Il PD di De Filicaia e la città OSTAGGI DELLE CORRENTINE CHE SENTONO L’ODORE DEL SANGUE .. NEL VENTENNALE DEL FILM ‘ LE IENE’ , MA MOLTO PULP FICTION! ‘ …

La Redazione

De Filicaia (anche con qualche imprecisione sul bilancio ) è da noi sostenuto contro le correntine interne ed ESTERNE  . caro De Filicaia , pochi iscritti non possono e devono mettere in difficoltà un Partito, una città . O sono iscritti o non lo sono, affari vostri ma a questo punto di tutti .. E Lazzeri oggi sul Tirreno  fotografa la situazione

. GLAMBERTI

Che la città possa rimanere in ostaggio di qualche correntina di partito e di qualche imboscata consiliare, mentre intorno ci sono da risolvere ed affrontare problemi gravissimi come quelli aperti sul porto  e non solo, fa rabbrividire.Lo diciamo da mesi, oggi non possiamo che condividere il fondo di Andrea Lazzeri. Non vi sono vie d’uscita, appunto , se non quella di non dire e fare scemenze, di governare fino in fondo tutte la emergenze aperte e finirla con i teatrini. Non bastassero quelli degli ex alleati, oggi ci si mettono pure i bindiani. Leggo e rileggo, i bindiani, nientedimeno. Io invece ieri mi sono messo a cercare di capire cosa diamine hanno approvato in Comitato Portuale. Molti addetti ai lavori parlano di tante cose , cruciali, tutte ancora da definire, non certo di qui all’eternità, ma di qui a pochissimo , per non perdere ulteriori occasioni e lavoro. Per arrivare vivi in fondo, come diceva giustamente ieri De Filicaia, sicuramente molto più a suo agio con le questioni portuali che con i bilanci comunali. Questi ultimi, da sempre a Livorno per quello che mi risulta, sono stati formalmente e sostanzialmente corretti, al di là di scelte opinabili, certo non elastici stiracchiabili. Giusta l’indicazione a ridurre l’IMU, per come farlo aspettiamo la proposta di bilancio con la firma di chi di dovere, con piena condivisione della struttura tecnico amministrativa del comune. Dirigenti che prendono incentivi corposi  e premi di produzione, in genere meritati, che devono garantire forme e sostanza di una proposta. Vecchi insegnamenti sempre validi per tutti, ieri, oggi e domani.

Se piove di quel che tona dice Ghino… come dargli torto!

Annunci

12 Responses to Il PD di De Filicaia e la città OSTAGGI DELLE CORRENTINE CHE SENTONO L’ODORE DEL SANGUE .. NEL VENTENNALE DEL FILM ‘ LE IENE’ , MA MOLTO PULP FICTION! ‘ …

  1. Kinto ha detto:

    Difficile ricordare dei caos del genere a Livorno.
    sara’ complice la crisi economica,
    ma lo credo sino ad un certo punto,
    ma il dato di fatto e’ che si e’ smarrito il bandolo a 360°.
    Le ribellioni dei bindiani che ad occhio e croce
    sono 8 in tutta la città non interessano
    e verranno mi auguro per loro gestite dal partito di appartenenza,
    ma come scrive Lamberti e Lazzeri del Tirreno
    se non si mettono in fila le questioni subito con grande rigore
    la voragine amministrativa e per esteso dell intera cittadinanza
    diverrà davvero incolmabile.
    I teatrini di questo o quella hanno fatto il loro tempo,
    dunque si parli di bilancio,di porto,di sanità di occupazione e piano dei rifiuti etc.
    Quanto al dovuto riconoscimento di errori che hanno portato a questa
    drammatica situazione non so se avverra’ presto,
    di certo,come da prassi ,
    a scaricare un certo modo di governare ci metteranno un secondo.il secondo dopo.
    Il segretario Pd conferma che si arrivera’ alla naturale conclusione di legislatura ,
    ed e’ con questa situazione che chi fa politica
    o e’ interessato alla vita pubblica deve fare i conti.
    Certo che la sabbia nella clessidra scorre inesorabile
    e risultati visibili se ne vedono pochi pochi.
    Al solito coraggio serieta’ e etica del lavoro,altrimenti
    buonanotte ai suonatori.
    Saluti

  2. Luca ha detto:

    Il sangue che le “iene” annusano non e’ quello di un singolo partito ,ma di una città intera.Si dia una prova di responsabilità forte,e si lavori in maniera condivisa ed allargata affinche’ Livorno riesca a sopravvivere fino al 2014,ed oltre…

  3. Non voglio fare paragoni eccessivi, ma leggendo oggi Carlo Galli su Repubblica, a proposito di chi attacca Napolitano per giocare allo sfascio del tanto peggio tanto meglio e lucrare piccole convenienze di bottega, ho ritrovato argomenti solidi. Certo nessuno qui è Napolitano, ma giocare allo sfascismo, a Roma come a Livorno, è uno sport che conosciamo e che non ci possiamo permettere. Altro che staccare le spine. Al contrario, basta perdere tempo!

  4. cesare trucchia ha detto:

    Giusto, basta perdere tempo.
    Come è giusto rivedere ogni forma di progetto. Rispondo a Vladimiro,tutto quello che si è discusso fino a ieri è “vecchio”, come é possibile legare dei soldi a dei progetti,già allora non convincenti, in un momento diverso con una crisi che ci ha messo in ginocchio e che sono per loro natura già vecchi e superati?
    Per le mie conoscenze,sicuramente ci sono funzionari e affini che non fanno il loro dovere,pur guadagnando tanto, ma mi hanno raccontato che buona parte di questi in altri periodi erano molto più efficienti, come ci sono assessori capaci, ma frenati. E allora?
    E allora si ritorna alla solita, ma saggia frase; salga a bordo c***o!
    Il pd. Ne parlo mal volentieri, ma faccio un eccezione, come dice il mio fiscalista per far funzionare le comunità ci vogliono poche regole e chiare,se poi aggiungi la meritocrazia come strumento per scegliere i candidati, pensate quanti personaggi fate fuori, costringendo i pochi rimasti a fare bene. Sarebbero tutti nomi nuovi, dove li trovi oggi dei nomi di candidati meritevoli e capaci a Livorno nel PD?
    . Per meritevoli e capaci, si intende persone che nei loro incarichi abbiano raggiunto gli obbiettivi prefissati(meglio specificare).

  5. St.John ha detto:

    Cari signori, se sui vostri giornali stamani avreste letto una prima con questo titolo ‘Monti: se le cose stanno cosi’ l’euro ne ha per una settimana’ vi sarebbero passate tutte le ruzze ;-) Solo che e’ accaduto davvero: e’ la prima pagina del Guardian di stamani. Questa e’ la qualita della propaganda in forma di notizia che si produce in Italia: omettere, depistare, neutralizzare la realta’ oltre le colonne d’Ercole del ridicolo. Il Tirreno, che fa parte della centrale di propaganda Repubblica-Espresso, non e’ da meno. Troppa trasparenza riportare il controconvegno di domani? Si, lo scandalo sta nel pensare una citta’ senza Pd nel momento in cui il Pd e’ a terra.
    La trasparenza e’ fenomeno ancora alieno a Livorno. Nessuno sa e puo’ pubblicare una previsione pluriennale di bilancio del comune. Votare un bilancio senza sapere la tendenza nel 2012 e’ fenomeno arcaico e pericoloso assieme. E con una stampa cosi’ tutto e’ possibile. Quante persone a Livorno conoscono la reale situazione pluriennale (di qui al 2014 niente di complesso) del bilancio del comune comprese le partecipate? Se tutto va bene non stanno nelle dita di due mani.
    Nessuna amministrazione democratica regge, in una societa’ complessa, con questi criteri. Certo ieri era colpa di Romano, oggi dei bindiani domani chissa’. Invece e’ questo modo pittoresco e borbonico di governare che produce, motu proprio, lo sfacelo di una amministrazione. Mi auguro si sapere nel 2013 da un commissario, e non da Nebbiai (con la solita intervista fatta con le ginocchiere) la reale situazione dei conti della mia citta’. Dopo una bella due diligence fatta bene. Costerebbe meno di lu liquidatore..

  6. Condivido i limiti di previsione pluriennale di bilancio, confermati ieri dal Collegio de Revisori in Commissione, almeno per quanto riguarda le partecipate ed in particolare SPIL, ma non solo.
    Che poi la colpa dello stato dell’arte sia di qualche sconsiderato consigliere o addirittura dei bindiani, non l’ho mai considerato nemmeno lontanamente. E’ l’uso che se ne fa, ed a volte vanno oltre le previsioni. E l’uso che ne fanno un po’ tutti , a destra ed a sinistra, anche questo c’è. Evidente.
    Ciò non toglie che ciascuno, poi, risponde di quello che fa, una volta raggiunta la maggiore età, ma questa è un’altra storia.
    Come dice Di Pietro nientedimeno che di Napolitano, nessuno è sopra la legge.

  7. Wladimiro Del Corona ha detto:

    Caro Ginfranco, non riesco francamente più a seguire le riflessioni di SY. A volte le trovo significative e pure reali, ma in tutto ciò che scrive c’è un astio nei confronti di PD e stampa che non riesco davvero a comprendere o meglio lo comprendo benissimo. Auguri a SY e alle sue speranze che dir edi diverso se il rispetto democratico vale e dovrebbe valere per tutti.
    ma vorrei invitarti a fare una cosa seria davvero.
    Ho cliccato ” INCENERITORI IN PUGLIA”, ti suggerisco di fare la ricerca , ci sono molte cose interessanti davvero, aproposito di iniziative in salsa labronica che hanno il senso totale di dare addosso al PD. ma quqesto tra l’altro lo ritengo anche normale, fatto salvo che alcuni pensano di attaccare tutto e tutti e al di fuori di se stessi è tutta meschinità, bugie , incapacità ecc….Auguri e divertiti a scoprire cose serie e interessanti.

  8. St. John ha detto:

    Mentre tornavo a casa, fonte buona raccontava delle lamentele di, diciamo, persone espressione del Pd presso l’ufficio affissioni. Le lamentele riguardavano la presunta illegimità, da parte dell’ufficio, nell’affiggere i manifesti del controconvegno di domani. Segno dei tempi, simili posizioni non hanno trovato ascolto. Per carità, queste ed altre cose rendono divertente la politica. Ma è così difficile, per il PD, prendere computer e tastiera e scrivere “sui temi di cui discutete al controconvegno queste sono le nostre posizioni nel dettaglio etc.”? Evidentemente è uno sforzo troppo pesante: avere una posizione da far valere e riconoscere l’esistenza di un reale e motivato dissenso.
    Su una cosa mi sento di dare ragione a Lamberti, su un suo intervento di un mesetto fa. Ovvero sul desiderio di poteri non proprio presentabili (in senso politico, non fraintendiamo) di andare al voto anticipato. Qualcosa mi è passato sotto gli occhi e devo dire che qualche movimento c’è. Ma è anche tipico delle epoche di transizione, niente che giustifichi di la tenuta di una maggioranza ormai allo stato larvale..Certo se Berlusconi, come leggo, si dice pronto a tornare a governare..c’è posto ancora per tutti :D

  9. henry w.brubaker ha detto:

    “Bastano un paio di bindiani”,veramente un passaggio (quello letto oggi ) discutibile,da cultura egemonica anni 70. Se per una volta una componente si esprime nel merito (sollevando problemi reali ripresi dallo stesso segretario comunale),non vedo dov’è lo scandalo.Al massimo possono rischiare di essere espulsi.C’è ovviamente una spesa straordinaria e imprevista da finanziare con il gettito.Generata da cattive gestioni e da una errata programmazione delle spese generali.(che continuano a crescere)Si dichiari quanto meno il debito fuori bilancio invece di appostarlo in modo surrettizio.Non regge neanche il vecchio adagio della spesa storica delle scuole,visto che sono nel Piano delle Alienazioni.Al pari dell’area ospedaliera.Insomma,basta con le furbate.

  10. Io non credo che in questi voti ci sia psolo una analisi del bilancio e delle sue criticità , anzi mi sembra, sbaglierò , che il fatto che sinanalizzinun bilancio in base alla geografia correntizia, sia un segno di una vecchia logica, certo diversa dalla tradizione egemonica, ma figlia di un tradizione partitica assai nota e che non e’ migliore per niente. Giochi interni, che con l’ imu non credo abbiano molto a che fare. Almeno osservando dall’esterno , molto dall’esterno. Le correnti , minime, non sono in genere correnti di pensiero. Al di la’ di gestioni di bilancio opinabili, ovviamente.

  11. St. John ha detto:

    caro del corona, astio? l’hai scritto qualche giorno fa anche ad hb. vedi, dopo i vent’anni, a qualsiasi titolo ti occupi di politica, le cattive emozioni non possono aver spazio. Lo strumento ‘politica’ ti si rivela con le sue potenzialita’ ma anche nella sua complessita’. In questo senso la politica e’ anche un’ottima terapia del se’ aiuta a depurarci dalle pessime passioni. anche perche’ se ascolti queste ti fai davvero male.
    personalmente credo nel potere della diplomazia. proprio come completamento del conflitto. senza diplomazia il conflitto non ha buon esito. figuriamoci quindi se posso metterci astio. nel tempo, in varie stagioni, ho trattato con diversi di voi. credo attualmente abbiate perso lucidita’ e spirito di corpo. brutto segno, specie quest’ultimo.
    ma te credi davvero che uno come me, con zii iscritti dal 21che hanno fatto la spagna, preferirebbe vedere a giro un pizzarotti livornese che in un mese non ha nemmeno mezza giunta?
    e’ che le preferenze non contano in politica conta il fatto che siete nel polmone d’acciaio. impossibile dare un futuro a una citta’ in queste condizioni. Oggi faro’ un breve intervento. Del Corona, sono nato in via Santo Stefano..so come ci si comporta. quelli che hai accanto onestamente non so.

  12. Di Bisceglie ha detto:

    dunque, è la prima volta che approdo su questo blog in quanto qualcuno mi ha segnalato la discussione e la presenza di numerose imprecisioni ed insinuazioni quindi mi vedo costretto a segnalare quanto segue:
    1)Alcuni consiglieri di circoscrizione hanno deciso di votare contro al bilancio (in estrema sintesi: per IMU alta e spesa corrente cresciuta).
    2)L’insofferenza per l’aliquota alta IMU era ed è preponderante fra gli iscritti al PD e tra gli elettori.
    3)La stessa insofferenza era stata esternata a più riprese nei giorni che hanno preceduto i consigli.
    4)La documentazione più volte richiesta dai consiglieri non è stata messa a disposizione della giunta (sono arrivati solo documenti parziali con dati aggregati)
    5) non è un reato se alcuni consiglieri hanno trovato un’intesa per poter elevare una protesta che molti pensavano fosse giusta ma nessuno aveva il coraggio di portare avanti.
    6)le insinuazioni secondo cui ci sarebbero altri ed imprecisati fini dietro questa protesta non trova riscontro nella realtà ed è frutto di scarsa conoscenza della situazione e soprattutto della scarsa conoscenza della moralità che contraddistingue i soggetti che hanno espresso il voto contrario.
    7) il segretario de filicaia ha ratificato quel sentimento diffuso nel partito e personalmente ne sono contento.

    vorrei che ci fosse molta meno dietrologia nell’analisi politica perchè ci sono persone che pensano ancora che si possa fare politica senza avere ritorni personali. scusate se esistiamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: