BENEFIT , CARRIERE E PREMI COMUNALI(VIGILI ,DIRIGENTI e NON SOLO ..) CONTESTATI DAL MINISTERO DELLE FINANZE ! PURE IL COMUNE-GATE ? UNA CAPORETTO AMMINISTRATIVA.

La Redazione 

VIGILI URBANI ED ALCUNI DIPENDENTI COMUNALI  secondo il Ministero delle Finanze avrebbero avuto senza una giusta motivazione benefit, premi e promozioni .

UNA VERGOGNA dopo l’altra . Basta.

GLAMBERTI

Dopo aver ascoltato il riconoscimento di un fallimento, quello dichiarato da Cosimi su Rossignolo, apprendiamo a mezzo stampa delle gravi contestazioni del ministero sull’operato della amministrazione comunale, dal 2006 in poi, in merito ad incentivi, promozioni ed altro.

Insomma contestazioni che ipotizzano benefici non corretti erogati ad alcuni dipendenti, soldi e promozioni.

Vedremo come andrà a finire, comunque si tratta di contestazioni che dimostrano una gestione del personale della amministrazione messa in discussione pesantemente da ispettori competenti.
Due cose, in un susseguirsi di inutili commissioni utili al teatrino degli strapuntini, nessuno ha pensato che sarebbe stato corretto informare il consiglio di quanto era avvenuto ed era stato contestato, per questo occorre il giornale e sperare che il cronista sia stato esauriente.

Inaccettabile.
Il secondo e’ che in questi anni sono stati premiati i dirigenti e molto.

Dimostrazione che avevano operato al meglio, secondo l’amministrazione.

Ma così non pare, anzi.

Ed allora chi paga, nel caso si fosse fatto un simile disastro?

Francamente mi sembra una stagione assai triste, fallimentare come riconosce lo stesso Cosimi.

Non credo che si possa buttarla tutta nel teatrino degli strapuntini di una maggioranza inesistente, per distogliere l’attenzione dalle cose serie.

Esiste un limite a tutto!

Annunci

12 Responses to BENEFIT , CARRIERE E PREMI COMUNALI(VIGILI ,DIRIGENTI e NON SOLO ..) CONTESTATI DAL MINISTERO DELLE FINANZE ! PURE IL COMUNE-GATE ? UNA CAPORETTO AMMINISTRATIVA.

  1. Conte di Montecristo ha detto:

    ANDATE A CASA .

    Un avviso al PD , questa amministrazione più sta al governo della città più vi spappola credibilità ed altro.
    L’ANTIPOLITICA VINCE E VINCERÀ .

    basta , a casa .

    Complimenti al Comandantedei Vigili/Dirigente Comunale per carriera e premi avuti dal 2006 fino ad oggi ( e con lui tutti gli altri dirigenti comunali ed alcuni vigli urbani..)!!

    Su questo blog non s’è sbagliato una contestazione . Dico una !
    Sempre sui fatti ed il lavoro svolto delle persone in quanto dipendenti pubblici . Mai contro LA persona.

  2. Geronimo ha detto:

    In una citta cosiddetta “normale” di un Paese cosiddetto “normale” qualsiasi amministrazione, di fronte a una serie di fallimenti così clamorosi e a una crisi che ormai ne impedisce ogni decisione, avrebbe rassegnato da tempo le proprie dimissioni.
    Cosimi ormai fatica a prendere atto perfino del proprio ruolo, dimenticandosi di essere, almeno formalmente, ancora il sindaco di una media città in gravissima crisi. Eppure niente succede, come se tutti aspettassero chissà che cosa. Se Cosimi aspetta solo la fine mandato per cercare una candidatura in Parlamento, sappia che quel poco di PD ancora pensante che sopravvive a livello nazionale ha messo da tempo la croce su di lui, e al massimo ciò a cui può ambire è fare il vice-Nocchi a giro per la città con la bici.

  3. E se qualche dirigente ha mal operato anche in anni precedenti, non sarebbe certo un motivo per mettere a tacere la necessaria richiesta di chiarezza su tutto. Bisogna evitare qualsiasi comportamento omertoso, spontaneo e, peggio ancora, sollecitato. Ci sono limiti insuperabili, per tutti.
    I giudizi li tireremo alla fine, questo e’ evidente. Ma nessuno sconto per nessuno, secondo le buone abitudini doverose per tutti.

  4. henry w.brubaker ha detto:

    Questa irrefrenabile voglia di salire in cattedra e replicare “punto su punto”.Non se ne puo’ piu’.Al di là delle questioni di merito,dispiace rilevare che ci siano persone serie disposte a sostenere questa situazione e a giustificare l’indifendibile.Ho ascoltato un consigliere del Pd sollevare il Sindaco da qualsivoglia responsabilità sulla vicenda Rossignolo.Come se tenere sette anni sulla graticola 150 operai (anche se fondamentalmente consenzienti) non comporti alcun livello di coinvolgimento della funzione.Tanto piu’ che quella scelta (poi rimodulata a piu’ riprese)è stata indirizzata da ambienti politico sindacali con cui flirtava Rossignolo.Lo stesso Pd torinese ha preso le distanze ad un certo punto,mentre i bancomat regionali continuavano a funzionare.E il Pd di Livorno?Inesistente.Dopo l’acquisizione di Bertone da parte di Fiat ,la politica poteva svoltare.Alcune alternative si presentarono a Spil (lo dico a Lamberti) ma furono rispedite al mittente.Dunque,il quadro è questo.Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti.

  5. La notizia su SPIL e’ interessantissima. Poiché ho da tempo chiesto ua audizione di Spil, ci sarà occasione di chiarire. Anzi, un quesito che formalizzerò al più presto. La gestione di SPIL e’ per me un esempio illuminante di una deresponsabilizzazione a spese dei cittadini e della stessa amministrazione. Non possono far sempre finta di niente, ci sono controlli che prima o poi scattano, basta pensare a quelli del ministero sulla gestione del personale in comune. Cose imbarazzanti, se qualcuno ha cercato perfino di indurmi a non approfondire la cosa, un comportamento al limite, che ho denunciato al sindaco.

  6. St. John ha detto:

    per come si sono messe le cose nei linguaggi della politica, per far emergere quello che è accaduto senza poterlo sopprimere, ci vorrebbero un trota livornese, una badante di via dell’Oriolino e un cerchio magico che si stringe su Banditella. La gente si appassiona ai personaggi, le cronache nazionali ne sono stracolme, e senza un’opportuna traduzione vernacolare credo sia difficile che si faccia sentire la pressione dell’opinione pubblica livornese.
    Non ho alcuna passione per la politica dello scandalo, tema sui cui segnalo il capitolo dedicatogli da Castells in comunicazione e potere, ma insomma senza un serial scandalistico popolare difficile che tutto emerga come deve.
    Materiale ce n’è’. Troppi anni di potere indiscusso generano poi corruzione certa. Non c’è certo bisogno della magistratura per capire quello che è accaduto a Livorno negli ultimi anni. Se e quando accadrà che tutto questo sarà elevato a livello di romanzo popolare giudiziario livornese, magari con qualche particolare divertente, perlomeno non ci sarà da stupirsi.
    Già con il campione delle “restare con i piedi per terra” sulla gestione dell’acqua che pare anche essere un’espertone di piscine, ci si potrebbe costruire un bel format. Ma sono storie in fondo minori, il popolo, imboccato dai racconti nazionali, per farsi venira la voglia di farsi sentire vuole ben altri bocconi.
    buon weekend di pasqua

  7. Non sono assolutamente d’accordo con la deriva giustizialista un po’ casereccia di St. john. Non si può parlare di corruzione certa sparando nel mucchio. E’ un modo lontano anni luce da una cultura che ha guidato a mia vita. Quella che ricordavo a proposito dei muri da abbattere di tanti manicomi del bene e del male distribuito come le sentenze su Galilei. Si tratta allora di capire chi ha rubato e chi no, chi coccolava la lega e chi no, chi ha depositi nascosti e chi no, chi in nome dell’ideale pigliava e piglia mazzette e chi no, chi cerca di rispettare le istituzioni e chi le usa per pernacchie e strapuntini.
    Anche la nuova frontiera sulle politiche del personale e vari benefit, non e’ un modo per fare di tutta l’erba un fascio. Al contrario, e’ assolutamente indispensabile capire chi ha fatto cosa. Mi avevano chiesto inopportunamente , a dir poco, una tregua. Non esiste una tregua su questi temi. Equivalente al giudizio su tutti uguali.
    Non tutti i dirigenti sono uguali , così coe non tutti quelli che fanno politica sono come Bossi. E noi non abbiamo mai fatto l’occhiolino a Bossi che spernacchiava Napolitano. Si parva licet….

  8. henry w.brubaker ha detto:

    Cari amici ,ho notato che sono iniziati gli sbancamenti in località Lamarmora Dogana d’Acqua.Speriamo bene.E’ il primo atto di un Piuss che dovrebbe concludersi (pena revoca finanziamenti)entro il 2014.Creare una vasca d’acqua di fronte a un complesso immobilare non mi pare una grandissima idea,ma tant’è.Vedremo gli sviluppi.Rilevo anche osservazioni piuttosto stringenti nella nota ministeriale sui trattamenti accessori del personale.A prima vista mi pare solo uno dei problemi evidenziati.C’è molto d’altro.Basta leggere con attenzione.(La relazione finanziaria Comune Asa in primis,ma c’è anche un riferimento ad Aamps) Quanto a Spil ricordo nitidamente la proposta (interessante) di un imprenditore di Varese.Sostenuta a gran voce,peraltro,da una delle tre organizzazioni sindacali.Buona colomba pasquale.

  9. henry w.brubaker ha detto:

    Finissima l’osservazione di St John.Lega,Trota,Mercato del Lavoro,art.18,guarda caso tutto insieme.Basta un po’ di fantasia per capire che nulla è casuale.Quando Bossi teneva per le palle Berlusconi impedendogli di intervenire sulle pensioni ,non ho letto traccia di inchieste.Qui a Livorno,di fronte ad una Giunta che non c’è e palesi errori e omissioni,la Procura si dichiara “sede disagiata” (come a Taurianova).Nulla è casuale.Ben venga allora il romanzo popolare.

  10. nè condanne preventive e neppure sanatorie, ci vuole la lente di ingrandimento ed una politica seria per cercare di evitare che rimangano solo macerie da questa stagione sfortunata.
    hb rileva con acume cose scritte e cose presumibili- e poi è appassionato di romanzi, ad ognuno i suoi passatempi, cme a st. john.
    Si può far finta di giocare con teatrini e strapuntini, con barzellette e piccoli provocatori allevati ad arte, ma alla fine le risposte vanno date. Nelle sedi giuste. Una di queste è il consiglio comunale, ma non l’unica, ovviamente, anche se ai complotti della magistratura, che evoca ora anche Bossi, non ho mai creduto. abbiamo chiesto audizioni, posto domande a proposito di partecipate, a partire da SPIL, senza risposte. Mettere la sordina, approfittando del teatrino e di chi ci casca, non può durare a lungo. A partire dal prossimo consiglio comunale, se non prima.
    L’imprenditore di Varese e quanto altro. Ora sono al sud , per Pasqua. Ma non appena smaltisco la pastiera e la soddisfazione per la fine della stagione di Bossi e dei suoi seguaci vicini e lontani , mi rimetto a scrivere a chi di dovere. Carta canta, direbbe Di Pietro. Su questo la penso come lui.

  11. St. John ha detto:

    >deriva giustizialista

    prima di tutto ti indivio la pastiera :) sono in breve vacanza ma qui di pastiere neanche l’ombra ahimé.
    Recentemente, in discussioni pubbliche, mi sono trovato a criticare sia Armando Spataro, che nei primi anni ’80 riuscì a far condannare l’Italia da Amnesty International (primo paese occidentale in assoluto), che il dottor Caselli. Che è un bel totem, non per me naturalmente, ma che ha dei metodi di indagine, e favorisce delle procedure di detenzione, sinceramente criticabili.
    Come sono criticabili metodi di indagine (intercettazioni a strascico ad esempio) che violano la privacy delle persone. Ma se ne potrà parlare pubblicamente solo dopo la fine di questa nuova tangentopoli. Oggi le intercettazioni servono, “The family” ne sa qualcosa, purtroppo per noi.
    La magistratura è una corporazione, specie in Italia dove professioni liberali e residui medioevali si sposano, che ha però un punto di forza in un ruolo sistemico. Che fa valere tanto più quando, e dove, la politica si dissolve. Siccome la politica, a prescindere dalla buona volontà di persone di diversi schieramenti, a Livorno si è dissolta non ci sarebbe da stupirsi se accadesse qualcosa di serio anche a Livorno. In quel caso non vedremo distinzioni, oppure vedremo applicate distinzioni grossolane, nell’opinione pubblica mentre appoggia i magistrati. Nel caso, nessuno di chi scrive qui ha certo delle responsabilità di quello che si discute da anni. Si tratterebbe solo di commentare i fatti, via Ipad, mentre si sorseggia un aperitivo. E’ vero che la magistratura livornese è sede disagiata (non ho letto accorati appelli del centrosinistra a renderla meno disagiata, sarà la pasqua) ma non esiste solo la procura di Livorno. Sui fatti “allo scoglio” il porto delle nebbie può giocare ancora il suo ruolo. Su altri non mi stupirei che Livorno entrasse in gioco, e da noi farebbe rumore, chiamata in causa da altre procure in un inchiesta più grande. Ma sono solo opinioni personali, di uno che dalla magistratura si tiene bello distante. Preferisco sempre le soluzioni solide e politiche. Ma a Livorno non si sa neanche chi è in maggioranza e come :)

  12. Capisco, mi dispiace per la mancanza di pastiere. Il ruolo sostitutivo della magistratura e’ un dato della politica italiana inconfutabile, anche quello dei pm superstar, a parte le cozze pelose e qualche altro dettaglio.
    A Livorno, posso sbagliarmi, non avverto una situazione di emergenza morale. Certo , ci sono contiguità inopportune, e la urbanistica contrattata, ad esempio, e’ un rischio che evoco costantemente, anche in consiglio. Pensate alla porta a mare ed a quello che si legge, a latere, rispetto alle decisioni che dovrebbe assumere in piena autonomia un consiglio comunale. Ho spesso citato l’odore dei soldi, di Travaglio, come manuale da leggere e rileggere. Anche in chiave labronica. Vedremo.
    Ma le questioni dei benefit sotto giudizio appartengono, a mio parere, più ad una burocrazia debordante sulle distrazioni dei teatrini dentro e vicini ai partiti, che ad una politica compiacente consapevolmente. Insomma, nemmeno nelle situazioni forse patologiche, ci sono punte di eccellenza . La dico in modo paradossale, ma il segno e’ di una complessiva mediocrità , da qualsiasi angolatura si veda. In questo contesto non mi attendo niente di spettacolare. E’ una partita diversa , almeno credo. Confidando sempre in quelli che, partendo da qualsiasi posizione, hanno un poco di autonomia e di coraggio. Ce ne sono, un piccolo esempio e’ anche questo blog. Grazie a tutti i contributi che arrivano anche a Pasqua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: