PERSONE SERIE ED AUTOREVOLI PER UNA CITTÀ ED UN PAESE

Sono lontano da Livorno per motivi familiari ed ho anche avuto difficoltà di connessione , per cui non ho letto niente della stampa locale, se non alcuni spunti di qualche amico per telefono. Una bella pausa di riflessione, che consente di separare piccole questioncelle di bottega, dalle cose che contano e certo Obama e Monti rincuorano, dopo la stagione triste e squalificante di Berlusconi. Perfino le conclusioni di Cosimi,nell’ultimo consiglio, prendevano atto di una nuova fase nella vita politica del paese. Invitava i più ringhiosi pasdaran della stagione del berlusconismo/anti berlusconismo imperante a tenerne conto. Basta vedere la vicenda del decreto sulle carceri con lega ed idv uniti nella lotta, per capire che dopo la conclusione della stagione di Berlusconi, si potrà discutere valutare  idee e progetti per quello ch sono non per il colore degli occhi di chi li presenta.  Pensate solo alla questione degli opg, che iniziano antrovare una soluzione in quel decreto, dopo anni di dimenticanza, seppur con limiti da superare. Potrebbe finire quindi il  tifo con il cappio mostrato in parlamento e non solo , per far  posto al confronto.Democratico e  maturo.  Penso allora che anche per Livorno si potrebbe’ aprire una nuova fase non perconquistare  o difendere strapuntini, ma per valutare progetti e la loro utilità per la nostra comunità . Insomma meno chiacchiere e più lavoro, atti, decisioni, percorsi che iniziano e finiscono, verificabili.

Insomma una stagione di persone serie ed autorevoli, credibili e ci sono, in Italia ed a Livorno. Di tutte le età a partire dai più giovani, quelli che non sono invecchiati precocemente nella vecchia politica delle carriere e che hanno tutto da guadagnare in un salto di qualità che tutti chiedono. Un contesto che metta al centro le occasioni da cogliere per ripartire, piuttosto che quelle per fare chiacchiere senza costrutto e senza concludere niente. Amministrare una città non e’ un infinito dibattito , tra un tavole l’altro di salotti e vecchie convenienze conservatrici.

Annunci

3 Responses to PERSONE SERIE ED AUTOREVOLI PER UNA CITTÀ ED UN PAESE

  1. St. John ha detto:

    >Obama e Monti rincuorano

    dipende quale spettacolo si sceglie nella multisala :-) Si può accedere alla sala 1, documentari ufficiali, e allora le cose vanno in un certo modo. Sicuramente più rassicurante delle sceneggiate di Berlusconi su Obama “abbronzato”. Ma fermiamoci qui. Stamani ho sfogliato Repubblica su Obama e Monti non c’era una notizia . Una dozzina di pagine di marketing politico. A volte va bene anche quello, per carità.
    Entriamo in un’altra sala. Dove si proietta il film sull’ “Inside Job”, cosa accade all’interno della politica, dove si decide.
    Monti è stato accolto in Usa non solo dalla copertina di Time ma anche da questo commento della Reuters (che ha il suo bel peso negli ambienti finanziari, vista la vocazione dell’agenzia e la sua influenza). Ovviamente il giudizio è anche un rating della copertina di Time

    “La seducente offensiva italiana: più stile che sostanza”

    (in inglese)

    http://www.reuters.com/article/2012/02/06/us-italy-monti-idUSTRE8150SF20120206

    Cosa ha detto Obama a Monti? Quello che l’Italia, in linea con la Germania, non vuol sentire

    Obama: L’Europa ha bisogno di una più forte copertura finanziaria

    http://www.reuters.com/article/2012/02/10/us-usa-italy-obama-idUSTRE8182CR20120210

    si tratterebbe del famoso firewall finanziario che gli italiani hanno capito grazie ai tedeschi che li hanno obbligati a capire :) che non è la linea dell’Europa.. Viene anche usata una formula non elegantissima per dire che il fardello (burden) dei problemi è tutto sulle spalle degli europei :) Non proprio come nei film di Repubblica, insomma.

    Ma cosa ha chiesto Monti? A parte chiedere un maggiore coordinamento macroeconomico tra g8 e g20, praticamente il nulla :), si è spinto invece a domandare un maggior coinvolgimento del Fmi (Usa maggiore azionista) nella crisi greca “una bomba” (testuale in inglese) e in Europa in generale. Quello era il tema grosso della visita a Washington, a differenza di quanto possano pensare gli sceneggiatori di Repubblica e tg3 (che è a livello di tg4 del centrosinistra)

    http://www.sfgate.com/cgi-bin/article.cgi?f=/g/a/2012/02/09/bloomberg_articlesLZ35AY1A74E901-LZ4ZD.DTL

    Il problema quale è? Che gli americani non pensano affatto che l’Fmi debba essere maggiormente coinvolto in Grecia e in Italia. Almeno fino a quando la Bce non fa una politica di bailout (acquisto titoli tossici e debito sovrano) simile a quella della Federal Reserve. Quando Obama dice che il fardello è tutto sulle spalle degli europei dice questo (e altre cose). Ma è la risposta di Draghi, nell’occasione della trattativa sulla Grecia, che va decodificata per capire il clima. Dal Sole “Draghi apre sui bond greci in portafoglio: «Ma niente perdite» ”

    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-02-10/draghi-apre-bond-greci-063634.shtml?uuid=AahsNapE

    Questo vuol dire che SuperMario Monti non ha ottenuto nulla, tranne la copertina di Time, mentre Usa e Bce restano sulle proprie posizioni. Gli Usa spingono la Bce verso una politica che per Francoforte è solo “perdita”. Peccato che l’Eurozona sia in fibrillazione e ha bisogno di soluzioni che al momento non ci sono.

    Infatti, I “20 segni che l’europa sta entrando in recessione”

    http://etfdailynews.com/2012/01/30/20-signs-that-europe-is-plunging-into-a-full-blown-economic-depression-vgk-iev-epv-ewp-ewi-euo-ewg/

    divagazione globale grazie al blocco per il maltempo, un si pole solo pensà a Livorno ;-)

  2. Riesco solo ora a leggere. Sulla conferenza dei capigruppo, che sembra abbia deciso un consiglio comunale “aperto” sulla sanità. Poi tanto deciso non deve essere poiché mi telefonano per una nova conferenza dei capigruppo che si terra’ il giorno 18 alla presenza del sindaco. Quindi , visto che non siamo semplicemente degli organizzatori di eventi, mi sembra chiaro che si tratta di affinare le modalità di coinvolgimento , il più ampio possibile, con lo svolgimento di un Consiglio Comunale, secondo le regole. Vista la pagina del Tirreno, e’ chiaro che non si tratta solo di questioni organizzative, ma molto politiche e che non si può certo decidere su ruolo di consiglio e ruolo delle commissioni a maggioranza, figuriamoci a minoranza. Il ruolo del presidente del consiglio non e’ un ruolo notarile e via dicendo. Ne riparleremo molto, immagino, di qui al 18 pv.

  3. St. John ha detto:

    per chi volesse farsi un’idea sullo scenario europeo, quello che incombe sull’Italia, ecco queste righe fatte per Senza Soste

    http://www.senzasoste.it/economia/le-tre-bombe-finanziarie-che-minacciano-seriamente-leuropa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: