SCANDALO ODEON : 26 MILIONI DI EURO DEI LIVORNESI TOLTI AI LIVORNESI .

Nessun acquirente, si allungano i tempi di rientro del maxi-investimento (20 milioni)
 
Odeon, vendita a vuoto
 
La Spil si arrende: darà il parcheggio in gestione
 
 
 
 
ALESSANDRO GUARDUCCI

LIVORNO. È costato tanto, probabilmente troppo per una struttura del genere: venti milioni di euro. E ora Spil si trova in difficoltà: è riuscita a vendere, finora, solo un quarto dei 185 box privati, mentre per il grande parcheggio pubblico (a pagamento e a rotazione) è stata costretta a rinunciare all’idea di cedere la proprietà. Una decisione sofferta ma obbligata, vista la mmancanza di offerte.
Già prima dell’apertura della parte privata – avvenuta alla fine del luglio scorso – Spil aveva avviato diverse trattative di vendita, tutte con società specializzate nel settore: trattative che si erano intensificate dopo che la struttura pubblica (334 posti, dei quali 270 a pagamento a servizio del centro) era stata completata e aveva superato il collaudo.
Ma nessuno dei soggetti interessati al parcheggio Odeon se l’è sentita di fare un investimento considerevole su questo progetto: la richiesta è infatti alta, tra i 5 e i 6 milioni di euro, e di questi tempi a nessuno piace rischiare. D’altra parte Spil doveva tenere su il prezzo di vendita, considerati i costi record affrontati in questa operazione, che Alessandro Cosimi aveva fortemente voluto subito dopo essersi insediato a Palazzo Civico.
Fatto sta che domanda e offerta non si sono incontrate. Ed è per questo motivo che i i 334 posti del parcheggio a pagamento, destinati a dare un po’ di respiro al problema della sosta in centro, continuano malinconicamente a rimanere inutilizzati. Ora, però, Spil ha preso atto dell’impossibilità – almeno per il momento – di vendere il parcheggio pubblico e ha deciso di affidarlo solamente in gestione: questo permetterà di aprire la struttura in tempi brevi («La prossima settimana sceglieremo tra le due offerte che sono sul tavolo e il parcheggio sarà in funzione per le festività natalizie», assicura il presidente Riccardo Vitti), determinando però una difficoltà finanziaria a carico della società partecipata dal Comune: riscuotendo solo il canone per la gestione dell’impianto, Spil dovrà necessariamente allungare i tempi di rientro dell’investimento compiuto.
E non era certo quello che voleva Riccardo Vitti. Il quale poi ribadisce che «i beni immobili posseduti da Spil sono destinati alla vendita. E il parcheggio Odeon è uno di questi», ma le sue parole sembrano dettate più dalla speranza che da una reale convinzione. La realtà è che il parcheggio resterà di proprietà di Spil e che sarà gestito da una società (in lizza ci sono due aziende di Genova e di Padova) per un periodo di tempo che non è stato reso noto: il gestore avrà un diritto di prelazione in caso di vendita dell’immobile. Ma di questa opzione, per ora, non se ne parla proprio. …  // VITTI: Inizialmente le operazioni di pagamento per la sosta saranno effettuate manualmente: il gestore provvederà successivamente a installare il proprio impianto per l’emissione dei biglietti e perv la riscossione».
Quindi i livornesi dovranno attendere solo qualche giorno ancora, che però andranno ad accumularsi agli oltre tre anni di ritardo.
Dopo la demolizione dello storico cinema di largo Valdesi, datata luglio 2007, Spil e Comune indicarono come obiettivo realistico il 2008 per la fine dei lavori e la vendita dei primi box auto per l’inizio dell’anno successivo. Invece le cose sono andate diversamente e così l’entrata in funzione dell’autosilos è prima slittata alla primavera del 2010, poi tra la fine del 2010 e l’inizio del 2011. Quindi a fine luglio (parte privata) e metà dicembre (parte pubblica).

Annunci

12 Responses to SCANDALO ODEON : 26 MILIONI DI EURO DEI LIVORNESI TOLTI AI LIVORNESI .

  1. Gianfranco Lamberti ha detto:

    Stiamo in conferenza dei capigruppo a cercare di organizzare i lavori del prossimo Consiglio. Speriamo di poter avere la possibilità di discuterne in una seduta consiliare, almeno per un minimo di rispetto delle istituzioni, che vengono informate a mezzo stampa, come abbiamo capito anche ai livelli più alti, delle scelte di una società che grava sui soldi dei livornesi per molti milioni di euro. Non siamo a Livorno al governo dei tecnici, almeno così dovrebbe essere

  2. Luca ha detto:

    26 milioni di euro pubblici per questo schifo di parcheggio.ancora non inserito in un piano di mobilità tra l’altro.Complimenti a Cosimi,e a Vitti.Ma non si dimette mai nessuno a Livorno?neanche dopo queste operazioni di sperpero pubblico da trattamento sanitario obbligatorio?

  3. dilontano ha detto:

    L’operazione parcheggio odeon è espressione della perdita di un orizzonte, giusto o sbagliato che sia.
    Se era critcabile la politica urbanistica e della mobilità del periodo 1992 – 2004, e tanti danni sono evidenti; dalla conca di montenero a salviano 2, alla logica operativa dei trasferimenti di volumi da una parte all’altra della città che poi conduce anche al nuovo centro, alla rinuncia ad un serio governo della mobilità e dlela sosta (tanto che auto e bus erano in costante competizione per l’occupazione degli spazi), oggi la critica vale più di allora, perchè a quegli errori non si è posto rimedio, tutt’altro.
    insomma, non c’è un’idea di città, un’idea di economia, c’è la difesa dei tradizionali interessi livornesi, da quelli portuali a quelli immobiliari peraltro ormai sfiancati, economicamente e finanziariamente sempre più deboli, ma ancora capci di imporre alle amministrazioni di cristallizzare status quo, ovvero la decadenza.
    siamo ad un odeon di qua e ad una gran guardia di la, allo spezzatino delle concessioni portuali senza verifica di funzionaliotà e attività; poi arriva qualcun altro e fa altro ancora, ma una riflessione seria non c’è e tantomeno c’è un’idea per il futuro.
    ciò detto spaventa la vicenda odeon per i riflessi finanziari che potrà dterminare, ma spaventano anche strani ritorni, come il riaffiacciarsi in città dello studio Gregotti – Cagnardi quando si fa la gara per affidare la redazione del nuovo piano strutturale.
    come si dice, abbiamo già dato, per questo serve una svolta e forse non sarebbe male un governo dei professori pure qua.

  4. Conte di MonteCristo ha detto:

    I pacchetti ’92-2004 e 2004- 2014 sono ben distinti .

    Ora che Cosimi è nella baraonda è troppo facile il giochino pre elettorale di mettere tutto e tutti insieme .

    Già dato ‘dilontano’ , è vero , già dato. GIOCHINO CHE NON FUNZIONA PIU’ .

    A parte poi che professori a Livorno non ce ne sono , studenti compresi , non ho capito qual’è la tua idea di futuro ( come Piano Strutturale ) .

    Le critiche astratte e teoriche sono l’hobby dei livornesi che ‘tanto chiaccherano e nulla fanno’ , ma in concreto , qual’è l’idea di sviluppo che dal lontano 1992 (ma guarda un po’ … ) tu avresti sostenuto ?

    2004 -2014 è tutta una storia (tragica per la città) scritta dalla politica (e affaristi vari..) di questi 10 anni .
    Partiti e persone incluse .

    E se ne assumeranno responsabilità ed eredità alla prossima tornata elettorale .

  5. Gianfranco Lamberti ha detto:

    Le scelte del prg del 99 sono state Approvate da un Consiglio ed hanno avuto sostenitori ed oppositori. Roba ormai antica. Oggi ci troviamo a discutere di scelte episodiche ed improbabili, fuori contesto e fuori da un disegno, condivisibile o meno, che abbia un senso compiuto. Siamo in una situazione in cui più che tecnici ( quelli che sono nelle aziende, come si vede ad occhio nudo, a volte sono assai deludenti ) , ci vorrebbe un minimo di coerenza politica e meno teatrino. Insomma mettere le istituzioni nelle condizioni di lavorare, ma tanto non credo che la Merkel non dorma per l’Odeon, ma nemmeno Bersani e ce la dobbiamo cavare da soli. Questa la vedo dura davvero.

  6. St. John ha detto:

    bimbi,

    ma ‘sto Mario Monti vi paga un tanto a citazione :) ?

    l’elettore del centrosinistra è strutturalmente credulone. Ai creduloni non si può somministrare la verità tutta assieme. Non la reggono e finiscono per assimilarla con schemi e fantasie abituali. Al credulone bisogna suggerire qualche domanda. Perchè una manovra depressiva, quindi ciclica, e non anticiclica? Perchè, accettando la linea Merkel, Monti mente sapendo di mentire quando afferma che la formazione del debito pubblico nazionale è una responsabilità tutta italiana?
    Capisco gente come Giavazzi, Boeri o Zingales deve produrre ideologia e ha una statura da divulgatore ma uno come Monti, che ha un curriculum di tecnico da top player, non può non sapere come si è formato il debito pubblico come lo conosciamo adesso. E perchè nonostante un ventennio di tagli, anche considerevoli, siamo dove siamo. E soprattuto perchè, a finanza ed economia integrate, un debito pubblico nazionale non è mai una responsabilità nazionale. Solo il credulone di centrosinistra, che già tanti danni ha fatto negli ultimi due decenni, abbocca come un luccio all’amo della responsabilità nazionale del debito. Poi c’è in credulone convinto di essere stratega stratega. Quello che sa che non è così ma recita il rosario del “non ci sono alternative”.

    Già, ma dove siamo oggi? Con la manovra Tremonti la crescita economica per il 2012 era stata rivista al ribasso dello 0,5%, con le misure di Supermario le previsioni di crescita toccano quota meno 1,5-2%.
    La riduzione del rapporto debito-pil diventa, per chi idolatra questo genere di gare, una rincorsa senza fine.
    Con una minore crescita per il 2012, con la necessità di rifinanziare
    almeno 400 mld di debito pubblico, servirebbe una ulteriore manovra da 20 mld di euro entro i primi 4 mesi del 2012. Una spirale, benedetta da Napolitano, ci mancherebbe.

    Mi sono seguito ieri, complice il maltempo, la diretta di twitter del sindaco di Bari riferita all’incontro con Monti sui tagli agli enti locali. Emiliano ha fatto capire in diretta come questa spirale si avviterà sui territori.

    Ah, continuo a pensare che la newco approvata la scorsa per i rifiuti durante la settimana subirà delle modifiche, nella struttura azionaria e non solo, a seguito della finanziaria di novembre e delle prossime disposizioni di Monti. Ovviamente se il pensiero è smentito da informazioni precise sono felicissimo. Ma soprattutto, visti i tempi che ci aspettano, non sarebbe male da parte dei gruppi consiliari una prova di serietà. Una volta approvata la manovra, che adesso ha il passaggio alle camere, sarebbe indice di credibilità presentarsi a gennaio in conferenza stampa dove si spiega, in modo sistematico, il quadro normativo e finanziario nel quale si trova il comune di Livorno dopo l’ultima finanziaria. Indicando pubblicamente dove accedere alle fonti, a quali e via discorrendo. Queste sono prove di discontinuità. Niente di eccezionale ma si vedrebbe già una certa differenza di approccio rispetto al passato.

  7. Gianfranco Lamberti ha detto:

    Sono perfettamente d’accordo con St. John. Approvata la manovra sarebbe importante fare il punto sulle sue ricadute e verificare cosa può succedere. Naturalmente ci sono poi le questioni indipendenti da Monti e che e’ difficile scaricare sulle sue spalle.. Ma da quello che ho incominciato a sentire, mi sembra che il gioco sia proprio questo. Ma non credo che la Merkel abbia posto la questione dell’ Odeon o della Gran Guardia al professore…

  8. st. john ha detto:

    come nel 2008 era corpa di bushe, nel 2012 sarà corpa della merke. Se poi salta il banco vedremo di chi sarà la colpa nel 2014.
    Il pd locale rischia di pagare, pesantemente, due volte. Per i disastri locali, verso l’elettorato più attento e territoriale, e, verso l’elettorato d’opinione, per quelli provocati dal demenziale appoggio al governo di supermario.
    Magari non sarà così ma non mi stupirei che tra un paio d’anni il pd, da polo d’attrazione, diventi improvvisamente repellente per tutti. Allearsi con un partito fallito, sputtanato, senza idee o prospettive in una situazione di crisi storica non è proprio una mossa geniale.

  9. henry brubaker ha detto:

    “Inizialmente le operazioni di pagamento per la sosta dovranno essere fatte manualmente”Tanto per restare in tema di sobrietà.Speriamo che sotto Natale non succeda qualche casino con le auto di soccorso in area Misericordia.Un colossale fallimento anche come progetto di fattibilità economica.Ma sarà vero che hanno venduto un quarto dei box privati?Si diceva lo stesso in pieno agosto.Attenzione poi ai gestori.Normalmente quando le cose si mettono male quelli prendono i soldi e scappano.Come è successo da qualche altra parte (Collesalvetti docet).In attesa di ascoltare Cosimi e Nebbiai sferrare la tradizionale filippica contro il Governo e l’Imu (che era l’imposta che voleva introdurre la Lega ah ah)accontentiamoci della pista ciclabile di Viale Boccaccio.

  10. GhinoDiTacco ha detto:

    Classifica Sole24ore
    Livorno 14′ a livello nazionale per tempo libero
    primeggia per “ciabatte e gabine”!!!!!!

  11. Gianfranco Lamberti ha detto:

    Ti sei persa la classifica in cui siamo penultimi in Italia e relativa alla percezione di miglioramenti , da parte dei cittadini, negli ultimi tre anni!!
    Me l’ha fatta vedere Cannito, ho cercato di comprare il Sole, ma era esaurito. Un dato politico assai significativo.

  12. St. John ha detto:

    se si vuol scaricare il numero del sole 24 ore, basta avere qualche conoscenza hacker :)

    metto a disposizione una cartella valida fino al 31-12, scegliere il giorno desiderato e scaricare. Ci sono anche gli altri quotidiani italiani, per chi ne avesse bisogno.

    http://www.filesonic.it/folder/16110133

    così uno si può leggere commenti del Sole alla finanziaria e al decreto sul pc, sul tablet o sullo smartphone.
    Prima di andare al lavoro mi sono letto il decreto sulle province. Se in sede di conversione di legge i termini non cambiano la giunta Kutufà sarà sciolta il 30 novembre. I cambiamenti saranno-sarebbero notevoli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: