CONCORDIA : A ‘ CHI L’HA VISTO ? ‘ GALLANTI (un turista da 240MILA euro l’anno )

La Redazione 

Gallanti da Genova , IL SILENZIO , IL NON FARE .

GLamberti

” La discussione sulla Concordia , che si sta svolgendo in modo serio, definisce le scadenze della operazione, le criticità e quindi mette in primissimo piano la necessita’ di avere al più presto un quadro tecnico da parte dell’ Autorità Portuale, vero assente in questa fase.

Le questioni che ho messo al centro della mozione che ho presentato con Guli’ sono di grande attualità e consentono di fare finalmente chiarezza su aspetti decisivi della nostra portualita’.
Un dibattito dai tono molto più attenti e rigorosi, dopo gli exploit sul termovalorizzatore, che hanno fatto il solito polverone senza capo ne’ coda.

Ma sembrano ormai ultime scene di una stagione superata.”

Annunci

8 Responses to CONCORDIA : A ‘ CHI L’HA VISTO ? ‘ GALLANTI (un turista da 240MILA euro l’anno )

  1. St. John ha detto:

    >stagione superata

    a proposito: Monti superato in Italia (vedi amministrative) ed Europa (vedi politiche Francia). Centristi, come nelle amministrative 2011 e referendum acqua, ininfluenti. Alla fine, ancor oggi, contano i voti e non le presenze sui tg. Anzi la televisione generalista è l’ultimo bastione dove si sono asserragliati Pd-Pdl-terzo polo. Si può, lecitamente, non essere felici del trend..ma da mesi dico che si va verso questo scenario :-) E non tifo per nessuno, mi basta e avanza il Livorno.
    L’altro giorno scrivevo che nella nostra città si rischia, con la chiusura del sistema politico grazie allo schema Pd-terzo polo, di aprire autostrade a Grillo.
    Si guardi a Parma per capire che non sono battute. Ah, si guardi anche ai temi su cui i grillini a Parma sono cresciuti..

  2. Abbiamo capito secondo il buon St John, chi apre le strade a Grillo ed al populismo, Monti e Casini. Mi sembra una battuta ironica e ci sta. Parlando seriamente è ovvio che le analisi vadano fatte un pochino più attentamente. Certo, ognuno ha le sue speranze e le sue diagnosi, ma che a Livorno ci si debba preoccupare di impedire voti a Grillo, inseguendo demagogie populiste, non mi sembra proprio il punto. Oppure di dimostrare ( a chi ? ) che alcuni sono indispensabili anche se un po’ bizzarri e supponenti, magari per salvaguardare uno strapuntino e tenere in vita un teatrino osceno, non mi sembra un grande obbiettivo. Eppoi ci sono gli obiettivi di chi pensa al sodo, non certo di noi tutti del blog, che tentiamo analisi ardite, per capire e capirci. Quelli che pensano al sodo giocano con cinismo, senza se e senza ma, pensando a come tirare a campare nel modo più conveniente, mi sembra solare.

    Ma avremo tempo per discuterne, anche troppo. Oggi dobbiamo occuparci di rifiuti e termovalorizzatori, di Concordia e di OLT. Non possiamo accontentarci di discutere su Grillo, dobbiamo affrontare questioni concrete e prospettive di lavoro, vere o presunte. Ma che le cose non possano rimanere come prima, mi sembra un dato inequivocabile , dappertutto e magari anche a Livorno

  3. Conte di Montecristo ha detto:

    caro Lamberti è chiaro, il grillino consigliere  ,ex borgheziano , IDV ha i suoi fans e la sua strategia anti PD in primis.

    A Parma ,dopo quello scandalo un grillino avrebbe dovuto vincere al primo turno , invece farà un ballottaggio (FORSE ) , per perderlo poi contro la sinistra che c’era prima .

    GUardate ed ascoltate il candidato grillino a Parma , tal PIZZAROTTI.
    Un totale sprovveduto (senza offesa,è oggettivo) .
    hanno votato Grillo . Ok. legittimo.

    Voglio vedere in faccia però chi ,tra chi scrive su questo blog , metterà la X sul PIZZAROTTI LABRONICO .

    Sia chiaro , dopo Cosimi sindaco , l’IDV di BORGHEZIO in maggioranza e Kutufà e Bufalini in Provincia , passando da Di Rocca  chiunque sarebbe votabile e credibile , MA VOGLIO VEDERE IN FACCIA CHI ( sempre che rimanga a Livorno..) metterà in mano AL PIZZAROTTI  DENOARTRI la città ed il proprio destino personale.

    Ecco , appunto . NESSUNO .

    hai ragione Lamberti , pensiamo alle cose serie , a Gallanti l’assente , alla Giunta che non c’è e che deve lavorare ! 

    E poi, ma l’assessore Majidi  potrebbe almeno avere la decenza di presentarsi almeno una volta al mese in Consiglio per far vedere che i soldi della macchina per arrivare in Comune li spende ? 

    A fine mese euro 4200. 

    Assessorati inutili a Livorno ce ne sono almeno 4 . Per risultati NON pervenuti e voglia di lavorare dei titolari .

    Pensiamo alle cose serie e capire cosa succederà per la Concordia .

  4. henry w.brubaker ha detto:

    Totalmente d’accordo con gli ultimi capoversi del Conte (non Antonio,che mi sta sulle balle).Su Concordia che novità ci sono?Leggo di interramenti,gimkane fra le banchine,accosti da dragare in tempi brevissimi..Il solito impasto di pressappochismo e propaganda talvolta personale da quattro soldi.Mi è parso lucido oggi Fulvi su La Nazione.Con il convitato di pietra dell’Autorità portuale.Sul voto che dire.Il Pdl non esiste piu’ (il big bang ormai doveva verificarsi)e i colpi di coda si vedranno in Parlamento.Il cerino è passato paradossalmente nelle mani di Bersani,che vince (se vince,non certamente a Genova e Palermo)solo per esclusione e con i soliti compagni di strada.In Toscana la partecipazione al voto piu’ bassa in assoluto.(siamo intorno al 55%).Percentuali sempre piu’ elevate (e blindate) per chi va al governo locale,con metà degli aventi diritto al voto che preferisce stare alla finestra.Ecco perchè poi i soliti noti possono fare quello che vogliono.Magari annunciare l’albero della cuccagna (De Tomaso e Concordia)Senza rischiare mai nulla.Grillo viene di conseguenza.

  5. ogni città ha sue precise caratteristiche ed il pd ha più responsabilità di prima, visto lo sfascio del pdl e la crescita di grillo. misurarsi sui temi concreti e non lavorare su logiche di schieramenti pregiudiziali, con soluzioni di governo adeguate. Rigore personale ed impegno senza rimpallo di responsabilità furbesche. Perfino Pisapia va al di là della foto di Vasto, senza ideologismi. Mi sembra una rotta politica scontata. poi ci sono i nostri attori locali, che , salvo eccezioni lodevoli , volano molto basso. Ora andremo avanti verso le politiche con il governo Monti in carica, che deve correggere ma non andar via. Ed allora non credo proprio che a Livorno ci sia una prospettiva Grillo o simili. Bersani è il punto di snodo, inevitabilmente, delle prospettive politiche nazionali, magari per dissoluzione dei concorrenti ed il gioco particolare di altri.
    Eppoi ogni città ha la sua storia. ComeGenova, Palermo e Verona, non siamo una città qualsiasi, anzi. Un po’ di orgoglio non guasterebbe. Per non lasciare terra bruciata, che, comunque la si veda, deve essere evitata, se possibile.

  6. Kinto ha detto:

    Ogni realtà locale ha proprie dinamiche,
    ricordo che Idv e Sel a Livorno ad oggi valgono
    il 5 %,
    ma le parole di Bersani su aree politiche moderate e liste civiche di siffatte caratteristiche lasciano poco spazio
    ai populismi
    ad inversioni di balorde tendenze
    ed alla ricerca nevrotica dei voti dei grillini e similari commedianti;
    che a Livorno gia’ hanno dato in abbondanza a Cannito
    nelle passate elezioni.
    La linea maestra c e’
    e non credo debba cambiare perche’ a Taranto
    o in provincia di Chieti si vota per Grillo.
    La politica delle proposte programmatiche chiare e serie,
    di governo,
    sulla cui falsa riga parla anche Pisapia sindaco di Milano.
    il punto e’ sempre quello .
    per le noccioline ,le seme
    e nessuno paga piu le tasse etc.
    bastano i comici mestieranti.
    ma poi mettili a governa’ che passerebbero le ruzze anche ai piu’ sofisticati pensatori .
    Saluti

  7. Kinto ha detto:

    ho scritto senza aver letto il dott.Lamberti e vedo che l analisi e’molto simile.bene,
    e basta avere una direzione solida
    tra l altro ben espressa ad esempio da Bersani,
    e la serieta’
    nonche’ la buona politica sono conseguenti praticabilità.
    Saluti

  8. Questa sera abbiamo approvato un documento sulla Concordia, che il sindaco ha proposto raccogliendo i punti cardine della mozione che avevo presentato con Guli’. Ha raccolto parecchi voti d impegna in modo esplicito l’AP a presentare un piano operativo che crei condizioni di compatibilità tra tutte le funzioni ed attivi in particolare quella delle riparazioni navali, senza per questo negare le previsioni complessive della porta a mare, come impostate a suo tempo. Insomma abbiamo definito una agenda precisa, che dia al consiglio il ruolo che gli spetta. Senza perdersi in chiacchiere e pantomime varie. Mi sembra un buon risultato, tutto sommato. Ma vedremo il seguito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: