DOMANDA PER VINCERE IL PREMIO PULITZER : SULLA TIA DA RISCUOTERE HA RAGIONE OGGI ROSI OPPURE DI ROCCA A NON AVERLO FATTO ?

Redazione

Oggi la stampa gestisce il problema della TIA che Rosi ha chiesto con gli arretrati. Lo fanno anche i ‘barcaioli’ , con dichiarazioni sui giornali… E nessuno che si pone l’unica vera domanda : ha ragione Rosi oggi, oppure aveva ragione Di Rocca allora ? Il Comune non apre bocca. ‘ I Barcaioli’ non si pongono il problema o almeno non lo dicono , la stampa fornisce le informazioni , ma NON SI PONE L’unica vera e legittima domanda. TUTTI SEMBRANO TUTELARE QUALCOSA.PERCHÈ e CHI ?
la Campagna elettorale è già iniziata per tutti.

Perchè viene chiamato in causa SOLO OGGI IL CONSIGLIO COMUNALE PER LA TIA DA RISCUOTERE E NON DAL 2007 ?!?! Domande semplici… Vedete , ci vuole poco per farci capire come stanno le cose e perché ……

GLamberti
“Piuttosto che di campagna elettorale iniziata, bisognerebbe spiegare che invece la campagna elettorale è finita. Almeno quella del 2009 e del popolo delle barchette plaudente alla stazione marittima, alle parole rassicuranti del candidato.
Ma poiché si tratta di osservatori acutissimi della realtà livornese, e lo dico senza ironia, evidentemente si è capito bene quale è la questione politica ed amministrativa ( al di là degli aspetti comici da vernacoliere ) e, semplicemente, si evita il problema principale.
Ma per fortuna non fa così Repubblica con Formigoni, per fortuna.
Ripetere la stessa domanda su questioni di rilevanza pubblica ad un amministratore, finchè non si è avuta risposta, fa parte della cultura politica e giornalistica, che ha tracciato un solco profondo a separarci dalla visione del mondo di Berlusconi.
Ecco allora che chiedersi, visto che si tratta di arretrati di cinque anni, se abbiano sbagliato allora, prima e durante le ultime elezioni, o sbaglino adesso, non è una domanda banale.
Al contrario.
Serve a farci capire come si sono gestite e si gestiscono società partecipate come l’AAMPS.
Rosi o DiRocca.
Non è una battaglia sulle persone, ma tutta politica.
Capire i rapporti tra ( presunti manager ) ed i loro sponsor politici.
Le storie, di cui l’Italia è piena, per cui alla gestione rigorosa e neutrale si sostituisce spesso una gestione ruffiana, di parte e dannosa per i conti di una comunità.
Avevamo detto qui che nemmeno un azzeccacarbugli avrebbe potuto trovare una risposta al dilemma; aveva ragione Di Rocca oppure ha ragione adesso Rosi, a normative invariate? Eppoi si è riscosso meno del dovuto, ma allora si è gravato indebitamente sulle spalle della comunità, oppure il contrario, si richiede una tassa impropria ed illegale, ed allora si taglieggia sempre la stessa comunità.
Ci sembrava semplice ed inoppugnabile.
Ci mancava la terza via, francamente non la prevedevo: Non porsi nemmeno la domanda, guardare da un’altra parte e vivere tutti felici in attesa del 2032, magari con Pisa capoluogo. Ovviamente.
Ma quella è una storia più complessa. Ne riparleremo .
Intanto pagano i livornesi, almeno questo è inequivocabile e tutti lo capiscono assai bene. Anche senza domande.”

Annunci

2 Responses to DOMANDA PER VINCERE IL PREMIO PULITZER : SULLA TIA DA RISCUOTERE HA RAGIONE OGGI ROSI OPPURE DI ROCCA A NON AVERLO FATTO ?

  1. stamani mi è capitato di commentare con Lamberti le dichiarazioni di Rossi, sindaco e consigliere regionale ed i miei ragionamenti credevo avessero senso.

    L’ex sindaco mi ha consigliato di rileggere con calma l’articolo di giornale e le dichiarazioni dei protagonisti.
    L’ho fatto…e già qualcosa non mi tornava più.

    Ho riletto tutto per la terza volta e non mi tornava più niente .

    Anzi, con i suggerimenti di Lamberti mi tornava tutto maledettamente bene . No , tornava tutto maledettamente bene a LORO.

    Ringrazio Lamberti che per l’ennesima volta mi ha ‘tradotto’ il LORO linguaggio.

    Non vado oltre perché non voglio anticipare niente .

    Aspettiamo domani.

    ps spero che dopo qualche spiegazione la città capisca.
    Di sicuro qui abbiamo capito che il sindaco attuale ha fatto perdere a Livorno il ruolo di capoluogo a favore di Pisa. E a prescindere da quello che c’è dietro..e che capirete , questa è l’etichetta della stagione 2004-2014. A prescindere…

  2. REDAZIONE ha detto:

    L’UNITA’ – Firenze
    LIVORNO,LAMBERTI SCOMMETTE SU COSIMI
    David Evangelisti

    ” Porto, servizi sociosanitari ,società partecipate,rifiuti e enrgia:su questi assi si gioca il futuro della città”.E’ quanto afferma Gianfranco Lamberti ,capogruppo in Comune a Livorno della lista civica di centrosinistra “Confronto”.
    L’ex sindaco di Livorno ( dal 1992 al 2004) , sta assumendo un ruolo sempre più rilevante all’interno dello scacchiere politico cittadino:tutto ciò anche alla luce dell’uscita di maggioranza di IDV e SEL ( oggi il governo della cttà è in mano a un ‘monocolore’ Pd).Negli ultimi mesi Lamberti non ha mai fatto mancare il sostegno all’operato della giunta Cosimi:non è da escludere che alle elezioni amministrative del 2014 “Confronto” e PD possano stringere un’alleanza ufficiale. Per il momento Lamberti si limita a un appoggio esterno.
    L’ex sindaco prova a tracciare la rotta in vista delle prossime sfide. ” il porto è la chiave di volta di tutto” sottolinea.Gli atti connessi al Nuovo Piano regolatore portuale (quello attualmente in vigore risale al 1953)saranno al centro del dibattito politico già a settembre .lamberti evidenzia inoltre l’importanza della riorganizzazione dei servizi sociosanitari:”Entro il 2014 dovrà essere messo a regime il nuovo progetto di welfare”. Un altro settore determinante (” soprattutto alla luce degli effetti della spending review”) è quello delle società partecipate :”Bisogna far chiarezza soprattutto su SPIL e AAMPS”. Stesso ritornello ” per quanto riguarda il ciclo dei rifiuti”: la politica dovrà infatti confrontarsi sull’ipotesi di realizzare proprio a Livorno un maxi-termovalorizzatore a servizio dell’Atto Costa.
    Prima della fine del suo mandato il sindaco Cosimi riuscirà a chiudere le partite più importanti ?”Il tempo per farlo c’è” risponde Lamberti.
    Capitolo amministrative 2014:” Le alleanze a Livorno verranno inevitabilmente influenzate anche dai posizionamenti alle prossime elezioni politiche “. Lamberti non nasconde di apprezzare l’apertura del segretario Bersani al dialogo con le liste civiche e movimenti:” E’ importante aprire una stagione nuova, sia in Italia che a Livorno “.
    Porte chiuse all’IDV ma non ai vendoliani: ” Non possiamo fare a meno di quella radice culturale “.

    PER LE AMMINISTRATIVE L’EX SINDACO CHIUDE ALL’IDV E VEDE POSSIBILE UN’INTESA CON PD E SEL.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: