UNA CITTÀ UMILIATA E PERSA DIETRO SCEMENZE !!! DAL CAVALLINO AL PDFACEBOOK .. MENTRE MANCA LAVORO E I PORTUALI SONO A RISCHIO ESTINZIONE

la Redazione

Ormai siamo alla barzelletta , la Commissione Urbanistica invitata al Cavallino Matto … Bacci da Collesalvetti che si dà alla macchia mentre nel PD volano gli stracci a Livorno e Provincia . Spappolamento in atto .
Toncelli a sua volta tenta di distruggere IDV e Romano . Altra correntina vicina al PD.Una città chiamata al televoto su progetti inesistenti e sconclusionati, tanto per passare il tempo. Davvero una situazione umiliante per tutti, mentre il declino economico ed occupazionale , che richiederebbe ben altro, colpisce tutti.TOCCATO IL PUNTO PIÙ BASSO DELLA POLITICA LIVORNESE A MEMORIA D’UOMO.
GLAMBERTI
Il tragico di questo spettacolo e’ che stiamo parlando di nulla. Non ci sarebbe niente di eccezionale se qualcuno proponesse un progetto, si verificasse in un confronto serrato, poi lo si approvasse, si finanziasse e si realizzasse. Qui non esiste nulla di nulla, in un percorso che se mai dovesse avviarsi durerà anni e non si capisce chi tirerà fuori i soldi, qualunque cosa si inventi. Per dirne una.
Oppure se si facesse una battaglia in un partito che avesse per oggetto scelte importanti per il territorio, politiche di alleanze, orientamenti sulle politiche regionali e nazionali. Ma quello e’ , purtroppo , a questo punto.
Alla fine mi sembra che tifino tutti per far vincere il partito dell’antipolitica, di quelli che brindano con un vaffa a tutti. Come non ridursi al vaffa, di fronte a questo teatrino indecente. Livorno e’ un caso particolare, basta guardare situazionie progetti di città analoghe in Toscana e fuori. Questo lascia una piccola speranza, non può continuare così. Si può non andare più allo stadio, si vive lo stesso anche se fa tristezza, ma bisogna pur costruire una speranza di futuro, almeno un briciolo, senza pagliacciate.

Annunci

19 Responses to UNA CITTÀ UMILIATA E PERSA DIETRO SCEMENZE !!! DAL CAVALLINO AL PDFACEBOOK .. MENTRE MANCA LAVORO E I PORTUALI SONO A RISCHIO ESTINZIONE

  1. GhinoDiTacco ha detto:

    Il fallimento di una storia
    Il Tirreno sta percorrendo la storia del Pci, i momenti belli e quelli meno, ma nessuno ha il coraggio di guardare un po’ piu’ dentro a quella evoluzione( per l’amor di dio non chiamatela “revisione”)
    Oggi a Livorno assistiamo drammaticamente a quel fallimento, una intera generazione di inutili arroganti arrivisti, senza storia se non quella di essere stati coptati, o essere approdati in politica per il solo scopo di un posto fisso che non dia fatica ma bensi’ immagine(che importa poi che sia vuota)
    Penso che solo un terremoto faccia risorgere come l’araba fenice, dal nulla di cui si e’ costellata la storia politica di questa citta’
    Il terremoto che sta arrivando “marcato €”
    sara’ il capo di battaglia su cui cadranno le classi politiche inutili e cieche per lascire spazio a chi sorgera’ dal conflitto sociale
    Questa medicina e’ la storia che ricorre

  2. Andrea Romano ha detto:

    Be’, quella di Toncelli che tenta di distruggere il sottoscritto fa un po’ ridere. Il bersaglio non sarebbe poi tutto sto granché, così come l’uscita da un partito, contestandone radicalmente la politica a tutti i livelli, sembra più una fuga che un attacco. Ci siamo liberati – con tutto il rispetto – di qualche zavorra, tutto qui. :-)
    Sul “cavallino matto” direi che l’idea piace, anche a Jari, perciò non liquidiamola con superbia ma inseriamola in un contesto di rilancio più ampio, ma senza i soliti mega appalti per l’edilizia cementificatrice…

  3. kinto ha detto:

    beh
    ricordo che quel fenomeno di virtu’ amministrativa dell ass Bettini
    a sostegno delle proprie inazioni
    diceva d ispirarsi all urbanistica britannica,covent garden,
    e gia’ li il pernacchio veniva spontaneo,
    oggi Livorno in una tendenza ancor piu’ verso il basso bassissimo
    si trova nella balorda condizione di essere invitata
    come Pinocchio nel paese dei balocchi
    niente di meno che
    udite udite
    al Crazy Horse.
    Il mitico Cavallino matto.
    Fosse stato almeno eurodisney qualcuno avrebbe portato anche i bambini.
    comunque per chiunque si sia mosso da Livorno in queste feste,
    e sia andato inqualsiasi altra citta’ d Italia,
    quando e’ tornato ha trovato lo squallore
    ad avvolgerlo come un black mamba.
    Dispiace che per colpa di una manciata di incapaci sciatti e mangiatori di pane a ufo,per fortuna in scadenza a vista,
    Livorno
    citta’ bella e con milioni di potenzialita’,patrimonio di chiunque vi nasca o vi si trasferisca a vivere
    sia ridotta in questo stato.
    Quanto alle polemiche sulle esternazioni di Bacci su facebook in città serie con un senso dignitoso delle cose
    avrebbero trovato risalto ed interesse quanto il vedere una tartaruga nella vasca da bagno del vicino di casa.
    Saluti e quanto a Toncelli e l interesse sulle sue iniziative vale l esempio della tartaruga del vicino
    anche se
    a 140 togliamo 27 troviamo un bel
    113
    che in termini di iscritti certo non fa ricordare un movimento oceanico
    e ricorda cabalisticamente e sinistramente il nr del pronto inervento dei carabinieri..
    Saluti

  4. cesare trucchia ha detto:

    Per il sig.Romano la critica nei confronti alla proposta del cavallino matto in chiave livornese è forse perchè si arriva sempre secondi e in emergenza;se guardiamo anche l’acquario e li associamo come idee e presunti risultati, si ha l’impressione del vorrei, ma non posso; tipico del pensiero provinciale. Forse prima di decidere di una sola area, sarebbe opportuno avere ben chiaro l’indirizzo della città, cosa vogliamo fare da grandi; aprirci al mondo esterno e come dicevo in qualche post precedente, un’idea che si leghi alla cultura e al turismo sarebbe molto più apprezzata.

  5. Andrea Romano ha detto:

    Caro kinto, sulle tessere siamo un po’ selettivi, resta il fatto che alle ultime elezioni celebrate a Livorno siamo stati uno dei 3 partiti che hanno raggiunto una percentuale a due cifre, insieme a PD e PDL. :-)
    Non saremo “oceanici” ma non possiamo proprio lamentarci…

  6. Delfina Ferres ha detto:

    L’operazione che nelle menti creative di spil doveva rappresentare il lancio promozionale del parcheggio odeon, si è convertita nel suo definitivo funerale.

    Pensate un po’. Durante le festività natalizie, un parcheggio in centrocittà addirittura gratuito, snobbato e ignorato dai livornesi!

    Quale sarà dunque il suo appeal nelle ordinarie giornate feriali, e per di più dietro pagamento di una somma rilevante?

    È facile pronosticare che gli incassi non saranno sufficienti a equilibrare i costi per lasciarlo aperto. Forse neanche a pagare il consumo di elettricità.
    Chi ne assumerà la gestione, dopo una così inoppugnabile certificazione di inutilità?

    E gli ammortamenti delle ingenti risorse che ne hanno consentito la realizzazione?
    E le esposizioni con le banche finanziatrici?

    Credo che un’amministrazione saggia non dovrebbe nascondere la testa sotto la sabbia, nel patetico tentativo di sdrammatizzare, coltivando assurde speranze e tirando a campare.

    Urgono strategie alternative per una riconsiderazione generale, commissionate magari a soggetti che ne masticano con professionalità.
    Sia una buona volta abbandonato il metodo dell’improvvisazione e dei dilettanti allo sbaraglio.

    Questa appare, al momento, la migliore scelta per ridurre l’entità del disastro.

  7. Gianfranco Lamberti ha detto:

    il metodo della improvvisazione, mi sembra la diagnosi più azzeccata. E certo non si può imputare la responsabilità a qualche consigliere che ogni tanto tira fuori qualche invenzione. Ma una giunta a che serve se non è in grado di proporre qualche idea concreta e fattibile. Una specie di autogestione un pò goliardica. Con buchi da venti milioni di euro nel caso odeon, forse unico, di una decisione assunta senza tavoli , concertazioni e pensate in grande. E mentre il pd gioca con facebook

  8. cesare trucchia ha detto:

    Ieri, è sfuggita una pagina intera del Tirreno, presumo a pagamento,dell’ACI di Livorno.
    Il titolo è , con un bel punto interrogativo.
    una risposta chiara,netta all’assessore Bettini su un argomento che sicuramente a giorni verrà ripreso.
    L’ACI si presenta anche come associazione locale, ma forte di studi e risultati di un centro studi e statische.
    In pratica, tento di tradurlo,si presenta con l’evoluzione dei dati della mobilità e non con faldoni di ricerca,come aveva fatto l’assessore, che ricordano il periodo di Gianfranco sindaco- una precisazione, se il Sindaco precedente non ha utilizzato gli studi che aveva commissionati e perchè non li riteneva validi?
    penso proprio di sì.
    In quell’intervento l’ACI spiega tenicamente, sbugiardando l’assessore e e tutti coloro che volevano la V.Grande chiusa al traffico con motivazioni tecniche.
    Il piatto forte, dal mio punto di vista, è rappresentato dalle pista ciclabili, fiore all’occhiello dell’assessore, ma l’Aci dice che presentano lacune,e sono frammentate e penalizzanti per la promisquità tra i ciclisti e i pedoni.
    Leggetela, poi ognuno trarrà le proprie conclusioni, certo una critica così argomentata e secca, da parte di una delle maggiori istituzioni che si occupa di viabilità all’assessore competente, fa pensare

  9. Ciano ha detto:

    L’esempio di cui sopra, ovvero della città triste e desolatamente grigia rispetto alle consorelle toscane, anche in questi giorni di festa, è il segno geometrico della distanza di Livorno rispetto alla Toscana. Una città bella, con un centro storico dotato di 3 forti, un rione sei/secentesco assai pittoresco, una direttrice naturale dal Porto al Voltone, una zona ottocentesca gradevole al passeggio, ABBANDONATE, un lungomare bellissimo e naturalmente affollato SENZA NESSUNA INIZIATIVA, SENZA UNA LIBRERIA,questo è lo statod elle cose. Di questa distanza siderale(in termini amministrativi, di iniziative, ma anche di partecipazione) porta la responsabilità l’Amministrazione e la sua maggioranza, ma è certo che dall’opposizione si sarebbe voluto vedere la volontà di incalzare l’amministrazione sul fare, su precisi temi e precisi argomenti(PORTO, LAVORO, CASA, NECESSITà DI RIPORTARE RESIDENTI IN CENTRO, SANITà, RECUPERO PENTAGONO, VALORIZZAZIONE LUNGOMARE). Il tempo passa, chiaccherare se ne fanno tante e fatti punti,.Risparmiateci però il petulante pigolio sulla CESCHINA, si tratta solo di riaprie un parco e restituirlo GRATUITAMENTE e decorosamente, alla città, STOP!!!

  10. Conte di Montecristo ha detto:

    ma che schifezze stanno combinando ?

    faccio il punto della situazione :

    1) il sindaco è scomparso .
    2) De Filicaia : IL CAOS è generato ad arte da chi nella confusione e nel ‘tutti contro tutti’ ci campa dal giugno 2004…
    3) IL PD È IN FASE DI IMPLOSIONE .
    Oggettivo , Collesalvetti è solo l’inizio.
    Figure di merda che sembrano quadri di Picasso da quanto sono artistici .NON È UN PARTITO , É UNA GUERRA TRA BANDE .
    Il problema è che la vittima è il territorio che governano .
    4) Romano l’ha avuta , lo sa e cerca l’impossibile ..essere decente politicamente . L’educazione ,da leghista di vecchia data , non l’ha mai avuta .Ogni sua uscita fa guadagnare punti a tutti quelli che sono contro IDV. LA LEGA DEI VALORI è nel pantano
    Infatti chi contesta Monti ? LEGA e IDV . LA LEGA DEI VALORI.
    FIniti , anche il Tirreno se n’è accorto , vedi super pagina al fantasma Toncelli .
    5) IL SINDACO È RIUSCITO A DISTRUGGERE TUTTO IL DISTRUGGIBILE E PURE DI PIU’ .

    6) SPINELLI ALDO È IL MIGLIORE , ha capito cos’è oggi Livorno e VI prende tutti per il c****!
    A me basta che lasci Livorno in Serie B , poi faccia quel che vuole .

    7) LIVORNO È ROBA DA CAVALLINO MATTO , ROBA DA REDIOLI !!!!!!!!!!

  11. cesare trucchia ha detto:

    mercoledì prossimo c’è la commissione che si occuperà della variante Gran Guardia, se non ricordo male, l’ultima volta si era conclusa rimandandola ad anno nuovo, non era accettabile chiedere l’approvazione dimenticando gli impegni assunti con un ordine del giorno ben preciso,dettagliato e che bilanciava degli interessi, probabilmente, privati con altri di interesse comune.
    cronoprogramma ben preciso, due date fine settembre e dicembre.
    Potrei essermi distratto, ma oltre la dichiarazione di una partenza dei lavori da parte dei condomini di V.Grande non mi risulta- manca all’appello tutta la parte mercatale, in più se ci mettiamo anche la semipedonalizzazione forzosamente richiesta, ma che è in alto mare per due situazioni ben precise,
    la 1° l’impegno assunto dalla commissione congiunta, di un tavolo dove tutte le parti discutevano di quest’idea, non c’è stato
    2° non è un caso che l’ACI dice:V.Grande unica grande arteria di scorrimento percorribile, il solo mezzo per collegare in maniera efficiente il lato mare con quello interno.
    Il ritorno al punto di partenza è inevitabile e questo delude e rattrista.
    Mi rivolgo al Sig. Ciano, nelle sue parole si legge tanta tristezza per la sua e nostra città ed ha ragione, ma vede quando si mettono in moto concorsi partecipativi o di idee, e si estrapolano volutamente solo delle parti o si utilizza questi percorsi su una linea molto sottile, dove è difficile distinguere il vantaggio di pochi, rispetto a quelli di un’intera collettività, — il risultato è questo.

  12. Andrea Romano ha detto:

    Caro Conte, inutile atteggiarsi a commentatore politico, che fa il “punto” manco fosse Stefano Folli, accusando gli altri di non avere educazione…quando poi si va avanti a turpiloquio e vernacolo.
    Romano e’ finito? Perché, quando sarebbe “cominciato”? Questo succede quando si mette insieme chi cerca la carrierina e fa il conformista con chi, invece, si limita a svolgere il proprio mandato politico senza particolari ambizioni e con la soddisfazione di dire sempre quello che pensa, o di scriverlo su un blog.
    L’IDV gode ottima salute, gli “scoop” su Toncelli che escono sempre in contemporanea ai litigi nel PD son venuti a noia, preoccupiamoci della città che e’ più serio. Senza arroganza della maggioranza, ne’ disfattismo dell’opposizione. Altre due cose che son venute a noia ai più.

  13. henry brubaker 2012 ha detto:

    1)Il Sindaco è scomparso.

    Meglio cosi’;probabilmente dopo l’ultima conferenza stampa di fine anno dispensata con un tono e una postura alla Tony Binarelli (11 milioni qua,31 milioni là,ecco lo sviluppo opla’))di fronte ad una decina di assessori ammutoliti,lui stesso si è reso conto di essere andato oltre ogni limite.Purtroppo per lui dopo quell’evento l’interesse per il “caso Livorno” sui media indipendenti è cresciuto a dismisura nonostante i tentativi di depistaggio del “Nuovo Tirreno”.Poi gli è scoppiato in mano questa cosa dell’Ippodromo che sta assumendo i contorni di una autentica pagliacciata.Smettiamola,per favore.E ripartiamo ,sono d’accordo con Lamberti,dalle cose serie.Abbiano se non altro il coraggio di ammettere che allo stato non puo’ esserci alcuna relazione fra il reimpiego dei dipendentii Labronica e l’affidamento della gestione del Caprilli.A meno che non sia tutto studiato per modificare la destinazione d’uso di ben 27 ettari di territorio (compresa l’area dell’Ippodromo) .Mi occuperei di questo,non del Parco divertimenti (comunque formidabile attrattore di traffico in una zona di per se’ frequentatissima).Se tutto questo aggiungiamo la liberalizzazione degli orari ne verrebbe fuori un casino impressionante e difficile da governare con gli strumenti ordinari.

  14. Conte di Montecristo ha detto:

    X Delfina:

    1) chi pagherà il mega sperpero di denaro pubblico nella campagna elettorale del 2014 ?

    2) Vitti agisce da solo o per conto di qualcuno ..?

    X Trucchia

    1) Al Mercato cosa aspettano a contestare rumorosamente gli assessori bugiardi ? La banda è già passata , ora siamo alla farsa .Contenti voi , contenti tutti .

    X ) ALDO SPINELLI

    1) Scommettiamo che non vendi ?

  15. henry brubaker 2012 ha detto:

    Ultima chicca ,l’articolo sull’Imu commerciale di oggi,ben fatto peraltro da Guarducci.Al centro c’è un box che in un certo senso “ricalibra” tutta l’impostazione di GuARDUCCI..Stangata sul commercio,”ma il Comune NON C’ENTRA” perchè il 50% del reddito lo prenderebbe lo Stato.Purtroppo è il Comune che fissa l’aliquota e comunque incassa l’ulteriore 50% dopo avere fatto proprio il gettito intero sulla prima casa.Dopo averci fatto due palle cosi’ coi tagli ora eco la nuova linea del comune impositore .Il “Comune non c’entra con la tassazione immobiliare”.

  16. Conte di Montecristo ha detto:

    “con un tono e una postura alla Tony Binarelli (11 milioni qua,31 milioni là,ecco lo sviluppo opla’))di fronte ad una decina di assessori ammutoliti,lui stesso si è reso conto di essere andato oltre ogni limite.”

    .. Grazie HB . Comunque la conferenza stampa di fine anno 2011 rimarrà nella storia . il video del Tirreno da inviare a Crozza .
    I visi degli assessori valgono almeno il collegamento web..non di più .

    HB , ora è scomparso ma siamo a gennaio 2012 , come ci arriva a giugno 2014 ?

    Imbalsamato ?

  17. Ciano ha detto:

    -A Romano, ci dica solo qualcosa di positivo, un traguardo, qualcosina, fatto da questa amministrazione, durante la legislatura..avrà difficoltà, credo.
    -A Cesare Trucchia, ha ragione a pensare che sono stanco e deluso. Stanco che amici toscani, in assoluta onestà,paragonino il bel centro della mia città(il pentagono) e la sua via principale a degradate zone rumene, e che sempre gli stessi amici dicano: “BELLO IL VOSTRO LUNGOMARE, MA UN C’è NULLA E UN CI FANNO MAI NULLA”
    di questo e molto, molto altro(tipo dibattiti su un parchino da riaprire che nel frattempo resta chiuso e degradato) mi sarei rotto.
    Ma qui impera lo strapaese, i tuffi di capodanno, le ribotte a montinero etc etc

  18. canarino amaranto ha detto:

    Il sindaco è scomparso perchè ha preso atto che si può scordare qualsiasi candidatura alle politiche. Farà la fine di Di Rocca, scomparso nel nulla e rincorso da pesantissimi sospetti di malagestione se non peggio…a meno che – come si sussurra tra i bene informati – non si dimetta entro poche settimane.

    La città pare Kabul: sudicia, fuori controllo, con un’attività economica al lumicino. La cosa più sconcertante sono i processi pseudopartecipativi che servono solo a distrarre la massa dalla spaventosa assenza di politica.

  19. St. John ha detto:

    >ma siamo a gennaio 2012 , come ci arriva a giugno 2014 ?

    esattamente come ha fatto ad arrivare da gennaio 2010 a oggi :)
    Anzi questo giro è più facile.
    Basta arrivare a primavera 2013. Ci saranno le elezioni e l’attenzione sarà rivolta altrove. Poi c’è l’anno pre-amministrative ed è fatta.
    I miei migliori auguri ai successori pero’ :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: