IL GRILLISMO FASCISTA A LIVORNO ESISTE E SI ALIMENTA DELLE FESTE ,DELLE PARTITE A TENNIS E DEL NON LAVORO DI UN’ AMMINISTRAZIONE . C’È RIMASTO SOLO LAMBERTI A DIFENDERE LA CIVILTÀ E LE ISTITUZIONI ?!

Redazione

I volantini da lista di proscrizione in ATL sono l’ultimo episodio di un grillismo alla Di Pietro che ormai sta prendendo forma , seppur minima , in città .
Lamberti , l’unico , che difende la propria dignità (querela ad IDV) e quella delle istituzioni democratiche e civili .Il Pd che per non difendere Cosimi rinnega tutta la sua storia , feste e convegni inutili più assessori che, con qualche eccezione, NON fanno oggettivamente niente e ciliegina sulla torta , tornei di tennis del sindaco esibiti in gloria con quello che sta succedendo in città, rendono questa campagna elettorale, già iniziata, drammatica e complicatissima .
Siamo nauseati dai fascisti , dai grillini e da chi non solo non li combatte, ma gli da il pane per crescere ogni santo giorno !

GLamberti

La campagna elettorale sulla pelle della città e dei lavoratori è iniziata da tempo. Ognuno usa i suoi metodi e la sua cultura.
La deriva grillina in salsa livornese è evidente da tempo, l’ho scritto e pubblicato da mesi, a margine di mie reazioni ,anche legali ,a metodi ingiuriosi e diffamatori.
La politica fatta di assalto personale , con uomini e donne indicate al pubblico ludibrio.
Lo vediamo a livello nazionale con Grillo e Di Pietro, lo vediamo a Livorno, dal consiglio comunale in giù, con metodi che abbiamo stigmatizzato e denunciato senza titubanze nei modi che meritavano.
Il cartello proposto da Di Pietro con Grillo, trova epigoni livornesi in modo evidente. E se si usano giuste e sacrosante preoccupazioni dei lavoratori è anche peggio.
Quello che meraviglia è cosa abbia a che fare con un simile modo di fare politica chi si richiama con orgoglio ad una sinistra colta ed illuminata.
E’ una questione dirimente dal mio punto di vista, poiché ho manifestato all’epoca di Guido Rossa.
A proposito di radici e di storia di ciascuno.
E poi ci sono i problemi che non possono essere elusi o rinviati.
Ma su questo ne scriviamo da tempo, qui. Partecipate, Gallanti turista per caso, riparatori si e no, piani di mobilità e parcheggi a vanvera e via dicendo.
Ma il cartello a latere dei volantini anonimi e degli elenchi di persone da indicare al pubblico ludibrio,io non lo condividerò mai, nomi e cognomi in fila, fa rabbrividire.
Come dovrebbe fare chiunque si richiama ad un sistema di valori che questa città ben conosce e che ricorderà il 2 Agosto, non a caso, commemorando il sindaco Mondolfi.

Annunci

5 Responses to IL GRILLISMO FASCISTA A LIVORNO ESISTE E SI ALIMENTA DELLE FESTE ,DELLE PARTITE A TENNIS E DEL NON LAVORO DI UN’ AMMINISTRAZIONE . C’È RIMASTO SOLO LAMBERTI A DIFENDERE LA CIVILTÀ E LE ISTITUZIONI ?!

  1. Wladimiro Del Corona ha detto:

    Non c’è misura allo sgomento di questa fase che sembra impazzita. La “deriva” grillina (forse di un polo rosso) sta facendo strada nei fatti – speriamo che alla fine , negli interessi di questo Paese e della democrazia stessa, la responsabilità prevalga e chi propone cartelli degli esclusi contro i linkati zombi si ritrovi in compagnia della sua follia politica e culturale.
    L’angoscia è però a tutti i livelli e a Livorno non sorprende più di tanto perchè da tempo immemore è in atto un modo folle di fare politca con cui personalmente ho polemizzato rispetto a certi DNA oggi ormai scoperti.
    Napolitano resta angosciato e segnato dalla morte
    del suo più fidato consigliere,D’Ambrosio, uomo di stato , di valore immenso e attaccato alle istituzioni come pochi altri con battaglie fiere e orgogliose contro Mafia e terrorismo.
    Ferrara si lancia in accuse pesantissime e dice “Assassinio mediatico”, rivolgendosi chiaramente agli attacchi barbari subiti dal Quirinale, da Napolitano e dallo stesso D’Ambrosio.
    E’ una situazione gravissima, che a livelli locali ha trovato esempio nella vergognosa 6° commissione dell’altro giorno, guidata da una coscienza politica elettoralmente irresponsabile, che forse ispira e forgia i volantini anonimi che ancora barbaramente indicano al linciaggio politico e personale tutti i componenti della Giunta .
    Non ho mai personalmente risparmiato critiche e polemiche nel merito di scelte, decisioni o atteggiamenti incoerenti e non ho risparmiato battaglie poltiche in CC , ma questo linciaggio pubblico è sostanza fascista e stalinista e che i luoghi istituzionali definiti casa del fascio dal populista di turno siano poi usati per campagna elettorale e comizi sono episodi che perdurano ma che non possono non allarmare.
    Il 2 agosto sarà ricordato il Sindaco Mondolfi , senso e testimonianza dei valori da sempre propri di una città come Livorno.
    vedremo la coerenza di certi signori della politca nostrana.

  2. Kinto ha detto:

    C’e’ poco da dire,i problemi in città sono devastanti e meriterebbero molto lavoro da parte di chi governa,
    pero’ stanno prendendo piede metodi di propaganda
    molto pericolosi.
    Spesso si parlava di derive tardo leghiste,
    ed oggi Livorno si trova investita dall’interno delle Istituzioni da tutto cio’.
    Se e’ vero cio che sostiene l assessore Bettini che si e’ svolta la Commissione su Atl appositamente
    e ben sapendo che non vi avrebbero partecipato membri della giunta il fatto e’ grave ed a mio parere meriterebbe al minimo
    il defenestramento del presidente della VI.
    Ma oramai pare tutta una barzelletta.
    Non so neanche io dove e come Livorno in tempi di crisi cosi’ dirompente possa continuare con quest andazzo.
    Ora arriva Agosto,altro mese perso e di ferie,
    Momenti cosi’ non si ricordano a memoria
    Saluti

  3. Sirio ha detto:

    Ma Cosimi esiste sempre?Abbiamo ancora un Sindaco a Livorno?

  4. Luca ha detto:

    Non aiuta certo vedere che degli amministratori invece di sudare in mezzo a carte sulla scrivania,sudano sui campi di tennis mentre la città e’ tra le onde e le burrasche.La Redazione ha colto i punti della grave situazione.Inoltre i metodi fascisti,leghisti,stalinisti vanno rigettati senza se e senza ma,e se si fa silenzio vuol dire che si e’ corresponsabili.Mettere volantini sugli autobus con nomi tipo bersaglio e’ un indecenza,come e’ stato indecente far concludere la gli interventi in commissione VI non ai sindacalisti,ma a quel tipo dell’Idv con la regia di quell’altro abusivo dell Idv.Sono dei brutti venti che promettono poco di buono.Come domanda Sirio,ma Cosimi esiste sempre?

  5. Ludom ha detto:

    Perchè? E’ mai esistito?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: