MISTERO BIDONI TOSSICI : TRA BUGIE,OMISSIONI ED IRRESPONSABILITA’ ARRIVANO IL MINISTRO DELL’AMBIENTE E IL PRESIDENTE DELLA REGIONE . SPECULAZIONE EDILIZIA A MONTEROTONDO , CEMENTO E AFFARI

La Redazione

COSA CI HANNO NASCOSTO ?

GLAMBERTI  Il Tirreno

” La speculazione sulla collina nMauro Zucchelli centra un tema di grande attualita’ , da non banalizzare. Il timore di una grande speculazione edilizia targata Asl, sulla collina di Monterotondo , giustificata dalla necessita’ di fare cassa per finanziare il presunto Nuovo Ospedale, e’ stato messo a verbale fin dalla prima audizione in commissione di Monica Calamai. Quella nella quale ci presento’ gli studi di valorizzazione del patrimonio Asl attraverso modificazioni delle attuali destinazioni d’uso urbanistiche. Vi furono molte smentite, più o meno a mezza voce, al sospetto di giocarsi Monterotondo per costruire e guadagnare. Ma questa spada di Damocle, odiosa per uno che a margine di quel parco splendido ha iniziato a lavorare tanti anni fa, era rimasta sempre sotto traccia . Oggi apprendiamo che nel conto della Asl, quella rivalutazione e’ già prevista, e questo senza considerare che perché si possano superare i vincoli urbaniatici ed ambientali attuali dovrà deciderlo in piena autonomia il Consiglio Comunale di Livorno. Dare per scontate scelte di questo tipo sarebbe profondamente scorretto, sul piano amministrativo e politico Eppoi sarà meglio che la Asl si occupi più di sanità e meno di urbanistica, come dimostrano i dati preoccupanti sulla qualità dei nostri servizi . Avremo modo di parlarne nel prossimo Consiglio Comunale e sarà una occasione preziosa per fare chiarezza. “

Il Tirreno ‘

‘ ..Un primo segnale dell’intervento del Governo nella vicenda dell’incidente e del conseguente inquinamento in mare: un caso che continua ad avere diverse zone d’ombra. In mare sono caduti 198 bidoni che contengono sostanze nocive e altamente inquinanti, oltre che infiammabili. Solo venerdì è stato reso noto che, come testimoniano alcuni fax della Capitaneria di porto di Livorno, tutti i soggetti competenti all’emergenza ambientale sapevano già dall 17 dicembre scorso che c’era stato quel brutto incidente. Nel giro di due giorni infatti la Guardia costiera inviò 4 fax in cui si parlava di merce pericolosa e di sostanze nocive. ..’

Annunci

8 Responses to MISTERO BIDONI TOSSICI : TRA BUGIE,OMISSIONI ED IRRESPONSABILITA’ ARRIVANO IL MINISTRO DELL’AMBIENTE E IL PRESIDENTE DELLA REGIONE . SPECULAZIONE EDILIZIA A MONTEROTONDO , CEMENTO E AFFARI

  1. henry brubaker 2012 ha detto:

    Un intervento autorevole che non meritava di essere parcheggiato tra le letterine della domenica.Difficile orientarsi nella nuova impaginazione del Tirreno.E una grafica da tabloid che fa smarrire il senso politico della notizia.Il vero dato politico è la reticenza della Direzione Asl su questa operazione.Non so a che punto è la raccolta dati in Commissione.Ma sarebbe il caso di accelerare.Prima che Il Tirreno ci racconti qualche altra ignominia e Cosimi ci dica “che non era stato informato”.

  2. St. John ha detto:

    >Un intervento autorevole che non meritava di essere parcheggiato tra le letterine della domenica

    hb, un tempo si sarebbe detto che il Tirreno è un problema politico.
    Ora lo è ancora di più, perchè il ruolo dell’informazione sui territori è al centro dei processi di regolazione politica, ma nel ceto politico ufficiale mancano persino le parole per nominarlo.

    segnalo le domande contenute in questo articolo

    “Fusti tossici, la disfatta del nuovo Tirreno di Bernabò”

    http://www.senzasoste.it/media-e-potere/fusti-tossici-la-disfatta-del-nuovo-tirreno-di-bernabo

  3. GhinoDiTacco ha detto:

    Il Tirreno??????
    Vergogna,vergogna,vergogna….
    questa e’la stampa censura da Sud America
    grazie ” Ingegnere” grazie al solerte gruppo Repubblica – Espresso

  4. Gianfranco Lamberti ha detto:

    Non credo che il Tirreno meriti questo giudizio. Devo dirlo con sincerità , in particolare ci sono stati argomenti che sono venuti alla ribalta del dibattito consiliare e cittadino grazie ad alcuni articoli di cronisti che stimiamo da sempre. Quanto ai rifiuti tossici abbiamo solo iniziato, ma non mi sembra che il Tirreno abbia eluso la notizia. Certo, chi promuove senza soste ha le sue valutazioni. Ora ci evacuano x incendio

  5. St. John ha detto:

    >ci sono stati argomenti che sono venuti alla ribalta del dibattito consiliare e cittadino grazie ad alcuni articoli di cronisti che stimiamo da sempre

    non ho alcun dubbio che sia così. Come giudico che ci siano ottimi amministrativi anche in provincia e in comune. La notte in cui tutte le vacche sono nere non è il tipo di giudizio adatto per questo genere di problemi.
    Dico di più, con un altro tipo di politica editoriale queste persone, ed altre, potrebbero dare ben altro alla cittadinanza. Con maggiori gratificazioni personali. Il punto è che l’impatto sociale e politico del genere di politica editoriale del Tirreno non può più essere a discrezione nè di un privato nè di un direttore. E’ come per le agenzie di rating: ad un certo punto ti accorgi che per il ruolo che hanno le loro decisioni non possono più essere semplicemente prese in un consiglio di amministrazione.
    Nè la politica nè la comunicazione, nè tantomeno le modalità di legame sociale del territorio, sono più..non dico quelle degli anni ’80 ma nemmeno quelle di una decina di anni fa. E’ come quando ci si è resi conto di alcune aziende che, secondo alcuni criteri, non inquinavano. Poi con l’evoluzione tecnologica si è capito che erano altamente inquinanti e si è provveduto a una ristrutturazione di processo e di prodotto. Non si tratta quindi di polemiche sterili, o di gusto di prendersela con qualcuno, ma di un chiaro invito a tutti a portarsi su un tema nodale. Quale sistema della comunicazione politica Livorno ha bisogno per crescere. Non sono temi astratti, valgono quanto l’implementazione o meno delle fabbriche nel ‘900.
    Sono questi anni di stagnazione e di paura che fanno sembrare questi temi astrusi. Quando ti poni nell’ottica della ricostruzione di una città le cose si vedono in altro modo.

    aggiungo una cronaca del nostro inviato sul consiglio comunale di oggi

    http://www.senzasoste.it/livorno/bidoni-in-consiglio-comunale-cosimi-scarica-la-responsabilita-su-altri

  6. cronaca corretta. Ma se dobbiamo ricostruire non basta la stampa, questa o quella. Ci vorrebbe la politica , tutta.

  7. St. John ha detto:

    >Ci vorrebbe la politica

    E’ che i modi di far politica su un territorio sono molto cambiati. E vanno indirizzati un in modo produttivo che favorisca l’uscita del territorio dalla crisi.
    Penasare che Livorno possa uscire dalla crisi con qualche notabile che si mette d’accordo, qualche capitale e l’appoggio della gazzetta del borgo natìo è avviarsi verso il crepaccio :)
    Politica e informazione sui territori sono sia separate che intrecciate in modo molto molto diverso anche rispetto a dieci anni fa. E la qualità e la complessità dei sistemi locali dell’informazione non sono solo questione di democrazia. Senza quel genere di qualità ne risente gravemente la produzione di ricchezza mica siamo più in una società manifatturiera.
    E’ l’abc della politica dei tempi di oggi se non li affronti dalla crisi non ne uscirai mai. Certo, salvo poche eccezioni, nelle istituzioni livornesi c’è l’autismo più completo. Non è questione di destra o di sinistra, l’autismo è trasversale.
    Ho sentito il nostro inviato oggi in comune. E’ persona di grande caratura intellettuale e in grado di valutare clinicamente i livelli di acculturazione. E’ rimasto colpito dal bassissimo livello culturale del consiglio. Non è un problema di bon ton, se è basso quel livello, la ricchezza non arriva.

  8. Il livello dei partiti, oggi, e’ quello che e’. Ricostruire uno scenario politico dignitoso non e’ per nulla semplice, concordo. Parlavo con un paio di imprenditori , osservatori attenti ed interessati, ovviamente. Mi dicevano , se facessero il rating della città e della sua classe dirigente ci declasserebbero e di molto, anche in relazione a città limitrofe. Sensazioni diffuse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: