AAMPS , ROSI RIMANE BENEDETTO OGGI DAL SINDACO CHE L’ALTRO IERI LO AVEVA SCONFESSATO . DOMANI CHISSÀ …

la Redazione

Rosi rimane e rilancia , con la benedizione del sindaco . Che l’altro ieri aveva dato ragione ai sindacati AAMPS . Domani da che parte starà ?
ATL , come AAMPS E SPIL andava , fino a qualche mese fa “alla grande ” , proclamarono il sindaco e la sua Giunta ; Ad oggi sono quasi fallite ATL E AAMPS, mentre SPIL vive in un mondo giuridico tutto suo. Società a GARANZIA GIURIDICA SPECIALE. Ma coi soldi pubblici.
LIVORNO , IL PD E QUESTA GIUNTA, COME CI ARRIVERANNO AL 2014 ?

Annunci

13 Responses to AAMPS , ROSI RIMANE BENEDETTO OGGI DAL SINDACO CHE L’ALTRO IERI LO AVEVA SCONFESSATO . DOMANI CHISSÀ …

  1. Kinto ha detto:

    Dimissioni date poi ritirate,
    Commissioni importanti senza membri della giunta,
    convocate appositamente in assenza di assessori per dare il via
    a squallidi comizi partitici,
    tutte le municipalizzate sull’orlo ,se non oltre del precipizio,
    ma
    ora sappiamo una cosa di fondamentale importanza
    l assessore Grassi e’ per Renzi,
    ed anche lui dice a Cosimi”pancia a terra e lavorare”.
    Non si trattasse della città dove si vive
    sarebbe da seppellire il tutto con grasse risate,
    amare,ma pur sempre risate.
    Saluti

  2. Siamo ad ascoltare la presentazione del nuovo PRG del porto in Commissione. Una cosa seria ed importante. Almeno dovrebbe esserlo per tutti, oltre i confini di giochetti politici di bassissima lega. Vedremo presto.

  3. Sirio ha detto:

    Siamo proprio “alla bassissima Lega”.

  4. caro KINTO , tra Cosimi ‘il mio lavoro matto e disperatissimo’ e Grassi ‘lavorare tanto e pancia a terra ‘ qui mi sa che ci stanno prendendo per il c..o .
    Prima o poi però qualcuno che perde il posto e non ha soldi per mangiare si incazzerà . Forse.
    Ora Grassi non è così importante politicamente , ma che venga da Firenze a fare POLITICA PER RENZI e PER SE STESSO , cioè campagna elettorale mentre dovrebbe fare l’assessore è il solito casino delle correnti del PD livornese .

    ogni scelta è risultata sbagliata e dannosa .
    RISULTATI ALLA MANO :

    ASA : Manacorda ( costretto alla fuga e dimissioni )
    AAMPS : Di Rocca ( 20 MILIONI DI BUCO )
    ATL : Fontana ( Bilanci da fallimento)
    SPIL : Vitti ( un bancomat pubblico )
    AAMPS 2 : Cappelli cacciato per quasi fallimento ..
    AUTORITÀ PORTUALE : Gallanti ( già pres. Del porto di Genova e voluto in piena sintonia col ministro
    MAGGIORANZA DI GOVERNO: Evangelisti-Romano IDV / Ghilarducci SEL ( con IDV un’ allenza tutt’ora in piedi … )
    SEGRETARIO PD 2012: Di Rocca (cacciato senza una motivazione ufficiale)

    COMUNE : Direttori Generali PUCCIARELLI .. SALONIA
    Premi a pioggia su dirigenti e vigili urbani .

    …solo come antipasto.

    Avanti così .

    Caro Ludom ,

  5. trucchia ha detto:

    Quella di Conte. M. sembra una squadra di calcio e forse non ha convocato un pò di assessori. Una stampa attenta metterebbe in risalto non i singoli , ma tutta la corrente per una valutazione complessiva; ad ogni nome i risultati ottenuti. mentre i partiti per testimoniare l’attaccamento alla città e arginare l’antipolitica dovrebbero dichiarare che al prossimo campionato questi giocatori, o almeno quelli che hanno fatto danni o non ottenuto i risultati prefissati, vanno in tribuna.

  6. Sirio ha detto:

    La tribuna sarebbe anche troppo,significherebbe che sono comunque all’interno dello stadio.Io li manderei sui divani delle rispettive case.Soldi ne hanno fatti,a differenza dei risultati,e immagino si saranno comprati anche belle abitazioni.Aspetto il commento del Dott.Lamberti su gli esiti della Commissione Prg del Porto,so la stima che ha nei confronti di Picchi e magari qualche buon segnale sarà venuto fuori.oramai ci accontentiamo anche solo di segnali.questo passa il convento.

  7. La discussione in commissione sul porto e’ stata di buon livello. Tuttavia bisogna mettere in fila le mille decisioni da assumere, istruirle e portarle in consiglio comunale in tempi rapidi. Senza perdere tempo e mettendo lo stesso consiglio in condizioni si svolge la sua parte.
    Abbiamo anche capito che bisogna discutere del POT al più presto, delle cose da fare subito e di come non si possa rimandare tutto da una festa all’altra, mentre sulle banchine si scontrano figli e figliastri, e le navi tornano indietro e non si capisce bene cosa succederà davvero dei bacini di riparazione e via dicendo.
    Insomma il ponte di cose e scelte da fa subito verso il futuro prossimo e remoto. Entro il 20 settembre dovremmo ave chiaro percorso ed atti. Una bella sfida, Bruno Picchi e’ una persona seria. Vedremo e, se sarà possibile , daremo un contributo.

  8. St. John ha detto:

    Vedo che le dichiarazioni di Draghi sono state subito scontate sui mercati (o perlomeno quella roba che chiamano mercati). Eviterei facili sollievi, l’apprezzamento di Draghi da parte dei cosiddetti mercati è a breve termine e tutto legato alle previsioni di immissione di liquidità.

    Che il momento sia grave, e che non si veda la luce del tunnel, lo si capisce da un blog come pragmatic capitalism. Guardate i grafici e l’analisi

    http://pragcap.com/the-tipping-point

    i bond italiani e spagnoli sono visti come qualcosa che sta attorno a punto di non ritorno. Un proprietario di hedge fund, quelli che fanno il gioco grosso sul debito pubblico, sostiene che anche un intervento della Bce non risolverà la situazione europea. Sono analisi diffuse prima delle dichiarazioni di Draghi. Se questa convinzione è diffusa, e ha buone possibilità di esserlo, chi ha il big money o disinveste dall’Europa o ci scommette contro.
    L’economista Joseph Halevi (uno molto bravo che l’Italia la conosce bene) sostiene da un altro punto di vista, qualcosa di simile. Essendo saltato il rapporto tra banche ed economia, la Bce non ha di fatto in mano le redini una politica monetaria. Invece di fare il tifo per Draghi ci si domandi perchè è stato fatto presidente della Bce dopo la rinuncia del presidente della Bundesbank. E perchè ha subito le dimissioni di Stark, uno degli architetti della Bce. E’ antipatriottico dire che Draghi ha preso le chiavi di una macchina che non funzionava?
    Eppure l’ha detto Noyer il presidente della Banque de France (l’equivalente francese di Bankitalia) “trasmissione della politica monetaria non è operante”. Significa che immettere denaro in questo modo nel sistema bancario nè ristruttura positivamente le banche, nè risolve i loro problemi oltre il breve periodo nè riapre il rapporto tra banche ed economia. Questi si che sono sprechi mica tagliare il posto al contratto a tempo determinato di Italia Lavoro, Istat o province.
    E se è così hai voglia di immettere liquidità nel sistema. Alimenti la speculazione e le fiammate a breve ma non rimetti in piedi il sistema europeo delle banche e, soprattutto, il loro rapporto con l’economia reale. Non a caso 1000 miliardi di LTRO (finanziamento alle banche a breve da parte di Draghi) da dicembre alla primavera ci hanno portato di nuovo ad una situazione critica.
    E’ come pensare che una macchina con il motore rotto abbia bisogno di benzina.
    Vedremo altri terremoti, almeno questo è certo. Con questo andamento ciclico: peggioramento dei conti pubblici, spread a palla, intervento della Bce, stasi e poi si riparte.
    I tempi di chiusura del ciclo sono sempre differenti ma da tempo siamo entrati in una successione di questo genere di cicli.
    Per il resto, stacco tre settimane. Oggigiorno è facile intervenire a giro, come faccio del resto quasi sempre, col tablet o con lo smartphone. Ma penso di staccare del tutto. Se interverrò vorrà dire che la situazione si è aggravata e due parole fanno sempre bene. Spero quindi ci si risenta dopo ferragosto.
    Buone cose e buone ferie

  9. Buone ferie a St. John. Due parole fanno sempre bene, anche senza aggravamenti…. Per dare spazio anche alla scaramanzia!

  10. Kinto ha detto:

    siamo alle comiche peraltro gia anticipate
    nelle commissioni consiliari livornesi e da altre rappresentazioni farsesche di alcuni piccoli in cerca di pagnotta:
    dal sito di Repubblica :
    “Di Pietro lancia l’asse con Grillo”.
    Anche Vendola Sel si smarca,e con imbarazzo malcelato tiene aperte le porte al Pd.
    Nulla die sine linea dicevano i latini,altrimenti il grottesco diventa l’unica realtà possibile.
    Chi ha orecchie,ammesso che tra acqua salmastra ed altro non siano intasate,magari l alga tossica
    dovrebbe capire ,e non subire ex post smottamenti che sono gia’ in atto.
    ma vero a Livorno il clima balneare ottunde le menti non solo politiche.
    Saluti
    Buone e sempre meritate ferie St John

  11. un cartello da grillo passando per Di Pietro fino a Vendola, mi sembra davvero una aggregazione politica poco credibile, grottesca. Come si vede in tante situazioni anche localmente, cartelli tenuti in piedi un po’ di qua ed un po’ di là. Ma l’avevamo capito da tempo. Poi ci sono le questioni concrete sulle quali misurarsi, ma quando si fanno cartelli da grillo in giù, le soluzioni sulle questioni concrete diventano un optional. Ma francamente vedo problematica una radice di sinistra, seppure in difficoltà, con grillo e Di Pietro.Magari passando per Borghezio. La vedo dura. Ed infatti Vendola prende tempo.

  12. henry w.brubaker ha detto:

    Sono d’accordo con St John.L’intervento di Draghi mi è sembrato piu’ umorale che tecnico.Quanto basta per dare una scrollatina alle Borse e fare raffreddare lo spread.In realtà credo non sappia neanche lui cosa fare.Ma,come di prassi,è ripartito il circo mediatico.Mai vista una cosa del genere.Tutto questo mette francamente in ridicolo quanto accadde all’alba della semifinale di Italia Germania,quando vennne dato per acquisito il salva spread (per merito di Monti).Quel meccanismo che non sarà al vaglio della Corte Suprema Tedesca prima del 12 settembre.Pochi giorni prima dell’esame del Prg Portuale di “Livonno”,quel totem di cui stiamo parlando da almeno quattro anni senza,francamente,capirci un cazzo.Intanto un’altra estate è andata perduta.E con essa una molteplicità di traffici e una certa base imponibile.Lo stesso potremmo dire del piano della Mobilità di Bettini e del misterioso Piano Strutturale,custodito gelosamente nell’urna da Mauro Matteo Grassi,un bersaniano per Renzi.Sulle partecipate di Livorno occorrerebbe un monologo di Marco Paolini,quello di Vajont.Tralascio ogni considerazione sulla farsa di Aamps,tanto ormai di fronte all’evidenza dei fatti (che trapelano da qualche timido comunicato sindacale)Cosimi e Rosi rispondono con veline bulgare che lasciano quanto meno interdetti.Ma cosa succede in quell’azienda?Non viene voglia neanche di andare in Procura visto che hanno finito la carta.Non rimane che tenere duro,visto che il 2032 anelato dal Tirreno è abbastanza vicino.Merkel e Effetto Grecia permettendo,ovviamente.

  13. La campagna elettorale sulla pelle della città e dei lavoratori è iniziata da tempo. Ognuno usa i suoi metodi e la sua cultura.
    La deriva grillina in salsa livornese è evidente da tempo, l’ho scritto e pubblicato da mesi, a margine di mie reazioni a metodi ingiuriosi e diffamatori. La politica fatta assalto personale , con persone indicate al pubblico ludibrio. Lo vediamo a livello nazionale con Grillo e Di Pietro, lo vediamo a Livorno, con metodi che abbiamo stigmatizzato e denunciato senza titubanze nei modi che meritavano.
    Quello che meraviglia è cosa abbia a che fare con un simile modo di fare politica chi si richiama con orgoglio ad una sinistra colta ed illuminata.
    E’ una questione dirimente dal mio punto di vista, poiché ho manifestato all’epoca di Guido Rossa.
    E poi ci sono i problemi che non possono essere elusi o rinviati. Ma su questo ne scriviamo da tempo, qui. Partecipate, Gallanti turista per caso, riparatori si e no, piani di mobilità e parcheggi a vanvera. Ma il cartello dei volantini anonimi e delle ingiurie ad personam io non lo condividerò mai. Come dovrebbe fare chiunque si richiama ad un sistema di valori che questa città ben conosce e che ricorderà il 2 Agosto, non a caso, commemorando il sindaco Mondolfi-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: