MOZIONE URGENTE

La Redazione 

il    testo .

MOZIONE URGENTE

 

”  Il Consiglio Comunale prende atto delle dichiarazioni del Presidente della Regione Toscana , Enrico Rossi, che auspica che possa essere il porto di Livorno a trattare la Costa Concordia , una volta rimossa dall’Isola del Giglio ed apprezza tale indicazione, che riconosce ancora una volta le grandi potenzialità del nostro scalo

 

Il Consiglio Comunale ritiene , altresì, che debbano essere valutate tutte le condizioni perché le operazioni, eventualmente necessarie,  possano avvenire attraverso l’utilizzo del Bacino Grande , in modo tale da assicurare  modalità di intervento di assoluto rispetto ambientale

 

Il Consiglio Comunale ritiene peraltro corretto inserire tale riflessione nel percorso già da tempo avviato sugli indirizzi di nuovo PRG del porto ed anche sulle recenti valutazioni urbanistiche relative al Piano Particolareggiato della Porta a Mare

 

Il Consiglio Comunale ritiene quindi necessaria una accelerazione dei percorsi tesi alla approvazione degli strumenti urbanistici interessati , definendo ulteriormente  la compatibilità fra le funzioni che il porto deve mantenere, qualificare e potenziare

 

Il Consiglio Comunale, in questo contesto,  attende di conoscere le iniziative della Autorità Portuale , adeguatamente dettagliate sulla base delle necessarie previsioni tecniche e funzionali, tali da  mettere in grado la città di avere piena  consapevolezza delle possibilità evocate dal Presidente Rossi e delle conseguenti azioni tese a renderle praticabili

 

Il Consiglio Comunale considera, conseguentemente ,  questa occasione molto utile per portare a termine ed in tempi rapidi, una valutazione definitiva sulle prospettive di utilizzo del Bacino Grande, per quanto attiene gli investimenti necessari, le fonti di tali investimenti, i progetti funzionali relativi , i cronoprogrammi connessi,  l’impatto ambientale e le potenzialità occupazionali

 

Il Consiglio Comunale ritiene quindi che l’obiettivo di una messa a regime dell’intera previsione della Porta a Mare – conforme sia alle previsioni urbanistiche così come già  definite nel Piano Particolareggiato in vigore, sia  agli stessi accordi che hanno determinato l’attuale assetto proprietario e funzionale dell’area – sia ulteriormente confermata e vada portata a termine.

 

Il Consiglio Comunale si rende di conseguenza disponibile, sulla base delle iniziative che il Sindaco intenderà avviare, a monitorare l’evoluzione del percorso descritto ed assumere le conseguenti decisioni, assumendosi fino in fondo le responsabilità che gli competono. ”

Massimo Guli’

Gianfranco Lamberti

Annunci

14 Responses to MOZIONE URGENTE

  1. lizaveta ha detto:

    E’ da tanto che penso a questa possibilità- Speriamo che Livorno ce la faccia, anche se leggo oggi sul Tirreno che il porto non sarebbe adatto al compito.

  2. Ci sono processi complessi ce vanno governati con grande attenzione e , se ci riescono, lungimiranza . Giocare sempre a buttare via qualcosa, in vista di chissà cosa alla fine impoverisce tutto. Insomma , si direbbe, ciascuno e’ o dovrebbe essere artefice del suo destino. Figuriamoci ua citta’.

  3. Ludom ha detto:

    Un’altra volta ancora il “suo” l’ha fatto, Dott. Lamberti, complimenti e auguri a tutti noi.
    Una curiosità molto materiale, forse Ghino potrebbe soddisfarla: quanto tempo e denaro ci vuole per rimettere in efficienza il bacino?

  4. GhinoDiTacco ha detto:

    Grande Rossi, non mollare!!!
    Nasce un Comitato di Sindaci per lo smaltimento della nave( Strazzullo colto da mal di pancia)

  5. GHINO DI TACCO ha detto:

    La curiosità di Ludom è legittima, ma i tempi se vogliamo fare questa operazione ci sono tutti
    Il lavoro maggiore è la “barcaporta” che per un’utilizzo costante (apri e chiudi) occorrerebbe sganciarla e risistemarla, ma questo può essere fatto successivamente, una volta entrata la nave si richiude e al limite si salda per 2/3 anni che rimane per lo smantellamento senza che passi una goccia d’acqua.
    Per ciò che concerne le risorse necessarie, intanto il milione e mezzo che ha a disposizione per il bacino e mai utilizzate l’Autorità Portuale, possono essere un buon inizio il resto viene da se
    Quello che invece dovrà essere ripristinato è il sistema dei servizi al Bacino, che è stato distrutto colpevolmente da Benetti, ( parole contenenti nella perizia della Procura di Livorno) ma per il momento non c’è ancora “un giudice a Berlino”

  6. caro Ludom stiamo parlando più o meno di crca 15/20 milioni di euro.
    Condivido rossi e la mozione , sapendo che oggi non è come 3 anni fa e che è tempo di lavoro, lavoro, lavoro, per dire conquistiamo senza perdere

  7. GHINO DI TACCO ha detto:

    LA FACCIA DI BRONZO
    «I bacini sono per i megayacht» oggi sulla stampa l’ultimo tentativo di colpo di mano di Benetti, infatti parla da “padrone del bacciellaio”
    quando sostiene che i bacini servono per i megayacht
    Se questo lo avesse detto a Genova lo rincorrevano seppellendolo dalle risate
    Ma Livorno è un’altra cosa……basta un favore qua e uno la sistemando IR BINBO A QUELLO E LA BIMBA A QUELL’ARTRO e tutto torna
    Voglio ancora una volta ricordare che alla procura di Livorno giace una perizia commissionata dalla Procura stessa al Prof. Culla, dove emergono serie certezze sul dolo di aver provocato danni al Bacino con un chiaro scopo di disfarsene
    Aspetto ancora quel “giudice a Berlino”

  8. Kinto ha detto:

    da una mozione all altra.
    Finalmente a meno che la destra non inciuci
    si avra’ la giusta composizione anche della VI commissione
    con la cacciata di quello dell IDV.
    Quanto al bacino solo per gli yacht lascio esprimere
    chi ne sa piu’ di me.
    saluti

  9. henry w,brubaker ha detto:

    C’è della razionalità nella mozione di Lamberti per motivi comprensibili.(cfr Piano Particolareggiato 2003 e dintorni).Mai come in questa occasione credo che le competenze debbano fare le differenza per dirci modalità e tempi d’attuazione dell’operazione Rossi ( che comunque ha già virato sui poli di Piombino,Carrara e Livorno,in quest’ultimo caso per le sole attività di demolizione e di contestuale smaltimento).Situazione complessa che non puo’ essere valutata un tanto al chilo.Chiaro che Rossi dopo i non brillantissimi risultati in materia di Sanità e Lavoro-un disastro dietro l’altro se consideriamo anche la questione Fidi Toscana-cerca un recupero d’mmagine.E sono curioso di verificare se e come Cosimi parteciperà al suo Comitato “dei Sindaci”.In ogni caso alzi la mano chi è contro “il lavoro”,e soprattutto chi non percepisce l’acquisizione di “questo” lavoro come una sorta di risarcimento sociale nei confronti dei riparatori locali per quanto è accaduto in questi anni di abbandono.Tuttavia Livorno non è ne’ Piombino ,nè Carrara e le demolizioni come tali non rappresentano sempre un affare.Almeno per chi vi opera direttamente.C’è poi da considerare quale prezzo chiederà Azimut in cambio (se resterà),visto che sono in ballo partite aperte come il Marina e la stessa rimodulazione dei carichi urbanistici su cui è calato il silenzio.Se il prezzo della Concordia (che se arriva non se ne andrà prima di un po’ di tempo)dovesse essere lo scioglimento della Stu e l’incremento dei volumi edificabili (con altri ecomostri in arrivo)personalmente ci andrei molto cauto.Ma puo’ anche capitare che la sortita di Rossi inneschi percorsi virtuosi e che in un anno si faccia quello che non è stato fatto in 8.Con la Concordia a fare da volano.Un fatto è certo.Di fronte a questo scenario nessuno puo’ gocare a nascondino.

  10. Nessuno ha mai detto che una cosa doveva escludere l’altra, naturalmente non giocando con le parole ma coni fatti. Carte alla mano. Poi vedremo chi fa spot e chiacchiere e chi invece progetti ed investimenti. Il resto e’ un modo per farsi belli e menarsela . Il senso della nostra mozione e’ inequivocabile e chiama tutti alle proprie responsabilità . Tutti, nessuno escluso. Altrimenti sono solo spot a gratis sulla pelle della citta’ , che invece esige rispetto , sopratutto da chi si ricorda che esiste ogni tanto, quando capita e non ci rimette niente altro che qualche chiacchiera . E parlo di indigeni come di oriundi occasionali. Tutti. Per Ludom: e che ne so , spetta doverosamente al presidente della Ap di spiegarcelo con atti precisi ed inequivocabili, nei giorni che trascorre qui a Livorno. Non lo fa per vocazione , come alcuni nostri appassionati di strapuntini locali , ma per una indennità assai cospicua…..

  11. Non avevo letto hb. Posizione razionale. Chi deve farquadrare il cerchio e’ chi e’ pagato per questo . Sono brutale ma e’ così e poi la citta’ non può essere spettatrice…. Per Finta! Se avete smesso di credere a Biancaneve !

  12. Ludom ha detto:

    Finalmente ti vedo incazzato, Gianfranco. Perché parliamoci chiaro, ma non prima di aver ringraziato Ghino e Wladimiro per le cortesi risposte e l’iniezione di ottimismo. La possibilità di saldare la “barcaporta” poi…….non c’avevo proprio pensato e mi riempie di gioia. Gioia? Un po’ eccessivo…..ma è l’età, la forza pervasiva del ricordo. Al bacino, nella “bua dell’orate”, io c’ho patito un branco di freddo, c’ho respirato tanta di quella sabbia polverizzata, che meno male che s’era già precari e un succedeva tutti i giorni, però c’ho passato delle nottate d’estate a leva’ denti di ‘ane sotto le pance delle petroliere…..era come avecci ir Vortone rovesciato sulla testa! Pagherei oro perché mio figlio vivesse, fra le altre, un’esperienza come quella.
    Però parliamoci chiaro dicevo, henry ne svela anche plausibili cause, ma a me un mi piace punto questa scollatura fra Rossi e Cosimi, Strazzullo, Filippi……..mamma mia, mamma mia, renditi ‘onto dove siamo finiti!
    Un ci piglierà mia per il …….. anche Rossi? Va bè che è fiorentino per carica e dai fiorentini ci può anche sta ma lui è di Bientina! Hai voglia se fa bene qualche amico a “inquietarsi”!!! E Gallanti? Proprio lui un deve parla’ chiaro? Mi sembra sia pagato bene per i vaini ‘he piglia. O lo può di’ solo Grillo e allora fa caa perché è antipoliti’a!!!
    Ma tutto questo non è certo per compiacere i “nostri”. Se siamo ridotti in questo stato è perché in questi otto anni non si è fatto un tubo per affrontare i problemi aperti o rimasti aperti (come è inevitabile, povero il mondo che trova una soluzione buona per sempre!) dalle scelte compiute negli anni precedenti.
    Una cosa mi consola, che il mo amico Conte ogni tanto si trattenga da certe asprezze per rispetto al mio sentimento. Segno che nonostante tanta rabbia, si capisce che per me si tratta di amici.
    Quel che ho sempre cercato di dire e ciò mi convince che anche come comunicatore un valgo una pippa è che non bisogna fa’ per forza politica per essere amici, si può anche gioa a boccine o a stecca. Le gabbionate le lascio ai giovani e a chi c’ha ir fisi’o….e so già chi si tocca le palle!
    Santo, ma “noi” su Benetti e tutta la Porta a Mare un ci si potrebbe torna’ sopra?

  13. St.John ha detto:

    Caro Ludom, sono a giro per lavoro e dovro’ essere il piu’ coinciso possibile.Giusto ieri un manager milanese, che conosce bene Livorno, mi chiedeva proprio della porta a mare.Tipo molto pragmatico perche’ mente aperta. Dopo che mi ha ascoltato mi dice ‘ il Pd di Livorno e’ un giro di potere che non e’ in grado di prendere una decisione operativa ne’ oggi ne’ domani’ (ho pensato ridacchiando ‘identita’ di vedute tra estrema sinistra e mondo delle imprese’). Poi si e’ messo a raccontare dei suoi viaggi in aereo con Bersani sulla rotta Milano-Roma e mi ha detto ‘e’ completamente fuori dal mondo’ (e qui quando non passi il rating di certi personaggi..)
    Siccome sono pragmatico anche io, in ottica diversa, dico che il Pd porta solo miseria (salvo agli affiliati stretti).Altro che riparazioni navali non ci ristrutturi nemmeno una pedana dei Pancaldi. Con loro di mezzo ogni sforzo e’ vano..quando sono divisi sono come le cabile somale: o si spaccano,rendendo inutile ogni sforzo pragmatico, o finiscono per fare muro di gomma (per esigenze tribali interne) . Chi spera o fa calcoli razionali su di loro,per quanto intelligente sia l’intento, e’ destinato a vivere la palude..

  14. il punto è che alla fine gli interessi ci sono e le decisioni le prendono eccome, magari altrove. Sarebbe giusto capire dove e come. Quello che rivendichiamo con forza, facendo politica nelle istituzioni, nella situazione data. Alla fine i vuoti si riempiono. Anche quelli finti per chi ci crede.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: