“non possiamo non accettare la sfida della tranvia a Livorno”

La Redazione

Ecco la risposta che tutti aspettavamo .

Non ci resta che piangere .

Annunci

11 Responses to “non possiamo non accettare la sfida della tranvia a Livorno”

  1. Ciano ha detto:

    Credo invece che il modello tramvia, o trenino, sia uno dei pochi punti fermi che dovrebbero veder coinvolti positivamente tutta la ittà, maggioranza e opposizione compresa. Sul modello di città delle nostre dimensioni italiane ed europee, sul modello di quanto avviene nell’area fi-prato-empoli, dove ci si è serviti della ferrovia. Più grave è voler intasare e saturare di mezzi privati i centri storici, più grave è che livorno ed areoporto pisa non siano collegati, più grave che da li a lucca non si vada in treno e neanche in bus,. un livello di collegamenti ben inferiore rispetto agli anni 60. In epoca di grande mobilità e inquinamento..

  2. Gianfranco Lamberti ha detto:

    non credo che la redazione abbia dubbi sulla utilità di un collegamento su ferro, tipo metropolitana, tra Pisa e Livorno.
    Il punto è come questa storia sia possibile e credibile, ed in quali tempi eventualmente. In anni passati questo obiettivo fu verificato e perseguito, ma poi si arrivò alla conclusione di una concreta impossibilità, vista la indifferenza delle ffss e degli altri livelli istituzionali. Almeno allora, e lo dicemmo senza menarcela.
    Quindi nessun problema, anzi roba da applausi se si riuscirà a concretizzare questo progetto. Il rischio è che si tratti di un ennesimo pensiero in grande, senza nessuna scadenza e nessuna concretezza. I sogni di Natale difficilmente sono brutti, di norma sono meravigliosi. Quello che cerchiamo di capire è se si tratta di un nuovo sogno ad occhi aperti, oppure di una cosa che abbia un qualche realismo. Che in casi del genere significa progetti fattibili, finanziamenti certi, accordi tra tutti gli interessati. Come e quando. Altrimenti sono letterine a Babbo Natale. Oddio, si possono anche realizzare, come si vede nei film di questi giorni. Visto cher ieri si era messo in evidenza come non si era concluso niente di tante cose che si potevano fare davvero, il trenino di Natale ci mancava.

  3. Ciano ha detto:

    Bene Dott. Lamberti, visto che oggettivamente sarebbe un obiettivo importante e visto che fu un progetto vagliato e inseguito anche dalla sua Amm.ne, sfidiamo giunta e sindaco sul fare, ci sono città delle nostre dimensioni che su simili progetti hanno ottenuto fondi e denari europei,. sarebbe un ‘occasione importante!

  4. Ciano ha detto:

    Desidero ribaltare alla redazione e ai lettori la domanda: è giusto che da Livorno a Lucca, per fare appena 40 km, non vi siano collegamenti su ferro o almeno autobus di linea, lasciando come unica possibilità l0uso del mezzo privato?è razionale che Livorno, Pisa e il litorale a nord di Livorno, non abbiano alternative di collegamento al mezzo privato, con relativi ingorghi, inquinamento, multe, quando sino agli anni 60 si poteva usare il mezzo pubblico, il trenino appunto. E’ razionale che la città di Livorno abbia fatto decadere, smantellare o depotenziare le stazioni di s marco e ardenza, quando potevano servire ad uso pubblico, sul modello di prato?

  5. cesare trucchia ha detto:

    Per Gianfranco,
    non vorrei che venissero presentati i faldoni come nell’ultima commissione congiunta di studi fatti, ma non eseguibili e scartati, 5 Kg di carta che vanno bene per il riciclo.
    Per il Sig. Ciano,
    il suo modello di città è il sogno di molti di noi. la realtà è un’altra, è molto più terra terra, è quella che viviamo tutti i giorni, è quella che percepiamo.
    Vivo in centro, lavoro al Mercato, oggi impalcatura esterna alla struttura, davanti sosta vietata dal giorno 29 a fine lavori. cosa vuol dire? I giorni più critici per il transito in questa zona viene rallentato per i lavori, con ulteriore perdita di posti auto già carenti nella zona- ci sarà qualcuno che programma? evito personalismi e quindi non le comunico le soluzioni che nel tempo suggerisco.
    di fronte causa rischio caduta pinnacolo Chiesa degli Olandesi, strada chiusa, oggi stanno costruendo un muro in mezzo alla carreggiata, prevedo l’apertura parziale della strada, tutto perfetto se non fosse stata chiusa ad inizio di agosto, circa 5 mesi fa.
    parcheggio odeon, anche gratis è vuoto.
    con quale spirito devo raccogliere un nuovo progetto?

  6. Gianfranco Lamberti ha detto:

    la situazione di abbandono, descritta da Cesare, contrasta con il fiorire di idee e di promesse. Senza inizio e senza fine, quella dell’Odeon mi sembra la cosa più clamorosa, della quale alla fine, visto che si tratta di un a ventina di milioni di euro spesi. Se è vuoto gratis, figuriamoci a pagamento. Ma intanto noi abbiamo già pagato in anticipo!

  7. andrea romano ha detto:

    Quando, in estate, mi opposi alla gara regionale sul TPL (non così il resto della maggioranza e una parte dell’opposizione…), tra le tante lacune indicai anche l’assenza di una trattativa seria per ottenere il finanziamento di un progetto infrastrutturale del trasporto pubblico, ovvero la metropolitana di superficie.
    Ciò mentre Firenze tira su la tranvia e ottiene da Rossi, per concedere di partecipare alla gara, l’inserimento della stessa nel bando quale infrastruttura “di interesse regionale” (?).
    Forse ci svegliamo tardi, lo dico a quelli della maggioranza e dell’opposizione che a luglio applaudirono il progetto di Rossi e Ceccobao, comunque se riusciamo a farci dare i soldi…tanto di guadagnato per la Città.
    I parcheggi sono da considerare quali stazioni di scambio, anche l’Odeon: certo che resta vuoto, come quello a Barriera Roma e l’altro in via Del Corona, finché con l’auto possiamo arrivare praticamente dove vogliamo, pagando una sciocchezza di ticket perfino in Via Grande o sui fossi. Bisognerebbe semi-pedonalizzare tutto il pentagono e lasciare che i cittadini si servano del mezzo pubblico per muoversi, o dei loro piedini (come dice Renzi ai fiorentini “non siete sirene, i piedi ce l’avete ancora”). Solo così avranno senso gli autobus, i parcheggi di scambio, la tranvia e tutto il resto.

  8. cesare trucchia ha detto:

    Chiuunque vive in città e vive la città, leggendo i nostri post difficilmente riuscirebbe capire che stiamo parlando di Livorno.
    Dov’è tutto questo movimento d’auto? se escludiamo giornate meteorologicamente particolari e periodi natalizi, anche la discussa V.Grande è vuota. Altra cosa la fame di posti d’auto, condizione necessaria anche per i residenti; se non si trova soluzione la migrazione dal centro continuerà con tutte le conseguenze del caso. Ogni paragone ad altre città è fuori luogo, tranne per mettere in risalto la differenza in termine di qualità degli amministratori.
    il Sig.Romano ha una sua idea condivisa dalla maggioranza sulla mobilità, bene se la trovano giusta la mettessero in pratica.
    se il bene della città e per bene intendo anche posti di lavoro cosa aspettate?
    è probabile che tanti come me non riescono a capire ed è giusto che chi vince le elezioni porti avanti il proprio programma.
    anche perchè la famosa partecipazione e condivisione tanta sbandierata, quante volte è stata disattesa, ospedale nuovo,gran guardia e odeon sono sotto gli occhi di tutto.
    noi dicevamo che, in alcuni casi, erano soldi buttati al vento o scelte sbagliate e non eravamo soli e pochi e sappiamo com’è andata.
    anche contro un grande dissenso si è proceduto.
    per chiudere, trenino semipedonalizzazione o altro procedete, l’importante chiarezza e assenza di doppio gioco

  9. henry brubaker ha detto:

    Sapete come la penso.A due anni dalla fine di un mandato dovremmo essere quasi al taglio del nastro,alla rendicontazione delle strategie sulla mobilità non all’invocazione di un generico bando che improvvisamente cambia lo scenario e relativizza le reti del trasporto pubblico su gomma con tutti gli annessi e connessi.(parcheggi compresi)..Fumo negli occhi,e non ne sono lieto,naturalmente.Io sono un un cittadino che vuole giudicare i suoi amministratori lungo un working progress con relativi impegni a medio termine.Cosimi cambia lo spartito perchè è fondamentalmente uno che vuole continuare a sorprendere dopo avere perso “il tram” su una serie di partite.E poi rischia grosso sulla questione Rossignolo..Ma fintanto che ci sarà gente che,come ha scritto Severgnini di Berlusconi,gli chiederà “il numero” ma non si assumerà la responsabilità del giudizio ,dal tram passeremo alle astronavi e poi alla Luna come è accaduto per l’Odeon.Senza che nulla accada.

  10. Ma qualcosa dovrà per forza accadere, a norma di legge, ed allora tanti si troveranno senza astronavi . Ma già adesso mi sembra che alle astronavi abbiano smesso di crederci in tanti, almeno te lo dicono , mentre fino a poco tempo fa non lo avrebbero mai fatto, nemmeno sotto tortura.

  11. Ciano ha detto:

    Via giù sig. Trucchia, anche i sassi sanno che via Grande e p Grande sono strozzate dal traffico.Non ci si può certo limitare, come faceva la Sig. ra Talarico, a invocare nuovi parcheggi ovunque a discapito magari dei residenti, sarebbe ridicolo, o sbaglio?.. .il problema è piuttosto cercare di capire SE si vuole veramente valorizzare il Pentagono e COME lo si vuole fare. Io sono contrario a pedonalizzare Via Grande ma sono per limitare sulla stessa autobus giganteschi ed inutili e per deviare gli extraurbani..è chiaro poi che P Grande deve avere una nuova sistemazione che le ridia vita in armonia con il Voltone, la zona del Mediceo e P Civica. Così le cose non possono stare, è ovvio, ed altrettanto ovvio sarebbe incalzare l’amministrazione sul FARE.
    La stessa cosa vale sulla mobilità, recuperare la stazione di S marco e Ardenza ad uso urbano, come Prato, Pisa, Firenze.., avrebbe voluto dire servirsi di rotaie già presenti e strutture presenti, per il porto e l’area sud della città. La stessa cosa vale per la tramvia veloce per Pisa e magari areoporto, adesso non collegato a Livorno. O vogliamo fare andare la gente per forza in auto e poi lamentarci del caos creato dai mezzi privati?L’Europa tutta, il centro/nord del Paese, ma anche gran parte del sud, ormai marciano in questa direzione, non possiamo invocare un antistorico TANA LIBERA TUTTI per le auto e 3 posti macchina per negozio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: