PDL e IDV SVELATO L’INCIUCIO E UFFICIALMENTE INSIEME CONTRO IL PD di DE FILICAIA .

La Redazione 

IDV e PDL finalmente allo scoperto per tentare di annientare un PD che con De Filicaia sta cercando di risalire la china . .. oggi  e’ cambiata aria e gli INCIUCI ESCONO FUORI ( IDV e PDL !), sopra e sotto il tavolo .

GLamberti

beh, a Capannori ci vada chi vuole, con tutto il rispetto. Tuttavia abbiamo fatto una campagna elettorale citando Salerno e la sua politica dei rifiuti, che magari sapevamo esistesse a prescindere dall’assessore di Capannori e tanti allora si sono nascosti sotto l’ombrello del PD e di Cosimi.

Ora che quell’ombrello fa un po’ acqua, in qualche aspetto e non sembra garantire la protezione necessaria, sono tutti a scoprire Capannori, ma via, fateci il piacere direbbe Totò.

Non si può stare sul pulpito, a giorni alterni. Parlo dei demagoghi de noartri.

Quanto al riformismo ed alle responsabilità di governo, che richiedono una ovvia coerenza sul piano locale e regionale, troppo comodo stare con un piede fuori ed un piede dentro e far finta di scoprire a Capannori quello che intende fare la regione.

A me va bene tutto, ma le prese in giro no.

Certo i nostri amici del blog leggono quello che stampano e forse sono tratti in inganno, ma consiglierei loro un più realistico approccio a quello che passa il convento ( almeno in Consiglio ) a Livorno.

Altro che Stiglitz, Italiani Europei e simili dimensioni, qui siamo davvero lontani.

Sulle riparazioni, poi, si sono accorti tutti, anche quelli che stavano comodi comodi senza se e senza ma sotto l’ombrello per gli strapuntini, che esistevano, dopo averle dimenticate per anni. Un motivo per cui è difficile sostenere i piccoli demagoghi degli strapuntini. Fidatevi, si va poco lontano.

Wladimiro      Del Corona 

“Caro HB sinceramente ti ho sempre apprezzato, ma credo che Livorno non sia proprio paragonabile a Capannori. Un Paesetto non è uguale ad una città come Livorno.
Comunque nello specifico non so davvero se sono tutti quei soldi di debito, mi dicono di no ( proprio stamattina ne parlavo con chi ne sa più di me in proprosito) come richiami te.

Rilevo al tempo stesso che non si chiama uno come Rosi per fare passeggiate alla sede AAMPS, visti anche i costi a carico del bilancio di AAMPS.
Ma le riflessioni su qualunquismo e sul populismo non vanno lette a proposito delle partecipate che restano un problema serio, ma solo in funzione di un preciso DNA politico che ha precise caratteristiche che sono lontane secoli da un buon e sano riformismo come io credo ci sia bisogno,con un  un progetto riformatore vero.

Un modo di fare politica speculativo e irresponsabile che di cultura di governo non ha proprio niente.

Cosi la penso, poi si può decidere di fare antagonismo, lotta di opposizione e di governo , di cavalcare tutte le inquetudini di questo mondo, alla fine saranno posizioni e pensieri corti e perdenti come la storia ha insegnato. non criminalizzo nessuno perchè le idee vanno rispettate, ma la vergogna della prassi speculativa in sella ad uno strapuntino insignificante non ha nulla a che vedere con i problemi seri di AAMPS e non solo.

caro HB io la penso cosi, ormai da tempo nei confronti del pasdaran di turno.”

Annunci

7 Responses to PDL e IDV SVELATO L’INCIUCIO E UFFICIALMENTE INSIEME CONTRO IL PD di DE FILICAIA .

  1. Luca ha detto:

    Aspettiamo che venga qualche pseudo fenomeno della politica da Bibbona e poi le abbiamo viste tutte.

  2. Ludom ha detto:

    Ma insomma! Possiamo vantare un primo successo, un primo passo avanti che dobbiamo sperare e batterci perché porti ad un qualche risultato e non mi sembra proprio il caso di irritarsi neanche un po’, anche se con civiltà e bonomia  Per quanto mi riguarda devo fare un inchino a Bruno.
    Sapete cos’è che fa la differenza fra Picchi e tanti suoi compagni di viaggio? Fra le altre cose ci mancherebbe, ma conta molto anche il fatto semplice, semplice che Bruno è uno che lavora.
    Poi io lavoro in un modo e tu in un altro, ci si misura, ci si scontra anche, ma se si occupa uno strapuntino si deve lavora’ ed è questo l’unico modo accettabile di preoccuparsi (se proprio si deve) per lo strapuntino che si occuperà dopo………….e non è più così scontato.
    Quanto a Capannori, Napoli, Salerno o San Francisco, tutti quanti consigliamo a tutti di viaggiare, sempre che Monti e Moretti ce lo permetteranno. (Occhio! Come dicevano i nostri amici nell’ultima “competizione”, ma questa della mobilità diventerà una partita vera!). Poi, al limite, per un po’ ancora, abbiamo la rete, i libri e si viaggia anche in poltrona.
    Di certo, Dott. Lamberti, noi come livornesi ci stiamo orientando verso la terza linea o invece no, ci orientiamo verso un nuovo megainceneritore. Non si sa! Ce l’ha chiesto ufficialmente, qualche mese fa, anche il direttivo provinciale del pd di Pisa.
    E tutto questo mentre, in realtà, nella nostra regione si provano a giocare anche tutt’altre partite sul tema dei rifiuti. Qual è la scelta migliore per la città?
    Di certo, anche rimanendo ai costumi aviti, bisognerà pur scegliere, come ci chiedono gli “amici pisesi”.
    Oppure lasciamo tutto nelle mani del Kubernator Rosi? Grande henry! (….anche te, polit’ia, nulla?). Non vi fate distrarre …… parlo anche a Wladimiro. Romano se l’avessi in corpo …….. però fa il su mestiere (ognuno ha il suo) o sono meglio quelli che cercano di far carriere protetti dal consensus egemone?
    È per la democrazia che sono preoccupato e non posso vantare neppure il diritto di dichiararmi democratico (per colpa degli amici di Wladimiro e Alessandro) e non posso neppure vantare il pedigree del Conte e di Santo. I miei nonni erano ambedue fascisti e quello che è vissuto più a lungo, conoscendo la Repubblica, è morto tale. Spero nell’altro. Sic!

    PS: @ Santo. Anteprima un tubo! Un ci fate sape’ nulla…. sempre per rispetto a chi ci ospita, Invece anch’io potrei sape’ un quarche cosa e in un modo o nell’altro farvela arrivare ma un ci dite nulla!

  3. Bruno è uno che lavora…eccolo il punto, dice bene Ludom! La precondizione per qualsiasi cosa, e che diventi un elemento distintivo la dice lunga su cosa è successo e sta succedendo da un po’ a Livorno. Basterebbe intanto che lavorassero tutti un po’ di più, se pensate che oggi una variante relativa all’Hotel Gennarino, giusta o sbagliata che sia è stat riportata alla luce in commissione urbanistica dopo essere rimasta in un cassetto , ormai definita, per TRE ANNI!, non sai più cosa pensare. Ognuno deve fare il suo mestiere. La maggioranza il suo, l’opposizione il suo ( le mezze misure contesto, non il ruolo quando è chiaro ) , gli assessori il loro ed i dirigenti il loro. Se qualcuno fa il mestiere degli altri allora casca l’asino, prima o poi. Se una pratica rimane tre anni inspiegabilmente ferma e riguarda atti urbanistici delicati e dedicati a persone che ne hanno fatto legittima richiesta, puoi pensare di tutto. Quanto meno che non lavorano. Ma non credo proprio sia questo il caso…lo spiegheremo in Consiglio Comunale, così si capisce meglio.

  4. henry w.brubaker ha detto:

    Ci sono molti modi di fare populismo.Anche quello di rivolgersi ai cittadini,essendo al governo, per chiedere lumi su sprechi veri e presunti,lo è.Un Commissario (tecnico per di piu’)ai tagli è francamente cosa mai vista.Ora sono li’ a spuntare le mail per capire dove si debba tagliare.Molto diverso cercare di documentare lo stato di crisi strutturale di un’azienda che,per quanto pubblica e monopolista,non riduce la produzione dei rifiuti (per quanto conferiti nell’inceneritore),applica una tariffa/tributo senza precedenti(con effetti scarsi o nulli sulla differenziata) e oltretutto intacca i valori patrimoniali di un’azienda che fa interamente carico alla collettività.Ci sarà qualche responsabile oppure no?Per tacere dell’aspetto finanziario che è completamente fuori controllo.Mi spiace dirlo,onesto e trasparente Del Corona,ma non rilevo questo vostro grande impegno nell’accertare le cause di tutto questo.So che la questione della Commissione vi frigge,ma non vedo cosa ci sia di male nel rappresentare un modello (quello di Capannori,che prescinde dalla dimensione demografica))che è assolutamente e tendenzialmente virtuoso anche in termini di sostegno all finanza locale (gli utili si reinvestono in attività sociali).C’è un problema politico grosso come una casa,amico mio,ma sapete come la penso:non sono certamente De Filicaia con le declaratorie sulla La Nazione e/o Romano dimettendosi a doverlo risolvere.L’uomo del 51%(che oggi peraltro viene comicamente surrogato da quel Peter Pan della politica che è Rossi sui temi urbanistici e del lavoro,questa si’ che è una sovrapposizione)avrebbe dovuto chiudere una fase politica e semmai aprirne ufficialmente un ‘altra.Oggi invece,mentre là fuori si scatena la guerra della disperazione fra Equitalia e i contribuenti italiani,a Livorno si parla dell’Hotel Gennarino.Con effetto differito,per lo piu’.Che tristezza.Soprattutto per noi progressisti snob e un po’ populisti che amiamo molto Capannori,anzi Capannovi.

  5. GHINO DI TACCO ha detto:

    ROSSIGNOLO….UNA BARZELLETTA INFINITA………………….
    Se poi pensiamo che questi popodicervelli (sindaco e il suo vice, Stranzullo e il suo Vice. il Geometra Valtriani, noto per le cucce per cani…eccc..) dovrebbero gestire l’operazione Concordia e quello che rimarrà della PORTA A MARE….stiamo FRESCHI…….

    Udite il seguito della commedia Rossignolo:
    La De Tomaso in liquidazione
    Incontro in Regione tra la famiglia Rossignolo e l’assessore Simoncini: predisposti gli atti per il concordato preventivo. La ricapitalizzazione sarebbe saltata per le inadempienze del socio cinese (era stato infatti arrestato in Cina, ma questo è solo un dettaglio)
    Si è concluso l’incontro in Regione sulla vicenda De Tomaso. La famiglia Rossignolo, che è proprietaria del marchio automobilistico,(figuriamo che valore potrà avere, alla luce…..) ha comunicato all’assessore regionale Gianfranco Simoncini di aver messo “volontariamente” :-(((( in liquidazione la società e di aver predisposto gli atti per richiedere il concordato preventivo (chiamte l’untore Rosi).
    Allo stesso tempo, la famiglia Rossignolo ha ribadito che permangono i rapporti con quello che doveva essere il socio cinese:(SI IN GALERA!!!!) avrebbe dovuto ricapitalizzare l’azienda e rilanciare il progetto di produzione di un’auto di lusso (da costruire nelle fabbriche di Guasticce (CHIAMALA FABBRICA :-)))) e di Grugliasco, in provin cia di Torino) ma, secondo quanto riferito da Rossignolo, il potenziale socio sarebbe inadempiente.(POSSONO ESSERE FATTI ASSEGNI DAL CARCERE?)
    Al tavolo della Regione Toscana, i proprietari della De Tomaso hanno detto che nel frattempo ci sono stati interessamenti da parte di due gruppi asiatici e di uno russo.(e uno Maltese e uno Congolese e altri che spunteranno nei prossimi giorni, finchè l’allochhi continueranno a bere tutte le bufale) Simoncini ha risposto che, in assenza di precisi impegni, la Regione chiederà un nuovo incontro al ministero per trovare una soluzione ai 140 lavoratori ex Delphi (andiamo a Roma con il cappello in mano a farci prendere per il c..o che, attualmente, usufruiscono della cassa integrazione per crisi che scadrà alla fine dell’anno.
    MOZZARELLE DI BUFALA PER TUTTI!!!

  6. GHINO DI TACCO ha detto:

    P.S.
    Scusate, ho avuto una proposta pochi istanti fa’, mi ha telefonato da Roma un tizio, per vendermi il COLOSSEO, che faccio lo compro???

  7. L’hotel viene messo in agenda non si capisce perché dopo tre anni di congelamento di cui non si capisce il senso. una piccola cosa ma assai curiosa. Almeno per capire chi detta i tempi della macchina amministrativa e perché . Questione non marginale, sotto tutti i profili. Le diagnosi si fanno anche capendo piccoli, ma significativi sintomi. Ed alcune patologie non erano così sconosciute. In tutti questi anni abbiamo avuto solo la gran guardia e gennarino, poi un mare di chiacchiere, a proposito di urbanistica. Poi arrivano da tutte le parti, Genova , Firenze , Capannori e chissà da dove a spiegarci come va il mondo. Ma viene il sospetto che come va il mondo qualcuno qui lo sappia assai bene, mentre noi perdiamo tempo con le scemenze che ci propinano, cercando di capire quanto costa il Colosseo, per dirla con Ghino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: