” Vincere accettando i voti del partito di Berlusconi, in una imboscata consiliare, e’ la peggiore delle sconfitte per L’IDV ” GL L’IDV DEI 30 DENARI . VERGOGNA !!!!

GLamberti

Vincere accettando i voti del partito di Berlusconi, in una imboscata consiliare, e’ la peggiore delle sconfitte per L’IDV .

Io ho sempre mostrato apprezzamento per il consigliere Del Lucchese, un giovane preparato e serio.

In questo caso gli ho detto che mi ha profondamente deluso, un evidentissimo trucchetto d’intesa tra IDV E PDL, avrebbe dovuto comportare la sua non accettazione di quei voti.

Il fatto che abbia accettato la linea del suo amico di radici borgheziane e’ molto deludente.

Il partito di Berlusconi, che e’ sempre quello descritto da Marco Travaglio, nel libro che gli ho regalato con dedica, l’odore dei soldi.

I valori quali sono, allora ?

Quelli degli strapuntini borgheziani o non accettare patti di potere di bassissimo livello , umano e politico ?

Quanto alle riflessione di Wladimiro, il connubio idv pdl e’ un suicidio per chi lo pratica per uno strapuntino.

Ecco che ora le responsabilità del pd crescono, guardando al futuro ed ai problemi veri dei livornesi.

Basta pensare ai lavoratori di Bellabarba che oggi assistevano a questa ennesima sceneggiata, con le lacrime agli occhi e tanta rabbia repressa.

Annunci

13 Responses to ” Vincere accettando i voti del partito di Berlusconi, in una imboscata consiliare, e’ la peggiore delle sconfitte per L’IDV ” GL L’IDV DEI 30 DENARI . VERGOGNA !!!!

  1. GHINO DI TACCO ha detto:

    “NON CI RESTA CHE PIANGERE”
    Ricordando il grande Troisi, nel film citato, mi rimane impressa la battuta che può essere collocata nella realtà tutta livornese:
    “MA QUANDO FINISCE STO SOGNO (incubo per noi)”
    Quello che sta accadendo a Livorno, e quello che di peggio esprime questa classe politica,penso non abbia eguali.
    Non passa giorno che non vi sia un quadro che raffigura l’immagine del C/C come la scena della commedia del compianto Gino Lena “La ribotta a Montinero”
    Oggi IL TIRRENO si disinteressa di ciò che è successo nella giornata di domenica in riunione dei Capigruppo, e da più peso al bilancio del Comune e delle capacità taumaturgiche del Nibbiai (che si fà bravo amministratore col culo degli altri)

    “Se voi du Manate te le do'” così parlò Zarathustra; dalle forbite citazioni di Friedrich W. Nietzsche alla RIBOTTA A MONTINERO

    Allora “amici e compagni” chi lo può STACCHI LA SPINA di questo tormentone, basta con i tatticismi, i guai che stanno provocando vanno ben al di la’ delle strategie collettive e personali di ognuno di noi.
    Livorno è in agonia, tutto è sgovernato preda di interessi di bottega penso che occorrerrà più di un lustro per rialzare la testa da questa profonda crisi in cui ci siamo cacciati e le soluzioni non penso proprio risiedano nei tatticismi di alleanze più o meno capaci di dare una svolta.
    Il piantone dello strerzo si è rotto e davanti c’è un bel muroro
    “TUTTI A CASA”(film del 1960 diretto da Luigi Comencini girato anche a Livorno) :-))))

  2. le ricostruzioni della conferenza dei capigruppo, pubblicate dalla Nazione e fatte da una gola profonda di radici borgheziane, mi hanno molto sorpreso. Ho chiesto a Bianchi in Consiglio, se si rende conto di non essere un passacarte ma un soggetto di garanzia di tutti, che faccia a questo punto le conferenze dei capigruppo in streaming. meglio che le gole profonde ad uso personale. Che, guarda caso, non hanno riferito delle cose molto più importanti che abbiamo discusso, ma solo di cosa gli faceva comodo. Indecente.
    Che il Tirreno si occupi più dei lavoratori di Bellabarba che non riscuotono lo stipendio, piuttosto che delle paturnie per uno strapuntino, mi sembra condivisibile. Naturalmente il problema non sono le testate giornalistiche, che fanno tutte il loro mestiere, ma gli attori da avanspettacolo di questa stagione politica. Ghino, domenica avevamo parlato anche , e con molta serietà delle riparazioni navali, annessi e connessi. Farsi trascinare nelle ricerca di strapuntini e scialuppe di salvataggio, non serve a nessuno.

  3. GHINO DI TACCO ha detto:

    Caro Gianfranco penso sia giunto il momento di contare “le sacche di grano”
    Sai quanto ne sia interessato al grano, in particolare quello di frumento tenero, ma mi riferisco ad altra cosa.
    Che lo si voglia o no è finito il tempo delle chiacchere, ed allora come diceva il Compagno Lenin, quando ascoltava le lamentele dei contadini dopo la Rivoluzione di Ottobre, che cercavano di giustificare le mancanze nel raggiungimento di obiettvi, chiedendo ad essi “quante sacche di grano avessero riempito” al di la’ delle chiacchere.
    Parlare pertanto ( anche con molta serietà delle riparazioni navali, annessi e connessi.) penso che sia ARIA FRITTA, nel contesto di CIALTRONI in cui ti ritrovi.
    Ricordo che pochi giorni fa’ è stato firmato un’ennesimo “protocollo tra Provincia – Comune di Livorno – Regione Toscana, per pecisi impegni su: NUOVO OSPEDALE – LOTTO ZERO – TERME DEL CORALLO………ed altre infinite amenità utili solo al Tirreno per dirci che…..tutto va ben madama la marchesa……..
    Voglio rinnovare l’appello agli “uomini di buona volontà” IL TEMPO E’ SCADUTO!!!!!
    Quante sacche di grano ha riempito oggi il Consiglio Comunale????

  4. Ci e’ stata presentata una agenda scadenzata sulle questioni portuali. Che dovrebbe coinvolgere tutti i temi principali ed a breve scadenza. Mi riprometto di farne oggetto di una nota precisa. Non vorrei che si unissero incapacità ed opportunismo , vedi lasquallida alleanza pdl idv, per buttare tutto in vacca e salire su qualche scialuppa di salvataggio. Certo il pd potrebbe, se vuole, riconoscere un fallimento epocale. Ma non vedo come si possa aspettarsi una simile linea. Eppoi, ti assicuro, che gli altri sono davvero poca cosa. Ci vogliono comportamenti realistici e responsabili. Il campo di gioco e’ questo.

  5. Kinto ha detto:

    un campo di gioco piuttosto singolare,
    se e’ vero che da dover avere 0 presidenze di Commissioni
    l IDV
    con l inciucio con i Berlusconiani labronici
    ne ha addirittura 2 di presidenze.
    Nemmeno sotto effetto di Lsd si
    riuscirebbero a visualizzare queste allucinazioni.
    Coalizioni post elettorali de facto,
    in un clima da svergognati.
    Fossi stato il consigliere Del Lucchese,
    ragazzo educato e serio,sino ad oggi almeno,
    avrei rifiutato l appoggio della destra.
    ed invece si e’ messo in piedi
    il peggio del peggio possibile.
    Del Corona vide tutto in anticipo,come anche altri su questo blog,
    il dott.Lamberti lo stesso;
    uno squallore trasversalista roba da brividi.
    Quanto alle gole profondissime
    fa il paio
    con quanto certificato stamani in Commissione.
    le famose coppie di fatto.
    Streaming anche in conferenza dei capigruppo,
    e spero un giorno smetteranno con questi indecorosi teatrini.
    Mentre la citta’ e’ da defibrillazione cardiaca.
    Saluti

  6. Mario ha detto:

    E’ mortificante per tutta la città vedere che la politica in una città cosi’ degna e fiera,sia ridotta ad una love story di malato scambismo tra esonerati leghisti borgheziani e post fascisti.Occorre uno scatto di dignità,e le Istituzioni si rispettano,si servono con impegno e serietà,non s’infangano in questa maniera.Vergognosa la Pdl,ma non mi stupisce,e vergognoso l’Idv ,e neanche questo mi stupisce.La battuta di Kinto sulla coppia di fatto è calzante,ed anche squalificante per entrambi i partiti in cerca di autore. o quello che ne resta ovviamente.una barzelletta,mentre la città avrebbe bisogno di altro.Nani,ballerini,gole profonde praticamente un cast da film di serie B anni settanta.Di quelli che non passavano neanche al Cinema,ma solo per televisori frustrati di persone altrettanto frustrate.

  7. Tralasciando il complessato dell’IDV , ho capito che ormai tutti girano intorno al cadavere di quest’amministrazione comunale.

  8. Wladimiro Del Corona ha detto:

    Non avevo letto SJ rispetto alla riflessione su Landi e conversione.
    Mi sembra esagerata una certa analisi, dopo di che credo anche alle osservazioni sui partecipanti all’incontro dei “grillini”, gente semplicemente stanca e sfiduciata, su cui è obbligo non solo riflettere ma avere un sussulto di rsponsabilità per capire se non tutto almeno qualcosa di qei fenomeni che sono 45% di non voto, percentuali e proiezioni (sull’onda degli umori attuali ) delle liste grillo, elementi di disfacimento di tanto CDx e tenuta del PD che non ha nulla di cui entusiasmarsi. uai a fuggire dalla politica dice Napolitano, sottoscrivo, ma quale politica? e torno a ripetere una domanda monito, come sta livorno nello scenario politico e di sistema più generale?Non si può sfuggire la domanda e rispondere senza coraggio signica non capire che o si cambia o si muore, ma cambiare in presa diretta con la gente e i bisogni acuti e profondi della società e di Livorno, non per autoalimentazione di genere, ma che genere!

  9. Senza l’equivoco della alleanza al veleno , il pd e l’amministrazione non hanno più che da confrontarsi coni problemi veri della citta’ , senza poter e dover occuparsi di bizzosi consiglieri. Se riusciremo ad occuparci di cosa succede sul porto e non di quello che succede in una commissione consiliare per la guerra dello strapuntino, faremo tutti un passo avanti. Del resto abbiamo due anni davanti, non un fine settimana.

  10. GHINO DI TACCO ha detto:

    “OGNI MALEDETTA DOMENICA”Un film di Oliver Stone con Cameron Diaz, Charlton Heston, Matthew Modine, Al Pacino.
    Un film sportivo, aggressivo e spettacolare firmato da Oliver Stone.

    Visto che siamo alle “COMICHE FINALI” mi sembra opportuno titolare ogni pezzo sul blog, con famosi titoli di films
    Certo ieri si parlava di gole profonde per nascondere il segreto di pulcinella, oggi il Tirreno si rifà con l’interessi di ciò che ha sottaciuto ieri
    Un quadro desolante guidato da “improvvisi” (come direbbe mamma Franca) si va al voto di una commissione senza verificare se ci sono i numeri;
    Cosimi ai margini del consiglio si smentisce e chiede di inviare ai giornali la sbobinatura della seduta, che però non arriverà mai, Picchi e Cosimi a Tamburini: ora non avrete nulla…(all’inciucio si risponde con un controinciucio)
    e per finire non poteva mancare l’avviso ai naviganti:
    Il sindaco: voglio restare fino al 2014 ma se non ci saranno i numeri..
    :-))))))
    Dimenticavo ci sono anche I CARINI, che esordiscono a Livorno con un’annuncio “scik”, pardon shock:
    “in 3-5 anni un nuovo bacino galleggiante” …..e per farne cosa, e per metterlo dove, e come pensate debba essere grande ????
    Ma va bene anche questa ennesima boutade dei CARINI, ormai in questa città tutti sono autorizati a dire cazzate e piu grandi sono piu spazio prendono sui giornali locali
    E intanto Il porto frena ancora, e la Compagnia pensa alla cassa integrazione…………….
    CHE VI DURIIIIIIIIIIIIIIII
    PS.
    Dimenticavo….perchè non fate una “commissione o un documento”….parliamone………..

  11. St. John ha detto:

    >Mi sembra esagerata una certa analisi

    la notizia ci aveva incuriosito, questo è sicuro. Dopo di che, a prescindere dalla vicenda Landi, farei caso ad un fenomeno. Niente affatto nuovo ma negli ultimi tempi clamoroso. Parlo di un paio di partiti che conosco sicuramente meglio (Pd e Prc) rispetto agli altri, uno in maggioranza e uno all’opposizione. Bene, la qualità (anche la quantità) di coloro che hanno abbandondato la nave è superiore a quella di chi è rimasto a bordo. Sia per quanto riguarda i quadri, o potenziali quadri, che gli elettori. Un segno di declino non so quanto reversibile (io mi auguro che non lo sia ma è altra questione). Quanto alla vicenda settima commissione, a parte gli effetti interni al micromondo di palazzo civico, guarderei a come vi guarda(tutti) l’elettorato. E non ci ricaverei niente di buono.
    Accusare poi altri partiti di fare accordi con il Pdl di tipo leghista..non scherziamo :) il Pd con Berlusconi ci sostiene assieme un governo (dove accordi sottobanco passano eccome, vedi rinvio Cda Rai), come Bersani un annetto e mezzo fa si fece intervistare dalla Padania dicendo che la “lega non è razzista” (e come no..) e che era un interlocutore per il federalismo. Sel e Idv hanno fatto quello che fa il Pd quando può farlo. Brucia, specie avanzare candidati e vederseli ritirare (su..c’è di peggio nella vita), ma sta nelle logiche della politica di oggi. Logiche che sembrano piacere pochissimo all’elettorato. Solo che stavolta non è che l’elettorato mugugna e vota. Il primo simbolo che vede sulla scheda, problema che si porrà 48 ore prima del voto, che gli sembri qualcosa contro tutto questo..lo vota. La città staccherà la spina a tutto questo..il problema è il dopo.

  12. St. John ha detto:

    aggiungo che, dopo il crollo della rendita dei voti chiamata antiberlusconismo, si è creato un fenomeno curiuoso. Specie per chi ha invocato per anni la fine dell’antiberlusconismo come collante per le coalizioni (che senza quello, hanno difficoltà a tenere). Il voto in settima commissione, nonostante stia dentro a loghiche che di politico hanno poco, anticipa (in un certo modo anche consapevolmente) l’umore generale dell’elettorato livornese. Siamo passati dal tutto tranne Berlusconi, che di di carriere nel centrosinistra ne ha garantite, al tutto tranne il Pd.
    Che di carriere ne garantisce poche e punte :)

  13. Oggi possiamo tirare le fila dell’intesa tra IDV e PDL, con la incerta collaborazione di SEL. Si tratta di un giochetto di bassissimo profilo per un piccolo posto in consiglio comunale. Questo è evidente anche ai bambini e mi fa davvero un po’ sorridere l’atteggiamento del buon Del Lucchese, che sembra Scajola quando non si era accorto che gli avevano regalato una casa al Colosseo. E conclude, ma visto che me l’hanno regalata perché mai devo restituirla, tra l’altro mi piace pure. Imbarazzante. Quello che resta è che avevamo dedicato gran parte della mattina di domenica alle questioni, gravi, che affliggono il porto ed alla agenda di atti da approvare in conseguenza. Atti decisivi, non documenti di buoni propositi, quelli che servono a fare le cose. Mentre alla fine abbiamo perso tempo con queste oscenità politiche e dando delle istituzioni una immagine squallida. Mi dispiace non essere d’accordo con Ghino, che pure è giustamente preoccupato di cosa si deve fare per il lavoro nel porto. Non si può fare di tutta un’erba un fascio ed omologare tutto il consiglio ai comportamenti borgheziani di un ex leghista ed al teatrino trasversale IDV SEL PDL per buttarla a ridere e chiedere a tutti di mollarla lì. Anche a non volerlo fare, il Consiglio dovrà approvare non solo il bilancio, ma anche urgenti strumenti di concertazione istituzionale con l’AP, e non potrà certo perdere tempo con queste storielle o fare tutte le volte una seduta di psicoanalisi.. Alla fine arriverebbero con i forconi, direbbe Michele Santoro. La scena di un partito e di un sindaco che si suicidano per fare un favore a qualche consigliere smanioso di strapuntini non è nella realtà delle cose.
    Allora dobbiamo discutere inevitabilmente di cosa possiamo e dobbiamo fare per evitare di trovare solo macerie alla fine di questi anni. E senza sperare che arrivi un salvatore della patria, non ce ne sono. Non sono nella mia e nella cultura della città. Poi ci sono quelli che si mettono il cappello di Napoleone e si guardano nello specchio. Ma allora più che alla analisi politica, conviene ricorrere alle cure dei miei amici Pastore e Dell’Acqua. Ma esuleremmo dai temi del blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: