MAI PIÙ IL CENTROSINISTRA DI UNA VOLTA — PIERLUIGI BERSANI

KINTO

Ho appena finito di ascoltare il segretario Bersani,
e mi sembra che vada dritto dritto nel solco che a Livorno si e’
creato dall ultimo bilancio.
Cultura di governo,fuori dalle balle i populismi da tre soldi,
allontanare quanto prima alleati
che provano a condizionare le cose
con veti
basandosi su deliranti proprieta’ transitive
no a quella formazione
ma si all altra altrimenti
me ne vado etc.
Non credo Bersani abbia citato il Termovalorizzatore a caso,
ed il Pd che attraverso la
sua persona mai e poi mai avvallerebbe alleanze che si costruiscono
contro un progetto del genere,ad esempio.
un partito solido ed identitario che apre a forze civiche,progressisti e moderati
e
che “tende la mano e dialoga” sulla base di
concrete convergenze programmatiche.fattuali.
Questo e’ il verbo del segretario Pd nazionale,sulla falsa riga del segretario cittadino,
il resto come la ricerca populista del consenso ogni giorno
e’ da debellare
come la peste.
Saro’ un sognatore prima che un sostenitore di Confronto
e del Dott.Lamberti,ma a me pare che questa nuova stagione
politica con “l’Italia prima di tutto”,parole di Bersani,
mentre qui si diceva “Livorno prima di tutto” parole di Confronto,
qualcuno l aveva gia’ capita
da svariate settimane.
Complimenti a De Filicaia,e complimenti a tutti coloro che si danno
con serieta’ e voglia di costruire qualcosa di migliore
per Livorno.
Difendendo la propria storia di governo,
la propria cultura cosi’ rivendica e dice Bersani,
che aggiungo io nasce ben prima del 2004,
e che mi auguro continui ben oltre il 2014
con grandi segnali di discontinuita’ da questo decennio d intermezzo
tutt altro che virtuoso.
Altro che armate brancaleone di nanini e pagliacci.
E’ una nueva temporada,c’e’ bisogno che se lo mettano in testa in molti .
Saluti

Annunci

11 Responses to MAI PIÙ IL CENTROSINISTRA DI UNA VOLTA — PIERLUIGI BERSANI

  1. Condivido l’analisi di Kinto. Il discorso di Bersani al Goldoni delinea una piattaforma politica nazionale, che si cala in modo particolarmente appropriato nello scenario politico ed amministrativo livornese.
    Chi segue questo blog non può che convenire che di queste questioni ed in questo modo dibattiamo da mesi. Ogni città ha i suoi confronti ed il suo populismo, analizzando i contenuti del giudizio del segretario del PD in chiave locale, mi sembra che sia agevole cogliere le analogie.

  2. Wladimiro Del Corona ha detto:

    Può piacere o no, in platea tra l’altro credo che qualcuno abbia sofferto, ma permettetemi questa volta di esprimere tutto il mio pensiero di sempre e tutto il mio stato d’animo in una grandissimo GRAZIE SEGRETARIO, GRAZIE YARY e ora ovviamente a lavoro perchè tutto è da costruire e non mancheranno i soliti tanti gufi, i soliti tanti appartenenti al club dei POLTRONAI

  3. St. John ha detto:

    signori miei, spero per voi non crediate a quello che scrivete perché il salumiere (Bersani nel linguaggio redazionale di Senza Soste) non è esattamente Thomas Jefferson. A Livorno ha riproposto, per l’ennesima volta, la teoria del sollievo. Coniugata al Goldoni nella richiesta di un “qualche spazio in piu’ per dare lavoro” (testuale). La solita politica del pannicello caldo in un paese scosso dalla più grave e lunga recessione economica del dopoguerra. Con l’attuale impostazione economica l’Italia avrebbe bisogno di un decennio di crescita a livelli cinesi, e con paghe occidentali, per dare reali prospettive ai milioni di persone ormai strutturalmente fuori da un tenore di vita decente. Altro che “qualche spazio in più”per dare lavoro. Comunque nella alleanza Casini-Bersani almeno c’è coerenza (nella mancanza) di idee per il paese. Poi giudicheranno gli elettori. Chi deve invece ancora diventare grande è l’accoppiata Sel-Idv. Ormai il centrosinistra sarà cosa diversa da quanto auspicato da Vendola e Di Pietro, si tratterebbe di tirarne le conseguenze in una Syriza italiana. Sperare fino all’ultimo di essere imbarcati in un progetto che è diverso, dal proprio elettorato e dalle proprie aspirazioni, non è serio.
    Nel frattempo, in risposta alla visita di Bersani è stata occupata la Delphi. Ecco sotto il comunicato.

    Occupata l’ex Delphi

    Prosegue la campagna Occupy PD!

    http://senzasoste.it/livorno/occupata-l-ex-delphi-prosegue-la-campagna-occupy-pd

  4. caro Del Corona , poltronari e gufi oggi sono usciti stravolti e sconfitti dal GOLDONI .

    Bersani ha chiuso ufficialmente con IDV e SEl , in più sostiene una linea politica che esattamente tutto il contrario di quella sostenuta dal sindaco preferito da Ghinoditacco.
    Segnali di reazione .

    Dire che oggi mi sono divertito è dire poco.

  5. Wladimiro Del Corona ha detto:

    Caro G. non c’è che da prendere atto , almeno per me, che con i muri alzati con ideologia, populismo, qualunquismo, pressapochismo, per procura antisistema non ci sono , nonostante gli sforzi fatti per interloquire, condizioni neanche minime per un minimo di confronto.
    Quindi auguri e prendiamoci la responsabilità generale che BERSANI IL GRANDE anche oggi ci indicava per il bene di questo Paese.
    Sono tanti i ciechi e i sordi, quindi lavoro, lavoro e lavoro, alla fine si faranno i conti, proprio come indicava Bersani e faremo cosa con un governo non nostro e senza i numeri non abbiamo potuto fare oggi,.

  6. Alessandro Latorraca ha detto:

    Sono molte le preoccupazioni per il nostro paese e quindi per la nostra citta’, concordo con chi quindi ci richiama costantemente ad un sano realismo. Di piu’, questa crisi ormai lo sappiamo bene non lascera’ che le cose possano tornare come prima, ho letto alcune anticipazioni della cosiddetta revisione di spesa e saranno molto pesanti, cun un clima sociale che tendera’ inevitabilmente a surriscaldarsi.
    Proprio in virtu’ di questo le parole del segretario Bersani, almeno dal mio punto di vista, mi convincono. Un centrosinistra costruito su questioni concrete, dove il tentativo sara’ quello di provare a gestire una lunga transizione post-Monti con una necessaria alleanza moderata, popolare, personalistica, che sappia dare misura alle questioni senza fughe populiste.
    Non ho mai nascosto questa mia linea politica, soprattutto in questi ultimi anni di mandato amministrativo, assumendone le conseguenze.
    Sono contento di everlo ascoltato dal segretario comunale e soprattutto nazionale del mio partito. Per quanto riguarda me e altri amici del PD e’ il rafforzamento di una linea che abbiamo intrapreso e sostenuto anche prendendoci qualche sberleffo.
    Ovviamente niente di cio’ che la citta’ ci chiede e’ risolto con qualche parola o qualche buona intenzione. Emerge comunque una linea politica che cercheremo di sostenere, un modo di affrontare e cercare di risolvere le questioni.
    Ancora una volta ci schieriamo con chiarezza, poi magari non sapremo fare e su questo saremo giudicati. Non ci diranno comunque che ci siamo nascosti in attesa di tempi definiti.
    Per quello che mi interessa poi in termini di prebende politiche.
    Cerchiamo di vedere adesso cose un po’ piu’ concrete come il porto con le sue scadenze e la sanita’ alla prima prova finalmente con la commissione del 9 luglio in cui cominceremo a valutare l’ordine del giorno proposto dal Sindaco, molto complesso ma che mi pare colga in larga parte il certosino lavoro fatto fino ad oggi..certo molto ci sara’ da discutere e proprio questo mi auguro che ogni forza politica cerchi di rimanere sul merito delle questioni e non sia tentata di seguire sirene propagandistiche.

  7. Sirio ha detto:

    Un’ iniezione di linea politica dalla tempistica perfetta.e un bravo,parlo di politica,gli atti amministrativi dovranno essere prodotti,a coloro che hanno anticipato le parole di yari e Bersani con i fatti e le battaglie in Consiglio comunale.Idv e Sel si abbraccino pure fino a strangolarsi reciprocamente perche’ governare e’ proprio un’altra cosa ,come ha detto oggi al Goldoni Bersani.Senza strabismi che a questo punto chi ce li ha se li fara’ curare da privato cittadino,
    perche’ la linea politica la danno i segretari,assieme alla maggioranza degli iscritti , non certo coloro che sono a tempo ed in conclusione di mandato,e mi auguro proprio a pronosticabile fine carriera politica .

  8. le serenate di St. John ad Idv e sel , abituali ma oggi più esplicite, mi sembrano un po’ stonate , per tanti motivi. Alcuni descritti, meno di un anno fa proprio da SS. Ma ormai è una storia che, per fortuna, non interessa più.
    Meglio analizzare il senso di questi due anni, con in mezzo le elezioni politiche a fare da spartiacque, uno scenario che i tanti tifosi delle elezioni anticipate, quellì sì uniti nella lotta dura e pura per gli strapuntini ed i vitalizi, non avevano messo nel conto.

  9. St. John ha detto:

    >le serenate di St. John ad Idv e sel

    caro Lamberti ma mi ci vedi con Romano e Ghilarducci? :) a fare icchè come dicono a FIrenze :)
    L’ho scritto altre volte: nel giudizio politico fa bene rimarcare la separazione dei giudizi di fatto da quelli di valore. Semplicemente credo che nel centrosinistra, nazionale e non, sia arrivato il momento per sciogliere il nodo gordiano delle prospettive e delle alleanze.E che forse Sel e Idv sono meno preparate a questo momento per capacità strategica e dimensioni elettorali. Questo il giudizio di fatto utile, se ben formulato, a capire le dinamiche in corso.
    Sul giudizio di valore, non riesco a scorgere partiti o coalizioni in grado, in Italia, di dare una seria e robusta prospettiva a questo paese. Vale per Idv e Sel come per il Pd. Il populismo è proprio il sintomo di questa situazione, “lo specchio della democrazia”, come dice un filosofo politico argentino che sto leggendo. Una democrazia che non è in salute, e per salute non intendo solo le procedure ma anche i diritti materiali e concreti, si guarda allo specchio e vede il populismo. Eppure sente di non esser cosi’. Di li’ il malessere di una società. Destinato ahinoi a permanere.

  10. Wladimiro Del Corona ha detto:

    “il populismoè proprio il sintomo di questa situazione”
    Giusta l’analisi di bersani

  11. St. John: ovviamente erano ( sarebbero ) serenate legittime e politically correct, quelle alle formazioni minori della ex maggioranza, non vedo niente di male ad immaginare un polo di sinistra alternativo al PD, del resto occupy mi sembra significhi questo. Poi sul dna di sinistra di alcuni la penso un po’ come D’Alema e Bersani, ma questa è un’altra storia.
    Il populismo evocato da Bersani con insistenza ieri è infatti un pericolo reale, per una deriva indefinibile ma con chiare vocazioni di destra, in Italia ed in Europa, magari anche sulla Costa Etrusca. Spiriti animali che (ri)vengono fuori. Tuttavia i percorsi livornesi, comprese le radici borgheziane e rondiste, sono davvero esemplari di contraddizioni insanabili , in una città assai significativa almeno sul piano simbolico e con un certo numero di aspiranti grilli parlanti.
    I nodi delle alleanze nazionali li vedremo, e sarà interessante capire come andrà a finire. Intanto è difficile parlare di governo del territorio qui ed ora, senza effettuare scelte sul lavoro, sul porto, sul ciclo dei rifiuti , sui servizi e via dicendo. In una sospensione allucinante in attesa del prossimo Piano Strutturale, che non potrà avere alcun effetto concreto prima della scadenza del mandato di Cosimi . Inevitabile.
    Il populismo, da Berlusconi a Grillo, in salsa livornese lo si riconosce facilmente, nel frattempo. Poi ci sono i diversi modi per cercare seriamente di uscire da questo angolo buio. Il nostro blog è un piccolo ma significativo tassello di questo confronto politico e culturale serio, ma non troppo e senza troppi salamelecchi, che non cade negli specchietti per le allodole e nemmeno in una dimensione surreale e sognante. Rimaniamo legati alla logica, banale banale, delle delibere da approvare in Consiglio Comunale, dopo tutti i discorsi sui massimi sistemi. Un modo sicuro per fare diagnosi, per capire chi fa sul serio e chi corre da un convegno all’altro senza senso se non il proprio specchio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: