AMADIO E ROMANO UNITI NELLA LOTTA ! UNA SOLA RISPOSTA : BELLA CIAO !

la Redazione

ANTI FASCISTI  PER SEMPRE !

GLAMBERTI

L’immagine dei tori che caricano quando vedono un drappo rosso agitarsi è ( ed era ) nell’immaginario metaforico collettivo di generazioni di antifascisti. La prima volta che l’ho sentita è stata all’Università di Napoli, quando venivamo attaccati, con ingiurie e non solo, da squadracce fasciste. Sarà per questo che quella del nostro blogger non mi ha particolarmente colpito, sicuramente non è una sua invenzione, mi dispiace per lui. Quanto alla definizione di parole acide pronunciate contro di me, a proposito delle trasmissioni televisive in mia assenza, che quelle parole fossero acide o carine non mi interessa, ma è un giudizio possibile.Che poi si tirino ancora in ballo figli che lavorano come tanti, senza alcun privilegio e che anzi hanno dovuto lottare anche in tribunale per non essere discriminati , ciò fa parte di un armamentario polemico che lascio, come sempre ho fatto nei confronti di chi lo usa, esattamente a chi lo usa.Meglio parlar d’altro come dice Ludom e come suggerisce il sempre puntuale Guarducci, sulla pagine del Tirreno che, giustamente, richiamano tutti alle cose che riguardano la città e non il gossip della politica, costruito in modo prevedibilissimo . Infatti non avevano faticato troppo e con largo anticipo l’ottimo Cristiano Toncelli e  Wladimiro, a proposito di dimissioni e simili amenità, nel prevedere l’evoluzione del film.Non a caso, prima di subire l’attacco squadrista ( il gemellaggio di oggi ne è una conferma, ma non ne parlerò  per rispetto del lavoro della Autorità Giudiziaria  ) stavo cercando di porre all’attenzione della conferenza dei capigruppo, poi sospesa necessariamente da Bianchi , proprio le questioni del porto e l’agenda dei temi da trattare in Commissione per avviarci agli appuntamenti previsti.  Ci ritorneremo, eccome.Siamo in fase del tutto nuova, Ludom coglie il senso. Ma intanto delimitiamo il campo, le squadracce e le ronde borgheziane, a Livorno non hanno mai avuto e non avranno spazio politico. Il nostro blog ne è una dimostrazione.

Ludom

Ecco, bravo Conte: andiamo oltre.Non prima però di ammettere che all’inizio vi reputavo troppo suscettibili e inclini ad un’indignazione troppo facile, un po’ artefatta, a limite, strumentale. Oggi mi rendo conto che se, a volte, anche a Lamberti può capitare di far politica con i giudici è perché, nonostante il suo sincero amore per Livorno, è educato un po’ino meglio di un livornese di nascita. Quel “fascistello di Bientina” te le leva di mano! Però andiamo oltre. Oltretutto dove c… volete che vada. A riciclarsi come grillino non fa più in tempo e con l’Idv dove può arrivare…..qui a Livorno almeno? L’Idv e Sel hanno, sia sul piano nazionale e ancor più su quello locale, un ambito ristrettissimo di sviluppo. Il loro destino è segnato.Purtroppo ad essere segnato sembra anche il destino della città ed è bene, dunque, tornare ai nostri temi.Non li sto a ricordare, ci pensate voi tutti i giorni ad  analizzarli e denunciarli. Domando solo: proprio per quella caterva di questioni che anche oggi ricorda Wladimiro, quanto ancora deve durare questa storia? Dopo il Bilancio ( perché il commissariamento no!) quanto ancora, per veder se prende il via? L’estate, la ripresa autunnale? Altri due anni a questo livello e, proprio per i problemi che ci stanno a cuore, meglio ma molto meglio un rapida fase di “ordinaria amministrazione” preelettorale. D’altra parte, nessuno di noi pensa che limitare le facoltà “operative e progettuali” di questa Giunta, con la prospettiva di liberarsene per giunta, voglia dire far prendere grandi occasioni di crescita alla città. Allora quanto, Wladimiro? Ma potrei dire anche Alessandro e spero tanti altri. In un certo senso lo dice anche Lamberti in risposta all’acutissimo hb, “elezioni o non elezioni” ormai siamo in una fase del tutto nuova. I giochi sono aperti. Due o tre mesi per vedere se parte il rinascimento e poi..…..staccate la spina e si naviga in mare aperto. Tanto è questione di pochi mesi, poi un approdo ancora si trova e sarà migliore delle attuali lande……fra due anni non lo so.Oltretutto come area culturale, diciamo così per scongiurare accuse di inciuci, partite avvantaggiati.Pensate ai bischeri come me che c’hanno Santo che li mette un branco di idee ner capo ma poi non riescono a trovare qualcuno che abbia il coraggio e l’intelligenza politica di interpretarle, di cercare di realizzarle o di implementarle come dicono i politici della seconda repubblica. ;-


Annunci

16 Responses to AMADIO E ROMANO UNITI NELLA LOTTA ! UNA SOLA RISPOSTA : BELLA CIAO !

  1. Kinto ha detto:

    E’ davvero un bel gemellaggio
    quello che stanno mettendo in piedi
    il futuro uomo del movimento 5 Stelle
    e la pacata e piacevole politica dell’ex msi.
    Non entro nella polemica,
    perche’ e’ risibile.
    Guarda te che dopo la sacrosanta querela del dott.Lamberti,
    la pasionaria nera minaccia la contro querela
    anche lei.una barzelletta,
    su cosa poi ?,sfido con grande serenita’ a trovare una singola diffamazione.
    casomai descrizione e si sa che ognuno ha modi propri per esprimere e raccontare
    cio’ che vede.
    Condanniamo la liberta’ e la particolarita’ d espressione?
    condanniamo il mezzo di discussione
    con pseudonimi,non anomimi,
    ma pseudonimi?
    e perche’?perche’ c’e’ chi magari
    auspicherebbe la censura preventiva?
    Controattacchi scomposti
    e di rafforzamento di un asse
    politico fin troppo chiaro,da mo’.
    Proverei io a scusarmi essendo l autore del pezzo descrittivo,
    ma il giorno in cui mi scusero’ con una persona
    delle sue caratteristiche cosi’ conosciute,
    cosi’ sgarbata,
    e cosi’ indigeribile,fan mai nascosta di mussolini
    e delle leggi razziali,
    con ciondoli anticostituzionali persino attaccati al collo,
    sara’ il giorno in cui andro’ a farmi uno shampoo nel Wc
    e tirero’ la catenella,non una ma tre volte.
    Amadio faccia la sua politica nostalgica delle manganellate e dell olio di ricino,
    e lasci stare persone che con lei
    mai avranno niente a che spartire.
    per dirla in stile hollywoodiano
    “fatti una vita”.
    Saluti

  2. luca ha detto:

    Davvero patetica l ‘Amadio,ogni scusa per difendere l’asse inciuciario messo su.Lamberti querela il futuro leader del movimento 5 stelle,ed allora tanti auguri,
    perche’ cio’ che abbraccia Romano e’ nei fatti,muore presto,
    e lei armata della solita antipatica volgarità verbale,lo difende attaccando il cattivissimo Lamberti.Non davvero ho mai capito come faccia un livornese a votare una come lei.mi vergognerei anche solo a pensarlo.

  3. luca ha detto:

    Perche’ poi quella li’ debba offendere tutti i bloggers,definendoli “codardi vigliacchi”,anche questo non lo comprendo molto.
    l’offesa ce l’ha nel sangue,prima ancora di uscire aria da quella bocca devono uscire offese.mi accodo a Kinto ,Amadio “fatti una vita”.

  4. Spero che tutti livornesi leggano il nostro blog, ci critichino, ci sostengano, insomma facciano quello che vogliono e saranno sempre ospiti graditissimi. Ci chiamiamo CONFRONTO per questo e l’uso di nickname è la prassi nel web, ma dove vivono. Basta andare sui siti del Tirreno, del Corriere della Sera, della Repubblica, della Stampa, dell’Espresso e via dicendo. e le battute nei confronti di tutti, che vengono pubblicate con nickname, sono spesso assai aspre. Questo non vuol dire che Scalfari o De Bortoli o Bernabò o Manfellotto userebbero quello stile, ma non censurano. Come non viene censurato Crozza o Grillo.

  5. GHINODITACCO ha detto:

    VOLGARI ED IGNORANTI
    Definire vigliacchi chi non si firma sul blog, è indice di pura ignoranza
    definire anonimi gli PSEUDONiMI, quali “Kinto” “Ghino” “Ludom” e via dicendo è come dire chi è BOCCALARGA o la PASIONARIA
    Le cose ed i concetti espressi in questo blog ormai da anni sono purtroppo le uniche manifestazioni di intelligenza che si manifestano in questa città.
    Voler censurare il blog è l’esercizio antidemocratico di chi preferisce lo squallido chiacchericcio inconcludente della politica livornese
    Non ci lasceremo intimidire ne da un romano ne da una antignanese:
    RESISTERE RESISTERE RESISTERE……………..:-)))))))

  6. Pasquale Lamberti ha detto:

    ANPI LIVORNO

    Amico della Resistenza

    Tessera N* 92076

    Bella Ciao !

  7. Alessandro Latorraca ha detto:

    Non dobbiamo noi far scadere il dibattito nella volgarita’, come abbiamo sempre fatto su questo blog. E’ necessario che chi vuole continui ad agitarsi nelle tenebre dei loro e pensieri e disvalori politici. Ho sempre sostenuto su questo blog, sul mio e soprattutto in consiglio la necessita’ prima di tutto di difendere la dignita’ e il valore delle istituzioni che indegnamente rappresentiamo e viviamo.
    Se una possibilita’ di riscatto questa città possiede la possiede proprio nella salvaguardia dei suoi valori istituzionali e nel sogno che possano tornare a calcare i banchi delle istituzioni uomini e donne capaci di sogno, di idea alta della politica e soprattutto come servizio per e con gli altri: il contrario di cio’ che i nostri eroi in questi giorni stanno tentando di fare.
    C’e poi il problema delle cose serie da fare: che purtroppo sono li tante ferme, che aspettano di essere interpretate, governate. E qui la responsabilità deve essere assunta da chi comunque il governo di questa citta’ lo puo’ esercitare. Fra qualche giorno si avviera’ il processo del PRGP, purtroppo altre questioni rimangono ferme a cominciare dalla nuova sanita’ dall’affidamento del PS, fino alle questioni lavorative aperte a cominciare dall’ippodromo arrivato purtroppo ad un punto forse di non ritorno.
    I prossimi due anni non gettiamoli, cerchiamo di aprire nuovi scenari, di costruire un patto per Livorno che territorializzando fortemente la nostra politica sappia diventare soggetto valido di interlocuzione in un contesto di area vasta fino ad incalzare quando necessario la regione. Un patto di gente per bene, che pur arrivando da culture e visioni diverse sappia pero’ convergere su un’idea condivisa di bene comune, di strategie, sappia anche rivedere scelte fatte ma che magari oggi necessitano di essere riviste alla luce di una evoluzione velocissima dei cambiamenti che una citta’ come la nostra subisce quotidianamente.
    Una piattaforma capace di mettere in rete ogni forza disponibile ad un cambiamento di passo che ormai appare ineludile e improcastinabile

  8. St. John ha detto:

    mah, francamente non ho mai letto qui una parola sopra le righe nei confronti di Marcella Amadio. Nè ho visto un uso dell’anonimato, che fa parte del linguaggio di internet non della Spectre, tale da rasentare le diffamazione. Figuriamoci se è uscito qualcosa di diffamante e contenente oscure minacce. Personalmente, pur venendo da ambienti che alla Amadio hanno detto buongiorno e anche buonasera, è la prima volta che ne parlo.
    L’ultima cosa che Livorno si può permettere, detto alla romana, è di buttarla in caciara. Chi lo fa se ne accorgerà alla prossima tornata elettorale amministrativa. La gente è piena e non poco e non ne può piu’ di muppet show della politica, ad ogni livello. A proposito di questo mitico 2014. Stavo leggendo i sondaggi che danno Grillo dal 19 al 21 per cento, a seconda delle agenzie di rilevazione, e sempre al secondo posto. Di conseguenza non è follia pensare che nel 2014 si arrivi al voto con i grillini già come secondo partito di Livorno. Non so se in questo secondo partito ci sarà anche Romano :) come ipotizza La Nazione, ma nel caso vedo comunque ondate di panico a rota nel centrosinistra livornese. Se lo scenario sarà questo evitiamo tutti di buttarla in caciara..detto da me è come Cassano quando dice “il tutor di Balotelli io?” :) però ci si capisce.
    Chiunque ci sarà dovrà misurarsi sulla qualità della proposta. I grillini populisti? Mi fermo ai fatti, essendo nota la mia distanza dal grillismo. La giunta di Parma ha un buon numero di garanti internazionali e cinque (per adesso) assessori che hanno un ottimo curriculum.
    Qualitativamente (poi politicamente è altro tema, visto che il governo Obama ha dei top player universitari ed è franato) è superiore alla giunta livornese. Una giunta che ha come referente, per ridurre la forbice tra amministrazione e popolazione, il governo quotidiano della rete e delle assemblee cittadine. Si tratta di un modello che ha punti di forza come di debolezza ma è un modello.
    Il Pd che modello ha? L’assessore nominato che va a cena con l’imprenditore? Un modo di ascoltare il territorio, indubbiamente :) ma che non porta più voti. Il sistema arcaico della riproduzione del potere livornese è finito. Più profondamente di quanto si pensi. Chi vuol far politica deve dare risposte, non a me :) ma chi vota, altrimenti è finita. Triplice fischio finale. E una volta all’opposizione, non è una stagione, il PD crolla. Per me non è un problema, anzi tornerei a fare le gabbionate in via Donnini come prima dell’attuale location.

  9. Wladimiro Del Corona ha detto:

    La lettera di Romano di oggi in risposta a Lazzeri è la più clamorosa testimonianza della spregiudicatezza di questo politico. Da causa e protagonista di tutto ciò che in un modo o nell’altro è successo nelle aule istituzionali e purtroppo anche fuori , a vittima usando il potere mediatico e sappiamo che vuol dire.
    Ma lo voglio dire a tuti coloro che hanno conosciuto nei fatti e negli atteggiamenti, nelle parole e nelle provocazioni, nei condizionamenti di ogni tipo ecc…..questo provocatore.
    Fa ciò che sa fare meglio, fa poltica secondo il suo pedigree, svolge bene il suo compito .
    Se sapremo ignorarlo e parlare di altro , di Livorno ecc… bene altrimenti su certe sponde il clima che si è determinato nella coscienza di tanta gente sarà terreno fertile per incursioni politiche di Romano, Grillo e vdremo chi altri.
    Lo ripeterò fino alla noia, c’è un solo rimedio, tornare a governare, perchè se il PD è nel centro del mirino è anche altrettanto vero che il governo cittadino è il PD e viceversa.
    Tornare a connettersi con la città, ma farlo davvero. Fare della città la fucina di un progetto per oggi e domani e per i giovani, un progetto che nasce in città , non nella testa di illuministi moderni che mi appaiano più spengi candele che altro.
    Cancelliamo Romano dalle prime pagine, mettiamoci il che fare di antica memoria , univa via di salvezza nel caos attuale.

  10. Wladimiro Del Corona ha detto:

    Devo dire che tutta la preccupazione che ho cercato di trasmettere tante volte è direttamente proprozionale a ciò che dice SY. Siamo lontani io e SY ? Ok , ma oggi condivido la sua analisi per intero e di li nasce la mia folgorazione sull’ultimo voto amministartivo e sui sondaggi che leggo come lui. E’ triste però che troppa politica non riesca non solo ad attrezzarsi, ma a comprendere, perchè ti attrezzi solo se comprendi la dura replica dellagente e delvoto – non voto che ha nell’anima. Come sempre speriamo, ma nel 2014 senza veri e profondi cambiamenti( e non parlo certo di alleanze perchè la prima e vitale alleanza è con la città ma chissa …..) sarà dura caro PD e carissimo Yari.

  11. Wladimiro Del Corona ha detto:

    PS – sono riflessioni che vanno ovviamente inserite dentro una cultura e una responsabilità di governo, mi pare necessario sottolinearlo, perchè non è una bella propspetiva quella di vincere oggi per non governare domani.

  12. Certo che questi post sono di grande livello. S.J. Alessandro, Wladimiro sono , da sponde diverse, un esempio di come dovrebbe confrontarsi una nuova stagione politica a Livorno . Magari ci fossero altri spazi come questi e la notevole attenzione che riscuotiamo sulla stampa e negli ambienti politici cittadini. Molto interessanti le valutazioni di S J, sui nuovi strumenti della politica anche a livello locale. Tanto per fare un esempio.

  13. GhinoDiTacco ha detto:

    Caro Gianfranco, il divino Dante ci insegna:
    “Non ti curar di loro ma guarda e passa”
    Canto III dell’inferno in cui Dante descriveva con Virgilio, “l’ingnavi (I VILI)”
    :-))))))))

  14. Sintetizzando , contro il grillismo chi si presenterà nel 2014 dovrà essere credibile .

    Tutto qui.

    Non difendere stupidamente l’impossibile , umiltà , chiedere scusa e ripartire con visi CREDIBILI .

    Mettetela come vi pare ma è l’unico modo che c’è per non rimanere mezzi uccisi dalla voglia dei livornesi di punire il Pd per questi 10 anni di follia politica.
    Che vada avanti quel Pd che già oggi sta lavorando con fatica ma coraggio all’oltre .

    un saluto di stima a quei consiglieri Pd che ci stanno mettendo la faccia in questo blog .

    E qui siamo aperti seriamente alle squadre .
    Qui a prescindere non ha nè ragione nè torto nessuno .

    Qui siamo liberi e tutelati da Lamberti .

    Bella Ciao !!!!

  15. Quando è stata interrotta la conferenza dei capigruppo, per i noti motivi, stavo cercando di proporre una agenda sulle questioni portuali, che a breve dovranno essere oggetto di esame e decisioni da parte del consiglio comunale. Domani ci sarà , alla associazione industriali, una sessione dedicata al tema, con Gallanti e Giani.
    Ultimo di una lunga serie di dibattiti pubblici, a cui anche noi abbiamo contribuito e da tempo. Le cose che dovremmo affrontare in Consiglio, appunto. Naturalmente, al di là del merito, tutto ancora da capire, esistono procedure ed atti che vanno compiuti. Carte che devono essere consegnate ai consiglieri, documentazione adeguata. Nodi da sciogliere, che non sono ancora stati sciolti.
    Il tempo è stretto e non consente di stare a seguire teatrini precostituiti.
    A leggere i contributi al blog, si vede che tutti non ne possono più, ma nessuno intende iscriversi alla messa cantata di vecchie liturgie obsolete.. Basta leggere St John e le sue opportunissime citazioni dei nuovi strumenti della comunicazione, anche tra politica e cittadini, tra istituzioni ed elettori. Qualcuno non ha ancora capito che è cambiato il mondo e che Livorno non ne può più , se poi il condimento ad appuntamenti disattesi ed urgenti viene fatto con attacchi squadristi e ronde padane, metter un freno, anche con un blog , diventa un dovere.

  16. cesare trucchia ha detto:

    Concordo con Gianfranco su post di livelli superiori. E’ qui la differenza di cultura.
    Guarda caso tutti dicono di non leggere mai queste pagine, ma tutti hanno amici che lo leggono al momento giusto e miracolosamente quando si parla di loro. qualcuno lo legge e prontamente lo avvisa.
    Mi domando è tanto pericoloso o oltraggioso rispondere e venire alla luce senza guardare dal buco della serratura?.
    Un altro personaggio,lo ha letto, ha scritto, ma messo nell’angolo si è dileguato, meglio scrivere altrove, senza un contraddittorio e con qualche seguace che lo stimola. la tattica attuale è il vittimismo.
    ….quando si dice uomini o omini. per le donne non mi veniva un dispreggiativo “carino”-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: