STOPPATA LA POLITICA DELLE POLTRONE E DELLE INDENNITA’. MA COSA RAGIONANO?! INFAMANO IL SINDACO (pd) , VOGLIONO STACCARE LE SPINE MA SI TENGONO L’ASSESSORE , IL CONSIGLIERE ESCE DALLA MAGGIORANZA MA VUOLE LA POLTRONA DI PRESTIGIO CON IL SOSTEGNO IDV (CHE VA CON CANNITO..) ALL’INSAPUTA DEL PD. MA ‘SOSTENGONO’ IL PD… NO, IL PROBLEMA E’ LAMBERTI .. IMBARAZZANTI .

La Redazione 

LA cosa vergognosa è che chi attacca il PD e Lamberti non si misura su di un argomento MA SOLO SULLA PERSONA. E’ questa la politica che vogliono fare ?

Questa è la politica di MAMMA FRANCA e FIGLIO !  ps ( grazie SJ..) !!

Annunci

15 Responses to STOPPATA LA POLITICA DELLE POLTRONE E DELLE INDENNITA’. MA COSA RAGIONANO?! INFAMANO IL SINDACO (pd) , VOGLIONO STACCARE LE SPINE MA SI TENGONO L’ASSESSORE , IL CONSIGLIERE ESCE DALLA MAGGIORANZA MA VUOLE LA POLTRONA DI PRESTIGIO CON IL SOSTEGNO IDV (CHE VA CON CANNITO..) ALL’INSAPUTA DEL PD. MA ‘SOSTENGONO’ IL PD… NO, IL PROBLEMA E’ LAMBERTI .. IMBARAZZANTI .

  1. Kinto ha detto:

    Credo proprio si stia cadendo nel ridicolo.
    La Redazione coglie tutti gli aspetti.
    O la politica la si pensa una cosa seria o
    diviene un semplice ruttino di bimbo dopo la puppata.
    I problemi sono stringenti,
    l’ affanno della citta’ e’ di grande evidenza e c’e’ ancora chi
    come unico obbiettivo ,
    sommo indirizzo politico esistenziale
    e’ quello di rompere i coglioni al dott. Lamberti?
    Insomma un po patetico
    e fuoritempo a mio parere.
    Non e’ certo Lamberti che a caratteri cubitali e tutti i giorni
    infama Cosimi
    indicandolo come il vero e grande problema di Livorno.
    Non mi pare sia stato Lamberti
    ad auspicare e cercare la fine politica ed il ritorno a privata professione di
    Cosimi dopo la legislatura.
    Non mi pare sia Lamberti
    che minaccia ogni giorno di staccare
    la spina con grande irresponsabilità.
    Non mi pare che Lamberti
    storca sempre il naso sputi nel piatto dove mangia e poi tenga incollato un proprio Assessore come se niente fosse.
    Non mi pare sia stato Lamberti
    ad inciuciare con il PdL per le presidenze delle Commissioni.
    Questi sono solo alcuni esempi,freschi freschi,
    detto questo auspico
    che laddove ancora possibile vi sia uno scatto
    di serietà e che si rimanga sui problemi cercando di risolverli
    nella miglior maniera possibile.
    Impostando il futuro con altrettanta serietà che passa necessariamente dalle persone che ne faranno parte.
    Altrimenti la politica cittadina rischia di strozzarsi
    intorno ad acidità che gonfiano anche le fattezze
    scompostezze di
    personaggi in cerca d autore,
    o di personagge che non hanno mai contato alcunche’ e quando provano a prendere i voti ne prendono 16 contando anche i familiari.
    Saluti e auguriamoci che invece di pensare solo alle poltrone da tenere sotto il sedere ,con le balorde teatralità che ne conseguono,
    si pensi a “Livorno prima di tutto”

  2. Mario ha detto:

    Livorno ha bisogno ora come non mai,di contributi seri,e di confronti costruttivi.dalle mie parti cercare soluzioni è un punto di merito,cercare delle sterili polemiche un punto di demerito.Se la maggioranza non c’e’ piu’ ,e Giannini va nel gruppo misto non credo sia imputabile a Confronto,ma a scelte politiche,e personali precise.La politica,sia politica,seria e composta,altrimenti come dice Kinto diviene solamente un rigurgito acido,che serve a poco.

  3. Luca ha detto:

    Chiamateli paraculi,fanno,sfanno,tengono poltrone e assessorati ,minacciano e offendono pesantemente il Sindaco del Pd,e poi vogliono anche due soldi di resto da terze persone.Fate i seri una volta nella vita

  4. Mario ha detto:

    Se non si mettono al centro della discussione i contenuti,e cosa si ha intenzione di fare per i prossimi due anni,ed oltre,resta quella squallida politica basata sulla ricerca di un nemico.un progetto politico fine a se stesso,e vecchio di anni.Il dopo berlusconi avrebbe dovuto farlo capire un po’ a tutti,ma c’e’ ancora qualche nostalgico,qualcuno che prova a giocare a Risiko con le regole del Monopoli,e che crede,buon per lui ed i suoi elettori se ne avra’, basti giocare a freccette,offendere e provocare per definire una compagine politica credibile.Basta giochi di poltrone,e se la giustificazione dopo rotture,staccamenti di spine minacciati,gruppi misti,inciuci con la destra etc.e’ giusto per evitare il “monocolore”,allora siamo davvero alla frutta di stagione.

  5. GhinoDiTacco ha detto:

    Cara “maggioranza rissosa” :-))) non vi accorgete che il Grillismo e’ un “sintomo” e VOI siete la MALATTIA ?!!!!

  6. Wladimiro Del Corona ha detto:

    Caro Ghino in una frase questa volta centri il problema.
    Doo di che se tutto si riduce come è stato in questi anni a furberie politiche, autoreferenzialità, appetiti mostruosi di poltrone e poltroncine, ( ma qui non ci sono vergini nel casino), per l’oggi e per il futuro ancora di più, se qualcuno gioca al massacro anche dentro il PD, se non si da fiato e corpo ad una discontinuità vera, politica, programmatica, di personale politico, di etica poltica, di rigenerato rapporto con i cittadini, di concezione della responsabilità di governare, avremo certo ripetute lezioni elettorali e successi del grillismo..
    Detto questo tutto dice e chiarisce che nel centro del mirino c’è unicamente il PD, logorarlo, metterlo all’angolo, strappare al PD più voti possibili.
    Chi attacca Lamberti , che fa solo il suo mestiere come lo fanno “loro”, ma lo fa con capacità, esperienza e intelligenza superiore anni luce rispetto a tanti merceneari e opportunisti della politca in senso stretto, è dentro logiche opportunistiche e autoreferenziale , politiche e personali, da che io sto in Consiglio comunale , fatti e situazioni da me denunciate in tempi non sospetti.
    Perchè sostengo che siamo stati noi a dare tanta importanza e spazio a questi cannibali della politca?
    Per un verso per aver inquadrato tutto in termini politichesi e dei peggiori, per l’altro per aver causato un vuoto di concretezza di governo che ha lasciato praterie aperte per incursioni di ogni tipo, senza qui ricordare i punti.
    basta però il fattaccio di Rosi per capirlo, basta anche il fattaccio del PD nazionale nella spartizione delle autority per capirlo come si da fiato al grillismo.
    Basta promuovere scientemente un CC come quello sulla proposta di Giannini a Vice presidente per capirlo. Bisognava assecondare questa scelta e levare la sete con il prosciutto come si dice a Livorno. Certe cose le ho personalmente sapute a posteriori e non posso sempre essere il Don Chisciotte della situazione: Ma qualcuno mesta pesantemente nel torbido ancora oggi e forse ancora nei 2 anni che ci restano, perchè se una cosa è certa che davanti alla responsabilità enorme di definire alcune grandi discriminanti come Piano Strutturale e PRG porto con tutto il resto che qui non richiamo, perdere 2 ore su assurdità o pensare a voto anticipato tutto è meno che responsabilità di governo.
    Anche io ho detto non voglio sentirmi parte della sciagura, ma non significa fuggire, significa sostenere la vita della legislatura e provare ad esserci e a fare qualcosa di utile senza la presunzione ovviamente di essere determinante perchè qualcuno questo vorrebbe , ma in una logica macchiavellica che non sopporto.
    Oggi Bersani dice no ad avventure aggreganti, ma solidità politica e di governo a partire dal programma e dal progetto Italia.
    Vediamo cosa succede . certo a Livorno c’è una componente tutta locale che richiede una chiara e inossidanbile svolta o continueremo ad essere ostaggi di piccoli personggi politci che si incoronano Siglori , ma sono solo pagliacci. Attenzione Gente, ci sono possibilità di grandi difficoltà per il PD locale, per tante ragioni, ma potrebbero esserci amare sorprese per tutti anche per coloro che oggi pensano di trovare fiumi si sangue con cui rivitalizzarsi a spese del PD.. Bisognerebbe parlare di cocncretezza di problemi con un minimo di responsabilità e di lungimiranza, spero che lo Faccia il PD a giugno nella C programma , perchè di buffoni a giro ce ne già troppi.

  7. Lamberto Giannini ha detto:

    E’ strano vedere come i toni nei miei confronti siano offensivi, mirati a colpire la persona e non la politica quando siamo sul blog, mentre il rapporto non politico ma personale con lamberti e’ ottimo, miro a poltrone prestigiose? Ma se non ho accettato la candidatura e dopo essere stato eletto ho rifiutato ..ricordo di avere lasciato anche la poltrona della settima .. Di cosa stiamo parlando..e’ vero invece che sulla mia decisione di lasciare la maggioranza non incide confronto per Livorno ma precise scelte politiche con simpatia e stima Lamberto Giannini

  8. la Redazione ha detto:

    carissimo Lamberto, questa Redazione è in qualche modo indipendente da Gianfranco Lamberti che come confermo dal punto di vista personale la stima come pochi.
    E pure questa Redazione , le assicuro ha di lei una stima ancora più grande dell’ex sindaco .
    Qui nessuno l’ha offesa , non giochiamo ..
    È un’offesa scrivere che ambirebbe ad una poltrona prestigiosa ?
    No.

    Chiarito che dal punto di vista personale c’è veramente tanta stima , le chiedo come fa in Consiglio Comunale , quindi niente di personale , a sostenere la politica di chi fino a qualche anno fa faceva le ronde sulle spiagge contro i gay .

    Detto ciò , e appena avrò occasione glielo dirò personalmente , con un abbraccio , chiediamo noi che politica è quella del suo partito che contro Lamberti non contesta l’argomento , il problema , ma solo la persona , A PRESCINDERE ?

    Non vado oltre solo perchè , caro Lamberto , qui l’abbiamo sempre tenuta fuori da ogni polemica . SEMPRE .

    ma in questi giorni il suo Partito , come si dice a Livorno LA STA BUTTANDO di fUORI .

    In politica si accompagni con chi vuole , ci mancherebbe .

    caro Lamberto , qui ha solo ricevuto complimenti e attestati di stima , ripercorra il blog e se ne renderà conto .

    combatta la sua battaglia e non si faccia influenzare.

    con affetto e stima

    La Redazione

  9. Lamberto Giannini ha detto:

    Ringrazio la redazione per il chiarimento e continuo a seguirvi con la stima e l’affetto di sempre

    Lamberto Giannini

  10. Kinto ha detto:

    Onestamente non comprendo la reprimenda del professor Giannini,che in questo spazio
    ha sempre avuto onesti attestati di stima e personali e per
    lo spessore culturale e politico che spesso ne danno seguito.
    Evidenziando pure le ultra meritorie regie teatrali che per bellezza e connubio con l azione sociale sono davvero uniche nel panorama italiano.e dunque tanto di cappello.
    Mi consenta pero’,che le offese unicamente sul piano personale scevre da ogni tipo di educazione umana prima che politica
    le sta ricevendo Lamberti su base giornaliera da persone del suo partito
    che non perdono occasione per mistificare le attuali vicende politiche.
    ci vuole rispetto e senso della misura da parte di suoi colleghi,che non hanno evidentemente
    ne la sua cultura ne la sua educazione che personalmente continuo ad apprezzare e ritenere
    Un valore aggiunto per il confronto che accresce
    e stimola le menti.
    La saluto con stima

  11. Wladimiro Del Corona ha detto:

    Leggo solo ora il post di HB , sempre acuto, anche se dovrebbe esprimere la sua acutezza di analisi e di osservazioni con un tantino meno di acidità ( ma questo conta poco e può essere solo mia sbagliata lettura).
    Comunque come sempre mette il dito dentro una ferita dolorosa e vorrei interloquire.
    L’iniziativa di Unione inquilini, di cui mi ha parlato Paolo Gangemi dopo che ci aveva accennato qualcosa la Daria, non va assolutamente criminalizzata , ne strumentalizzata. Certo non abbiamo bisogno di novelle cinghie di trasmissione , ma ci sono alcuni che stanno forse usando l’iniziativa di U I e credo si dovrebbe avere parole chiare sulla proposta , chiare per inquadrare il problema assumendosi ognuno le proprie responsabilità.
    Allora tanto per intenderci desidero ripetere le cose dette a Paolo.
    Sul piano socile e pure politico non si può che condividere l’iniziativa, perchè il dramma casa non è fantasia ma realtà quotidiana in espansione, con 80 casi drammatici li a gridare aiuto ecc… cose che sappiamo benissimo sugli sfratti bimestrali e sttimanali e sulla situazione in generale.
    A questo proposito non ho mai condiviso chi sosteneva e sostiene che sulgli sftatti il comune è praticamente disarmato e senza risorse. Vero, ma non si può restare spetatori assenti davanti alla tragedia e secondo me non c’è stata neppure una adeguata responsabilizzazione sul problema . Tanto vero che a volte su aspetti progettuali specifici si pensa di coccolare i propri interessi bene aal di fuori di una visione generale del dramma.
    Mi prendo la libertà in questo caso di rivendicare la mia battaglia nel tempo per i Q.N,avendo avuto sempre chiaro e oggi anche di più per la situazione in cui siamo che non si può in assoluto agevolare guerre tra poveri, un suicidio sociale e poltico, una ingiustizia colossale. Per questo la battaglia vera per Fiorentina era conquistare lo strumento urbanistico senza del quale nulla si poteva fare come bene sanno chi conosce minimamente la materia ( trasferimenti, espropri ecc )
    Sono state fatte proposte, vedi ex circoscrizione 1, vedi altri locali, vedi addirittura protezione civile con maxi tendoni di emergenza( che io non condivido), aspettiamo ancora di sapere cos asi potrà fare della caserma occupata, cosa che comprendo benissimo e su cui ritengo che non ci sia stata l’iniziativa adeguata per smuovere gli organismi e le risorse per trovare l’accordo, fosse esso in acquisto con scomputo lavori o altra forma in affitto.
    Si parla tanto ma di quella caserma sembra esserci il buio salvo l’utilizzo dei ragazzi che la occupano dando un tetto a qualche disperata famiglia.
    ma torniamo alle cose.
    Dicevo che ognuno si deve prendere le proprie responsabilità, in primis l’A. C., ne sono convinto.
    Significa che carte e precisazioni inossidabili devono dirci quali risorse sono impegnate per Via Amendola, quale Progetto dopo il caos del P di R scaduto che ha rischiato di allungare ancora di più i tempi del trasferimento degli attuali inquilini che devono avere la casa di Scpaia e Via G. Bruno ( i 91 che richiama HB ), quali tempi di demolizione, bonifica e ricostruzion. Se questi punti fissi saranno a brevissimo tempo è evidente che non potrà esserci uso di queste case. Diversamente non esiterò a essere d’accordo con la proposta e spero lo sia anche il PD, non per fare i furbi tanto per intenderci, ma per guardare in faccia con la responsabilità dovuta il dramma che c’è.
    Detto questo. HB sono state assegnate tutte le case a chi era da anni di questo approdo.
    La parola giusta non è entusiasmo ma finalmente , basta ricordare le lotte e i percorsi fatti, le promesse e le tappe slittate non di 2-3 settimane ma di anni, con tanto di arrosti vari da parte degli imperatori tecnici supervisori e tecnici di riferimento. a c’è tanto ancora da chiarire , i lavori da fonire, le case da avere e poterci abitare, una strategia complessiva per Livorno che non mi pare chiara e definita ma ancora trppo evanescente e sottoposta a tanti rischi, con il contorno di appetit elettorali di varia naturaa che rischiano di strumentalizzare una lotta giusta per l’emergenza abitativa, dove ci sono ruoli da inventarsi e lotte da fare .
    Ma la proposta di U. I. , non mi interessa dal punto di vista della foto, se poi è vero che sono stati invitati tutti bastava essere presenti e chiari e non c’era nulla di cui scandalizzarsi.
    Ma si torna al tema tante volte sottolineato, vogliamo metere al centro Livorno e le sue aspettative , i suoi bisogni enormi e la immensa precaroetà sociale di cui soffre?
    Per quanto possa valere questo è il mio pensiero e lo è convintamente, perchè la gente altrimenti non solo non ci capisce più, ma non torna neppure indietro e il 2014 sarà tappa crudele da affrontare, ben al di la di grillo e aggrgazioni speranzose.
    Un saluto a tutti

  12. henry w,brubaker ha detto:

    Considero la rinuncia alle due poltrone di Lamberto Giannini uno degli atti piu’ nobili di questa legislatura.Personalmente mi rammarico soprattutto della prima rinuncia perchè legata alla vicenda Ippodromo (lo dico senza acidità,caro Wlad.),un altro tunnel di cui non si intravede la fine e sul quale è calato il tradizionale silenzio labrosistemico dopo una serie incredibile di presunzioni e promesse.Prima di rinunciare avrei aspettato un attimo e verificato convergenze specie nella società civile.In ogni caso rispetto la decisione.C’è indubbiamente in Sel (qui la Redazione coglie il problema)un grosso problema da sciogliere.Quale la permanenza di un Assessore strategico in Giunta.E’ questo il passaggio,a mio giudizio,che deciderà il futuro della legislatura.Tutto il resto è folklore.La politica è uno strumento delicato,da prendere con le molle.Con essa si puo’ vedere,non poter vedere o far finta di non vedere.E credo proprio (con un occhio al quadro nazionale)che sia il momento di vedere le carte.Con il rischio calcolato di essere percepiti -da chi non ha mai cambiato nulla- come impiegati amministrativi o tuttologi.Ma meglio cosi’ che,appunto,il nulla paradossale di questa Città.In particolare quello degli ultimi tre anni.

  13. Mario ha detto:

    E’ fuori di dubbio che la danza delle Presidenze,è stato un altro brutto spettacolo.Continuo nell’auspico che la politica a Livorno torni ad essere seria,e che si smetta di cercare solo delle vetrine pubblicitarie,e si torni a discutere delle soluzioni ai problemi che sono tanti.Ora il problema di Livorno e’ Guli’ capogruppo del Pd,o Picchi vicesindaco,ma per piacere.Si finisca di inquadrare uomini nel mirino,ed in quel mirino invece si metta Livorno e le sue prospettive.Partendo dalle risorse che ci sono in Consiglio Comunale.

  14. Wladimiro Del Corona ha detto:

    Caro HB non prendertla per una possibile cattiva lettura riportata nel termine acido. Conosco perfettamente i problemi che mi hanno portato un po di tempo fa alle dimissioni da presidente della 5 Commissione. Ma vi siete chiesti perchè sono sempre e comunque un “rompic…”? Mai ascoltato e quasi sempre non nel torto dal punto di vista del merito ma nella quasi verità? Tu HB riproponi il Caprilli ma sono diversi i temi oltre il lavoro su cui ritengo il PD ostaggio della situazione grave che si è determinat. Spero lo dico con speranza viva in una svolta di DISCONTINUITA’ profonda , senza buttare nulla di ancora utile, ma tale , da parte di Yari e della C. Programma.
    Non siamo in salute e se dovessimo guardare in faccia le cose per come stanno a livello politco , di governo, di alleati, di realizzazioni e di mancanze non ho molte perplessità su cosa sarebbe giusto fare, tanto per intenderci, ma questa responsabilità deve essere di chi ci ha portato a questa situazione , non certo uno qualunque come me, magari con la solita manfrina sulla colpa sempre di qualcun altro. E poi credo che in questa fase sarà determinante ilmessaggio nazionale che il PD riuscirà a mandare alla gente, che tipo di riconnessione con la società come dice Bersani, senza più rendite di potere e elettorali. Vediamo perchè rispetto alle cose dette il sottoscirtto non si sente per niennte un pentito, in caso mi preoccupano giochi e giochetti tutti classici del politichese che si stanno facendo e preparando da diverse parti e questo dimostra che non si è capito molto del non voto, del grillismo, forse qualcuno cerca di averne dei guadagni a spese di chi? anche questo qualcuno è nel mirino degli elettori e non lo capiscono, ma sarebbe vitale che lo capisse il PD. Ciao HB , con stima

  15. St. John ha detto:

    >sarà determinante ilmessaggio nazionale che il PD riuscirà a mandare alla gente, che tipo di riconnessione con la società

    come per la Tav, l’articolo 18 e l’Imu insomma ;-)

    caro del Corona, mi fermo a questa lieve puntina di sarcasmo perchè la situazione è troppo grave e bisogna essere seri. La crisi
    spagnola appare molto più profonda di come è rappresentata dai media italiani.Se è così, con la situazione greca pronta a esplodere dopo le elezioni (7 giorni), il nostro paese (oddio non siamo soli) è destinato a oscillare forse in modo inedito. Il rischio, lo dico chiaro, è un 8 settembre europeo. Oppure, in alternativa, che l’Europa del sud diventi un hinterland tedesco. E i tedeschi fanno politica coloniale, trasferiscono risorse dall’hinterland al centro (cioè Berlino). Niente come l’euro ha resuscitato i nazionalismi europei, rafforzando la nazione più forte questo è il paradosso tecnicamente deducibile dai trattat continentali. Duro da ammettere per chi ha scommesso su una certa Europa dall’inizio degli anni ’90. Se lo scenario è questo ci vorrà una bella dose di novita sia in Italia che a Livorno.
    Dove, a proposito di segnali, mi tocca anche registrare che la polizia fa un appello per trovare lavoro a uno che ha tentato il suicidio. Detto dalla polizia che ne ha viste (e ne ha fatte, ma questo è innammissibile per chi ha il mito della legalità) tante è un segnale molto preoccupante. La verità è che Livorno è sola e non la si protegge sventolando procedure e prg a venire. E tantomeno formule politiche. Nè con la politica “del segnale che dà sollievo”. Siamo tutti di differenti generazioni, nonchè di diversa visione politica, ma credo il punto comune sia: una crisi così, come si annuncia, non l’ha mai vista nessuno. E non sarà nè facile nè breve uscirci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: