‘La giunta si dimentica della Gran Guardia…’ ormai è SCAZZEGGIO TOTALE , DRAMMATICO e CONTINUO..

LIVE  COMMISSIONE  COMUNALE

‘Stiamo discutendo in commissione dei capigruppo in mezzo ad un gran casino , a partire dall’interno della maggioranza .

 Una situazione francamente allo sbando.’

LA REDAZIONE

PEONES. La città in mano a politici che SCAZZANO ogni giorno qualcosa di diverso . Senza  una  programmazione , logica ma soprattutto dignità .

Ma Cosimi che permette a Romano di farsi pubblicità attaccando costantemente il Pd….

LA LEGA DEI VALORI  continua  a demolire la credibilità (già quasi nulla..) del Partito Democratico a Livorno. E l’IDV continua a farsi campagna elettorale a spese dei compagni.  Bossi con Silvio, Di Pietro con Bersani . Bossi e Di Pietro due leghisti  che sopravvivono . Complicità o paura ? (di che poi..)

Non è in discussione in consiglio
La giunta si dimentica della Gran Guardia…

LIVORNO. La variante urbanistica Gran Guardia rischia di scatenare una nuova polemica in Municipio. La giunta ha infatti chiesto di inserirla, per motivi d’urgenza, nell’ordine del giorno della seduta del consiglio comunale convocato per stamani alle 9.
E tutto questo dopo che, nei giorni scorsi, la conferenza dei capigruppo aveva stilato il programma dei lavori del consiglio sia per la seduta odierna che per quella di mercoledì 21 dicembre: quale sia l’urgenza di inserire questa delibera nell’ordine del giorno non è dato a sapersi (l’atto era stato adottato a fine luglio scorso e non risulta che ci fossero delle ulteriori scadenze nel protocollo d’intesa sottoscritto da Comune, proprietà dell’immobile e H&M), si sa soltanto che la richiesta è stata avanzata nella tarda mattinata di ieri – quindi proprio in extremis – e che ha colto un po’ tutti alla sprovvista.
Forse la giunta si era dimenticata di far mettere in calendario questa variante urbanistica: eppure si tratta di un atto molto importante per il centro cittadino… Comunque sia, il suo inserimento non poteva essere automatico, e così il presidente Enrico Bianchi è stato costretto a convocare nuovamente la conferenza dei capigruppo consiliari che si riunirà – udite udite – questa mattina alle 8,15 per discutere, appunto, se portare o meno in consiglio la variante Gran Guardia. E c’è da giurarci che ne vedremo delle belle.
Anche perchè per la sua trattazione e per la sua approvazione, i consiglieri avrebbero dovuto consultare tutta la documentazione riguardante la delibera, comprese le osservazioni e le controdeduzioni alla variante.
Ma ai consiglieri, finora, non è stato consegnato nulla: è allora, su quali basi potranno discutere?
Qualsiasi sia la decisione che scaturirà dalla conferenza di stamani, è evidente che lascerà strascichi polemici. Forse, se di dimenticanza si tratta, sarebbe stato opportuno – da parte della giunta – avvertire subito i consiglieri, dare loro tutta la documentazione e quindi proporre una data per la discussione con un congruo anticipo. Non è accaduto. Peccato.
A.G. Tirreno

Annunci

27 Responses to ‘La giunta si dimentica della Gran Guardia…’ ormai è SCAZZEGGIO TOTALE , DRAMMATICO e CONTINUO..

  1. Stiamo discutendo in commissione dei capigruppo in mezzo ad un gran casino , a partire dall’interno della maggioranza . Una situazione francamente allo sbando.

  2. Conte di Montecristo ha detto:

    ‘Ghino di Tacco’

    L’incubo Cosimi
    Mi chiedo se ne vale la pena, discutere, disquisire, appellarsi…..combattere..,
    Tutte le questioni venute alla luce per l’attuazione del programma ( si fa per dire) hanno sortito grandi proclami, per poi finire nel nulla
    Siamo di fronte allo zero assoluto
    Allora mi chiedo, chi paghera’ i danni provocati da incapaci amministratori e opportunisti consiglieri..

  3. cesare trucchia ha detto:

    ….ma uno straccettino di documenti si potrebbero vedere, almeno quelli che chiedevano i consiglieri del pd, non so tipo scheda parcheggi pertinenziali; per non parlare dell’ordine del giorno a firma anche del consigliere Gulì.
    gli impegni si rispettano!

  4. Ciano ha detto:

    Niente di niente, neanche questa andrà in porto..chiacchere, chiacchere, chiacchere. Come ripeto da un pò di tempo, il fatto che nn si riesca a tenere in stato quantomeno decoroso un centro minuscolo rispetto a quello delle città toscane(parlo del Pentagono) non solo è vergognoso ma lascia qualche dubbio, anzi parecchi dubbi..
    Vergognosi anche i comitati dei commercianti che invece che stigmatizzare tali comportamenti e incalzare sul fare l’amm.ne, non trovano di meglio che avventarsi sui residenti e chiedere purghe staliniane nei loro confronti.

  5. Ci hanno consegnato in questo momento una busta con dentro le carte che riguardano la variante della gran guardia. Dopo aver gia’ discusso in Conferenza dei Capigruppo dell’argomento. Dopo e non prima. Mancano livelli minimi di coordinamento tra gli assessori, tra gli uffici, tra lo staff del sindaco e quello della presidenza del Consiglio. Comunque sia dovremo discutere questi atti, prima in Commissione Urbanistica, poi in Commissione mobilita’ e poi di nuovo in conferenza dei capigruppo per alitare. E come metterlo all’odg di un prossimo consiglio.
    Una cosa strampalata, al di la’ del merito, che non posso ancora valutare, gli atti ce li hanno consegnati in questo momento!!!

  6. Kinto ha detto:

    Era il tempo di Mike Buongiorno,
    che si consegnavano le buste ,
    la 1 la 2 o la tre.
    tre,come tr istezza nel dover assistere su base quotidiana a questa cialtroneria sulle spalle dei cittadini.
    e se tale cialtroneria e’ riservata anche ad atti riguardanti la famiglia
    piu’ beneficiata da Cosimi
    ovvero insieme alla Fremura
    quella Lippi -Odeon-Gran Guardia,
    ci si puo immaginare il resto.
    Resto che e’ presto detto
    altri lavoratori in odore di disoccupazione,
    8 anni senza aver creato uno straccio di posto di lavoro,
    buchi milionari creati tra opere a supposta e sport cancellati,
    e con una coda di panem e circenses
    di autobus e parcheggi gratis come nemmeno nel mondo di Molto molto lontano di Shrek.
    Siamo oltre l emergenza ,siamo alla demenza divenuta sistema.
    Help!
    Saluti

  7. Luca ha detto:

    Ad infarcire questa torta indigesta,e’ deprimente leggere di Grassi Pd,e Romano IdV,che si prendono a fogli in faccia,ed attraverso un social network si offendono su chi dei due abbia meno coerenza e serietà.Battaglia epica,ricorda lo scontro tra Achille,ed Ettore sotto le mura di Troia.Brutti,brutti spettacolini.Le discussioni tra soggetti che dovrebbero rappresentare il picco piu’ alto del senso civico,dell’intelligenza prestata ed al servizio del cittadino,che si prendono a stracci in faccia,e raggiungono livelli da rete fognaria,ed interesse sul contenuto che tende allo zero assoluto.Intanto la città affonda,ed i lavoratori che perdono il loro posto,non trovano in città alcuna prospettiva.Prospettiva che la classe politica dovrebbe aiutare a creare.Implementare,costruire.Tutto cio’ mi riporta anche al calcio,sento molte persone che addirittura si augurano la serie C,per riprendersi dignità ed identità.Urlano contro Spinelli il taccagno,che e’ vero,ma se lascia lui chi viene oggi a Livorno? Berrighi del Venturina?Se porta le chiavi della società a Cosimi,cosa si pensa che succederà?Il basket 2,verrebbe cancellato anche il calcio.Mi sono dilungato solo per dire che non c’e’ guida a livorno,non c’e’ la minima credibilità dell’Amministrazione Comunale, e dopo 8 anni,e’ una semplice,quanto amara constatazione.Non c’e’ neanche l’ordinaria amministrazione,senza danni,una programmazione,un rilancio poi e’ utopia,un’idea di ottimismo in qualsiasi angolazione la si veda.Il pesce puzza sempre dalla testa.Questa è un’altra certezza,come il declino accompagnato di Livorno.

  8. sandro ha detto:

    Incontro con il Dr. Vella, Magistrato della procura di Palermo
    (Aula Magna dell’Istituto Vespucci)

    L’Istituto Superiore Vespucci ospita lunedì 19 dicembre, alle ore 15:30, il dottor Vella, Magistrato presso la procura della Repubblica di Palermo, per una testimonianza sulla realtà della città siciliana, dove coesistono la bellezza, la cultura, la positività, l’energia di un territorio e la negatività dell’organizzazione mafiosa.

    L’istituto Vespucci è da anni impegnato, con la sua sede distaccata presso il carcere di massima sicurezza Le Sughere, nel tentativo di recupero di persone coinvolte in attività illegali spesso malavitose e organizza progetti sull’educazione alla legalità dedicati ai ragazzi. Per questi motivi ha subito accettato con entusiasmo e interesse la possibilità di organizzare un seminario con la partecipazione del dottor Vella, dal 1999 magistrato e dal 2003 in servizio presso la Procura della Repubblica di Palermo, docente di diritto processuale penale e diritto penale presso la Scuola di Specializzazioni alle Professioni Forensi presso l’Università di Palermo, autore, insieme a due amici imprenditori siciliani, di un libro dove si parla d’impresa, d’amicizia, di mafia, di crescita, di etica e di risultati, di persone che hanno l’energia di non mollare mai, nonostante le logiche mafiose ti facciano sentire impotente, e grazie alla loro “testardaggine” creano opportunità positive, creano la “bellezza” di un territorio.

  9. Il termine fogli in faccia e’ una formulazione eufemistica, visto anche quello che sta succedendo in aula e nella conferenza dei capigruppo.
    Una situazione di una politica nella amministrazione senza una bussola, come dicono anche molti consiglieri della maggioranza.

  10. Eccellente iniziativa al Vespucci con il dott. Vella. Spero e sono convinto che avrà successo e solleciterà grande interesse.

  11. St. John ha detto:

    >Non c’e’ neanche l’ordinaria amministrazione,

    personalmente ho cominciato ad intervenire qui, uscendo dalle rotte mie solite, quando mi sono accorto proprio di questo fenomeno.
    Ora la piccola bottega istituzionale degli orrori è pronta a replicare il suo noto e sperimentato repertorio sulla vicenda Magna.
    Sempre entro, e qui qualche cifra non opinabile, la cornice del disastro di Livorno e provincia. Dati pubblicati a ottobre, relativi al secondo trimestre 2011. Prima del crollo delle borse. Addirittura per quel trimestre l’Irpet vedeva una “ripresa in corso” a livello regionale. Ma per Livorno e provincia.

    -Rilevante flessione della produzione manifatturiera (-7,6%),

    -I dati dell’export sono negativi (-13,4%) soprattutto per il calo di circa venti punti dei metalli e la riduzione dei petroliferi (-63,7%).

    – i consumi si riducono di circa un punto e mezzo
    percentuale. Il tessuto imprenditoriale (+1,8%)

    fonte Irpet

    http://www.irpet.it/index.php?page=pubblicazione&pubblicazione_id=354

    figuriamoci quando non ci saranno più i segnali di ripresa del sistema regionale come fino al secondo trimestre..

  12. St.John lucido. Molto meno il consiglio comunale, nel quale e’ successo un bailamme incredibile, con il PD che ha smesso di inseguire Andrea Romano sulle modifiche statutarie. Ed Ha votato in modo differente, tutto, non solo qualche dissidente o presunto tale. Insomma un PD che mostra autonomia nei contenuti e nei metodi , seppure in mezzo mille contraddizioni. Insomma una nuova stagione politica. Non solo a chiacchiere e per finta.
    Vedremo, ma mi sembra chiaro che siamo di fronte ad un episodio politico che non potrà essere banalizzato

  13. cesare trucchia ha detto:

    potreste fare un pò di chiarezza su quanto succede in CC, chi legge ha difficoltà a capire

  14. andrea romano ha detto:

    Inseguire Andrea Romano? Manco per niente, la proposta bocciata era dell’assessore Picchi, formulata ufficialmente per conto del Sindaco e della maggioranza. Approvata dal PD in commissione, dopo e nonostante il parere tecnico negativo degli uffici, che probabilmente hanno “confuso” la legge regionale della Campania (a cui fa riferimento la sentenza della Corte costituzionale) con uno statuto comunale.

    La modifica sarebbe stata identica a quella approvata da centinaia di altri comuni, che hanno così iniziato un percorso che a Livorno, a parte i bei discorsi, non tutti vogliono intraprendere: quello per la ripubblicizzazione dell’acqua in ossequio alla volontà popolare espressa col referendum.
    Anche a Pisa gli uffici avevano dato parere negativo, ma il Consiglio ha avuto la sua dignità e ha votato lo stesso, bi-partisan. A Livorno questa dignità manca, lo dico da tempo. Nella maggioranza e fra le opposizioni.

    L’IDV continua e continuerà ad insistere, additando la mancata coerenza di chi parla parla ma si attacca al cavillo (tanto non ci crede nessuno) per non fare niente.

    Mi dispiace tanto per Picchi, l’altro ieri è stato apostrofato da Del Corona e Mancusi (“è una delibera fatta con i piedi”) a proposito del nuovo ospedale, oggi la sua proposta sullo Statuto è stata stracciata dal PD.

    Il resto mi pare un legittimo (anche se anti-democratico) tentativo di scomporre e ricomporre il centro-sinistra in chiave “grande centro”: manovra che andrà a sbattere contro la reale volontà degli elettori, che sono indiscutibilmente per il patto di Vasto. Soprattutto a Livorno.

  15. Giannetto ha detto:

    Il vecchio capoclasse ci ha criticato perché nelle esercitazioni di realtà virtuale non siamo stati capaci di pensare il glande dell’attuale capoclasse.

    Ha raccontato che lui invece ci è riuscito benissimo. Ce lo ha anche spiegato e ha detto che è mostruoso.

    A sentir lui, questo gli capita quasi tutte le notti un po’ prima di svegliarsi.

    Meno male che con noi c’era quel nostro compagno crostino, che ha letto la psicoanalisi e ha rimesso le cose al suo posto.

    Gli ha spiegato che sogniamo il glande è una esercitazione che non ci azzecca proprio.

    Dove non viene prodotta la realtà virtuale, ma che uno sogna soltanto quello che è un suo desiderio furioso.

  16. Rispetto le posizioni di Andrea, che ha una sua linea ben comprensibile, che porta avanti in modo originale ed anche coraggioso.
    Per essere franco con lui, come sempre, credo che alla fine da una situazione così confusa nella maggioranza non ci guadagni nessuno, sicuramente disorienta un pò tutti. Come è ovvio ci vuole una bussola, che consenta a tutti, maggioranza ed opposizione , di fare la propria parte.
    La mia idea della politica non è mai stata quella della omologazione, nemmeno in un PCI da maggioranza assoluta. Semmai quella di creare condizioni di coalizioni coerenti sui programmi ed operative concretamente e non sui massimi sistemi. Pur rispettando moltissimo i compagni alla nostra sinistra, non ho mai pensato a coalizioni escludenti su basi ideologiche. Semmai a sfide riformiste nell’interesse di una comunità e di un paese.
    Alleanze vaste e su base programmatica precisa, per evitare le difficoltà delle gioiose macchine da guerra. storie che conosciamo.
    Oggi si è votato sulla base di riflessioni di merito, al di là degli schieramenti e con sano realismo, nella situazione data, locale e nazionale. Può essere una occasione di chiarezza o, peggio, di tatticismi incomprensibili. Per Livorno meglio la prima, anche in previsione degli scenari evocati da St. John.

  17. Quanto a Giannetto, ho vissuto per molti anni in mezzo a psichiatri assai valenti e capaci di coniugare sogni e realtà. Il punto di tutto, al di là delle battute, è la lealtà intellettuale con cui ci si pone verso gli altri. Senza avere la pretesa di giocare con tutti e su tutti i tavoli. Poi ciascuno la vede come vuole, ci mancherebbe altro.

  18. andrea romano ha detto:

    Caro Gianfranco, ci puoi mettere la firma fin d’ora: non sarà occasione di chiarezza ma di tatticismi (in)comprensibili. Come stamani.

    Nella maggioranza c’è chi cade nelle trappole dell’opposizione (che fa il suo mestiere) un giorno sì e l’altro pure…roba da chiudersi tutti in un monastero per due settimane, come faceva l’Ulivo prima di disintegrarsi. Cui prodest?

    Va bene il santuario di Montenero?

  19. bisogna che siano d’accordo i religiosi del santuario, a questo punto credo che inviterebbero a trovare una diversa location. E nulla di meglio, su questo siamo ampiamente d’accordo, che il Consiglio Comunale, per capire e farsi capire. Partecipai nella direzione dei DS, a scrivere il programma dell’Unione, un volume. gli esiti, avendo messo questioni rilevanti irrisolte sotto il tappeto, lo conosciamo.

  20. St. John ha detto:

    >Insomma una nuova stagione politica

    se la quotassero da Bet&Win non ci scommetterei :)
    E’ una maggioranza lunatica. In politica il peggio che possa accadere. E comunque, con la dimensione ciclopica dei casini che si intravedono all’orizzonte, lascerei al pd livornese tutto l’onore di farsi del male nel modo che si è, da solo, allegramente preparato.

  21. sono lunatici, dice St. John. Ed allora è difficile capire dove vadano a parare. Non è una lettura campata in aria, anzi. Nel senso che ogni giorni ci spiazzano con trovate inaspettate, che non si capisce proprio che senso hanno. Difficile dargli torto. Eppure ne abbiamo viste un pò di tutti i colori. Le peggiori quelle di curare carriere e carrierine , magari nascondendosi dietro al lotta a Berlusconi ed il sol dell’avvenire. E ora? Si è aperto un vuoto siderale. Oltre due anni così?

  22. henry bubaker ha detto:

    Ho letto dichiarazioni imbarazzanti da parte di questo sig.Grassi.Un autentico analista della politica o piu’ banalmente il ventriloquo di Cosimi?O per meglio dire cio’ che Cosimi pensa e non puo’ altrimenti affermare.Perchè cosi’ farebbe il gioco di qualcun altro?Se questo signore si trova a malpartito nella maggioranza che lo ha trasformato in due mesi in un policy maker territoriale (senza che a questo territorio appartenga) chieda al suo committente di cambiare maggioranza. Se questo non è possibile si dimetta.O faccia dimettere il suo datore di lavoro.Forse un po’ di chiarezza in piu’ sul caso Gran Guardia allora l’avremmo.

  23. St. John ha detto:

    >Oltre due anni così?

    se arrivano fino al 2014 corrono un sacco di rischi..di fare una botta che li ritrovano su Marte. Prima sembrano esserci troppi veti, troppi equilibri non maturati, per poter sollevare la città da questa maggioranza. Fosse una situazione di ordinaria amministrazione, pace. Voglio vedere i dati su produttività, esportazioni, consumi tra sei mesi..ma basterà una polemica sulla A, non del Livorno purtroppo, per cancellare questi dettagli dal dibattito pubblico.

    >Ho letto dichiarazioni imbarazzanti da parte di questo sig.Grassi.

    l’immagine di Grassi, ripresa dal Tirreno, che se ne sta a decine di chilometri di distanza a polemizzare su Facebook su un territorio che non conosce, e che non si ingegna di conoscere, è esilarante ed esemplare.
    Segnatelo, questo a fine mandato farà anche l’intervistina tipica di chi si “leva il sassolino dalle scarpe” dicendo che dobbiamo maturare come citta etc..me lo sento scivolare :)

  24. francamente anche io ho letto un confronto interno alla maggioranza di basso profilo di cui non si sentiva la necessità, dal web alla carta stampata. Quanto a datori di lavoro e riferimenti vari, di questo e di quello, l’unico riferimento che dovrebbe esserci dovrebbero essere gli interessi della comunità, consiglieri, assessori e sindaci.
    Il parametro è solo quello. Al contrario sono convenienze assai particolari. Che probabilmente capire meglio strada facendo, anche se di strada davanti ne vediamo assai poca.

  25. non avevo letto, St John. Condivido in pieno. Del resto un assessore all’urbanistica importato, deve incominciare a conoscere il nome delle strade. Ma è persona intelligente e preparata, può darsi che ce la faccia. Vedremo. E’ difficile, questo è poco ma è sicuro.

  26. Ciano ha detto:

    Ma che la città deve crescere è vero, almeno a livello politico! Una città dove il pd è un pò maggioranza e opposizione, dove l’idv è opposizione su tutto e il contrario di tutto ma anche maggioranza, dove il pdl è spaccato in 3 o 4 rivoli, dove l’opposizione di movimento prende a pretesto l’impazzimento di uno stronzo nazista spostato per mettere in mano a dei lavoratori senegalesi(vorrei capire quanto comunisti..) una bandiera rossa e fare liste di proscrizione “dei cattivi” sul proprio giornale. Bene, questa è città della politica che deve crescere e non stupisce che i cittadini siano attoniti e sconcerati spettatori..

  27. un pò come la situazione del Livorno calcio. Rassegnato a perdere in casa come se fosse normale e con poche decine di spettatori superstiti. Davvero una situazione deprimente. Con quelli del calcio, del basket, dell’ippica e di tutto quanto a rivedere le foto dei successi degli anni che furono. Bastava guardare l’espressione di Spinelli, in una tribuna vip deserta. Ma esiste un assessore allo sport?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: