partiti si sono fatti esplicitamente “della classe media” (concetto indeterminato ma utile per prendere voti ovunque) e gli operai vanno un pò dove gli pare. In Francia il primo partito operaio, al primo turno delle presidenziali, l’ha espresso la Le Pen. In Italia, cito uno studio del Pd di un anno e mezzo fa, il primo partito operaio era il Pdl. Ci pensavo prima mentre, in pausa, guardavo su un canale all news gli operai dell’Alcoa allontanare Fassina dal corteo. Dopo l’accoppiata collegato lavoro-“riforma” articolo 18, la vedo dura per il Pd recuperare questo tipo di forze. Tanto più a Livorno. E dove vanno a finire i voti operai? Toh, in un contenitore a 5 stelle

    http://24emilia.com/Sezione.jsp?titolo=Gli+operai+del+nord+e+i+grillini&idSezione=37582

    e, guardando le previsioni macroeconomiche, credo stiano accadendo troppe cose per pensare che il cambio di governo sia qualcosa di sereno e automatico. Cito solo la lettera di presentazione di un buon report di analisti finanziari al quale sono abbonato è a pagamento quindi il link non funziona senza la pass: ” la maxi bolla sul debito alimentata dalle banche centrali Usa e Ue per salvare l’Europa aizzano gli speculatori globali, non migliorano le condizioni delle economie (in recessione) mentre rischiano di provocare catastrofiche, spettacolari crisi sistemiche al confronto delle quali il 2008 sembrerà una gita al mare.”

    seguono grafici..che si spiegano da soli. E pensare che il nostro guscio di noce livornese è nel mezzo. E qui abbiamo bisogno di qualcosa di molto diverso da chi dice, anche convinzione, che “ai tagli non ci sono alternative”..ma diverso di parecchio.

  10. St. John ha detto:

    > sia solo lo specchio della crisi dei progressisti, mi sembra assai riduttivo,

    capisco cosa vuoi dire ma non è così. E’ chiaro che Grillo prende voti da tutte le parti. Ma gli elementi propulsivi, quelli che fanno i contenuti che attirano l’elettorato in massa sono tutti progressisti. Dall’economia sostenibile, all’uso politico della rete, alla promozione delle leggi di iniziativa popolare, alla richiesta di un modello di sviluppo centrato sui territori. Tutta roba che Grillo trasfigura ma crea massa critica, e attira quadri (almeno quelli che abbiamo visto). Poi ci sono le sparate sugli immigrati che servono ad attirare voti dall’altra parte. Ma senza questi elementi propulsivi Grillo sarebbe un partitino neolepeniano del 3 per cento. Sono temi, e persone, che il centrosinistra avrebbe potuto coprire tra la metà degli anni ’90 e quella degli anni zero. Una volta lasciati scoperti è accaduto quello che vediamo.

    ps. a insulti di “fascista rosso” ci sono cresciuto :) assicuro che rendono più forti :D

  11. Basta capire da dove vengono gli insulti, a proposito del fenomeno Grillo e del trasformismo di cui siamo patria antica

  12. Kinto ha detto:

    Perche’ a Livorno c e’ un Amministrazione comunale ingessata
    ed immobile? ma va?

  13. Sirio ha detto:

    Se il risanamento delle aziende municipalizzate passa sempre ed esclusivamente per il rincaro delle tariffe,la Tia piu’ alta d’Italia per aamps,e i biglietti del bus per Atl,non credo servano liquidatori e presidentoni espressione della politica,basterebbe il bigliettaio all’ingresso dei Pancaldi.e li si che si risparmierebbero decine e decine di migliaia di euro pubblici in emolumenti al management.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: